Tag Archives: Playa Giron

Playa Giron: ‘eroi’ made in USA

Nicanor León Cotayo

Un titolo sbandierato questa domenica dal Nuevo Herald racchiude una grande lezione storica.Dice: “Baia dei Porci: ricordo incancellabile degli eroi della libertà”. E’ stato il suo omaggio al 56° anniversario del clamoroso fallimento dell’invasione a Cuba in aprile del 1961.

Continue reading “Playa Giron: ‘eroi’ made in USA” »

Share Button

La battaglia per l’indennizzo.La seconda vittoria di Girón

Fidel sapeva già come negoziare  con gli Stati Uniti dopo la  vittoria lampo di 72 ore, che portò alla detenzione dei 1200 mercenari a Playa Girón.

Continue reading “La battaglia per l’indennizzo.La seconda vittoria di Girón” »

Share Button

Cuba e USA prima di Girón (Parte I)

Fabián Escalante https://lapupilainsomne.wordpress.com

“Fidel Castro, sotto l’influenza dei suoi più stretti collaboratori, in particolare suo fratello Raul e Che Guevara, si sono converti al comunismo. Cuba si prepara ad esportare la sua rivoluzione in altri paesi dell’emisfero e generalizzare la guerra contro il capitalismo “.1

Continue reading “Cuba e USA prima di Girón (Parte I)” »

Share Button

Dossier secreto della CIA su Playa Giron

gironLa declassificazione di una parte della relazione segreta della CIA sull’invasione militare a Cuba provocata da una brigata mercenaria nel 1961, mise allo scoperto le lotte intestine dentro l’agenzia di spionaggio statunitense.

Continue reading “Dossier secreto della CIA su Playa Giron” »

Share Button

Una difficile conquista di fronte all’aggressione

Pedro Etcheverry Vázquez* http://www.granma.cu

f0061383

Dal 1868, durante le nostre lotte per l’indipendenza, nell’Esercito di Liberazione si valutarono i primi sforzi per alfabetizzare i mambises. Nel 1923 Julio Antonio Mella sostenne portare l’alfabetizzazione a tutto il paese e creare l’Università Popolare. Alla fine del 1953, durante il carcere per gli eventi del Moncada, Fidel Castro organizzò l’Accademia Ideologica Abel Santamaria.

Continue reading “Una difficile conquista di fronte all’aggressione” »

Share Button

La battaglia politica per l’indennizzo

gironDa Playa Girón, nel pomeriggio del 19 aprile del 1961 – 65 ore e mezza dopo l’inizio dell’invasione mercenaria – il Comandante in  Capo, firmò il quarto e ultimo comunicato di guerra nel quale tra le altre questioni informava che : “Il nemico ha sofferto una schiacciante sconfitta. Una parte dei mercenari ha cercato d’imbarcarsi nuovamente verso l’esterno in diverse imbarcazioni, che sono state affondate dalla Forza Aerea Ribelle. Il resto delle forze mercenarie, dopo aver sofferto numerose perdite, con vari morti e molti feriti, si è dispersa completamente in una regione pantanosa dove non esiste possibilità di fuga”.1

Continue reading “La battaglia politica per l’indennizzo” »

Share Button

Cubainformacion: il museo della sconfitta

Share Button

Negli storici giorni di Girón nacque il PCC

logo PCCAlla vigilia  dell’invasione mercenaria di Playa Girón, di fronte alle vittime del vile attacco agli aeroporti del giorno precedente, i combattenti dell’Esercito Ribelle, la Polizia Nazionale e i miliziani, con i fucili in alto, giurarono di difendere sino all’ultima goccia del loro sangue il carattere socialista della Rivoluzione proclamato in quel giorno indimenticabile.

Continue reading “Negli storici giorni di Girón nacque il PCC” »

Share Button

Giron nel ricordo

Gen. F. Escalante Font https://lapupilainsomne.wordpress.com

gironIl 21 c.m., insieme ad altri compagni, ho partecipato, nella sala Villena dell’UNEAC, ad una conferenza sulla Victoria de Giron e le sue ripercussioni. L’attività si prolungò per più di tre ore e quando, per ultimo, mi è toccata la parola, pressato dal tempo, non ho potuto sviluppare le idee che prevedevo e rimasero timidamente esposte, per cui voglio riprendere la questione, cosciente della necessità di collocare in un contesto l’aggressione e quali furono i suoi antecedenti politico-sociali.

