Tag Archives: Messico

Non stiamo vivendo un mero cambio di governo, ma un cambio di regime

Nove mesi dopo la sua elezione alla presidenza del Messico, Andrés Manuel López Obrador (AMLO), ha presentato il 1 settembre la sua prima Relazione di Governo nel Palazzo Nazionale. A differenza dei suoi predecessori, non ha colmato di cifre il suo discorso, ma in questa occasione ha ratificato l’agenda politica della sua amministrazione.

Continue reading “Non stiamo vivendo un mero cambio di governo, ma un cambio di regime” »

Share Button

Cuba: clandestini che non vogliono attraversare il fiume a nuoto


José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Ad agosto, in assenza di notizie, si fabbricava a Miami uno show con il clandestino di un aereo proveniente da L’Avana (1).

Dato che l’accoglienza automatica di migranti dell’isola, negli USA, è stata abrogata, nel 2017, da Barack Obama (2), il giovane clandestino ha sollecitato l’asilo politico per possibili “torture” in caso di espulsione: “Se mi restituiscono (sic) al mio paese lì mi reprimeranno, tortureranno, mi imprigioneranno”, dichiarava al canale Telemundo (3).

Continue reading “Cuba: clandestini che non vogliono attraversare il fiume a nuoto” »

Share Button

Il mondo di sotto cresce in silenzio

Raúl Zibechi* – https://nostramerica.wordpress.com

C’è vita (e lotta) oltre le elezioni. Nei nostri paesi (Argentina e Uruguay), dagli spot mediatici fino alle discussioni fra militanti dei movimenti sociali, sono tutti centrati e concentrati sulle prossime tornate elettorali, con la speranza che, adesso sì, ci saranno cambiamenti. Anche se sappiamo che questi cambiamenti non vengono dall’alto e che quelli veri sono quelli che sapremo costruire dal basso e per il basso, ci facciamo trascinare spesso dai fuochi artificiali delle elezioni. Continuiamo a diluire il nostro potere del fare dal basso delegando il Potere verso l’alto…

Continue reading “Il mondo di sotto cresce in silenzio” »

Share Button

Il ciclo progressista non era morto, faceva baldoria

Katu Arkonada www.cubadebate.cu

Lo vollero dare per morto. La sconfitta del kirchnerismo al secondo turno delle elezioni generali (novembre 2015), insieme alla sconfitta del chavismo in Venezuela alle elezioni legislative (dicembre 2015) e la perdita del referendum per la ricandidatura di Evo Morales (febbraio 2016) condussero molti analisti di destra, ma anche di alcuni settori della sinistra progressista ed accademica, a decretare la fine del ciclo progressista avviato da Chávez, Lula e Néstor Kirchner in Venezuela, Brasile ed Argentina negli ultimi anni del XX secolo e nei primi del XXI.

Continue reading “Il ciclo progressista non era morto, faceva baldoria” »

Share Button

Messico: circa 1500 corpi trovati nelle fosse comuni in 5 anni

I media locali hanno rivelato sabato 20 che mediante l’investigazione «Studio Violenza e Terrore: Ritrovamenti nelle fosse clandestine in Messico», 1418 corpi umani e 5786 resti sono stati localizzati in 309 fosse comuni ubicate in 23 de 32 Stati del paese.

Continue reading “Messico: circa 1500 corpi trovati nelle fosse comuni in 5 anni” »

Share Button

Black-out blocchi ed imperatori democratici: perle informative

Un lavoro di José Manzaneda e Esther Jávega per Tantaka TV – Un adattamento audiovisivo di una ricerca di Pascual Serrano (1).

Imperatori democratici

Grazie al quotidiano La Vanguardia conosciamo delle “scene curiose” lasciate dall’incoronazione del nuovo re della Thailandia: per esempio ai suoi “sudditi (…) che strisciandosi sul pavimento sulle ginocchie” per “rendere tributo” (2). Su un altro nuovo monarca, quello del Giappone, il quotidiano ci dice che aspira, “come stabilisce la Costituzione”, a “lavorare per la ‘felicità del popolo'”. (3) Tutto molto normale e democratico. Non come a Cuba, un “regime” (4) così dittatoriale che ha organizzato 130mila assemblee, in tutto il paese, per discutere della sua Costituzione (5).

Continue reading “Black-out blocchi ed imperatori democratici: perle informative” »

Share Button

Sanzioni, trumpismo ed ipocrisia imperiale (I)

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Le illegali ed immorali sanzioni commerciali contro il Messico, che molto probabilmente entreranno in vigore il 10 giugno, liquiderebbero anche ogni possibilità di approvazione, per ora, dell’Accordo di Libero Scambio.

