Tag Archives: Jeanine Áñez

Bolivia: gli ingenui errori di Evo Morales

Vicky Peláez  https://mundo.sputniknews.com

Se si ha una buona conoscenza dei mezzi a disposizione del nemico, le perdite potrebbero essere minori

(Victor Serge, 1890-1947)

Evo Morales, il grande dirigente che è riuscito a far uscire il suo paese dalla povertà estrema e convertirlo in un esempio di sviluppo economico e sociale in America Latina, deve riconoscere che ha peccato d’ingenuità nel credere che il suo codice etico ed il suo amore per la Pachamama sarebbero stati compresi dalla maggior parte dei suoi connazionali e rispettata dagli stranieri che ambivano a tutte le sue risorse.

Continue reading “Bolivia: gli ingenui errori di Evo Morales” »

Share Button

Come opera il terrorismo di Stato in Bolivia

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Dopo alcuni giorni a raccogliere informazioni a El Alto, la delegazione assegnata dalla Commissione interamericana per i diritti umani (IACHR) per la Bolivia, presieduta da Pablo Abrao, affermava che “non ci sono garanzie” per condurre un’indagine imparziale sui massacri di novembre perpetrati da forze armate e polizia partecipi al colpo di Stato contro Evo Morales.

Continue reading “Come opera il terrorismo di Stato in Bolivia” »

Share Button

Il Governo di fatto in Bolivia ha commesso crimini di lesa umanità

Un gruppo multidisciplinare di una delegazione argentina di solidarietà con il popolo boliviano ha denunciato con prove e testimonianze raccolte negli ultimi giorni che il governo di fatto sta commettendo delitti di lesa umanità dall’assunzione di Jeanine Áñez.

L’informazione, pubblicata da Telesur, avverte inoltre che è stato impossibile per questa missione continuare e cercare prove su queste azioni illegali perché i suoi membri sono stati minacciati dalle stesse autorità di governo.

Continue reading “Il Governo di fatto in Bolivia ha commesso crimini di lesa umanità” »

Share Button

Bolivia: la dittatura di Añez vuole “esorcizzare” la Bolivia

www.lantidiplomatico.it

La dittatura sotto la quale è costretto a languire il popolo boliviano, attualmente guidata dall’ultra-cattolica Jeanine Áñez, sostenuta da un settore delle forze armate, della polizia e dell’estrema destra del paese andino, intende “esorcizzare” con riti ecclesiastici la religiosità ancestrale che prevale nello Stato Plurinazionale della Bolivia.

Continue reading “Bolivia: la dittatura di Añez vuole “esorcizzare” la Bolivia” »

Share Button

Bolivia, laboratorio di una nuova strategia di destabilizzazione

La stampa internazionale è cauta nel riferire quanto accade in Bolivia. Descrive il rovesciamento del presidente Evo Morales, parla di un ennesimo colpo di Stato, ma non riesce a inquadrare quel che sta davvero succedendo. Non si accorge del nascere d’una nuova forza politica, finora sconosciuta in America Latina. Secondo Thierry Meyssan, se le autorità religiose del continente non si assumeranno subito le proprie responsabilità, niente riuscirà a impedire il dilagare del caos.

Continue reading “Bolivia, laboratorio di una nuova strategia di destabilizzazione” »

Share Button

Bolivia: dibattiti in corso e silenzi complici

NESTOR KOHAN, Revista Espoiler, Università di Buenos Aires

La nostra epoca, successiva alla crisi del 2008, è quella del neocolonialismo imperialista. Le catene di formazione del valore si suddividono, si terziarizzano e si globalizzano mentre la produzione capitalista – mantenendo il controllo delle imprese e degli Stati centrali – si rialloca a livello di unità produttive muovendosi ed espandendosi verso il Sud del mondo. Si intensifica il super-sfruttamento della forza lavoro (sempre più femminile e precarizzata).

Continue reading “Bolivia: dibattiti in corso e silenzi complici” »

Share Button

Cubainformacion: Twitter da golpe


Twitter già da colpo di stato

Gli account Twitter follower del golpista boliviano Luis Fernando Camacho e dell’autoproclamata Jeanine Añez si sono moltiplicati per dieci in pochi giorni.

Quasi 70 mila di questi profili sono appena creati e falsi, con zero o un singolo follower.

