Tag Archives: Lilian Tintori

Referendum e democrazia: in Venezuela o in Catalogna

Share Button

Referendum e democrazia: in Venezuela o in Catalogna?

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

Una giovane catalana offre un fiore ad una guardia civile (1). È una foto già classica e contiene un chiaro simbolismo: il popolo tende la mano ed offre pace a chi esercita la forza al servizio del potere (2). È stata scattata in Catalogna, nella perquisizione, da parte della polizia, di un giornale dove, presumibilmente, si stampavano le schede per il referendum sull’indipendenza dichiarato “illegale” dalle autorità spagnole (3).

Continue reading “Referendum e democrazia: in Venezuela o in Catalogna?” »

Share Button

Venezuela vs UE

http://www.lantidiplomatico.it/

Il Ministro degli Esteri venezuelano, Jorge Arreaza, ha inviato note di protesta agli ambasciatori di Spagna, Germania, Italia e Regno Unito per quanto riguarda la decisione del governo venezuelano di proibire l’uscita dal paese a Lilian Tintori, moglie del golpista Leopoldo Lopez.

Continue reading “Venezuela vs UE” »

Share Button

Se il Venezuela cade, l’umanità cade

Luis Hernández Navarro http://www.jornada.unam.mx

John Pilger è un noto giornalista e documentarista australiano che, tra molti altri riconoscimenti, ha ricevuto in due occasioni il premio Giornalista inglese dell’Anno ed, in due altre, il UN Media Peace Prize. Recentemente intervistato da Telesur ha detto: il mondo dovrebbe appoggiare il Venezuela, ora sottoposto ad una virulenta propaganda che è la guerra attraverso i media. Se il Venezuela cade, l’umanità cade.

Continue reading “Se il Venezuela cade, l’umanità cade” »

Share Button

Le mani di Marco Rubio in Venezuela

L. Alberto Rodríguez  http://www.buitresenlaciudad.press

Molta gente pensò che la carriera di Marco Rubio sarebbe terminata dopo aver perso la nomina del Partito Repubblicano contro Donald Trump. Ma in politica nessuno può essere dato per morto a meno che stia tre metri sotto terra. Questa consegna sembra averla appresa bene il senatore della Florida, giacché si trova tessendo, in questo momento, il suo prossima lancio alla Casa Bianca, nelle elezioni del 2020. Curiosamente non lo fa negli USA, ma in territorio latino-americano, principalmente in Venezuela, dove questo politico ha trovato un filone da sfruttare.

Continue reading “Le mani di Marco Rubio in Venezuela” »

Share Button

Venezuela: no violenza, sì Assemblea Costituente

di Geraldina Colotti* – il Manifesto

In Venezuela, Leopoldo Lopez è agli arresti domiciliari per motivi di salute. Il suo partito, Voluntad Popular, ha attribuito la misura alternativa, concessa dal Tribunal Supremo de Justicia (Tsj), alle violenze di piazza organizzate dalla parte più oltranzista della Mesa de la Unidad Democratica (Mud) a cui appartiene.

Continue reading “Venezuela: no violenza, sì Assemblea Costituente” »

Share Button

Venezuela: attentati anticipati dai siti di Miami

di Geraldina Colotti

Seminare il terrore, dentro e fuori il paese. Contro chiunque non accetti il racconto dei «pacifici manifestanti oppressi dalla dittatura». Questo l’intento dell’estrema destra venezuelana, che al dialogo voluto dal papa preferisce le bombe: all’occorrenza quelle di escrementi e pietre, le «puputov».

Continue reading “Venezuela: attentati anticipati dai siti di Miami” »

Share Button

Destre venezuelane all’attacco delle ambasciate in Europa

Geraldina Colotti il Manifesto

Inneggiando slogan all’ex dittatore spagnolo Franco, le destre venezuelane hanno assediato per ore l’ambasciata venezuelana a Madrid, riuscendo a ferire anche l’ambasciatore Mario Isea. Contro di lui, si sono scatenati i twitter di opposizione, di questo tenore: “Che esca fuori un eroe venezuelano in Spagna e a Mario Isea gli faccia come all’ambasciatore russo in Turchia. Non ha prezzo”.

