Tag Archives: Julio Borges

Trump in riunione con i golpisti: più sanzioni e criminalizzazione

BLOCCO DELLE PETROLIERE E DIVIETO DI INGRESSO DI FUNZIONARI NEGLI USA

http://misionverdad.com/entrevistas

 

“Non possiamo permettere che le forze del socialismo si consolidino, il futuro di questo emisfero non sarà descritto da dittatori. Venezuela e Cuba sapranno finalmente cos’è la libertà”, ha dichiarato Donald Trump in una riunione con i rappresentanti di Juan Guaidó ed i presidenti d’America Latina, come Lenín Moreno dall’Ecuador, Iván Duque dalla Colombia, Jimmy Morales dal Guatemala, Sebastián Piñera dal Cile, tra gli altri che compongono l’auto denominato Gruppo di Lima.

Continue reading “Trump in riunione con i golpisti: più sanzioni e criminalizzazione” »

Share Button

Venezuela, la “libertà” che piace ai Chicago boys

di Geraldina Colotti

Dopo il premio Sacharov alla libertà di opinione concesso dal Parlamento europeo a nazisti e golpisti venezuelani. Dopo l’abbraccio di Michelle Bachelet a Lorent Saleh, ammiratore di Hitler trasformato in “voce libera contro la dittatura madurista”, ecco arrivare un’altra perla: il Premio alla Libertà 2019 a Maria Corina Machado, del partito Vente Venezuela.

Continue reading “Venezuela, la “libertà” che piace ai Chicago boys” »

Share Button

Un anno dopo l’attentato a Maduro

cosa si sa dei responsabili?

Per 20 anni, il Venezuela ha denunciato e soffocato una serie di piani di assassinio in cui le il ruolo della Colombia e degli Stati Uniti sono stati ricorrenti come responsabili.

 

 

Sebbene un anno fa il primo tentativo nel mondo di un omicidio con droni carichi di esplosivi sia avvenuto in Venezuela, questa non è stata l’unica occasione in cui il paese sudamericano ha denunciato piani di assassinio dei suoi presidenti negli ultimi venti anni.

Continue reading “Un anno dopo l’attentato a Maduro” »

Share Button

Al Foro di San Paolo, l’unità del Latinoamerica

di Geraldina Colotti

Nella conferenza stampa del lunedì, il PSUV ha presentato ai media il suo bilancio del Foro di San Paolo, conclusosi a Caracas il 28 luglio, data di nascita di Hugo Chavez. Diosdado Cabello, vicepresidente del partito più grande dell’America Latina (oltre 6 milioni di persone), ha sottolineato un dato evidentissimo per chiunque abbia assistito al Foro di San Paolo – uno straordinario incontro internazionale, che ha messo a confronto oltre 700 delegati provenienti principalmente dall’America Latina e dai Caraibi, ma anche dagli altri continenti: l’alto livello dei contenuti e del consenso mostrato dalla dichiarazione finale sui principali temi che interessano la regione.

Continue reading “Al Foro di San Paolo, l’unità del Latinoamerica” »

Share Button

Venezuela, il burattino ed il burattinaio

Luis Hernández Navarro  www.cubadebate.cu

La scenografia

Una parola riassume il tentativo di golpe contro il presidente Nicolás Maduro del 30 maggio: fallimento. Bluffando, l’opposizione venezuelana ha puntato a rovesciare il presidente. Ha perso. Dopo alcune scaramucce, il suo appello si è rapidamente sgonfiato.

Continue reading “Venezuela, il burattino ed il burattinaio” »

Share Button

Juan Guaidó: da autoproclamato presidente…

ad agnello che l’impero potrebbe sacrificare

 

L’ “autoproclamato” presidente del Venezuela, Juan Gerardo Antonio Guaidó Márquez, sa che la condizione di deputato non gli concede l’impunità, solo l’immunità

Raúl Antonio Capote www.granma.cu

Continue reading “Juan Guaidó: da autoproclamato presidente…” »

Share Button

Il Venezuela disarma una rete golpista della CIA

Mision Verdad – http://aurorasito.altervista.org

Durante una conferenza stampa, il 7 febbraio, il Viceministro per la Comunicazione, cultura e turismo, Jorge Rodríguez, notava la serie di messaggi intimidatori e notizie false dagli attori dell’opposizione che delineava il quadro di una serie di azioni golpiste. Era il preludio a un colpo di Stato pianificato e disattivato dagli organi d’intelligence venezuelani quando arrestarono l’operatore del piano: Oswaldo Valentín García Palomo.

Continue reading “Il Venezuela disarma una rete golpista della CIA” »

Share Button

Guaidó ed i caimani

Marco Teruggi www.cubadebate.cu

Juan Guaidó non esiste e tuttavia è così reale. Si avviò, pubblicamente, in politica nel 2007, con violente proteste guidate da una nuova generazione di giovani, sui quali si fondò Voluntad Popular (VP), nel 2009.

