Tag Archives: legge Helms-Burton

John Bolton: Sì, signori, siamo l’Impero

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

E’ comune in una parte della sinistra latino-americana utilizzare la parola Impero per riferirsi agli USA, e anti-imperialisti sogliono riconoscersi coloro che criticano le politiche egemoniche ed interventiste che quel paese ha tenuto nella regione. Ad esempio, l’attuale Costituzione di Cuba ed il nuovo progetto attualmente in discussione raccolgono l’espressione “imperialismo yankee” e proclamano l’antimperialismo come un principio delle relazioni internazionali della Repubblica.

Continue reading “John Bolton: Sì, signori, siamo l’Impero” »

Share Button

John Bolton: dalle minacce ai fatti

Sergio Alejandro Gómez http://www.cubadebate.cu

In un discorso più carico di campagna elettorale che di contenuto politico, il controverso consigliere per la sicurezza nazionale alla Casa Bianca, John Bolton, si è scagliato, a Miami, contro Cuba, Nicaragua e Venezuela, la troika dei paesi che si oppone con più forza agli interessi di Washington nella regione.

Continue reading “John Bolton: dalle minacce ai fatti” »

Share Button

Cubainformacion: Bacardì, pubblicità mediatica e boicottaggio

Bacardi: mafia, pubblicità ingannevole e boicottaggio internazionale

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Il libro “Ron Bacardi: la guerra occulta” (1) e il documentario “Il segreto del pipistrello” (2) mostrano le relazioni della società Bacardi con l’ultra-destra cubano-americana di Miami (3). Anche la partecipazione del suo team di avvocati nella redazione della Legge Helms-Burton che, nel 1996, ha intensificato il blocco economico contro Cuba (4).

Continue reading “Cubainformacion: Bacardì, pubblicità mediatica e boicottaggio” »

Share Button

Cuba ha diritto alla sua resistenza attiva

Norelys Morales Aguilera https://islamiacu.blogspot.it

Il Muro di Berlino era caduto nella notte di giovedì 9 e venerdì 10 novembre 1989. Un solo leader mondiale, Fidel Castro, aveva previsto che Cuba sarebbe rimasta sola, che avrebbe ricevuto uno schiacciante impatto economico, con il “decreto della fine della Guerra Fredda” e che, come lupi affamati, sarebbero venuti, gli USA, per dare il colpo di grazia alla Rivoluzione che non avevano potuto piegare con nessun mezzo.

Continue reading “Cuba ha diritto alla sua resistenza attiva” »

Share Button

Legge Helms-Burton: vigente e rinnovata

Omar Perez Solomon https://lapupilainsomne.wordpress.com

Quando il 12 marzo 1996 fu firmata, dal Presidente USA William Clinton, la cosiddetta Legge Helms-Burton, piattaforma che diede continuità alla politica aggressiva sviluppata da successivi governi USA, si intensificò il corso aggressivo della politica contro Cuba.

Continue reading “Legge Helms-Burton: vigente e rinnovata” »

Share Button

A 21 anni dalla legge che codificò il blocco

Moralmente e giuridicamente corretto rimane la totale revoca del blocco …

Sergio Alejandro Gomez http://www.cubahora.cu

Quando il 12 marzo 1996 il presidente William Clinton approvò la legge Helms-Burton, circondato da importanti figure dell’ultra destra anti cubana di Miami, cedette una parte considerevole delle prerogative che aveva sbandierato la Casa Bianca per gestire la propria politica verso Cuba da che John F. Kennedy impose il blocco totale, nel gennaio 1962.

Continue reading “A 21 anni dalla legge che codificò il blocco” »

Share Button

55 anni di genocidio contro Cuba

E. Ramirez Cañedo http://www.cubadebate.cu

bloqueo cuba 55 trumpIl 3 febbraio 1962, il presidente USA, John. F. Kennedy, firmò l’Ordine Esecutivo Presidenziale n°3447, attraverso il quale si ufficializzò il blocco totale del commercio con Cuba. I pretesti utilizzati nel documento e che formarono parte, per anni, del discorso dell’elite al potere negli USA, integravano la grande cospirazione dove era imprescindibile presentare l’isola aggredita come l’aggressore. Il suo grande peccato, aver fatto una vera Rivoluzione nell’emisfero occidentale, rompendo con i requisiti minimi “di sicurezza” istituiti dalla nazione del nord per l’America Latina ed i Caraibi, dopo la seconda guerra mondiale.

