Tag Archives: Luis Almagro

Dignità dei popoli dei Caraibi e sconfitta delle destre imperiali

di Geraldina Colotti* – Il Manifesto

Le destre lo davano per certo: questa volta Maduro avrebbe perso all’OSA e avrebbe dovuto subire l’imposizione della Carta democratica interamericana.

Continue reading “Dignità dei popoli dei Caraibi e sconfitta delle destre imperiali” »

Share Button

Il KO di Delcy Rodríguez all’OSA

Angel Guerra Cabrera – La Jornada

Fu Raúl Roa, lo storico ed indimenticabile cancelliere della dignità di Cuba, che battezzò l’OSA come ministero delle colonie USA. Porto questo ricordo a proposito dell’Assemblea Generale del ministero, tenuta a Cancun dal 19 al 21 di questo mese, con gli obiettivi d’ingerenza e golpisti contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Continue reading “Il KO di Delcy Rodríguez all’OSA” »

Share Button

Venezuela. Exxon Mobile manda in campo il suo uomo

di Geraldina Colotti* – Il Manifesto

Da domani (oggi ndr) al 21 si svolge a Cancun, in Messico, il vertice dell’Organizzazione degli Stati americani (Osa), presieduta dall’uruguayano Luis Almagro. In primo piano, di nuovo il Venezuela. Almagro ha fissato una riunione dei ministri degli Esteri per chiedere l’applicazione della Carta democratica, ovvero un pacchetto di sanzioni sul modello del blocco imposto a Cuba e l’obbligo di un’agenda elettorale diversa da quella prevista nel paese caraibico.

Continue reading “Venezuela. Exxon Mobile manda in campo il suo uomo” »

Share Button

Venezuela: accusa OSA e governo messicano d’aggressione

http://www.lantidiplomatico.it

Aggressioni verbali condite da minacce di morte. Questo il trattamento riservato alla delegazione  diplomatica venezuelana giunta a Cancun, in Messico, per partecipare all’Assemblea Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA).

Continue reading “Venezuela: accusa OSA e governo messicano d’aggressione” »

Share Button

OSA critica democrazia del Venezuela e non del Messico

Arturo Sanchez Jimenez – La Jornada

È imprescindibile frenare la violenza nelle strade del Venezuela per impedire un intervento militare USA in quel paese, perché se ciò avvenisse causerebbe conseguenze profonde e gravi per tutta l’America Latina, a partire da Cuba e dai processi post-coloniali in corso nel subcontinente, ha detto ieri David Fernández Dávalos, rettore della Università Iberoamericana.

Continue reading “OSA critica democrazia del Venezuela e non del Messico” »

Share Button

L’OSA all’Università Iberoamericana

Angel Guerra Cabrera http://www.jornada.com.mx

Con mia grande sorpresa, domani inizia presso l’Università Iberoamericana (UIA) La Giornata dell’OSA e del Sistema Inter-Americano: diritti umani, democrazia e stato di diritto, che conta anche con l’auspicio dell’Istituto Matías Romero.

Continue reading “L’OSA all’Università Iberoamericana” »

Share Button

L’OSA è responsabile della violenza fascista in Venezuela

Angel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Il Venezuela è impegnato in una grande battaglia politica di massa per la celebrazione della Assemblea Nazionale Costituente (ANC). Non c’è da meravigliarsi, è l’unica uscita costituzionale, democratica, inclusiva e ragionevole alla grave crisi politica creata dall’ ingerenza imperialista yankee e dall’atteggiamento fascista ed anti-patriottico della cupola oppositrice di milionari.

Continue reading “L’OSA è responsabile della violenza fascista in Venezuela” »

Share Button

Venezuela rigetta comunicato dell’Honduras

La ministra degli Esteri del Venezuela, Delcy Rodríguez, ha emesso, questo sabato, una nota di protesta per una comunicazione che l’Honduras ha inviato a tutte le missioni in Belize, in cui chiede “più spargimento di sangue in Venezuela” per giustificare un intervento nel paese.

Attraverso il suo account Twitter, la diplomatica ha detto che il “piano violento dell’opposizione venezuelana è articolato all’intervento promosso da Luis Almagro (Segretario Generale della OSA) ed ai governi intolleranti della regione”. “Questa comunicazione evidenzia il macabro piano per giustificare l’intervento in Venezuela. E’ uno scandalo nelle relazioni diplomatiche “, ha aggiunto.

