Tag Archives: Leopoldo Lopez

Auge e caduta del mito di Leopoldo Lòpez

Augusto Márquez  http://misionverdad.com

Se volessimo definire brevemente Leopoldo López, sarebbe sufficiente affermare che è il simbolo più fedele dell’oligarchia venezuelana. Il suo balzo in politica, alla fine del XXI secolo, sarebbe semplicemente un procedimento determinato dal suo lignaggio.

Continue reading “Auge e caduta del mito di Leopoldo Lòpez” »

Share Button

Il colpo di stato in Venezuela non era un golpe

Amauri Chamorro  www.cubadebate.cu

Cercare di fare un colpo di stato in Venezuela da un ponte nella zona dei ricchi di Caracas, con due carri antisommossa e quindici soldati semplici, ha lasciato gli USA in un vicolo cieco.

Il tentativo è stato un fallimento militare e politico per gli statunitensi e la destra venezuelana, riconosciuto da gran parte delle società di comunicazione del mondo. Le diverse analisi, frettolose e superficiali, variavano di forma ma, in fondo, ammettevano che Forze Armate Bolivariane sono assolutamente allineate con il Presidente Nicolas Maduro e che i golpisti non hanno ottenuto motivare la sollevazione delle forze militari.

Continue reading “Il colpo di stato in Venezuela non era un golpe” »

Share Button

Il Venezuela resiste, Trump fallisce

Angel Guerra Cabrera www.cubadebate.cu

Dopo il fallito tentativo golpista di Leopoldo Lopez e Juan Guaidó nel distributore Altamira di Caracas, senza che i militari bolivariani avessero bisogno sparare un colpo per disattivarlo, alcuni media egemonici sono stati costretti a spiegare le cause del fallimento.

Continue reading “Il Venezuela resiste, Trump fallisce” »

Share Button

L’accerchiamento del Venezuela: una follia di Trump

Wayne Madsen, SCFhttp://aurorasito.altervista.org

Basandosi sul consiglio del falco belluino neoconservatore John Bolton, del pomposo segretario di Stato Mike Pompeo e dello scandaloso dell’Iran-Contra Elliott Abrams, Donald Trump intraprese il contenimento del Venezuela.

Trump è impegnato in una folle missione supportando i capi fascisti dei vicini del Venezuela per fare pressioni sul Presidente Nicolas Maduro per dare il potere a una manica i burattini di Wall Street che vogliono sovvertire le politiche socialiste bolivariane di Maduro e del defunto predecessore Hugo Chavez.

Continue reading “L’accerchiamento del Venezuela: una follia di Trump” »

Share Button

La Spagna contro Trump: un «cowboy» con il Venezuela

www.lantidiplomatico.it

Il ministro spagnolo degli Esteri, Josep Borrell, ha criticato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, per comportarsi come un “cowboy” pronto “a estrarre la pistola” contro il Venezuela.

Continue reading “La Spagna contro Trump: un «cowboy» con il Venezuela” »

Share Button

Venezuela, l’inservibile Guaidò

Fabrizio Casari  www.altrenotizie.org

L’ennesimo tentativo di golpe non riuscito dei giorni scorsi ha chiarito definitivamente sia in Venezuela che negli Stati Uniti che Juan Guaidò è il cavallo sbagliato per la corsa sbagliata. L’ultima figuraccia l’ha fatta poche ore or sono, quando ha convocato i venezuelani a recarsi fuori dalle caserme per chiedere il sostegno dei militari: nessuno ha seguito l’indicazione. Anzi, i suoi adepti si sono beccati la reazione gentile ma ferma dei militari. Figuraccia planetaria perché le tv erano corse con telecamere a documentare la rivolta e hanno dovuto registrare il fiasco.

Continue reading “Venezuela, l’inservibile Guaidò” »

Share Button

Venezuela: congiuntura pericolosa

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

La caricatura di colpo di stato, del 30 aprile, a Caracas si è sgonfiata in serata senza che fosse necessaria un’azione militare contraria. In effetti, la maggior parte dei militari “ribelli”, convocatati mediante l’inganno all’alba al distributore viale di Altamira, al rendersi conto che avevano intenzione di usarli in un’azione golpista hanno comunicato con i loro capi superiori ed a mezzogiorno aveva lasciato i ribelli e ritornati alle loro unità.

Continue reading “Venezuela: congiuntura pericolosa” »

Share Button

Lettura politica del golpe fallito

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Gli eventi in Venezuela del 30 aprile illustrano un tentato colpo di Stato, chiamando l’ammutinamento militare e il tentativo di creare ampi tumulti politici, allo scopo d’intraprendere la cosiddetta “cessazione dell’usurpazione” del Presidente legittimo Nicolás Maduro.