Continue reading “Sanzioni, trumpismo ed ipocrisia imperiale (I)” »

Share Button

Messico – Cuba

Durante il cordiale incontro, i due cancellieri hanno ratificato la volontà di approfittare delle opportunità che offre il positivo stato delle relazioni bilaterali e si sono impegnati a lavorare per rinforzarle, soprattutto in materia economico- commerciale e migratoria.

Continue reading “Messico – Cuba” »

Share Button

Le minacce e le falsità USA contro Cuba non trovano appoggio

Da molti luoghi del mondo continuano ad alzarsi voci di forte condanna delle nuove sanzioni imposte dal governo statunitense contro Cuba, specialmente  contro l’ attivazione del III Titolo della Legge Helms-Burton.

Il Governo del Messico  ha reiterato la sua condanna dell’applicazione di questa norma che viola il Diritto Internazionale ed ha sostenuto il suo impegno di proteggere giuridicamente le imprese messicane che potrebbero ricevere danni.

Continue reading “Le minacce e le falsità USA contro Cuba non trovano appoggio” »

Share Button

Voci dal mondo con Cuba, per la ragione e la verità

http://it.granma.cu

Da mercoledì 17 aprile quando il governo USA ha annunciato nuove sanzioni contro Cuba, molte voci in varie parti de mondo si alzano per mostrare il loro appoggio all’Isola dei Caraibi e respingere la scalata di aggressività dell’amministrazione Trump nella regione e, specialmente, l’attivazione del Titolo III della Legge Helms-Burton.

Continue reading “Voci dal mondo con Cuba, per la ragione e la verità” »

Share Button

Trump: calci da annegato

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Dopo innumerevoli tentativi falliti di un colpo di stato contro il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, il governo di Trump agisce alla disperata nella lunga guerra contro la patria di Bolivar. Washington ha distorto, di nuovo, i principi fondamentali del diritto internazionale, della Carta dell’OSA e le norme interne di quello screditato organismo per far sedere un rappresentante del super burattino Juan Guaidó sulla sedia del Venezuela.

Continue reading “Trump: calci da annegato” »

Share Button

“Piattaforma andalusa” per l’eliminazione del blocco a Cuba

Diverse organizzazioni solidali con Cuba e di cubani residenti in Spagna, hanno creato la “Piattaforma andalusa” per l’eliminazione del blocco contro Cuba, assieme a sindacati, gruppi di vicini, intellettuali e partiti politici, con il proposito di continuare la battaglia contro la criminale politica d’ingerenza che gli Stati Uniti mantengono per distruggere la Rivoluzione Ugualmente è stata inaugurata in forma permanente, l’esposizione fotografica dedicata al secondo anniversario della scomparsa fisica del Comandante in Capo, Fidel Castro Ruz.

Continue reading ““Piattaforma andalusa” per l’eliminazione del blocco a Cuba” »

Share Button

Obrador: «Dichiariamo formalmente la fine del neoliberismo»

di Fabrizio Verde www.lantidiplomatico.it

Il Messico è un paese devastato dal neoliberismo. Adesso il paese con la presidenza di Andrés Manuel López Obrador ha finalmente voltato pagina. «Restano abolite due cose, il modello neoliberista e la sua politica di saccheggio, antipopolare e servile», ha dichiarato il nuovo presidente durante la cerimonia di chiusura dell’assemblea per definire il Piano Nazionale di Sviluppo 2019-2024.

Continue reading “Obrador: «Dichiariamo formalmente la fine del neoliberismo»” »

Share Button

Washington escalation di pressioni contro la Rivoluzione bolivariana

Nikolái Pátrushev, segretario del Consiglio di Sicurezza della Russia, ha denunciato in un’intervista concessa al quotidiano russo Argumenty i Fakty, che Washington prepara un intervento militare in Venezuela.

Continue reading “Washington escalation di pressioni contro la Rivoluzione bolivariana” »

Share Button

Giornata antivenezuelana in Messico

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

L’attacco contro la Rivoluzione Bolivariana è al suo punto più alto e più minaccioso da che Hugo Chavez, promosso da una formidabile onda popolare giungesse alla presidenza nel 1999. Più minaccioso, perché il popolo e l’alto comando militare venezuelani hanno serrato le file con il presidente Nicolás Maduro ed impedito, con esso, il colpo di Stato. Quindi a Trump non resta altra alternativa che un costosissimo intervento militare o il dialogo con Maduro, il presidente legittimo e costituzionale.

Continue reading “Giornata antivenezuelana in Messico” »

Share Button