Tag Archives: Nica Act

Nicaragua, il dialogo tradito

Fabrizio Casari  www.altrenotizie.org

Gli sforzi per un dialogo politico in Nicaragua camminano a singhiozzo. Il governo di Daniel Ortega, su richiesta di opposizione, chiesa e industriali aveva dato inizio al tavolo di concertazione, ma gli stessi richiedenti, che dapprima avevano aderito e che poi avevano firmato l’accordo sui termini operativi del dialogo, hanno abbandonato il negoziato.

Continue reading “Nicaragua, il dialogo tradito” »

Share Button

La Carta Democratica dell’OSA contro il sandinismo

Atilio Borón  www.cubadebate.cu

La Segreteria Generale dell’OSA sta promuovendo l’applicazione della Carta Democratica Interamericana (CDI) contro il governo del Nicaragua. Questo strumento fu creato come una diga contro i ricorrenti colpi di stato che tormentavano la storia dei paesi latinoamericani. Dovrebbe, presumibilmente, essere un meccanismo di difesa per governi che si trovano sotto la minaccia di un’offensiva destabilizzatrice che potrebbe avere come risultato il collasso dell’ordine istituzionale.

Continue reading “La Carta Democratica dell’OSA contro il sandinismo” »

Share Button

Nicaragua, chiuse le ONG golpiste

Fabrizio Casari – www.altrenotizie.org

Il Parlamento nicaraguense, a grande maggioranza, ha votato un decreto di scioglimento per 5 diverse ONG nicaraguensi, accusate di aver svolto un ruolo di sostegno organizzativo e direzione politica nel tentativo del colpo di stato che ha insanguinato il Nicaragua dal 18 aprile fino al luglio scorso.

Continue reading “Nicaragua, chiuse le ONG golpiste” »

Share Button

ALBA rifiuta il Nica Act

L’Alleanza Bolivariana per i Popoli di Nostra America – Trattato di Commercio dei Popoli (ALBA-TCP) ha respinto l’approvazione, da parte del Congresso USA, del Nicaraguan Investment Conditionality Act (Nica Act).

In una dichiarazione il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha spiegato che il meccanismo limita la capacità, del paese centroamericano, di ottenere finanziamenti da parte degli organismi internazionali.

Continue reading “ALBA rifiuta il Nica Act” »

Share Button

Nicaragua: tentativo di rompere l’ordine costituzionale

di Geraldina Colotti https://www.lantidiplomatico.it

E’ un sandinista della prima ora, Denis Moncada Colindres, ministro degli Esteri del Nicaragua. Ha partecipato al movimento di liberazione e poi alla rivoluzione che, nel 1979, ha posto fine alla dittatura di Anastasio Somoza dando il potere al Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale (FSLN), che ha governato fino al 1990. Moncada è sempre rimasto nella direzione dell’FSLN, congedandosi con il grado di Generale di Brigata. In seguito, ha lavorato per il ritorno di Daniel Ortega al governo del paese. Dopo la vittoria elettorale del Fronte sandinista, nel 2006, è stato per otto anni ambasciatore all’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), poi assessore del presidente per le questioni internazionali e, da due anni, è ministero degli Esteri.

Continue reading “Nicaragua: tentativo di rompere l’ordine costituzionale” »

Share Button

Dall’ “assistenza” alla sovversione

Francisco Arias Fernández http://razonesdecuba.cubadebate.cu

I media della stampa internazionale hanno documentato la partecipazione dell’Agenzia degli USA per lo Sviluppo Internazionale (USAID); del National Endowment for Democracy (NED-Fondazione Nazionale per la Democrazia), del National Democratic Institute (NDI-Istituto Nazionale Democratico) e dei loro sub contrattisti o filiali, che stavano meticolosamente lavorando nel reinventare la “nuova leadership”, intrufolandosi o infiltrandosi, selettivamente, in settori chiave dell’economia, della gioventù, degli studenti, dei medi e piccoli imprenditori, gruppi ambientalisti, di femministe, tra altri, per minare la base di sostegno del governo del Nicaragua.

Continue reading “Dall’ “assistenza” alla sovversione” »

Share Button

Il Nicaragua e la mafia di Miami

Francisco Arias Fernández http://razonesdecuba.cubadebate.cu

Nel 2016, da Miami tornarono ad ascoltarsi minacce di guerra quando le strade del Nicaragua erano un esempio regionale di sicurezza, pace e prosperità; dove un popolo molto laborioso e pacifico mostrava orgoglioso i progressi socio-economici degli ultimi anni di governo sandinista, che aveva ottenuto la concordia nazionale dopo i peggiori esperimenti bellici USA in America Centrale, che comprese operazioni segrete con la partecipazione di mafiosi, ufficiali dei servizi segreti e personale militare USA; un’associazione tristemente famosa nei crimini contro Nostra America.

