Tag Archives: ned

La guerra totale?

Fabián Escalante Font https://lapupilainsomne.wordpress.com

Le aggressioni USA contro Cuba hanno percorso molta strada in questi 60 anni, nei quali hanno ricorso a tutte le possibili alternative per rovesciare il governo cubano, cioè la Rivoluzione di Fidel Castro. Invasioni armate, blocchi multilaterali, codificati nel Congresso USA dalle leggi Torricelli, Helms-Burton, sabotaggi, aggressioni di ogni tipo, guerra psicologica, insomma tutto l’immaginabile del suo vasto arsenale scientifico, militare e tecnologico, con risultati infruttuosi. E questo è solo spiegabile e comprensibile col maggioritario sostegno del popolo cubano al suo processo politico, rivoluzionario e sociale.

Continue reading “La guerra totale?” »

Share Button

Fondi della CIA in America Latina

Martín Pastor,Internationalist 360°, http://aurorasito.altervista.org

L’influenza della CIA in America Latina non è un “richiamo di sinistra”, è onnipresente e ignorarlo rappresenta una vera minaccia per la sovranità nazionale e la continuità dei governi progressisti nella regione. Nel 2018, una delle sue diramazioni, la National Endowment for Democracy (NED) raccolse oltre 23 milioni di dollari USA per intromettersi negli affari interni dei principali Paesi latinoamericani, sotto la scusa dei “diritti umani”, “democrazia” e “imprenditorialità”.

Continue reading “Fondi della CIA in America Latina” »

Share Button

Le “segrete” intenzioni dell’USAID

Il denaro ed i servizi segreti o quest’ultimi al servizio del denaro, e valga la ridondanza, sono stati la chiave della politica estera USA nel suo tentativo di imporre al mondo il suo modello di democrazia, diritti umani ed il suo modello di consumo a scapito di quelli che hanno meno o non hanno nulla.

Elson Concepción Pérez www.granma.cu

Continue reading “Le “segrete” intenzioni dell’USAID” »

Share Button

Chi è Teo Babún e cosa persegue contro Cuba?

La nuova Magna Carta difende il fatto che lo Stato riconosce, rispetta e garantisce la libertà religiosa

Yudy Castro Morales www.granma.cu

L’intenzione del governo USA di dinamitare l’unità tra le religioni cubane e la Rivoluzione ha radici profonde ed, in diverse occasioni, durante questi 60 anni, si è preteso manipolare i legami tra le istituzioni religiose e lo Stato.

Tuttavia, con l’attuale amministrazione di Donald Trump, il ritorno alla Dottrina Monroe e l’inasprimento dei piani sovversivi contro Cuba, la volontà di dividere è stata più esplicita.

Continue reading “Chi è Teo Babún e cosa persegue contro Cuba?” »

Share Button

Guaidò: un emerito sconosciuto…non x la CIA

www.lantidiplomatico.it Guillermo Toledo – kaosenlared.net

Juan Guaidó è stato fino a pochi giorni fa un assoluto sconosciuto per il popolo venezuelano e il resto del mondo. Ma non per la CIA.

Guaidó è il prodotto di oltre un decennio di preparazione assidua da parte delle fabbriche del regime change di élite degli Stati Uniti. Insieme a un gruppo di attivisti studenteschi di destra, Guaidó è stato coltivato per minare il governo socialista, destabilizzare il paese e un giorno prendere il potere.

Continue reading “Guaidò: un emerito sconosciuto…non x la CIA” »

Share Button

L’”aiuto umanitario” come strumento per distruggere Paesi

Eder Penha, Mision Verdad  –  http://aurorasito.altervista.org

La Camera dei rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti approvava l”Humanitarian Assistance Act” alcuni giorni fa. In teoria con tale strumento legale, ancora in attesa d’approvazione al Senato, cercano di fornire assistenza umanitaria alla popolazione venezuelana in parallelo al rafforzamento del blocco finanziario del Paese impedendo l’importazione di cibo e medicine. Conosciamo le implicazioni degli “aiuti umanitari” ai Paesi che ne hanno subito l’impatto e quanto è proficuo per che vi traffica? Vediamo tre casi tragici.

Continue reading “L’”aiuto umanitario” come strumento per distruggere Paesi” »

Share Button

La CIA in Venezuela: 7 regole per il cambio di regime

Donald Trump, Mike Pompeo e John Bolton stanno portando i loro frustrati impulsi interventisti verso il sud.

Jefferson Morley/Independent Media Institute

Mentre il presidente Trump ritira le truppe USA dalla Siria ed Afghanistan, il suo segretario di stato, Mike Pompeo, e il suo consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, stanno portando i loro frustrati impulsi interventisti nel sud dell’America Latina.