Continue reading “Destre venezuelane all’attacco delle ambasciate in Europa” »

Share Button

Venezuela, in piazza le fake-woman dell’opposizione

Geraldina Colotti – il Manifesto

Ieri, in Venezuela, le marce delle donne sono state due, e hanno messo nuovamente a tema il quadro dello scontro in atto fra due modelli di paese. Da una parte le destre, i settori agiati e parte di quelle classi medie impoverite dagli anni di neoliberismo selvaggio, poi tornate a vivere periodi di vacche grasse con la ridistribuzione petrolifera voluta dal chavismo (e il barile sopra i 100 dollari) e ora di nuovo scomode in periodo di «guerra economica». Dall’altra le femministe dei settori popolari che appoggiano il socialismo bolivariano: i collettivi – Ni una menos, Lgbtq, Comitati di rifornimento e produzione (Clap), media alternativi, studenti, «classe media socialista»… – che muovono critiche, ma difendono le conquiste sociali.

Continue reading “Venezuela, in piazza le fake-woman dell’opposizione” »

Share Button

Venezuela: montature mediatiche e violenze

di Fabrizio Verde http://www.lantidiplomatico.it

La narrazione tossica sul Venezuela è molto chiara ed efficace: da una parte ci sono le forze di opposizione che reclamano pane e libertà, dall’altra un governo dispotico che reprime col pugno di ferro ogni minimo dissenso.

Continue reading “Venezuela: montature mediatiche e violenze” »

Share Button

Venezuela: il lavaggio del cervello dei media

di Geraldina Colotti  http://www.lantidiplomatico.it

Come si fa informazione di guerra per costruire il “pensiero unico” (o meglio il frullato di cervelli…).

Prendete le agenzie stampa che parlano del Venezuela: una sfilza, da oltre cinque settimane. Tutte, rigorosamente tutte, entusiasticamente proiettate a decantare marce, marcette, marciume dell’opposizione venezuelana, ovviamente condite in salsa “democratica”.

Continue reading “Venezuela: il lavaggio del cervello dei media” »

Share Button

“Caccerò Maduro”. Trump ordina, la destra golpista esegue

di Geraldina Colotti* – Il Manifesto

«Caccerò Maduro dalla presidenza del Venezuela e Cabello andrà in galera come narcotrafficante». Parola di Trump, per bocca del suo segretario di Stato, Rex Tillerson.

Continue reading ““Caccerò Maduro”. Trump ordina, la destra golpista esegue” »

Share Button

Venezuela: destre cercano il golpe modello rivoluzioni colorate

di Geraldina Colotti* – il Manifesto

«Ripristinare l’ordine costituzionale in Venezuela». Questo l’imperativo di Trump, ripreso dal Segretario generale dell’OSA, Luis Almagro, dopo lo scontro di poteri tra l’Alta corte e il Parlamento governato dalle destre. Ma allora – a rigor di logica – quella bolivariana era a tutti gli effetti una democrazia e non una «dittatura castro-madurista» come sostengono le destre…

Continue reading “Venezuela: destre cercano il golpe modello rivoluzioni colorate” »

Share Button

Ecuador: per la destra vale tutto

Angel Guerra Cabrera http://www.cubadebate.cu

La destra ecuadoriana e regionale è capace della peggiore ignominia al fine di impedire che il binomio, per Alleanza Paese, Lenin Moreno e Jorge Glas vinca il secondo turno delle elezioni presidenziali in Ecuador. Inoltre, come affermato dal presidente Rafael Correa in un’argomentata intervista al quotidiano di Buenos Aires Página 12 bisogna essere pronti ad affrontarla in uno scenario di destabilizzazione poiché non accetterà la sconfitta e sta creando la cornice pubblicitaria ed il condizionamento psicologico per denunciare che è stata vittima di una frode elettorale, come ha già fatto al primo turno (https://www.pagina12.com.ar/23885-nuestra-postura).

Continue reading “Ecuador: per la destra vale tutto” »

Share Button

Ecuador nega l’ingresso a Lilian Tintori

Mercoledì mattina, le autorità dell’Ecuador hanno negato l’ingresso ad una figura nota dell’opposizione venezuelana, Lilian Tintori, in viaggio per incontrare e fare campagna elettorale per il candidato presidenziale della destra, Guillermo Lasso. Lo riporta in dettaglio Telesur.

Continue reading “Ecuador nega l’ingresso a Lilian Tintori” »

Share Button