Continue reading “Il Nicaragua e la mafia di Miami” »

Share Button

Chi c’è dietro le proteste violente in Nicaragua?

Fabrizio Verde https://www.lantidiplomatico.it

Giovani manifestanti armati di tutto punto, finanche con armi da guerra come gli AK-47, ostentano le proprie ‘dotazioni’. Blocchi stradali, assedi, incendi, linciaggi. Siamo a Managua, la capitale del Nicaragua. Ma queste scene le abbiamo già viste a Caracas durante il periodo delle cosiddette ‘guarimbas’. Proteste violente che hanno insanguinato le strade del Venezuela con l’obiettivo di rovesciare il governo Maduro. Parimenti accade in Nicaragua. L’obiettivo è rovesciare il governo sandinista guidato dal Comandante Daniel Ortega.

Continue reading “Chi c’è dietro le proteste violente in Nicaragua?” »

Share Button

Nicaragua, la nuova preda

Marina Menéndez http://www.cubadebate.cu

“Il branco” è un termine coniato in Spagna in questi giorni e che identifica, in tono incriminatorio, un gruppo di cinque giovani accusati di aver violentato una ragazza … benché la giustizia li abbia processati e condannati solo per la violenza.

Continue reading “Nicaragua, la nuova preda” »

Share Button

Aspetti chiave della fallita rivoluzione colorata in Nicaragua

William Serafino http://www.nicaleaks.com

Sono già vari giorni di violente dimostrazioni nella nazione centroamericana. Sia il profilo del messaggio politico che il comportamento dei media, oltre l’uso di metodi insurrezionali di protesta e per la stessa storia di un paese occupato ed in cui, in diverse occasioni, sono intervenuti gli USA indicano che siamo in presenza di un nuovo tentativo di cambo di regime sotto il formato di rivoluzione colorata. Per quanto riguarda gli obiettivi e la loro pragmatica globale, nulla di nuovo. Minare la pace del Nicaragua e fabbricare le condizioni interne per una fase di persecuzione geopolitica, si disegnano come le finalità immediate dell’operazione.

Continue reading “Aspetti chiave della fallita rivoluzione colorata in Nicaragua” »

Share Button

“Nica Act”: un’altra aggressione USA

Patricio Montesinos http://www.cubadebate.cu

La recente decisione da parte del Congresso USA di approvare, nuovamente, l’iniziativa della Legge interventista Nicaraguan Investment Conditionality Act, conosciuta come “Nica Act” costituisce un’altra aggressione orchestrata, dal territorio USA, contro il Nicaragua e Nostra America.

“Casualmente”, tale organo legislativo di Washington ha adottato il suddetto progetto, che ora dovrebbe essere discusso al Senato, un mese prima che nella Patria di Augusto César Sandino si svolgano elezioni comunali.

Continue reading ““Nica Act”: un’altra aggressione USA” »

Share Button

Nicaragua denuncia la violazione della sovranità del Nica Act

Il Governo del Nicaragua ha definito come una violazione della sua sovranità l’approvazione nel Congresso degli Stati Uniti della legge Nicaraguan Investment Conditionality, conosciuta come Nica Act, ha informato la catena Telesur.

Continue reading “Nicaragua denuncia la violazione della sovranità del Nica Act” »

Share Button

I filibustieri del XXI secolo contro il Nicaragua

Alla meta del XIX secolo uno statunitense sognò di governare il Nicaragua.

William Walker partì nel 1855 verso la giovane nazione centroamericana, divisa da un conflitto civile. Riuscì ad insediarsi sulla poltrona presidenziale puntando il revolver e con imbrogli politici. La Guerra Nazionale Centroamericana che scoppiò per le sue illusioni si concluse con la resa dei filibustieri, il 1 maggio del 1857. Walker prima aveva ordinato d’incendiare  Granada, la città delle colonne moresche sule rive del lago Cocibolca.

Continue reading “I filibustieri del XXI secolo contro il Nicaragua” »

Share Button

Una Helms-Burton nicaraguense?

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

nica-actQuesta domenica, 6 ottobre, ci sono le elezioni in Nicaragua. Tutto sembra indicare che il candidato del Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale, Daniel Ortega, vincerà con un indiscutibile vantaggio, nonostante le interferenze esterne che in vario modo hanno tentato di influire sui risultati, come dimostra, esaustivamente, il sito Nicaleaks.

Continue reading “Una Helms-Burton nicaraguense?” »

Share Button