Tag Archives: joe biden

Biden ha vinto: e adesso?

Atilio Boron da: insorgente.org

I democratici e i repubblicani sono amministratori dell’imperio, nient’altro. Ma nella loro ‘incarnazione’ fisica, personale, di avversione, ci sono sfumature che non si devono trascurare.

Continue reading “Biden ha vinto: e adesso?” »

Share Button

L’emigrazione ed il tema Cuba nelle elezioni negli USA

Jesús Arboleya  Progreso Semanal/Weekly

L’AVANA. Circa 870000 persone di origine cubana si sono registrate per votare alle ultime elezioni USA e la grande maggioranza si è recata alle urne. Varie indagini hanno dimostrato che, come avviene nel resto della società, le questioni che tendono a decidere l’orientamento del voto sono quelle che incidono direttamente sul modo di vivere, dicasi l’economia, la sanità pubblica o la sicurezza sociale, tra altri. Il tema Cuba appare lontana tra le proprie priorità esistenziali, tuttavia, costituisce una risorsa di mobilitazione per la comunità cubano-americana, che frequentemente attira l’attenzione del discorso politico nelle campagne elettorali.

Continue reading “L’emigrazione ed il tema Cuba nelle elezioni negli USA” »

Share Button

Joe Biden e la nuova America Latina

Il neoeletto presidente USA, Joe Biden, dovrà affrontare un nuovo e mutevole panorama latinoamericano, molto diverso da quello creato da Donald Trump negli ultimi quattro anni.

Sebbene i media diplomatici dei paesi dell’America Latina e dei Caraibi abbiano espresso un certo sollievo per la sconfitta del presidente repubblicano, le politiche di una futura amministrazione Biden nei confronti della regione sono sconosciute.

Continue reading “Joe Biden e la nuova America Latina” »

Share Button

Il mondo e gli USA: da Trump a Biden

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Trump è stato nell’arena internazionale una macchina per fabbricare nemici e disaccordi, per danneggiare alleati ed attaccare il multilateralismo. Il fatto che alla Casa Bianca arrivi una visione diversa, anche quando continui a pretendere di “guidare il mondo”, è una tregua per tornare ad avanzare su quelle questioni che, prima del suo arrivo, godevano di grande consenso internazionale: affrontamento del cambio climatico, necessità di un accordo accettabile per l’Occidente che renda praticabile l’uso pacifico dell’energia nucleare da parte dell’Iran, il percorso verso la normalizzazione tra USA e Cuba, o il riconoscimento del crescente ruolo della Cina nell’economia mondiale e quindi concepire il rapporto con essa come qualcosa di mutuo vantaggio e non una guerra economica con più perdenti che vincitori.

Continue reading “Il mondo e gli USA: da Trump a Biden” »

Share Button

Cosa ci si può aspettare da Biden riguardo al Venezuela?

Ociel Alí López, Russia Today  https://cubanoypunto.wordpress.com

Biden arriva in un momento cruciale per il Venezuela in materia economica e sanitaria poiché, come annunciato il 30 ottobre da Elliott Abrams, rappresentante del governo per gli affari venezuelani, la Casa Bianca sta cercando di stabilire un blocco effettivo alla fornitura di diesel, il combustibile utilizzato dal trasporto pubblico e privato ​per alimenti, medicine e persone.

È l’ultimo missile repubblicano contro il Venezuela.

Continue reading “Cosa ci si può aspettare da Biden riguardo al Venezuela?” »

Share Button

I dodici cesari

Rosa Miriam Elizalde  http://www.cubadebate.cu

Clandestina”, una piccola impresa privata che vende abiti con disegni nazionali all’Avana Vecchia, ha pubblicato, il 7 novembre, su Facebook questo messaggio: “Il dramma è finito”. Ha riassunto in quattro parole il senso di sollievo collettivo alla notizia che ci sarà un nuovo presidente USA a partire dal 20 gennaio.

Più che di soddisfazione per la vittoria di Joseph Biden, l’emozione è quella del condannato a cui allentano un po’ il laccio che non lo fa respirare. Sta per concludersi la peggiore amministrazione della storia USA e quella che, nel mezzo di una pandemia mortale, ha eseguito un’inesorabile litania di sanzioni che sembrava non avere fine e che ha colpito, in ogni modo possibile, il cittadino comune cubano.

Continue reading “I dodici cesari” »

Share Button

Maduro si congratula con Biden e si offre di migliorare le relazioni

Il presidente venezuelano ha anche deriso Guaido per non aver appoggiato le affermazioni di Trump di aver vinto le elezioni USA.

Orinoco Tribune, http://aurorasito.altervista.org

Il Presidente Nicolas Maduro si è congratulato col presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden per la vittoria elettorale. Maduro ha anche elogiato la vicepresidentessa eletta Kamala Harris e il popolo statunitense in generale, pur affermando di essere disposto a partecipare a un “dialogo dignitoso” basato su “rispetto e cooperazione” e giungere ad “accordi” con la nuova amministrazione statunitense, che prenderà ufficio il 20 gennaio 2021. I suoi commenti suscitavano speculazioni su un potenziale miglioramento nelle relazioni tra i due Paesi. Washington e Caracas hanno interrotto le limitate relazioni diplomatiche nel 2019 quando chiusero le rispettive ambasciate e consolati.

