Tag Archives: ned

Cubainformacion: giornalisti o mercenari

Cuba: esilio di giornalisti o indulgenza con i mercenari?

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

 “Tutta un’odissea alla ricerca della libertà”, leggiamo (1). “Esiliano da Cuba” due “giornalisti indipendenti” del media “ADN Cuba” (2). Molto triste e serio, senza dubbio. Ma aspettate… giornalismo indipendente? ADN Cuba?

Continue reading “Cubainformacion: giornalisti o mercenari” »

Share Button

Gli USA investono più contro Cuba di quanto guadagnano

Yisell Rodriguez Milan

Circa 40 progetti sovversivi contro Cuba hanno ricevuto ingenti finanziamenti nel 2020, secondo il sito web della Fondazione Nazionale per la Democrazia (NED), uno dei bracci economici della politica d’ingerenza del governo USA per destabilizzare i governi che non si allineano con il “deve essere” yankee.

Continue reading “Gli USA investono più contro Cuba di quanto guadagnano” »

Share Button

Cuba. I prigionieri politici: una storia basata su fatti non reali

Gustavo A. Maranges Resumen Latinoamericano

La scorsa settimana c’è stato un aumento esponenziale delle accuse da parte di funzionari del governo USA contro Cuba, per la presunta detenzione di oltre 600 prigionieri “politici” come risultato delle proteste dell’11 luglio.

Continue reading “Cuba. I prigionieri politici: una storia basata su fatti non reali” »

Share Button

Cuba: La NED ha investito 5 milioni di $ per rovesciare il governo dell’isola

www.granma.cu

Dal trionfo della Rivoluzione Cubana, nel 1959, gli USA hanno cercato, con tutti i mezzi, di imporre un cambio di governo sull’isola.

Nel 1983, il presidente repubblicano Ronald Reagan ha creato il National Endowment for Democracy, noto con il suo acronimo in inglese NED (National Endowment for Democracy). Fin dalla sua nascita, questo organismo, insieme all’Agenzia USA per lo Sviluppo Internazionale, nota con il suo acronimo in inglese come USAID (United States Agency for International Development), ha funzionato come uno dei bracci economici della politica interventista del governo USA, finanziando Organizzazioni Non Governative (ONG) e fondazioni, che si mascherano con nomi di valori molto lodevoli (come democrazia o libertà), ma che hanno come scopo destabilizzare i governi che non si allineano alle politiche di Washington.

Continue reading “Cuba: La NED ha investito 5 milioni di $ per rovesciare il governo dell’isola” »

Share Button

Vargas Llosa preoccupato

Rete Solidarietà Rivoluzione Bolivariana

È un Vargas Llosa preoccupato quello che parla in Florida, ben diverso da quello baldanzoso e strafottente visto ultimamente nel sostenere Keiko Fujimori e Kast, i due candidati della estrema destra (sconfitti) in Perù ed in Cile.

Continue reading “Vargas Llosa preoccupato” »

Share Button

Un golpe fallito (capitolo 9 – finale)

Manuel Hevia Frasquieri http://razonesdecuba.cu

Gli eventi dell’11 luglio 2021 sono stati deliberatamente istigati da piattaforme comunicative controllate dalla CIA articolate in un progetto di “golpe morbido” che si posiziona, minacciosamente, negli ultimi anni, contro Cuba.

I documenti originali del governo USA ci rivelano lo sviluppo di un’operazione strategica sovversiva finalizzata al “cambio di regime” che mantiene una validità attuale nei suoi approcci, obiettivi e compiti sul terreno. Non abbiamo dubbio alcuno che dietro i fili di questa cospirazione ci sia la Central Intelligence Agency yankee.

Continue reading “Un golpe fallito (capitolo 9 – finale)” »

Share Button

Nemmeno morto possono smettere di mentire contro Fidel

 ma i denti non affondano nella luce

Iroel Sánchez  www.granma.cu

Fallita nella sua più recente campagna, che ha preteso porre, il 15 novembre, la fine della Rivoluzione, l’industria della propaganda anticubana deve inventarsi nuovi temi che le permettano di continuare a ricevere i finanziamenti che la nutrono.

Fallito il tentativo di impedire la riapertura delle frontiere e la riattivazione del turismo, ora cercano di danneggiare l’immagine delle catene alberghiere che, sfidando il blocco USA, rimangono a Cuba, e anche tagliare ogni altro flusso finanziario verso il paese.

Continue reading “Nemmeno morto possono smettere di mentire contro Fidel” »

Share Button

Artisti nordamericani trascinati in campagne contro Cuba

Arthur González  https://heraldocubano.wordpress.com

Quelli che tanto odiano la resistenza e la dignità del popolo cubano, non smettono di inventare campagne per cercare di sconvolgere la realtà di un paese che  affronta la guerra economica, commerciale e finanziaria più crudele della storia.