Continue reading “La CIA in Venezuela: 7 regole per il cambio di regime” »

Share Button

Venezuela, golpe dello Stato profondo

 di Manlio Dinucci – il manifesto,

L‘annuncio del presidente Trump, che riconosce Juan Gualdó «legittimo presidente» del Venezuela, è stato preparato in una cabina di regia sotterranea all’interno del Congresso e della Casa Bianca. La descrive dettagliatamente il New York Times (26 gennaio).

Continue reading “Venezuela, golpe dello Stato profondo” »

Share Button

Cambio di regime degli USA in Venezuela: le prove

Tony Cartalucci, LDR,  http://aurorasito.altervista.org

La nazione latinoamericana del Venezuela affronta la pericolosa destabilizzazione con Stati Uniti e alleati avendo riconosciuto il personaggio dell’opposizione Juan Guaido come “presidente” e dichiarando che il vero presidente venezuelano, Nicolas Maduro, non è riconosciuto. In risposta, il Presidente Maduro chiese al personale diplomatico degli Stati Uniti di lasciare il Paese. Proteste e contro-proteste scendevano in piazza quando entrambe le parti tentavano di prendere l’iniziativa psicologica e politica.

Continue reading “Cambio di regime degli USA in Venezuela: le prove” »

Share Button

Quelli che fabbricano pretesti che accendono la fiamma della guerra?

Francisco Arias Fernández – www.granma.cu

L’intenzione non è nuova, ma la decisione della Casa Bianca l’ha esternata, senza scrupoli, il falco CIA Mike Pompeo, con la maschera del Segretario di Stato, quando ha dichiarato in un comunicato che il suo paese “continuerà ad utilizzare tutto il peso del potere economico e diplomatico USA»contro il Governo bolivariano.

Continue reading “Quelli che fabbricano pretesti che accendono la fiamma della guerra?” »

Share Button

Bolivia nel mirino degli USA

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Gli USA, nel proprio interesse di eliminare tutti i governi di sinistra in America Latina, serra le file, con le sue agenzie di intelligence e alcune ONG che sono lo schermo della CIA, per portare avanti i suoi programmi sovversivi e destabilizzare i paesi che non sono di suo gusto. In questi casi ci sono il Venezuela, il Nicaragua, la Bolivia e Cuba, che continua a resistere alle azioni più vecchie della regione.

Continue reading “Bolivia nel mirino degli USA” »

Share Button

Il Nicaragua e l’offensiva neofascista degli USA

Fabián Escalante Font https://lapupilainsomne.wordpress.com

Nell’aprile di quest’anno, i titoli dei giornali e dei mezzi informativi mondiali hanno riportato lo scoppio di una “rivoluzione” in Nicaragua contro il governo del Fronte Sandinista guidato dal comandante Daniel Ortega.

Continue reading “Il Nicaragua e l’offensiva neofascista degli USA” »

Share Button

I veri oppressi d’America Latina

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Gli operai, contadini, studenti e pensionati d’America Latina, hanno tutto il diritto di protestare contro le misure neoliberali attuate dai governi, per compiacere il FMI e altre entità create dal sistema capitalista che li schiaccia, senza importargli dei veri diritti umani.

Continue reading “I veri oppressi d’America Latina” »

Share Button

La controrivoluzione (anti)cubana in Messico

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Il blocco USA contro Cuba ha causato, fino a quest’anno, danni superiori a 134499 milioni di $ a prezzi correnti. Se si considera il deprezzamento del dollaro rispetto all’oro, la cifra sale a quasi un milione di milioni di $; per essere precisi, 933399 milioni. Lo esprime l’ informe_de_cuba_sobre_el_bloqueo_2018 dell’Avana alle Nazioni Unite quando si approssima la votazione sulla misura di forza, condannata negli ultimi anni solo con il voto contrario di USA ed Israele. Vedendo queste cifre, mi chiedo se potranno, freddamente, aiutare il lettore a farsi un’idea reale delle gravi carenze che la punizione infligge al popolo cubano da più di cinquant’anni.

Continue reading “La controrivoluzione (anti)cubana in Messico” »

Share Button

Media internazionali montano una potente operazione

su “la peggior crisi migratoria d’America Latina” 

https://www.laiguana.tv

Dopo il fallito assassinio e l’attuazione del Programma di Recupero Economico, la strategia della macchina mediatica internazionale è rafforzare la matrice che il Venezuela è il causante di una deplorevole situazione internazionale dovuto alla sua “crisi migratoria”.

Continue reading “Media internazionali montano una potente operazione” »

Share Button