Tag Archives: Michel Temer

Senza crimine né prove né habeas corpus

Emir Sader https://www.pagina12.com.ar

Negli ultimi giorni la destra brasiliana era entrata in uno stato di disperazione. Dopo aver imposto all’agenda politica la possibilità della detenzione di Lula, scontando una decisione che ritenevano certa del Supremo Tribunale Federale del Brasile, i suoi sogni avevano cominciato ad indebolirsi. Un conteggio preliminare dei voti della corte sembrava favorire Lula, suggerendo un fallimento del consenso di Curitiba che si era imposto sino a quel momento. Un consenso giuridicamente assurdo, di condanna senza crimine né prove, che configura, chiaramente, una persecuzione politica, basata sul lawfare – l’uso unilaterale delle leggi per perseguitare gli avversari politici-. Nessuno ha dubbi che il giudice Sergio Moro è un feroce avversario politico di Lula, che gli ha negato ogni tipo di risorse, che lo tratta in forma razzista e discriminatorio, che frequenta, amichevolmente, feste con i leader dei partiti di destra, nessuno dei quali è stato neppure accusato dal giudice e dai suoi colleghi.

Continue reading “Senza crimine né prove né habeas corpus” »

Share Button

Brasile: più militari nel governo di Temer

Eric Nepomuceno http://www.cubadebate.cu

In silenzio, come corrisponde, il debole e confuso governo di Michel Temer apre un crescente spazio affinché i militari occupino posti chiave. Non c’è nulla di simile ad una militarizzazione del regime civile, ma merita attenzione quel movimento, senza precedenti dalla fine della dittatura militare che si è imposta per 21 anni, tra il 1964 e il 1985.

Continue reading “Brasile: più militari nel governo di Temer” »

Share Button

La proscrizione di Lula

Atilio Borón http://www.cubadebate.cu

Quello di oggi è un giorno di lutto per la democrazia nel mondo. Tre giudici hanno gettato via tutte le prove che confermavano l’innocenza di Lula e lo hanno condannato a una pena di 12 anni e 1 mese per aver, presumibilmente, incorso nel reato di corruzione. Per colmo, questi funesti personaggi che macchiano, in modo indelebile, la giustizia brasiliana hanno deciso di aumentare la pena che, originariamente, era stata fissata dal controverso giudice Sergio Fernando Moro che era di 9 anni e 6 mesi di carcere.

Continue reading “La proscrizione di Lula” »

Share Button

Brasile: grottesca farsa giudiziaria contro Lula

Ángel Guerra Cabrera  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Come previsto, il tribunale di seconda istanza di Porto Alegre ha ratificato la condanna per corruzione dello svergognato giudice del 13 Tribunale federale di Curitiva, Sergio Moro. Non solo questo, i tre giudici hanno aumentato la pena richiesta da Moro da 9 anni e mezzo a 12 anni. Il sogno di Moro, magistrato responsabile dell’oscura operazione di Lava Jato ed il suo principale obiettivo nella vita, è condannare, senza prove, Lula. Solo “basato su indicazioni”, come non si è stancato di ripetere da quando ha iniziato questa ingiusta, grottesca e spregevole farsa giudiziaria.

Continue reading “Brasile: grottesca farsa giudiziaria contro Lula” »

Share Button

Brasile: Lula avanti

Secondo un’inchiesta divulgata questa settimana in Brasile, l’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva intesta l’intenzione di voto tra l’elettorato locale con un appoggio del 42%. Secondo questi risultati, il dirigente risulterebbe trionfatore in tutti gli scenari simulati per un secondo turno elettorale, hanno segnalato i mezzi locali.

Continue reading “Brasile: Lula avanti” »

Share Button

Brasile: anello debole

Brasile, l’anello più debole della catena neoliberale in America Latina

Emir Sader – http://www.cubadebate.cu

L’ America Latina si era trasformata nell’anello più debole della dominazione neoliberale su scala mondiale. Per aver sofferto, in modo concentrato, i cambi nel mondo, fu nel continente che sono emersi gli unici governi anti-neoliberali.

Continue reading “Brasile: anello debole” »

Share Button

Lula: «Nel 2013 c’è stata una Primavera Araba brasiliana»

«Il Brasile deve tornare ad essere governato in funzione delle masse e non di pochi, per questo la prima cosa che voglio proporre è un referendum revocatorio di molte delle misure approvate da Michel Temer», questo è quanto dichiarato dall’ex presidente brasiliano Lula da Silva ai microfoni del quotidiano spagnolo El Mundo.

