Tag Archives: osa

Un funzionario messicano si scaglia contro Cuba

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

In questo spazio ho ripetutamente denunciato le azioni ed i piani interventisti USA contro i governi rivoluzionari e progressisti della nostra America. Ho sottolineato che questa condotta è diventata singolarmente aggressiva sotto il governo di Donald Trump, confermato dal recente periplo nella regione di Rex Tillerson, Segretario di Stato ed ex CEO di Exxon.

Continue reading “Un funzionario messicano si scaglia contro Cuba” »

Share Button

Venezuela: tutte le contraddizioni politiche del Gruppo di Lima

Mision Verdad – Traduzione de l’AntiDiplomatico

Il Gruppo di Lima, in un passaggio che prosegue nella pressione sul terreno politico volta ad aumentare le possibilità di intervento negli affari interni del Venezuela, ha espresso il suo rifiuto categorico contro la decisione sovrana dello Stato venezuelano di convocare le elezioni presidenziali per il 22 di Aprile di quest’anno, data che secondo i cosiddetti “accompagnatori” del dialogo nella Repubblica Dominicana era di comune accordo con i settori di opposizione. Nella dichiarazione rilasciata dopo la loro riunione,  si reclama la mancanza di trasparenza e credibilità e si richiede la presentazione di un nuovo calendario elettorale.

Continue reading “Venezuela: tutte le contraddizioni politiche del Gruppo di Lima” »

Share Button

Maduro conferma presenza VIII Vertice delle Americhe

Il Ministro del Potere Popolare per le Relazioni Estere, Jorge Arreaza, per conto del Governo Bolivariano, ha inviato una risposta ufficiale al Governo del Perù riguardo la pretesa di ritirare l’invito all’ VIII Vertice delle Americhe che si terrà a Lima il prossimo 13 e 14 aprile.

Continue reading “Maduro conferma presenza VIII Vertice delle Americhe” »

Share Button

Trump rotta per il Perù: lascia che te lo racconti, limeña*

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

Inizialmente ho pensato che raramente avevo ascoltato alcune parole applaudite con più fervore di quello risvegliato dal primo discorso sullo Stato dell’Unione che il presidente Donald Trump ha pronunciato davanti al Congresso del suo paese. Poi ho ricordato quello George W. Bush, dopo gli attentati dell’11 settembre 2001, o quello di Barack Obama, nel gennaio 2015, dove ha argomentato la sua nuova politica verso Cuba.

Continue reading “Trump rotta per il Perù: lascia che te lo racconti, limeña*” »

Share Button

Gruppo di Lima o che dà disgusto?

Patricio Montesinos http://www.cubadebate.cu

Le ripetute ingerenze del cosiddetto Gruppo di Lima negli affari interni del Venezuela e le sue continue aggressioni contro la Rivoluzione Bolivariana guidata dal presidente Nicolás Maduro lasciano molto a desiderare sui paesi di questo emisfero che lo costituiscono per la sua estrema sottomissione agli USA.

Continue reading “Gruppo di Lima o che dà disgusto?” »

Share Button

Dopo il volo dell’aquila, il ritorno del Condor?

Francisco Arias Fernández http://www.granma.cu

Il segretario di Stato USA, Rex Tillerson, dopo un volo d’aquila o di “new Condor” per le terre ieri insanguinate da fascisti e dittatori, torna a trasportare ordini e sudditi locali si occupano dell’annuncio: “Non sarà benvenuta la presenza di Maduro al Summit delle Americhe” così ha echeggiato nelle reti informatiche al servizio globale di Washington, nelle ultime ore di martedì 13 febbraio, dopo un conclave di governi ostili all’amministrazione di Caracas.

Continue reading “Dopo il volo dell’aquila, il ritorno del Condor?” »

Share Button

Cuba condanna l’ingerenza di Almagro

Cuba ha condannato, ieri martedì 13, in questa capitale, le dichiarazioni espresse   recentemente da Luis Almagro, segretario generale della Organizzazione degli Stati Americani (OSA), a proposito del sistema democratico dell’Isola. L’informazione è dell’Agenzia Cubana di Notizie nel suo sito web.

Continue reading “Cuba condanna l’ingerenza di Almagro” »

Share Button

Almagro: “Non diventare padrone dove non fosti signore”

Randy Alonso Falcón http://www.cubadebate.cu

Luis Almagro è andato, domenica, a Coral Gables per ricevere, apatico, il premio che gli hanno inventato i “Lottatori$” anti-cubani per “la sua coraggiosa posizione per la difesa dei diritti umani nei paesi del continente”.