Continue reading “Guaidó ed i caimani” »

Share Button

Venezuela: un anno di attacchi, resistenza e tentativi di rilancio

di Geraldina Colotti

Un vergognoso articolo di “opinione”, comparso il 23 dicembre sul Panam Post, pronostica “L’ultimo Natale di Nicolás Maduro”. In un delirio di insulti e paranoia, il “giornalista” suggerisce apertamente varie modalità per portare a termine quel che già era stato tentato con i droni esplosivi del 4 agosto.

Continue reading “Venezuela: un anno di attacchi, resistenza e tentativi di rilancio” »

Share Button

Venezuela: dalla UE una proposta di dialogo con lingua biforcuta

di Geraldina Colotti

Si ricomincia a parlare di dialogo tra il governo venezuelano e l’opposizione. Dialogo per cosa e con chi e per andare dove? Ognuno si pone le domande a seconda della prospettiva da cui agisce la scena. Su una cosa, però, sono d’accordo tutti: le tornate precedenti non hanno sortito alcun effetto. L’ultima volta, nella Repubblica Dominicana, è bastata una telefonata di Donald Trump per riportare nel “cortile di casa” uno scodinzolante Julio Borges, che da allora va latrando ai quattro venti contro “il dittatore Maduro”.

Continue reading “Venezuela: dalla UE una proposta di dialogo con lingua biforcuta” »

Share Button

Le grandi manovre internazionali contro il Venezuela proseguono

di Geraldina Colotti

Le ossessioni sono difficili da curare, e quella di cui è affetto il Segretario generale dell’OSA, Luis Almagro, farebbe fuggire in Alaska anche Sigmund Freud. E così, nonostante il ripudio che hanno sortito le sue dichiarazioni circa un’invasione militare in Venezuela, financo da parte del Gruppo di Lima, non la fa finita: “Non sto zitto. E non me ne vado finché la dittatura di Maduro non sarà caduta”, dice pur ritrattando parzialmente le affermazioni rese a nome dell’OSA.
Continue reading “Le grandi manovre internazionali contro il Venezuela proseguono” »

Share Button

Un ‘cane rabbioso’ contro il Venezuela

di Geraldina Colotti

Un “cane rabbioso” s’aggira per l’America Latina. Un cane da guardia del complesso militare-industriale, che risponde al nome di James Mattis, Segretario alla Difesa nordamericano. “Cane rabbioso” è il soprannome che l’ex generale Mattis si è guadagnato in Afghanistan e in Iraq, dove gli Usa sono andati a esportare il loro modello di “democrazia”. Lo stesso che gradirebbero nuovamente imporre al continente latinoamericano, fidando sull’appoggio di governi tanto subalterni quanto screditati, disposti a rimodernare convenientemente il “cortile di casa”.

Continue reading “Un ‘cane rabbioso’ contro il Venezuela” »

Share Button

Mappa ampliata del tentato assassinio

http://misionverdad.com

(secondo informe speciale) 

Seguono il loro corso le indagini condotte dallo Stato venezuelano sul fallito tentato omicidio dello scorso 4 agosto. Finora le indagini, prove ed attori coinvolti sono sufficienti per descrivere il modo di funzionamento dell’agenda terroristico-mercenaria che sperimenta il paese, ma anche gli impatti di un punto di svolta cruciale per la questione venezuelana.

Continue reading “Mappa ampliata del tentato assassinio” »

Share Button

Asse maledetto contro il Venezuela

Bogotá-Miami-Caracas: circuito terroristico contro la Rivoluzione bolivariana…

Lídice Valenzuela http://www.cubahora.cu

 

Le inconfutabili prove presentate dal governo venezuelano collocano le città di Caracas, Bogotà e Miami come centri operativi del recente tentativo di assassinio contro il Presidente Nicolas Maduro e rivelano piani di installazione di un governo di transizione appoggiato dagli USA.

Continue reading “Asse maledetto contro il Venezuela” »

Share Button

Venezuela, le cavallette dell’imperialismo

di Geraldina Colotti – la Città futura

A proposito del Venezuela e del fallito attentato contro Maduro, torna la riflessione di Lukacs nel volume La distruzione della ragione. Il filosofo ungherese accusa Schopenhauer di aver offerto agli ufficiali prussiani il proprio binocolo da teatro per meglio sparare sugli insorti del 1848. Fatte le debite proporzioni storiche, filosofiche e culturali, si potrebbe usare la stessa frase nei confronti di quel giornalismo che, nell’avanzare della “modernità liquida” a scapito di un pensiero forte sul mondo e nell’assenza di un “intellettuale collettivo”, ha assunto sempre più peso nella formazione della “opinione pubblica” e di una determinata egemonia culturale.

Continue reading “Venezuela, le cavallette dell’imperialismo” »

Share Button