Questo nuovo episodio nella trama per la destituzione in Venezuela, cercava di scatenare uno scontro violento e l’avvio di nuove violenze politiche, questa volta, con la denominazione classica del golpe militare, senza che finora abbia dato risultati efficaci.

Continue reading “Lettura politica del golpe fallito” »

Share Button

Venezuela, il burattino ed il burattinaio

Luis Hernández Navarro  www.cubadebate.cu

La scenografia

Una parola riassume il tentativo di golpe contro il presidente Nicolás Maduro del 30 maggio: fallimento. Bluffando, l’opposizione venezuelana ha puntato a rovesciare il presidente. Ha perso. Dopo alcune scaramucce, il suo appello si è rapidamente sgonfiato.

Continue reading “Venezuela, il burattino ed il burattinaio” »

Share Button

Venezuela, golpisti da operetta

Fabrizio Casari – www.altrenotizie.org

L’ennesimo tentativo di colpo di stato in Venezuela è fallito e non poteva essere altrimenti. Nella fervida fantasia della Casa Bianca doveva essere l’insurrezione finale contro l’usurpatore, la rivolta del popolo venezuelano contro il governo, il sollevamento delle forze armate contro la dittatura. E’ stato invece un fiasco ridicolo. Un’avventura da cartoni animati.

Continue reading “Venezuela, golpisti da operetta” »

Share Button

Un golpe nato morto, senza supporto militare e ancor meno popolare

Aram Aharonian, CLAE – http://aurorasito.altervista.org

Calma, calma tesa a Caracas ed in Venezuela, dopo il tentativo pubblicitario di colpo di Stato in Venezuela, dove i settori radicali dell’opposizione non ottenevano né il sostegno delle Forze Armate né il popolo scendeva in strada per sostenere il tentativo golpista del presidente autoproclamato Juan Guaidó e del latitante Leopoldo López.

La gente scese in strada recandosi progressivamente a Palazzo Miraflores per sostenere il governo costituzionale di Nicolás Maduro.

Continue reading “Un golpe nato morto, senza supporto militare e ancor meno popolare” »

Share Button

Come il 13 aprile 2002

il popolo venezuelano e la FANB hanno fatto fallire la rivolta golpista

Carlos Aznárez  www.cubadebate.cu

Volevano che fosse un golpe per rovesciare il governo legittimo di Nicolás Maduro e sono finiti in una piccola rivolta. Ancora una volta hanno fallito perché non hanno un popolo, tanto meno raggiungono l’obiettivo di massima che si propongono: la rottura delle Forze Armate Nazionali Bolivariane.

Continue reading “Come il 13 aprile 2002” »

Share Button

I volti dietro il fallito golpe contro il Venezuela

Sembra che Juan Guaidó pretendesse gemellarsi con Lopez, in quella che ha definito la fase finale dell’Operazione Libertà per cui -così sfacciatamente e senza pensare al popolo- in prima mattinata ha incitato alla violenza attraverso la rete sociale Twitter

Ana Laura Palomino García – www.granma.cu

Continue reading “I volti dietro il fallito golpe contro il Venezuela” »

Share Button

Tentato golpe in Venezuela

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Nelle prime ore del 30 aprile, un gruppetto di soldati si recava nella stazione di servizio di Altamira, sull’autostrada Francisco Fajardo, Caracas, insieme al deputato Juan Guaidó e Leopoldo López (rilasciato dai sorveglianti traditori) annunciando ai loro seguaci di scendere nelle strade di Caracas, per iniziare un nuovo tentativo di colpo di Stato in Venezuela.

Continue reading “Tentato golpe in Venezuela” »

Share Button

Lopez e Guaidó inscenano il golpe 2.0. Massima allerta in Venezuela

Geraldina Colotti, Caracas

Al Secondo Foro internazionale sulla Gran Mision Vivienda Venezuela (GMVV) – il gigantesco piano di case popolari che ha già consegnato oltre 2.600.000 alloggi ammobiliati – gli ospiti si scambiano le informazioni. All’alba, la destra ha provato a mettere in pratica quel che veniva annunciando da giorni: un tentativo di golpe che mira a provocare un’invasione armata del proprio paese. La sfida della borghesia al Primo Maggio, festa dei lavoratori e delle lavoratrici, che si preparano a marciare in difesa del presidente Maduro, ex sindacalista del metro che li rappresenta anche simbolicamente.

Share Button