Tag Archives: Iroel Sanchez

Il corso di Cuba e «l’opinione di Miami»

Qualsiasi informazione su coloro, pagati dagli USA, che attuano il compito di rendere invisibile la guerra economica è un attentato alla libertà di pensiero ed espressione

 Iroel Sánchez

Continue reading “Il corso di Cuba e «l’opinione di Miami»” »

Share Button

Perché a Cuba non ci sono esplosioni sociali?

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

Un’amica brasiliana che, come giornalista, è stata a Cuba per alcuni giorni mi commentava del suo stupore circa il fatto di come tutti i cubani con cui ha parlato sapessero chi è Bolsonaro, chi è Dilma e chi è Lula, cosa che non succedeva in altri paesi dell’America Latina che aveva recentemente visitato. L’eccezionale interesse con cui i cubani seguono gli eventi internazionali è qualcosa di molto particolare che di solito passa inosservato per quelli di noi che vivono sull’isola.

Continue reading “Perché a Cuba non ci sono esplosioni sociali?” »

Share Button

Un libro scomodo per il nemico

«In prigione negli Stati Uniti leggevo gli scritti di Iroel Sánchez per mantenermi aggiornato su quello che accadeva nella Battaglia delle Idee, la battaglia culturale e ideologica, nella quale Iroel è un soldato essenziale», ha raccontato Fernando González Llort, Eroe della Repubblica di Cuba e presidente del ICAP, durante la presentazione del più recente libro di questo autore: /Cuba di fronte al buen vicino. Tra il contratto e l’eresia.

Continue reading “Un libro scomodo per il nemico” »

Share Button

Cuba inizia a dire addio a Donald Trump

Iroel Sánchez

Intervistati dal sito Economic Eye On Cuba, due “alti funzionari” dell’amministrazione Trump sottolineavano, l’8 aprile di quest’anno, che “a causa delle nostre sanzioni dirette contro il Venezuela e le sanzioni dirette ed indirette a Cuba, crediamo che almeno un risultato saranno cambi nell’economia cubana a causa di ciò che l’amministrazione di [Juan] Guaidó sta facendo riguardo alle esportazioni di petrolio a Cuba, e stiamo aiutando il presidente ad interim Guaidó a raggiungere il suo obiettivo di non sovvenzionare più il regime cubano. Cuba dovrà adattarsi alla perdita del 30% o più delle sue importazioni di petrolio fortemente sovvenzionate e ciò significa consentire un’economia più basata sul mercato. A loro non piacerà, ma la sua capacità di farla andare a rotoli si sta muovendo in maniera più rapida al di là del suo controllo.”

Continue reading “Cuba inizia a dire addio a Donald Trump” »

Share Button

Totalitarismo digitale?

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha comunicato che da questo mese di giugno le persone che sollecitano un visto statunitense dovranno presentare i loro profili nelle reti sociali, i loro indirizzi di post elettronica e i numeri telefonici utilizzati negli ultimi cinque anni.

Share Button

Ho visto …

Iroel sanchez – http://www.cubadebate.cu

“…ho visto tigri, pistoni, bisonti, fermenti ed eserciti, ho visto tutte le formiche che ci sono nella terra”, dice Borges in El Aleph.

Ho visto in Luyanó tutte le brigate elettriche che possono starci in pochi isolati, tutte le mani che possono lavorare in uno stretto corridoio pieno di macerie, ho visto tutti i camion e caricatori che possono trasportare rifiuti da una stessa strada … ho visto.

Continue reading “Ho visto …” »

Share Button

Caso degli “attacchi acustici” a Cuba

rivela il funzionamento dei media dominanti

Iroel Sanchez- https://lapupilainsomne.wordpress.com

La forma in cui si è informato circa i presunti “attacchi sonici” a Cuba contro il personale diplomatico USA, che secondo studi scientifici sarebbero in realtà l’effetto del canto di un grillo caraibico, rivela come funzionano i mezzi di comunicazione dominanti, ha detto a Sputnik l’analista politico cubano Iroel Sánchez.

Continue reading “Caso degli “attacchi acustici” a Cuba” »

Share Button

“Diaz Canel è uno di noi”

Intervista di Gustavo Veiga per Pagina 12 

https://lapupilainsomne.wordpress.com

Il quotidiano argentino Página 12 ha pubblicato ieri questa intervista che mi ha fatto (Iroel Sanchez) il giornalista Gustavo Veiga per questo mezzo di comunicazione.

