Tag Archives: osa

Venezuela: nuovamente alle urne

Il Venezuela nuovamente alle urne, domenica 10 dicembre, per le elezioni comunali a cui si presentano 1550 candidati e candidate.

Quasi 20 milioni di cittadini (226285 quelli residenti all’estero) si recheranno a votare nei 23 stati del paese per eleggere 335 sindache e sindaci che resteranno in carica per un periodo di quattro anni. Si vota anche nel Distrito Capital, che comprende la capitale Caracas e le cosiddette Dependencias Federales, costituite da un gruppo di isole.

Continue reading “Venezuela: nuovamente alle urne” »

Share Button

Honduras: il ‘golpe blando preventivo’

Atilio Boron http://www.cubadebate.cu/opinion

L’interminabile epidemia di “golpi blandi” propiziata dalla Casa Bianca si è accanita, ancora una volta, sull’Honduras.

È stato lì, nel 2009, dove per la prima volta si è applicata questa metodologia, una volta fallito il tradizionale colpo di stato militare tentato, un anno prima, in Bolivia. Da quel momento i governi indesiderabili della regione sarebbero stati cancellati da un letale tridente formato dall’oligarchia mediatica, il potere giudiziario e dei legislatori, la cui combinata “potenza di fuoco” supera quella di qualsiasi esercito nella regione.

Continue reading “Honduras: il ‘golpe blando preventivo’” »

Share Button

Media: silenzio (di regime) sull’Honduras

http://www.lantidiplomatico.it

Provate a fare quest’esperimento con noi.

Scrivete la parola Honduras su Google e capirete il livello del regime d’informazione dove viviamo.

Ma, prima di scriverlo, una premessa doverosa su quello che sta capitando nel paese già vittima nel 2009 del colpo di Stato contro il presidente Zelaya ordito dall’amministrazione Obama.

Continue reading “Media: silenzio (di regime) sull’Honduras” »

Share Button

Il golpista venezuelano, fuggiasco in Europa

di Geraldina Colotti

«Ringrazio il ruolo dell’Italia nel Consiglio dell’ONU in difesa dell’autonomia e voglio ringraziare Antonio Tajani perché ha rappresentato in modo dignitoso il popolo venezuelano».

Continue reading “Il golpista venezuelano, fuggiasco in Europa” »

Share Button

Sanzioni e regime change in Venezuela: Trump raddoppia

di Mark Weisbrot – teleSUR

Il 3 novembre, il presidente del Venezuela Maduro ha proposto un incontro con i creditori, per il 13 novembre a Caracas, per discutere una ristrutturazione del debito pubblico venezuelano. L’8 novembre, l’amministrazione Trump ha reagito avvisando gli obbligazionisti degli Stati Uniti che partecipare a questa riunione avrebbe costituito una violazione delle sanzioni economiche statunitensi contro il Venezuela. Tale violazione può essere sanzionata con 30 anni di carcere e multe fino a 10 milioni di dollari per le imprese.

Continue reading “Sanzioni e regime change in Venezuela: Trump raddoppia” »

Share Button

L’astuzia di Maduro fa un’altra vittima: Freddy Guevara

William Serafino – https://nostramerica.wordpress.com

I

Avevamo già una grande esperienza di guarimbas, di violenze e di sabotaggi economici: il golpe del 2002 e le morti che ne conseguirono; le proteste violente del 2007 le ricordiamo come momenti in cui la lotta politica da parole e ragionamenti è passata ai pugni e alle botte. Proprio perché non riuscivano a vincere Hugo Chávez nell’arte della politica, hanno cercato di trascinarlo sul terreno della violenza, ma nemmeno lì ce l’hanno fatta.

Continue reading “L’astuzia di Maduro fa un’altra vittima: Freddy Guevara” »

Share Button

Venezuela: l’Unione Europea prepara l’embargo

di Geraldina Colotti

I paesi dell’Unione europea (UE) si stanno accodando a Trump. Ieri, 8 novembre, hanno deciso di sanzionare il Venezuela per la “repressione” e di imporre un embargo sulle armi e misure restrittive ad personam contro “i responsabili”. Una decisione unanime ottenuta dagli ambasciatori dei 28, che dovrebbe essere ratificata dal Consiglio a breve.

Continue reading “Venezuela: l’Unione Europea prepara l’embargo” »

Share Button

Venezuela: ANC contro i violenti

Geraldina Colotti

In Venezuela, l’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), operativa da agosto, sta rispettando il programma. Dapprima ha riportato la pace nel paese, disinnescando per la via elettorale quattro mesi di violenze organizzate dalle destre.

