Tag Archives: media

Alcune verità sulle falsità

Fernando Buen Abad www.cubadebate.cu

Contro il “nuovismo” professato da alcuni marsupi accademici, va ripetuto che le fake news, e la sua placenta la “post-verità”, non hanno nulla di “novità” nella vecchia storia di ingannare i popoli con premeditazione, tradimento e vantaggio. E bisogna ripeterlto mille volte, non sia che qualcuno già accarezzi l’idea di ricevere premi per “risultati scientifici” equivalenti a cambiare di nome allo stesso carnefice ideologico che vive nelle viscere del capitalismo. Benché i sapientoni pubblichino libri, giornali o articoli molto acclamati tra di loro.

Continue reading “Alcune verità sulle falsità” »

Share Button

Caso Prensa Latina: gli USA contro il libero esercizio del giornalismo

Gli USA, che si sono eretti a paladini della libertà di stampa, della libertà d’espressione e del libero esercizio del giornalismo, dimostrano ancora una volta la loro falsità negando ai corrispondenti cubani i visti per svolgere il loro nobile compito di cronisti.

Continue reading “Caso Prensa Latina: gli USA contro il libero esercizio del giornalismo” »

Share Button

Due pesi due misure

La politica dei due pesi e delle due misure è una pratica oramai consolidata a livello internazionale ma su Cuba questa pratica è diventata davvero scandalosa.

La politica dei due pesi e delle due misure ovvero come un avvenimento ha un peso maggiore se avviene in una data nazione mentre assume una rilevanza minima o nulla se avviene da un’altra parte del mondo è diventata il mezzo privilegiato per giustificare o condannare gli avvenimenti che accadono nel mondo.

Continue reading “Due pesi due misure” »

Share Button

La televisione cubana: un’altra arma indiscussa della Rivoluzione

Dal trionfo della Rivoluzione Cubana il 1 gennaio 1959, la televisione ha dimostrato il suo potere comunicativo per informare e accompagnare un processo storico popolare, degli umili e per gli umili, abbandonando completamente il carattere commerciale e propagandistico del potente mezzo.

Jordanis Guzmán Rodríguez www.tvcubana.icrt.cu

Traduzione e aggiunte: GFJ

Continue reading “La televisione cubana: un’altra arma indiscussa della Rivoluzione” »

Share Button

Come opera la guerra mediatica?

Patrizia Villegas   www.cubadebate.cu

Convertiti in esperti di una cosa e dell’altra, a causa del sovraccarico di informazioni, che ci dà quella sensazione di sazietà, ma che in pratica costituisce un meccanismo efficace per farci avere la posizione che l’egemone ha costruito per essere consumata da milioni di persone.

Continue reading “Come opera la guerra mediatica?” »

Share Button

Cuba: lezioni da una guerra incompiuta

A Cuba, la transizione socialista, contro quell’egemonia capitalista, affronta grandi sfide e svantaggi molto particolari, rispetto ad altri paesi che, come noi, non condividono il permissivismo verso il dominio USA e/o sviluppano progetti socialisti

Iroel Sanchez  www.granma.cu

Continue reading “Cuba: lezioni da una guerra incompiuta” »

Share Button

Un secolo di luce per la Radio cubana

Il prossimo 22 agosto la Radio compie un secolo d’esistenza. In un giorno così, nel 1922, si diffusero nell’aria le prime emissioni di 2LC, appartenenti a Luis Casas Romero.

Da allora la radiodiffusione è diventata il pilastro fondamentale della comunicazione ed ha raccolto il più significativo di non pochi momenti storici, e come ha scritto Carpentier, si tratta del «crogiolo in cui si forgiano gli aspetti più diversi della vita quotidiana».