Continue reading “Maduro si congratula con Biden e si offre di migliorare le relazioni” »

Share Button

Danneggerà una vittoria di Biden le relazioni tra Colombia e Venezuela?

Maria Fernanda Barreto  https://misionverdad.com

A differenza del resto dell’America, il bipartitismo negli USA è sopravvissuto incondizionatamente. L’alternanza al potere dei partiti democratico e repubblicano avviene solitamente senza grandi traumi, da quasi due secoli, benché questa volta l’ego e gli interessi dei settori legati all’attuale presidente USA stanno generando la probabilità di un terzo scenario che complicherebbe la situazione interna del paese.

Continue reading “Danneggerà una vittoria di Biden le relazioni tra Colombia e Venezuela?” »

Share Button

Cuba – USA

IL PRESIDENTE DI CUBA SOTTOLINEA LA POSSIBILITÀ DI RELAZIONI BILATERALI CON GLI USA “COSTRUTTIVE E RISPETTOSE DELLE DIFFERENZE”.

 

Continue reading “Cuba – USA” »

Share Button

Addio Trump?

Ángel Guerra Cabrera  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Tutto indicherebbe che Joseph Biden ha la certezza della vittoria nelle elezioni USA benché non si abbiano ancora risultati ufficiali mentre scrivo. L’alluvione di schede elettorali a favore del democratico è tale che il presidente Trump è rimasto senza risorse subdole per impedire la vittoria del suo rivale. Biden, come Hillary Clinton alle elezioni del 2016, riesce a superare di gran lunga Trump nel voto popolare, in cui ha ottenuto la cifra più alta di un candidato nella storia: 67,9 milioni di voti. Sono anche le elezioni più concorse dal 1908 con oltre il 65%, molto alta per la tradizionale apatia USA e che parla di un processo elettorale del tutto singolare in quel paese, probabilmente spinto dalla polarizzazione generata da Trump con il suo volgare razzismo e la sua disposizione autoritaria.

Continue reading “Addio Trump?” »

Share Button

“È il capitalismo, stupido”

I fatti, ostinati, dimostrano che Trump ed il “trumpismo” non sono altro che il prodotto della decomposizione del capitalismo e della generazione, nelle sue viscere, del totalitarismo e del fascismo

Jorge Casals LLano  www.granma.cu

Continue reading ““È il capitalismo, stupido”” »

Share Button

Movimenti nello scacchiere geopolitico ed elezioni parlamentari in Venezuela

https://medium.com/@misionverdad2012

La simultaneità di diversi eventi con il Venezuela come epicentro illustra il livello di rilevanza del paese petrolifero nell’approccio strategico USA su più fronti.

Recentemente, il Segretario di Stato Mike Pompeo ha visitato diversi paesi della regione, tre dei quali confinanti con il Venezuela.

Il suo passaggio per Suriname, Guyana, Brasile e Colombia ha avuto il Venezuela al centro del tavolo, attraverso arringhe del funzionario su questioni di sicurezza e crisi interna. Le sue frasi mirando allo smantellamento del chavismo al potere non si sono fatte aspettare.

Continue reading “Movimenti nello scacchiere geopolitico ed elezioni parlamentari in Venezuela” »

Share Button

Elezioni USA: spettacolo ripugnante

Gli yankee che accusano altri Paesi di frode elettorale e inviano osservatori internazionali, soprattutto in quei Paesi che mantengono posizioni indipendenti, sono quelli che portano avanti più corruzione e frode nel loro processo elettorale.

Continue reading “Elezioni USA: spettacolo ripugnante” »

Share Button

La formula del golpe contro il Venezuela si esaurisce

gli USA in un vicolo cieco

https://medium.com/@misionverdad2012

Quando l’amministrazione di Donald Trump ha assunto il cambio di regime in Venezuela come una priorità della politica estera USA, ha prodotto una strategia che, pensava, poteva raggiungere il suo scopo in pochi mesi. La realtà ha polverizzato quel piano, essendo il “progetto Guaidó” un grave fallimento per la Casa Bianca e che sta dando i suoi frutti nell’attualità venezuelana.

Continue reading “La formula del golpe contro il Venezuela si esaurisce” »

Share Button

Perché il Venezuela è così importante nella campagna presidenziale USA?

https://medium.com/@misionverdad2012

La campagna presidenziale USA ha il Venezuela come un nodo critico e punto ineludibile, sia per il candidato repubblicano in cerca di rielezione, il magnate presidente Donald Trump, sia per il suo principale rivale, il democratico Joe Biden.

Durante il periplo elettorale, entrambi hanno assunto posizioni non molto dissimili sul Venezuela, dandogli così un posto privilegiato come asse tematico.

Continue reading “Perché il Venezuela è così importante nella campagna presidenziale USA?” »

Share Button