Tag Archives: Playa Giron

Vittorio Baia dei Porci: un colpo all’arroganza dell’Impero

La silhouette che rappresenta il mare di fucili e machete sollevato dalle vigorose braccia del popolo, contenuta nel logo del Partito Comunista di Cuba, simboleggia il momento fondativo della nostra organizzazione d’avanguardia.

Il fatto è che il 16 aprile 1961, quando Fidel dichiarò il carattere socialista della Rivoluzione nelle onoranze funebri delle vittime dell’aggressione militare negli aeroporti di Ciudad Libertad, San Antonio de los Baños e Santiago de Cuba, fu adottata come data di costituzione del Partito. Era emerso dall’integrazione delle tre organizzazioni che avevano condotto l’ultima battaglia per l’emancipazione, e nel corso degli anni adottò il nome di comunista.

Continue reading “Vittorio Baia dei Porci: un colpo all’arroganza dell’Impero” »

Share Button

16 aprile 1961, invasione della Baia dei Porci:

… a Cuba la prima sconfitta militare USA

di Hernando Calvo Ospina*

Il 16 aprile 1961 cominciava un’operazione militare contro la Cuba rivoluzionaria che la storia ricorda come la “invasione della Baia dei Porci (o di Playa Girón)”

Mercenari anticastristi, organizzati dalla CIA e appoggiati da forze navali statunitensi, cercarono di stabilire una testa di ponte con l’intenzione di costituire in un «territorio liberato», un governo provvisorio, che Washington avrebbe riconosciuto, per poi immediatamente chiedere aiuto alla OSA e finirla con il governo rivoluzionario di Fidel Castro. Non ci riuscirono, fu il «fallimento perfetto».

Continue reading “16 aprile 1961, invasione della Baia dei Porci:” »

Share Button

Preludio di un’invasione e anche della vittoria

L’attacco aveva lo scopo di far credere all’opinione pubblica internazionale che a Cuba era in corso una ribellione interna.

Era l’alba sull’Avana sabato 15 aprile 1961. I raggi del sole cominciavano a filtrare, come se accarezzassero il mattino, quando due aerei nemici, camuffati con le insegne delle Forze Armate Rivoluzionarie, volarono nel cielo per seminare morte.

Continue reading “Preludio di un’invasione e anche della vittoria” »

Share Button

L’importanza di ciò che non avvenne

Rosa Miriam Elizalde  www.cubadebate.cu

Il 15 aprile 1961 iniziarono i bombardamenti aerei all’Avana. Due giorni dopo, 1200 mercenari cubani diretti dalla Central Intelligence Agency USA cercarono sbarcare a Playa Girón, una piccola striscia nel centro-sud di Cuba. Il 19 aprile quasi tutti erano sulla via del carcere.

Continue reading “L’importanza di ciò che non avvenne” »

Share Button

Le battaglie di Girón

Il bombardamento si è sentito in tutta la città. Proveniva dall’ovest della capitale. In fretta, i miliziani lasciavano le loro case e cercavano di raggiungere il luogo dove sembrava concentrarsi il pericolo maggiore. Dopo la rottura delle relazioni diplomatiche tra gli Stati Uniti e Cuba, era evidente che la minaccia di un’invasione incombeva sul paese.

Continue reading “Le battaglie di Girón” »

Share Button

Cubainformacion: machetazos mediatici

Rivedere la storia di Cuba … a machetate

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Alla destra appassiona il revisionismo storico. Da Miami ci dicono che la dittatura di Fulgencio Batista fu un “successo economico” perché, allora, una infima parte della popolazione di Cuba accedeva ad un certo livello di consumo, circondata -questo sì- da enormi sacche di miseria (1).

Continue reading “Cubainformacion: machetazos mediatici” »

Share Button

Playa Girón: cosa non è successo

R. González Barrios, A. Guzmán de Armas, Internationalist 360°

Il 19 aprile 1961, sulle sabbie di Playa Giron l’esercito popolare o popolo in armi, come preferiamo chiamarlo, sconfisse in modo schiacciante l’invasione meticolosamente pianificata dal governo USA. La vittoria a Playa Giron è passata alla storia come la “prima grande sconfitta” dell’imperialismo USA in America. L’operazione Pluto, preparata dalla Central Intelligence Agency (CIA), fu la vendetta organizzata dell’impero contro le potenti forze della Rivoluzione cubana.

