Tag Archives: la coubre

L’enigma de La Coubre

Una pagina di terrorismo contro Cuba

Hernando Calvo Ospina  www.lantidiplomatico.it

Quel venerdì 4 marzo 1960 il mercantile francese La Coubre attraccò al molo de L’Avana verso le h 9,30. Aveva caricato merci nei porti di Amburgo, Anversa e Le Havre, con destinazione Stati Uniti, Messico e Haití.

Continue reading “L’enigma de La Coubre” »

Share Button

Cuba e la nascita di tre grandi simboli della Rivoluzione

In due giorni nacquero tre simboli rilevanti del processo rivoluzionario: l’esplosione del piroscafo francese La Coubre, la proclamazione di Fidel della frase “Patria o Morte” e l’impressionante immagine scattata dal fotografo Korda di Che Guevara …

Luis Fidel Acosta Machado  www.cubahora.cu

Continue reading “Cuba e la nascita di tre grandi simboli della Rivoluzione” »

Share Button

O la patria o la morte, la risoluzione del popolo messo a prova

È ancora fresco il sangue degli operai e dei soldati che stavano scaricando la nave a vapore francese La Coubre, quando il mondo ascoltò per la prima volta il giuramento «Patria o Morte!», proclamato dal Comandante in Capo Fidel Castro Ruz.

Continue reading “O la patria o la morte, la risoluzione del popolo messo a prova” »

Share Button

Patria o morte: una costante a Cuba dal XIX secolo

L’inizio della guerra d’indipendenza, l’inno nazionale, le poesie e i documenti storici del XIX secolo mostrano oggi che l’essenza dello slogan “Patria o morte” ha più di 61 anni a Cuba.

Questo è stato spiegato a Prensa Latina dalla storica Paula Ortiz, che ha anche sottolineato che anche se la frase è nata alla sepoltura delle vittime dopo il sabotaggio del piroscafo La Coubre (4 marzo 1960), risponde ai sentimenti del popolo da quando ha deciso di lottare per la sua libertà nel 1868.

Continue reading “Patria o morte: una costante a Cuba dal XIX secolo” »

Share Button

Cuba non dimentica

In memoria delle centinaia di caduti, mutilati e orfani lasciati dalla detonazione di esplosivi sul piroscafo francese La Coubre quel venerdì del marzo 1960, le autorità del Partito e del Governo dell’Avana si sono riunite al Molo de La Coubre, per rendere omaggio alle vittime

Liz Conde Sánchez

Continue reading “Cuba non dimentica” »

Share Button

60 anni fa, l’immagine del Che che ha percorso il mondo

60 anni fa, nel funerale delle vittime del sabotaggio contro la nave a vapore francese La Coubre nel porto de L’Avana, Alberto Diaz Korda ha captato una delle immagini iconiche della fotografia mondiale. Il viso serio, tremendo, magnetizzatore di Ernesto Guevara si è incrociato con la lente dello straordinario fotografo cubano, quel 5 marzo 1960. Così nacque l’immagine del Guerrigliero Eroico che ha percorso il mondo intero e c’accompagna fino ai nostri giorni.

Continue reading “60 anni fa, l’immagine del Che che ha percorso il mondo” »

Share Button

Discorso Fidel Castro (5 marzo 1960)

Discorso pronunciato dal Comandante in capo Fidel Castro Ruz durante le esequie delle vittime dell’esplosione della nave “La Coubre”

cimitero “Colon”, 5 marzo 1960

Compagne e compagni,

Ci sono momenti molto importanti nella vita dei popoli; ci sono minuti che sono straordinari, e questo minuto tragico e amaro che stiamo vivendo oggi, è uno di essi.

Continue reading “Discorso Fidel Castro (5 marzo 1960)” »

Share Button

Cuba non dimentica

una delle impronte più tristi lasciate dal terrorismo di Stato

L’esplosione nel porto de L’Avana del vapore francese La Coubre fu il più grave attentato del XX secolo perpetrato dalla CIA, che provocò la morte di più di 100 persone e 400 feriti.

Continue reading “Cuba non dimentica” »

Share Button

Archivio: Il sabotaggio del piroscafo La Coubre

José Luis Méndez Méndez www.cubadebate.cu

Si compiono 45 anni da questo atto di terrore, che falciò la vita di oltre un centinaio di cubani, causò ferite a centinaia di persone, notevoli danni materiali e privò il paese di mezzi per la sua difesa. È un fatto, i cui dettagli non sono ancora stati chiariti, si inserisce nella politica aggressiva USA contro Cuba.

Continue reading “Archivio: Il sabotaggio del piroscafo La Coubre” »

Share Button

L’esplosione de La Coubre

Share Button

Libertà vuol dire Patria

Il 4 marzo 1960, per via del sabotaggio alla nave a vapore La Coubre, persero la vita più di un centinaio di cubani tra scaricatori, portuali  e membri dell’Esercito Ribelle.

Granma ricorda la data con frammenti delle parole di Fidel al funerale delle vittime.

Continue reading “Libertà vuol dire Patria” »

Share Button

Ragioni di Cuba per creare la Sicurezza dello Stato

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Per coloro che sono parte dell’esercito di salariati, degli USA, per la loro guerra sovversiva contro Cuba, scrivere e parlare male della Sicurezza dello Stato (SdS), è parte delle indicazioni ricevute per demonizzare la Rivoluzione socialista: quella che tanto odiano gli yankee.

Continue reading “Ragioni di Cuba per creare la Sicurezza dello Stato” »

Share Button

Cuba l’isola ferita

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Rabbia ed impotenza si uniscono al dolore per le più recenti vittime del terrorismo a Barcellona,​​Spagna, poiché coloro che si nascondono dietro un presunto movente politico sono volgari assassini, per cui la vita di un essere umano non conta.

Continue reading “Cuba l’isola ferita” »

Share Button

Fidel: “Il nostro dilemma sarebbe Patria o morte”

http://www.cubadebate.cu

Il 5 marzo 1960 in una tribuna aperta all’incrocio tra Avenida 23 y 12, nel Vedado, Fidel pronunciò le parole di commiato durante le onoranze funebri delle vittime dell’esplosione della nave “La Coubre“, dove denunciò il ruolo del governo USA e pronunciò, per la prima volta, la consegna Patria o Morte!

Continue reading “Fidel: “Il nostro dilemma sarebbe Patria o morte”” »

Share Button

Cuba e USA prima di Girón (parte II)

Fabián Escalante https://lapupilainsomne.wordpress.com

Il 4 marzo 1960 esplodeva nel porto dell’Avana la nave, con bandiera belga, La Coubre, che portava armi e munizioni per la difesa della Rivoluzione. Fu un’operazione della CIA, per cui vari sabotatori penetrarono nella nave, nel suo porto di origine, e collocarono esplosivi detonanti per un dispositivo a pressione, che avrebbe funzionato quando il carico fosse stato spostato verso la sua destinazione. Settantacinque morti e oltre 200 feriti fu il saldo di tale aggressione. Tutto il popolo, nelle impressionanti onoranze funebri, salutò i caduti in una guerra che iniziava e non era ancora stata dichiarata.

Continue reading “Cuba e USA prima di Girón (parte II)” »

Share Button