Tag Archives: media

Agenzie di “notizie”?

Fernando Buen Abad http://www.cubadebate.cu

Tutte le aberrazioni immaginabili per distorcere la realtà e linciare mediaticamente le lotte sociali, hanno una generosa fonte nelle “Agenzie Internazionali di Notizie”. Si chiamino come si chiamino. Sebbene abbiano facciate mercantili differenti, il loro dispositivo ideologico (falsa coscienza) è esattamente lo stesso. Operano con premeditazione, slealtà, vantaggio e pubblica impunità transnazionale. Con la dittatura del business informativo e la concentrazione dell’informazione, le società si sono convertite in un oligopolio con il 90% del mercato dominato principalmente da 6 aziende: Bertelsmann, Disney, General Electric, News Corporation, Time Warner e Viacom.

Continue reading “Agenzie di “notizie”?” »

Share Button

Lula, la speranza del Brasile

Lunedì 28 è nata una nuova sezione del quotidiano Granma dedicata a riflettere il pensiero progressista e rivoluzionario a livello globale.

Sorge con la convinzione che in un mondo minacciato dal militarismo, la xenofobia e la profonda disuguaglianza promossa dal sistema capitalista, le soluzioni si possono trovare solo “dalla sinistra”.

Continue reading “Lula, la speranza del Brasile” »

Share Button

Washington crea una nuova Task Force in Internet

 x la sovversione a Cuba

http://www.granma.cu

 

Il governo USA ha annunciato, questo martedì, la creazione di una nuova Task Force in Internet dedicata a sovvertire l’ordine interno a Cuba.

“Il Dipartimento di Stato convoca una Task Force in Internet per Cuba composta da funzionari governativi e non governativi con l’obiettivo di promuovere il libero flusso di informazioni a Cuba”, riferisce un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale.

Continue reading “Washington crea una nuova Task Force in Internet” »

Share Button

Una si domanda

Sara Rosenberg https://lapupilainsomne.wordpress.com

Una si domanda, chiedere è il massimo diritto che una persona ha. Una si chiede. Gli amici non vogliono sentire risposte, perché in generale una non è capace di dare e risolvere tutti i temi e adattarli o almeno contrastare ciò che la cosiddetta “informazione” ha lasciato come crosta -già indurita- sulla superficie della nostra pelle.

Continue reading “Una si domanda” »

Share Button

Violenza in Venezuela attraverso le reti sociali

da Mision Verdad

Diceva Edward Bernays, teorico della Commissione dell’Informazione Pubblica negli USA e fondatore della propaganda USA, che l’ingegneria del consenso è un approccio diretto a “fare in modo che la gente sostenga determinate idee e propagande, a partire dall’applicazione di principi scientifici e studi dell’opinione pubblica”.

Continue reading “Violenza in Venezuela attraverso le reti sociali” »

Share Button

Cercando colpevoli

V. Angel Fernández –  https://lapupilainsomne.wordpress.com

In questi tempi di eventi a Cuba in materia di comunicazione e di tutte le condizioni interdisciplinari che convergono in essa, vale la pena riprendere alcuni titoli che abbondano nei cosiddetti media seri, anche se forse, quello di “media” si riferisce in questi casi, solo al sinonimo di metà e non alla condizione l’info-mediatica propriamente detta, ossia, sono seri al 50%. Che, ancora mi sembra troppo.

Continue reading “Cercando colpevoli” »

Share Button

Cubainformacion: ‘pluralità’ informativa

Share Button

Il silenzio dei colpevoli

di Fabrizio Verde http://www.lantidiplomatico.it

La spirale di violenza generata dalla destra golpista venezuelana ha provocato nei mesi scorsi il ferimento di ben 1455 persone. Di questi, il 71,27% è composto da funzionari di polizia e militari. Secondo quanto reso noto dal ministro degli Interni, Giustizia e Pace, Nestor Reverol.

Continue reading “Il silenzio dei colpevoli” »

Share Button

Il discorso di Trump

Un avvertimento sul potere delle transnazionali dell’informazione per trasmutare la realtà

Alfonso Alonso Franquiz  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Non è un segreto per nessuno che oggi i mezzi di comunicazione sono parte delle politiche di dominio globale, i cui dettami guida funzionano a favore delle mega-politiche del potere imperiale ma, allo stesso tempo, sono consustanziali al credo della metamorfosi informativa: quella che privilegia la capacità di generare matrici di opinione che approvano sovvertire la realtà politica nei paesi e governi nelle più diverse aree geografiche.

Continue reading “Il discorso di Trump” »

Share Button

Cubainformacion: Venezuela, la strana ‘dittatura’

Share Button

Cubainformacion: plutocrazia mediatica

Share Button

Cubainformacion: il fattore Cuba

Il fattore Cuba: guerra psicologica e guerra asimmetrica contro il Venezuela

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

La presunta “ingerenza di Cuba in Venezuela” è stato un messaggio ricorrente della stampa di ultra-destra (1) nei 18 anni di Rivoluzione bolivariana (2).

Continue reading “Cubainformacion: il fattore Cuba” »

Share Button

Sconfitta dei media in Venezuela

Leopoldo Santos Ramírez http://www.jornada.unam.mx

L’industria dei media, degli USA, si sta muovendo tra le contraddizioni della politica interna USA e della politica internazionale senza adempiere alla funzione di informare con la verità il suo pubblico, evidenziando la sua decomposizione ed inefficacia. Un dato verificabile è che, in meno di un anno, lo schema informativo di questi media ha accumulato due sconfitte. La prima si produsse con la vittoria di Donald Trump alla presidenza USA, e la seconda con il voto, in massa, dei venezuelani che sostennero alle urne l’elezione dell’Assemblea Nazionale Costituente, il 30 luglio.

Continue reading “Sconfitta dei media in Venezuela” »

Share Button

USA: “Eccessi” sistemici

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

Nella sua conversazione, rivelata dal Washington Post, con il presidente messicano Enrique Peña Nieto, Donald Trump diede una delle chiavi del suo comportamento: “Devo fare sì che il Messico paghi per il muro. Ho parlato di ciò per un periodo di due anni”

E di fronte alla risposta di Peña Nieto, nel senso che continuerebbe ad opporsi al muro rispose: “Ma non puoi dire ciò alla stampa. La stampa uscirà con questo ed è qualcosa che non potrei sopportare”.

Continue reading “USA: “Eccessi” sistemici” »

Share Button

I commissari del pensiero unico

Carlos Fazio/I http://www.jornada.unam.mx

Oggi, quando la canaglia mediatica è scatena nel mondo occidentale, vale la pena ricordare che come altri termini del discorso politico, la parola democrazia ha un significato tecnico orwelliano quando si usa in esaltazioni retoriche o nel giornalismo abituale, per riferirsi agli sforzi degli USA e dei suoi alleati di imporre la democrazia liberale rappresentativa a stati considerati fuorilegge, come l’attuale Venezuela.

Continue reading “I commissari del pensiero unico” »

Share Button