Continue reading “Playa Girón: cosa non è successo” »

Share Button

Playa Girón: Fidel e l’“Unione Civico-Militare” cubana

Arnold August  www.cubadebate.cu

Nel primo dei miei tre libri (Democracy in Cuba and the 1997-98 Elections, editorial José Martí, 1999, La Habana), scrissi: “Nel suo discorso della Giornata Internazionale dei Lavoratori del 1960, Fidel Castro approfondì la nozione di come il nuovo Stato fosse uno stato della maggioranza nel senso concreto del termine. Dopo gli attacchi aerei USA contro Cuba consumati come parte della politica generale per distruggere la Rivoluzione e ripristinare il potere economico e politico del paese USA, il popolo si trovò esposto alla reale possibilità di affrontare un’aggressione armata in tutto il suo territorio. È lì che nasce la nozione di milizia”.

Continue reading “Playa Girón: Fidel e l’“Unione Civico-Militare” cubana” »

Share Button

Girón nelle nostre vite

Marta O. Carreras Rivery  www.cubadebate.cu

Cari fratelli di sangue, di vita ed ali cubane:

Ogni 17 aprile, la prima chiamata del giorno di tutti i Carreras era necessariamente a nostro padre. Dopo la sua scomparsa fisica, l’abbiamo fatto tra noi.

Lo stesso giorno, ma del 1961 a Playa Girón, l’aviazione da combattimento rivoluzionaria aprì le sue ali al cielo di Cuba con scarsa e vetusta tecnica recuperata, a cui, in tempi da record, Papi dedicò tutta la sua energia, talento e amore incondizionato a Cuba, che sapeva essere aggredita a breve, tra improvvisazioni, umani timori e persino incomprensioni, mettendo sempre a disposizione dei giovani, alcuni membri dei ranghi dell’Esercito Ribelle recentemente arrivati ​​alla Base di San Antonio de los Baños, le sue tecniche meglio concepite, a partire dalla sua solida formazione come pilota da combattimento diplomato presso le alte accademie militari di Cuba e degli USA.

Continue reading “Girón nelle nostre vite” »

Share Button

17 aprile 1961:il presagio della vittoria

In uno dei suoi più alti momenti d’ispirazione, il poeta Jesús Orta Ruiz, “l’ Indio Naborí”, trasformò in poesia quel triste passaggio,  quando scrisse «Elegia delle scarpette bianche», una delle cronache  più commoventi sui fatti di Girón
Share Button

Sognando a Miami

Ricardo Alarcón de Quesada  www.cubadebate.cu

Dopo tre mesi di finte e minacce ed in uno doppio scenario -il Dipartimento di Stato a Washington DC ed un teatro di Miami- alla fine l’amministrazione yankee ha annunciato ciò che intende fare per intensificare la sua guerra economica contro Cuba.

Continue reading “Sognando a Miami” »

Share Button

Con lo stesso coraggio di Maceo

Santiago di Cuba – La determinazione di difendere l’opera della Rivoluzione con lo stesso eroismo, rispondendo al vile attacco all’aeroporto internazionale Antonio Maceo, il 15 aprile del 1961, è stata riaffermata dai lavoratori del terminale  aereo santiaghero, nel  58º della codarda aggressione.

Continue reading “Con lo stesso coraggio di Maceo” »

Share Button

La CIA in Venezuela: 7 regole per il cambio di regime

Donald Trump, Mike Pompeo e John Bolton stanno portando i loro frustrati impulsi interventisti verso il sud.

Jefferson Morley/Independent Media Institute

Mentre il presidente Trump ritira le truppe USA dalla Siria ed Afghanistan, il suo segretario di stato, Mike Pompeo, e il suo consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, stanno portando i loro frustrati impulsi interventisti nel sud dell’America Latina.

Continue reading “La CIA in Venezuela: 7 regole per il cambio di regime” »

Share Button

Aprile nella storia di una piccola isola ribelle

Cuba, piccola terra ribelle, è padrona di una storia ricca in avvenimenti che hanno marcato generazioni intere di suoi concittadini.

Sulle labbra e nella mente di bambini, giovani e adulti, sono presenti i nomi dei loro eroi e martiri, così come i giorni, i mesi e gli anni di maggior significato. Quale cubano non conosce quel che avvenne il 26 di luglio del 1953, il 10 ottobre del 1868 o il 7 dicembre del 1896, solo per citare alcuni momenti importanti della nostra storia.

Continue reading “Aprile nella storia di una piccola isola ribelle” »

Share Button

Giorni di combattimento

La mattina presto si sentì un rumore di combattimento. Era qualcosa lontano, verso ovest della città. Andai al balcone. Dal’alto del Vedado alcuni miliziani uscivano correndo, mentre terminavano di allacciarsi la camicia dell’uniforme.

Continue reading “Giorni di combattimento” »

Share Button