Continue reading “Lula: «Nel 2013 c’è stata una Primavera Araba brasiliana»” »

Share Button

Manovre militari USA in Colombia e Perù

di Geraldina Colotti

Il Condor plana di nuovo sull’America latina. E ha le sembianze di Temer, il golpista corrotto che sta svendendo il Brasile e la sovranità nazionale. A novembre inizieranno in Amazzonia le manovre congiunte tra le forze armate brasiliane, quelle della Colombia e del Perù e quelle degli Stati uniti.

Continue reading “Manovre militari USA in Colombia e Perù” »

Share Button

L’America Latina invisibile

Alfredo Serrano Mancilla http://www.cubadebate.cu

Temer è ancora presidente del Brasile, senza un voto delle urne. Macri, quello delle Panama Papers, tiene Milagro Salas in un carcere argentino come prigioniera politica. Santos è coinvolto nello scandalo Odebrecht perché avrebbe ricevuto un milione di dollari per la sua campagna presidenziale, in Colombia, nel 2014. Finora nella gestione Peña Nieto, sono stati assassinati 36 giornalisti in Messico, per svolgere il loro lavoro informativo. L’anno scorso, Kuczynski, ha governato il Perù con 112 decreti evitando così di dover passare attraverso il potere legislativo.

Continue reading “L’America Latina invisibile” »

Share Button

La “democrazia” dei farabutti

Leonardo Boff http://www.cubadebate.cu

E’ difficile rimanere in silenzio dopo aver assistito alla funesta e vergognosa seduta della Camera dei Deputati che ha votato contro l’ammissione di un processo del STF (Tribunale Supremo Federale) contro il presidente Temer per il reato di corruzione passiva.

Continue reading “La “democrazia” dei farabutti” »

Share Button

Il futuro del Brasile dipende sempre da Lula

Emir Sader* | da alainet.org  Traduzione di Marx21.it

La destra brasiliana ha architettato il colpo di Stato contro i governi guidati dal Partito dei Lavoratori-PT, ma ora non sa che fare con il proprio governo. La sinistra ha prodotto Lula e la destra non sa che fare con Lula.

Continue reading “Il futuro del Brasile dipende sempre da Lula” »

Share Button

Lula condannato, obiettivo raggiunto

Eric Nepomuceno http://www.cubadebate.cu

Il giudice di prima istanza, Sergio Moro, ha condannato l’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva a nove anni e sei mesi di carcere. Per inciso, lo inabilitò a ricoprire qualsiasi posto nella pubblica amministrazione per i prossimi 19 anni. La colpa: aver ricevuto, come subornazione, un appartamento di tre piani e poco più di 200 metri quadrati, a Guaruja, una decadente località balneare a circa 70 chilometri da San Paolo, del valore di poco più di 700 mila dollari.

Continue reading “Lula condannato, obiettivo raggiunto” »

Share Button

Il Premio Nobel Esquivel denuncia il golpismo contro Lula

Geraldina Colotti http://www.lantidiplomatico.it

“No alla prigione per Lula. Abbasso il colpo di Stato”. Sindacati e movimenti si mobilitano, in Brasile, dopo la sentenza che ha condannato in primo grado l’ex presidente Lula da Silva a 9 anni e sei mesi di carcere e all’inabilitazione dai pubblici uffici: per corruzione e riciclaggio nella tangentopoli brasiliana, Lava Jato. Una decisione senza precedenti. E’ la prima volta nella storia del Brasile che un ex presidente è condannato al carcere per corruzione.

Continue reading “Il Premio Nobel Esquivel denuncia il golpismo contro Lula” »

Share Button

Una condanna politica

È difficile leggere in modo diverso la sentenza del giudice: è una condanna politica, che cerca di dare una frustata in più ad un paese che vive di soprassalti istituzionali da tre anni, in mezzo ad una severa crisi socioeconomica.

Continue reading “Una condanna politica” »

Share Button

Brasile: cane non mangia cane

L’equazione è semplice: per continuare nel governo, Michel Temer necessita dell’appoggio di 172 dei 513 membri della Camera dei Deputati, ma se 214 sono coinvolti in fatti di corruzione, metteranno in gioco la propria testa?

Continue reading “Brasile: cane non mangia cane” »

Share Button