Nel quartiere El Vedado, all’angolo del celebre hotel Habana Libre, vive Iroel Sánchez. Per una scala si giunge al suo appartamento al secondo piano, che condivide con la sua compagna Cuqui e suo figlio più giovane. Giornalista, analista politico e soprattutto blogger della Rivoluzione, è nato a Santa Clara nel 1964. Il suo spazio virtuale si chiama La Pupila Insomne

Continue reading ““Diaz Canel è uno di noi”” »

Share Button

Ciò che bisogna occultare

Iroel Sanchez http://espanol.almayadeen.net

Il mio amico Pepe Steinsleger ha pubblicato sul quotidiano messicano ‘La Jornada’ una serie di articoli dedicati all’VIII Vertice delle Americhe che si svolgerà questo mese in Perù con il tema “Governabilità democratica di fronte alla corruzione”. Nell’ultimo dei suoi articoli, Pepe rivela una statistica interessante: 28 degli 84 presidenti che passarono per i Vertici delle Americhe, dal 1994, godono di impunità, otto hanno ricevuto lievi pene detentive, cinque sono detenuti, tre in attesa di sentenza nei tribunali USA, due sono fuggiaschi e uno è ritornato nel suo paese dopo la prescrizione della sua causa.

Continue reading “Ciò che bisogna occultare” »

Share Button

“Vivere senza Castro”

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

“Cuba si prepara a vivere senza Castro” è una delle tante varianti di titoli con cui i grandi media stanno descrivendo il processo elettorale in corso a Cuba e che, il prossimo 19 aprile, culminerà nell’Assemblea Nazionale con l’elezione di un nuovo Presidente, vice presidenti e membri del suo Consiglio di Stato.

Continue reading ““Vivere senza Castro”” »

Share Button

Di nuovo la fallita ricerca del Gorbaciov cubano

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

All’inizio del mandato del Generale dell’Esercito Raúl Castro come Presidente del Consiglio di Stato, ed alla vigilia della sua elezione a Primo Segretario del Partito Comunista, la stampa capitalista cercava di dipingere Raul come una sorta di Gorbaciov cubano che avrebbe aperto la strada alla fine del socialismo sull’isola. Allora io dicevo in un post intitolato “Alla ricerca del Gorbachov cubano”: “Solo lanciano i loro ami alla ricerca del Gorbaciov cubano. Suppongono nella direzione rivoluzionaria un’ingenuità incompatibile con più di cinquanta anni di vittorioso scontro con il paese più potente del pianeta.”

Continue reading “Di nuovo la fallita ricerca del Gorbaciov cubano” »

Share Button

Il cambio in Venezuela nel 2017, intervista alla TASS

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

L’agenzia di stampa russa TASS mi ha inviato un questionario sul Venezuela, ecco le mie risposte.

Continue reading “Il cambio in Venezuela nel 2017, intervista alla TASS” »

Share Button

Fidel: un grande intellettuale ed un umanista

Intervista di Noel Alonso a Iroel Sanchez 

https://lapupilainsomne.wordpress.com

Il giovane Noel Alonso mi ha intervistato per il portale Cubaliteraria sulla relazione di Fidel con la letteratura ed i libri.

Le emozioni sono istanze dell’uomo in cui, con grande difficoltà, la freddezza della lettera scritta tende a catturare: parlare di Fidel al passato è ancora un fatto amaro per tutti i cubani. Il modo migliore per mantenerlo vivo è nella memoria dei milioni di isolani, negli atti quotidiani per il superamento dell’uomo, nei nostri modi sicuri e fiduciosi per la costruzione del socialismo.

Continue reading “Fidel: un grande intellettuale ed un umanista” »

Share Button

L’utile onore che mi fanno gli amici di Posada Carriles

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

Poco più di tre anni fa il giornalista cubano, residente a Miami, Edmundo García ha scritto su “un’organizzazione chiamata The Foundation for Human Rights in Cuba (Fondazione per i Diritti Umani a Cuba, FDHC)”:

Continue reading “L’utile onore che mi fanno gli amici di Posada Carriles” »

Share Button

L’uragano Irma e una normalità che non dovrebbe ritornare

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

Sono trascorse tre settimane dall’impatto dell’uragano Irma su Cuba e la vita sta tornando alla normalità, ma c’è una parte di tale normalità che non dovrebbe ritornare.

Tra i molteplici e vari effetti dell’uragano, che hanno coinvolto la maggior parte delle province, uno solo suole riferirsi come positivo: l’accumulo di acqua nei bacini dopo un prolungato processo di siccità. Ma oltre alle lezioni ed alle esperienze accumulate per agire in occasioni simili, alcune delle cose viste in queste difficili giornate sono necessarie al di là della contingenza.

Continue reading “L’uragano Irma e una normalità che non dovrebbe ritornare” »

Share Button