Continue reading “Venezuela: ANC contro i violenti” »

Share Button

Declassificando piani contro Cuba: Operazione Northwood

José Luis Alonso Lanza http://razonesdecuba.cubadebate.cu

parte I

L’operazione Northwoods è il codice con cui si identifica una delle operazioni contro Cuba e che è raccolta nei Gioielli di Famiglia, nonostante non sia un’operazione concepita dall’Agenzia di Intelligence (CIA), ma una manovra d’intelligence pianificata dall’esercito USA, in particolare dal Dipartimento della Difesa (DOD), in collaborazione con la Giunta dei Capi di Stato Maggiore (Joint Chiefs of Staff JCS), rappresentando il Survey Group Caribean (Gruppo di Ricerca dei Caraibi).

Continue reading “Declassificando piani contro Cuba: Operazione Northwood” »

Share Button

Almagro, l’ “Aladino” dell’OSA?

Patricio Montesinos  http://www.cubadebate.cu

Generalmente personaggi di bassa statura politica come l’attuale Segretario Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), Luis Almagro, hanno certe storie del passato legate a fatti di corruzione ed immoralità.

Continue reading “Almagro, l’ “Aladino” dell’OSA?” »

Share Button

Possono Santos e Macri dare lezioni di democrazia?

di Geraldina Colotti*

Qual è il livello di credibilità di Manuel Santos, presidente di una Colombia in cui puoi essere ammazzato impunemente per aver difeso la terra, il posto di lavoro o il diritto a informare?

Continue reading “Possono Santos e Macri dare lezioni di democrazia?” »

Share Button

Sorpresa: il chavismo si ratifica come maggioranza

Angel Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

La domenica 15 ottobre 2017 rimarrà nella memoria come il giorno della più risonante smentita alla storia dominante generalizzata negli ultimi anni sulla politica e sulla società venezuelana. In quel giorno il chavismo ha vinto 18 su 23 governatorati e si è imposto ai suoi avversari per più di 9 punti percentuali a livello nazionale con un 54% dei voti. Dopo 17 anni di continue vittorie in cui ha perso solo un’elezione, la sconfitta chavista. nelle elezioni parlamentari del 2015, ha contribuito a rafforzare l’illusione di una perdita di egemonia da parte di questa unica ed indomabile forza antimperialista e rivoluzionaria.

Continue reading “Sorpresa: il chavismo si ratifica come maggioranza” »

Share Button

Almagro: da “primo ministro colonie” a candidato presidente

di Geraldina Colotti

L’uruguayano Luis Almagro, Segretario generale dell’OSA, si candida alla presidenza… del Venezuela? Di sicuro vuole dettare la linea ai suoi protetti dell’opposizione venezuelana in base ai desideri del padrone nordamericano: “Non è più tempo di risoluzioni o dichiarazioni – ha dichiarato dopo la vittoria chavista del 15 ottobre – l’opposizione dovrà unirsi alla gente e ai pochi leader che hanno capito che la cittadinanza del Venezuela chiede libertà e non è disposta a seguire le regole della dittatura”. Un invito neanche troppo mascherato al colpo di stato?

Continue reading “Almagro: da “primo ministro colonie” a candidato presidente” »

Share Button

Intervista a Geraldina Colotti

di Alessandro Bianchi http://www.lantidiplomatico.it

Vittoria delle elezioni regionali del Chavismo. Come leggere i risultati?

Di sicuro come una grande vittoria, tanto più dopo quattro mesi di attacchi violenti da parte delle destre e una poderosa campagna di discredito a livello internazionale. Il socialismo bolivariano è stato confermato dalle urne in due importanti e ravvicinate occasioni: prima il 30 luglio quando si sono eletti i costituenti (oltre 8 milioni di voti), e poi domenica, con l’elezione dei governatori. Il chavismo ha vinto in 17 Stati su 23 (nel 24°, Distretto Capitale, non si votava).

Continue reading “Intervista a Geraldina Colotti” »

Share Button

La “Corte dei Miracoli” e altri motti dell’OSA

C.te Ernesto Guevara http://www.cubadefensa.cu/?q=node/4502

La Corte dei Miracoli è un nome dell’immaginario ed è anche il simbolo di qualcosa dove tutte le cose si trasformano, cioè dove i concetti si confondono. E la straordinaria mostruosità chiamata OSA, è proprio una Corte dei Miracoli. Tale Corte dei Miracoli, rende uguali Chapitas o Tachito, come i governanti dei paesi democratici; tale Corte dei Miracoli fa sì che i traditori dei loro popoli valgano molto di più che i difensori della libertà dei loro popoli.

Continue reading “La “Corte dei Miracoli” e altri motti dell’OSA” »

Share Button