Continue reading “Un secolo di luce per la Radio cubana” »

Share Button

La battaglia della comunicazione

Un messaggio mira a produrre determinati effetti, ma può scontrarsi con situazioni locali, con diverse disposizioni psicologiche e desideri, e produrre un effetto boomerang, si chiude sempre sul ricevente ed è lì dove si decide la battaglia

Ernesto Estevez Rams  www.granma.cu

Continue reading “La battaglia della comunicazione” »

Share Button

Cubainformacion: censura di guerra


Censura di guerra: Russia e Cuba

 

La dittatura globale ha bandito i media russi. Nessuno deve conoscere nessun’altra versione del conflitto in Ucraina che non sia quella della NATO e dello Stato ucraino, il cui esercito include, apertamente, forze neonaziste.

Senza alcuna risoluzione giudiziaria, il governo USA e la Commissione Europea lo hanno deciso, e i monopoli tecnologici (Google, YouTube, Facebook…) l’hanno accolto con entusiasmo.

Continue reading “Cubainformacion: censura di guerra” »

Share Button

I media mondiali condannano il blocco contro Cuba

Le reti televisive Telesur, HispanTV, Al Mayadeen e Cubavisión Internacional, così come le agenzie di notizie Sputnik e le stazioni Radio del Sur, Radio Patagonia, Radio Rebelde e Radio Habana Cuba, parteciperanno alla maratona mediatica contro il blocco economico, commerciale e finanziario USA a Cuba, che si terrà dal 2 al 3 aprile.

Continue reading “I media mondiali condannano il blocco contro Cuba” »

Share Button

Violenza, repressione e processi sommari…a seconda di dove avvengano

Iroel Sanchez

“Da lunedì si giudica gli oltre 1100 detenuti per le rivolte…” (…)

«A una velocità di circa 10 detenuti all’ora, i giudici non bastano. Secondo uno degli avvocati, tra le 11.30 di lunedì e mezzogiorno di oggi, già erano sfilati per i tribunali un centinaio di giovani. L’afflusso è tale che diversi furgoni della polizia ripieni di imputati fanno la coda davanti ai tribunali, che non dispongono di spazio sufficiente nelle celle dell’edificio.»

Continue reading “Violenza, repressione e processi sommari…a seconda di dove avvengano” »

Share Button

Cubainformacion: comunicazione nuovo campo di battaglia

Cuba 2022: cosa accadrà nel nuovo campo di battaglia della comunicazione?

 

Nel 2021 i servizi di intelligence USA hanno preso di mira Cuba, approfittando di uno scenario favorevole: la carenza generalizzata, prodotto della scomparsa del turismo e delle 200 nuove sanzioni contro la sua economia.

Continue reading “Cubainformacion: comunicazione nuovo campo di battaglia” »

Share Button

Cubainformacion: castigare?

Non deve Cuba punire la propaganda che incoraggia il blocco?

 

Camila Acosta: “giornalista indipendente” perseguitata a Cuba. Saily González: “comunicatrice indipendente” cubana nelle reti sociali. Vediamo in cosa consiste la sua “indipendenza”.

La prima promuove la campagna di boicottaggio del turismo a Cuba. Come prima ha fatto contro i servizi medici internazionali, con i cui introiti Cuba acquista medicinali e forniture; adesso spara contro il turismo che, con grande difficoltà, si sta cercando di riaprire nell’isola.

Continue reading “Cubainformacion: castigare?” »

Share Button

Cubainformacion: caso Assange e media

Julian Assange, Cuba e la superpotenza vendicativa

 

È la lettera aperta di una madre al mondo. Christine Ann Assange parla del dolore nel vedere suo figlio Julian, giornalista, che “ha avuto il coraggio di pubblicare la verità sui crimini governativi di alto livello”.

Continue reading “Cubainformacion: caso Assange e media” »

Share Button

L’eccesso di entusiasmo è una difficoltà al momento di far fronte alle frustrazioni

Speriamo che l’impero ascolti i propri psicologi e a volte comprenda che qui lo aspettano solo nuove frustrazioni, se continua a fare affidamento su consiglieri come Juan González, Antony Blinken e gli odiatori di Miami.

Iroel Sánchez www.granma.cu

Continue reading “L’eccesso di entusiasmo è una difficoltà al momento di far fronte alle frustrazioni” »

Share Button