Continue reading “Almagro: “Non diventare padrone dove non fosti signore”” »

Share Button

Maduro contro l’imperialismo

Edgardo Ramírez http://www.cubadebate.cu/opinion

L’elezione presidenziale del 2018 sarà la battaglia decisiva del teatro di operazioni della guerra economica, diplomatica, politica, sociale e culturale dei governi di Obama e Trump, avviata nel 2013 contro il governo del presidente Nicolas Maduro. Benché il suo governo ha dato, annualmente, la valuta preferenziale al fine di garantire l’acquisto e la vendita dei prodotti che soddisfano le esigenze di consumo del popolo ed il funzionamento dell’economia venezuelana le società private straniere e nazionali, che esercitano il monopolio sulla commercializzazione dei prodotti alimentari, medicinali, prodotti per l’igiene personale, pezzi di ricambio e tecnologie per i trasporti e le industrie; intensificano il loro colpo mortale: la diminuzione delle importazioni di beni e servizi essenziali.

Continue reading “Maduro contro l’imperialismo” »

Share Button

Tillerson, un tour fallito

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

E’ fallito il tentativo del Segretario di Stato Rex Tillerson d’imporre, nel suo tour per l’America Latina ed i Caraibi, ossessioni ed incubi dell’imperialismo USA nel suo momento di maggior decadenza. Il suo scopo principale di avanzare verso il rovesciamento del presidente Maduro attraverso un colpo di stato o altre vie cruente che già conosciamo, di liquidare la rivoluzione bolivariana ed impossessarsi del petrolio del Venezuela, è molto lontano dal materializzarsi come risultato del suo percorso.

Continue reading “Tillerson, un tour fallito” »

Share Button

Siria e Venezuela, similitudini che suscitano pericoli e domande

Sergio Rodriguez Gelfenstein, Resumen Latinoamericano

https://aurorasito.wordpress.com

A chiunque sia interessato all’argomento e abbia il tempo di investigarvi, consiglio di leggere i media seri e decenti rimasti dal gennaio 2011, quando iniziò la cosiddetta “primavera araba”.

Continue reading “Siria e Venezuela, similitudini che suscitano pericoli e domande” »

Share Button

Honduras, la storia si ripete sempre due volte

Katu Arkonada http://www.cubadebate.cu/opinion

Hegel diceva che tutti i grandi fatti (e personaggi) della storia universale appaiono due volte. Marx lo ha complementato aggiungendo che una volta come tragedia ed, un’altra, come farsa.

Quello che è successo in Honduras ci conferma la tesi dei vecchi filosofi che la storia si ripete due volte: il colpo di stato contro Mel Zelaya, nel 2009, come tragedia, e la frode elettorale, del 2017, come farsa.

Continue reading “Honduras, la storia si ripete sempre due volte” »

Share Button

Venezuela: i fautori dell’”intervento umanitario” si preparano

di Geraldina Colotti* – La Città Futura

Nel discorso sullo stato dell’Unione, quel gran campione di diritti che risponde al nome di Donald Trump ha bollato il Venezuela come “dittatura socialista” e si è fatto un vanto di aver imposto altre pesanti sanzioni al paese bolivariano e a Cuba.

Continue reading “Venezuela: i fautori dell’”intervento umanitario” si preparano” »

Share Button

Honduras: un popolo mobilitato

Honduras vive una delle peggiori crisi della sua storia recente, prodotto di una frode elettorale colossale della quale l’Alleanza dell’Opposizione contro la Dittatura assicura di essere stata la vittima. Una crisi che, lontano dal risolversi, si approfondisce ogni giorno di più, lasciando una scia di morti, di feriti e di detenuti.

Continue reading “Honduras: un popolo mobilitato” »

Share Button

Venezuela: le destre golpiste preparano un altro Rambo

Geraldina Colotti

Gira in rete e su whatsap un video-messaggio grottesco e inquietante proveniente da un militare incappucciato il quale, con la voce distorta per non essere riconosciuto, dichiara guerra al governo bolivariano. Fa capire di aver fatto parte delle squadre speciali perché racconta di essere stato nella scorta dell’ex presidente libico Muammar Gheddafi (trucidato il 20 ottobre del 2011), quando si recò in Venezuela: “Gheddafi sembrava invincibile e ben protetto – dice-. Invece avete visto com’è finito”. La minaccia è diretta a Nicolas Maduro, definito “dittatore comunista”.

Continue reading “Venezuela: le destre golpiste preparano un altro Rambo” »

Share Button