Continue reading “Giron nel ricordo” »

Share Button

Angelito

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Ho chiesto ad Angel Lopez Barrio le sue parole. Lui è di quelle persone che di solito passano inosservate, non l’ho mai sentito alzare la voce, lavora affinché si ascoltino altre voci. Perciò sono rimasto sorpreso quando, questo 19 aprile, ho visto Angelito, come tutti lo chiamano, sul podio della Sala Teatro Luis A. Turcios Lima presso il Ministero delle Comunicazioni, dove lavora da oltre 40 anni, e lungi dall’aggiustare i microfoni o aiutare qualcuno a far uso della parola, leggere due fogli scritti a mano.

Continue reading “Angelito” »

Share Button

Il “museo” della sconfitta a Miami

Edmundo García https://lapupilainsomne.wordpress.com

BaiaLa Brigata 2506, armata ed addestrata da un piano congiunto Pentagono, Casa Bianca, Dipartimento di Stato e CIA, fu una marionetta dell’eterna ossessione delle forze più oscure, degli USA, per sconfiggere la Rivoluzione Cubana. Ciò che resta di essa è caduto oggi nelle peggiori mani e parlano a suo nome Felix Ismael Rodriguez, l’assassino del Che Guevara, e Esteban Bovo, padre di un commissario di Miami, che non ha perso l’occasione per promuovere, dice ispirato dall’esempio del progenitore, progetti contro Cuba e la più recente emigrazione cubana a Miami.

Continue reading “Il “museo” della sconfitta a Miami” »

Share Button

L’ultima bandiera USA a l’Avana

Ricardo Alarcón de Quesada /Cubadebate

kerry-fidelLa cerimonia per innalzare, nella sua ambasciata all’Avana, la bandiera USA è stata la notizia del giorno, in tutto il mondo, il 14 agosto. Era logico che così fosse poiché era forse l’espressione più visibile nella politica USA dopo la decisione di ristabilire le relazioni diplomatiche annunciata contemporaneamente dai Presidenti Raul Castro e Barack Obama, il 17 dicembre 2014. Fu, come disse John Kerry, il primo Segretario di Stato che visitava Cuba in settanta anni, una giornata storica.

Continue reading “L’ultima bandiera USA a l’Avana” »

Share Button

Premio Nobel e terrorismo anti-cubano

tratto da http://razonesdecuba.cubadebate.cu

posadasbarreGenerazioni di cittadini USA non sanno che la loro amata Nazione è stata, dopo Cuba, il paese più colpito dal terrorismo anti cubano, che per più di mezzo secolo ha coesistito in molte delle sue principali città, su entrambe le coste. Dalla California, New York, New Jersey, fino alla calda Florida. Ciò è vitale, perché dobbiamo reintegrare alla memoria storica ciò che, al dimenticarsi, ritornerebbe.

Continue reading “Premio Nobel e terrorismo anti-cubano” »

Share Button

Un “italianito” che è morto a Girón

http://it.granma.cu

cariniIl discorso di Fidel lo ascoltarono per radio, andando all’Unità: “Quello che gli imperialisti non ci possono perdonare è che siamo qui… quel che non ci possono perdonare gli imperialisti è la dignità, l’onestà, il valore, la fermezza ideologica, lo spirito di sacrificio e lo spirito rivoluzionario del popolo di Cuba… che abbiamo fatto una Rivoluzione socialista proprio sotto il naso degli Stati Uniti… che questa Rivoluzione socialista la difendiamo con questi fucili… e che questa Rivoluzione socialista la difendiamo con il valore con cui ieri i nostri artiglieri antiaerei hanno abbattuto gli aerei aggressori… e questa Rivoluzione non la difendiamo con mercenari, la difendiamo con uomini e donne del popolo!

Continue reading “Un “italianito” che è morto a Girón” »

Share Button

Carrista tunero a Playa Giron

Share Button