Né azioni terroristiche che hanno causato migliaia di morti e perdite economiche milionarie, invasioni mercenarie, reti di spionaggio, fabbricazione di “dissidenti”, introduzione di malattie e parassiti per distruggere i raccolti e infestare persone e animali, insieme alla catena di menzogne ​​costruite per macchiare l’opera sociale di Cuba, hanno potuto cambiare il corso socialista di una piccola isola a sole 90 miglia dall’impero più crudele del mondo moderno.

Continue reading “Artisti nordamericani trascinati in campagne contro Cuba” »

Share Button

Facebook o i metodi d’intervento USA in Venezuela

https://misionverdad.com

Negli anni, gli USA sono andati perfezionando i metodi di intervento e di cambi di regime nei paesi che non si sottomettono ai suoi disegni. E per questo ha contato, tra altri, con un potente apparato che include grandi corporazioni mediatiche e organizzazioni che fungono come bracci del governo USA ad altre latitudini.

Continue reading “Facebook o i metodi d’intervento USA in Venezuela” »

Share Button

Cubainformacion: 15 N

Cuba 15N: blocco e milioni per il frutto atteso

 

Cosa c’è dietro la presunta “marcia civica” del 15N a Cuba? Un sacco di soldi del governo USA.

La sua Agenzia per lo Sviluppo (USAID) ha appena approvato ulteriori 6,6 milioni di $ per progetti di “cambio di regime” a Cuba.

Continue reading “Cubainformacion: 15 N” »

Share Button

CADAL, la ONG ossessionata da Cuba e finanziata dagli USA

Gustavo Veiga

CADAL è una fondazione ossessionata da Cuba e dalla caduta del suo modello socialista. Il suo attivismo è volto a promuovere il cosiddetto 15-N. Non si tratta di una ONG anticastrista con sede a Miami, né di una sorta in Spagna, paese dove, lunedì 15 novembre, si svolgeranno il maggior numero di atti contro il governo dell’isola. Opera da calle Basabilvaso 1350, a CABA, a un isolato da Plaza Retiro.

Continue reading “CADAL, la ONG ossessionata da Cuba e finanziata dagli USA” »

Share Button

L’ingerenza USA e l’alto prezzo pagato dai cubani

Il popolo di Cuba sta pagando un prezzo alto per difendere la sua sovranità contro l’interferenza nei suoi affari interni da parte del Congresso USA, dicono oggi gli analisti.

Mercoledì di questa settimana, la Camera dei Rappresentanti ha votato una risoluzione che condanna il governo cubano e sostiene le proteste sull’isola, ignorando il fatto che queste proteste sono promosse e finanziate dagli USA, secondo le prove presentate dalle autorità cubane e dalle organizzazioni popolari.

Continue reading “L’ingerenza USA e l’alto prezzo pagato dai cubani” »

Share Button

Quanto è “spontanea” e “pacifica” la marcia a Cuba?

I legami di famigerate organizzazioni terroristiche e dei loro rappresentanti con i promotori di una marcia convocata a Cuba mettono in dubbio la presunta intenzione pacifica della manifestazione e il suo carattere spontaneo.

Il giorno prima, alla televisione nazionale, sono state rivelate nuove prove dei legami tra Yunior García, leader della piattaforma Archipiélago, e uno degli organizzatori della marcia, con terroristi che hanno una storia di aggressione contro l’isola e think tank che promuovono la sovversione politica degli USA.

Continue reading “Quanto è “spontanea” e “pacifica” la marcia a Cuba?” »

Share Button

15N: gli anticastristi chiamano e Amnesty International risponde

Roberto Cursi www.lantidiplomatico.it

«Sarà forse un caso che, il giorno dopo questa riunione, “CubaNet” invita la Direttrice di Amnesty International per le Americhe, Erika Guevara-Rosas, in una trasmissione dove si parla dei cubani in Vaticano e di quanto sia repressivo il governo dell’Isola?

Continue reading “15N: gli anticastristi chiamano e Amnesty International risponde” »

Share Button

Così gli USA utilizzano i social per condizionare elezioni in Venezuela

www.lantidiplomatico.it

Che gli USA fossero particolarmente ‘interessati’ ai risultati delle elezioni in Venezuela è cosa nota. Adesso arriva la conferma di un loro intervento diretto per influenzarne l’esito.

La rivista nordamericana Jacobin ha rivelato che il governo di Washington ha finanziato un programma di formazione e azione volto a influenzare i processi elettorali venezuelani del 2013 e 2015.

Continue reading “Così gli USA utilizzano i social per condizionare elezioni in Venezuela” »

Share Button