Continue reading “55 anni di genocidio contro Cuba” »

Share Button

Una Helms-Burton nicaraguense?

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

nica-actQuesta domenica, 6 ottobre, ci sono le elezioni in Nicaragua. Tutto sembra indicare che il candidato del Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale, Daniel Ortega, vincerà con un indiscutibile vantaggio, nonostante le interferenze esterne che in vario modo hanno tentato di influire sui risultati, come dimostra, esaustivamente, il sito Nicaleaks.

Continue reading “Una Helms-Burton nicaraguense?” »

Share Button

Il muro che va abbattuto

bloqueo-wallAculei di ragioni hanno puntualizzato la mattina di lunedì 17, nella giornata *Un Vespaio contro il Blocco* quando gli universitari della capitale del paese hanno dialogato con  direttrice generale della Direzione degli Stati Uniti della Cancelleria cubana.

Continue reading “Il muro che va abbattuto” »

Share Button

Blocco: principale ostacolo allo sviluppo

Salim Lamrani https://islamiacu.blogspot.it

bandie-pugnaNonostante l’istituzione di un dialogo storico con L’Avana, il 17 dicembre 2014, e nonostante la visita ufficiale del presidente Barack Obama nell’isola. nel marzo 2016, Washington continua ad applicare sanzioni economiche contro la popolazione cubana, suscitando l’incomprensione della comunità internazionale.

Continue reading “Blocco: principale ostacolo allo sviluppo” »

Share Button

Gli imbrogli della politica USA verso l’Isola

f0013097Com’è avvenuto negli ultimi 40 anni, il presidente degli USA ha rinnovato martedì  13 la vigenza della Legge sul Commercio  con il Nemico del 1917, che attualmente si applica solo con Cuba.

Continue reading “Gli imbrogli della politica USA verso l’Isola” »

Share Button

Insistono, a Miami, nel dare lezioni a Cuba

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

tres pionieros de MiamiMezzo secolo non è sufficiente per rendersi conto della realtà, poiché gli autoproclamati “esiliati” cubani continuano con la loro arcaica e logora retorica di “lottare per una Cuba libera”.

Sembra che la vecchiaia di molti dei membri del mal chiamato “esilio” gli impedisca discernere ciò che è realmente un esiliato e il concetto di libertà.

Continue reading “Insistono, a Miami, nel dare lezioni a Cuba” »

Share Button

Mafia anticubana ha forza nel congresso yankee

Arthur Gonzalez https://heraldocubano.wordpress.com

Mafia1Coloro che pensarono che la mafia terrorista anticubana stesse per morire si sono sbagliati; qualcosa che dovrebbe servire da esperienza per non sottostimare i nemici della Rivoluzione cubana.

Continue reading “Mafia anticubana ha forza nel congresso yankee” »

Share Button

Cuba-USA: la notizia a metà

Néstor García Iturbe https://lapupilainsomne.wordpress.com

bandie falseL’agenzia EFE ha pubblicato un comunicato stampa dal titolo “USA APPROVA COMMISSIONE DEL SENATO 4 EMENDAMENTI SU CUBA”.

Nel dispaccio non si spiega adeguatamente ciò che significa questa approvazione e meno ancora i benefici, se ce ne fosse qualcuno, che potrebbe ricevere il popolo di Cuba a seguito di tale decisione.

Continue reading “Cuba-USA: la notizia a metà” »

Share Button

Si è vinta una battaglia ma non la guerra

Arthur González –  https://heraldocubano.wordpress.com

fidel havana clubNon vi è dubbio che la decisione dell’Ufficio Patenti e Marchi degli USA di dare il diritto alla società cubana di rinnovare la registrazione, in quel paese, del marchio di Havana Club, è qualcosa di favorevole, ma attenzione con le anticipate celebrazioni perché la guerra non è ancora stata vinta, è solo una semplice battaglia.

Da venti anni l’azienda Bacardi, uno dei principali sponsor di molte azioni contro la Rivoluzione cubana, si scontrò con la società cubana Cubaexport, tradizionale esportatore del rum cubano e associata con la francese Pernod Ricard, al fine di toglierle la registrazione negli USA, di tale marchio e vendere un rum con il nome di Havana Club, elaborato in Portorico.

Continue reading “Si è vinta una battaglia ma non la guerra” »

Share Button