Continue reading “Cubainformacion: Twitter da golpe” »

Share Button

I “punti verdi” che governano la Bolivia

Il 10 novembre, Evo Morales ha annunciato la sua rinuncia forzata alla presidenza del paese dopo che l’esercito gli “suggerisse” di andarsene. In seguito, il golpe di stato accadde e Morales si è esiliato in Messico mentre la senatrice oppositrice Jeanine Añez si è auto-proclamata presidentessa immaginaria in una sessione del Parlamento senza quorum. Il capo dell’esercito Williams Kaliman, si è incaricato di collocarle la banda presidenziale.

Continue reading “I “punti verdi” che governano la Bolivia” »

Share Button

García Linera: «In tempo di crisi, dietro ogni moderato liberale c’è un fascista»

www.lantidiplomatico.it

Da Città del Messico dove ha trovato asilo insieme al presidente rovesciato Evo Morales, il vicepresidente dello Stato Plurinazionale della Bolivia, Alvaro Garcia Linera, professore universitario e fine intellettuale marxista, ha rilasciato un’intervista al quotidiano cileno El Ciudadano.

Continue reading “García Linera: «In tempo di crisi, dietro ogni moderato liberale c’è un fascista»” »

Share Button

El Alto in piedi, mai in ginocchio

Evo Morales ha denunciato alla comunità internazionale che, nel vecchio stile delle dittature, la Plaza Murillo è accerchiata da veicoli armati militari

Continue reading “El Alto in piedi, mai in ginocchio” »

Share Button

Bolivia: ambasciata USA massima responsabile destabilizzazione

L’ambasciata USA a La Paz è stata la maggior responsabile e promotrice della destabilizzazione dello Stato Plurinazionale della Bolivia, ha dichiarato il presidente Evo Morales in un tuit pubblicato lo scorso 13 novembre.

Il suo messaggio dice: «Condanniamo la decisione di Trump di riconoscere il governo di fatto, autoproclamato dalla destra. Dopo l’imposizione di (Juan) Guaidó, ora proclama (Jeanine) la Añez. Il colpo di Stato che provoca la morte de miei fratelli boliviani è una cospirazione politica ed economica che viene dagli Stati Uniti».

Continue reading “Bolivia: ambasciata USA massima responsabile destabilizzazione” »

Share Button

7 giorni di Jeanine Áñez portano la Bolivia più di 10 anni indietro

La presidente de facto della Bolivia, Jeanine Áñez, da una settimana ha assunto la conduzione il governo boliviano. Tra le proteste, Áñez ha preso una serie di misure che abbattono alcuni dei pilastri della politica del deposto Evo Morales e dei suoi 13 anni alla presidenza del paese

Fonte Articolo –  www.lantidiplomatico.it

Continue reading “7 giorni di Jeanine Áñez portano la Bolivia più di 10 anni indietro” »

Share Button

Bolivia, la persecuzione golpista minaccia il Congresso

Marco Teruggi – Pagina|12

La minaccia in Bolivia ora punta il potere legislativo. Il ministro del governo di fatto, Arturo Murillo, nominato dall’autoproclamata Jeanine Añez, ha annunciato che ci sono senatori e deputati “che stanno facendo sovversione” e che i loro nomi saranno resi pubblici.

Continue reading “Bolivia, la persecuzione golpista minaccia il Congresso” »

Share Button

Benvenuti nella dittatura

Marco Teruggi  www.cubadebate.cu

“Benvenuti nella dittatura”, ha detto una signora mentre correva dai lacrimogeni, moto, camionette con giovani detenuti, moto e blindati militari. La scena è avvenuta nel centro della città di La Paz, nel pomeriggio, dopo che avevano represso la presidentessa del Senato, Adriana Salvatierra, e l’autoproclamata presidentessa Jeanine Añez aveva nominato un nuovo comando militare.

Continue reading “Benvenuti nella dittatura” »

Share Button

Bolivia: una senatrice golpista si autoproclama presidente

Senza contare sul quorum necessario, la senatrice di opposizione Jeanine Añez ha assunto oggi la presidenza della Camera Alta e si è dichiarata presidentessa interina di Bolivia, dopo il golpe di stato ad Evo Morales.

Continue reading “Bolivia: una senatrice golpista si autoproclama presidente” »

Share Button