Continue reading “Venezuela rigetta comunicato dell’Honduras” »

Share Button

Brasile, ministeri in fiamme: il silenzio assordante di Almagro

di Geraldina Colotti* – il Manifesto

Scontri violenti con la polizia, sedi ministeriali in fiamme e l’ordine dato all’esercito dal presidente Temer di prendere posizione sull’Esplanada, il cuore del potere nella capitale Brasilia, a protezione delle istituzioni governative. È il drammatico epilogo del corteo che ieri aveva richiamato almeno 150000 persone da tutto il Brasile per chiedere le dimissioni dello stesso Temer e lo svolgimento di elezioni dirette.

Continue reading “Brasile, ministeri in fiamme: il silenzio assordante di Almagro” »

Share Button

Le “sporche mani” dello Stato profondo sul Venezuela

Covert Geopolitics –  https://aurorasito.wordpress.com

Lo Stato profondo occidentale vuole introdurre la “democrazia” in Venezuela con sanzioni politiche, pirateria finanziaria e guerra religiosa per via del rifiuto del Paese a cedere il controllo delle risorse energetiche ai banchieri di Wall Street.

Continue reading “Le “sporche mani” dello Stato profondo sul Venezuela” »

Share Button

Le sole due alternative per il Venezuela

Atilio Boron da atilioboron.com.ar Traduzione di Marx21.it

“Le alternative sono solamente due: il consolidamento e l’avanzata della rivoluzione oppure la sconfitta della rivoluzione”

La dialettica della rivoluzione e lo scontro di classe che ne deriva avvicinano la crisi venezuelana al suo esito inesorabile. Le alternative sono due e solamente due: il consolidamento e l’avanzata della rivoluzione oppure la sconfitta della rivoluzione.

Continue reading “Le sole due alternative per il Venezuela” »

Share Button

Venezuela: “che curiosa che è questa ‘dittatura'”

Matías Bosch – Resumenlatinoamericano – http://www.lantidiplomatico.it

È davvero una cosa curiosa la “dittatura madurista” denunciata da Henrique Capriles, Henry Ramos e Julio Borges. Mentre tutti i paesi governati da dittature sono stati punti di partenza di emigrazioni di massa, il Venezuela risulta al primo posto come paese che riceve immigrazione di massa da un paese vicino. Si tratta dei colombiani. C’erano già 5,6 milioni di colombiani in Venezuela, ma lo scorso anno ne sono arrivati altri 100 mila, e nel 2017 ancora altri 30 mila.

Continue reading “Venezuela: “che curiosa che è questa ‘dittatura'”” »

Share Button

Venezuela, il desiderio imperiale e la costituente

Angel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Ciò che è in corso in Venezuela è un episodio decisivo nel progetto degli USA e delle oligarchie di non lasciare in piedi un solo governo indipendente e democratico in Nostra America.

Il principale combustibile che alimenta questo progetto, in Venezuela, è il sostegno che riceve la controrivoluzione endogena da Washington/OSA,da i più screditati governi neoliberali e dalla destra adoratrice del dio mercato e dell’assalto al tesoro pubblico. Tutti vincolati con l’uruguaiano Luis Almagro, agente della CIA assegnato alla segretaria generale dell’OSA.

Continue reading “Venezuela, il desiderio imperiale e la costituente” »

Share Button

Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?

Misión Verdad, TeleSUR  https://aurorasito.wordpress.com

Il colpo di Stato contro il Venezuela è già stato scritto e presentato. Il 2 marzo 2017, durante il primo incontro dell’OSA, Shannon K. O’Neil (direttrice per l’America Latina del Consiglio per le Relazioni Estere, CFR) presentava al Comitato degli Esteri del Senato degli Stati Uniti un portafoglio di azioni e misure da intraprendere se gli Stati Uniti volevano abbattere il Chavismo in Venezuela.

Continue reading “Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?” »

Share Button

L’OSA: un cadavere vivente

Hugo Mercado Moldiz http://www.cubadebate.cu

La pace e la democrazia sono minacciate in America Latina. Di ciò non c’è il minimo dubbio. Il rischio concreto che la regione si converta in una zona politicamente instabile e socialmente convulsiva non proviene da gruppi sovversivi, come li chiamerebbe l’establishment USA, ma dalle azioni intraprese -senza la minima attinenza agli scopi formalmente stabiliti né alla sua lunga istituzionalità costruita, ma sì coerente con la sua lunga storia- dall’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) e dal suo attuale segretario generale, Luis Almagro.

Continue reading “L’OSA: un cadavere vivente” »

Share Button