Tag Archives: Primero Justicia

Profilo del capo della “ribellione dei supplenti”

CHI È LUIS PARRA, IL NUOVO PRESIDENTE DELL’ASSEMBLEA NAZIONALE (AN)?

Protagonista del momento, Luis Alberto Parra Rivero è stato eletto, domenica 5 gennaio, presidente dell’AN (in ribellione), sostituendo così Juan Guaidó dal fronte parlamentare.

Chi è? Perché lui e non un altro comanda la cosiddetta “ribellione dei supplenti”? Cosa significa che Parra sia ora la massima autorità dell’Emiciclo?

Continue reading “Profilo del capo della “ribellione dei supplenti”” »

Share Button

Venezuela: un giorno con due presidenti di due Assemblee Nazionali

Con i voti di parte dell’opposizione e del chavismo, Luis Parra, del partito Primero Justicia, ha assunto la guida del Legislativo. Tuttavia, Juan Guaidó ha denunciato che non lo hanno lasciato entrare nell’edificio, non ha riconosciuto la nomina ed è stato rieletto in sessione parallela.

Marco Teruggi   www.cubadebate.cu

Continue reading “Venezuela: un giorno con due presidenti di due Assemblee Nazionali” »

Share Button

Venezuela: l’opposizione scarica Guaidò

Luis Parra di Primero Justicia eletto presidente dell’Assemblea Nazionale

 

L’Assemblea Nazionale del Venezuela ha una nuova giunta direttiva guidata dal deputato Luis Parra di Primero Justicia. Partito di opposizione che tra i suoi membri annovera Julio Borges e tra i fondatori Henrique Capriles, già candidato delle opposizioni sconfitto da Chavez e Maduro in due distinte tornate elettorali.

Continue reading “Venezuela: l’opposizione scarica Guaidò” »

Share Button

Guaidó ed i caimani

Marco Teruggi www.cubadebate.cu

Juan Guaidó non esiste e tuttavia è così reale. Si avviò, pubblicamente, in politica nel 2007, con violente proteste guidate da una nuova generazione di giovani, sui quali si fondò Voluntad Popular (VP), nel 2009.

Continue reading “Guaidó ed i caimani” »

Share Button

Julio Borges: dalla cospirazione al fallito omicidio (di Maduro)

Janet Queffelec http://www.avn.info.ve

Il mandato di cattura contro Julio Andrés Borges Juyent rappresenta l’ultimo capitolo di questo dirigente della destra che ha chiesto, direttamente, un intervento militare ed un blocco economico e finanziario contro il popolo venezuelano.

Continue reading “Julio Borges: dalla cospirazione al fallito omicidio (di Maduro)” »

Share Button

Venezuela: elezioni e “teatro dell’assurdo”

Marco Consolo – https://nostramerica.wordpress.com

Dall’elezione di Hugo Chávez come Presidente nel 1998, il Venezuela bolivariano è nel mirino prioritario degli interessi statunitensi, nell’ambito della sua strategia di dominio continentale e globale.

Continue reading “Venezuela: elezioni e “teatro dell’assurdo”” »

Share Button

Lorenzo Mendoza, il Trump venezuelano sfiderà Maduro?

di Geraldina Colotti*

Sul portale Aporrea, il professor José Sant Roz propone il racconto di un verosimile discorso di fine anno, rivolto al paese dal presidente di Fedecámaras (la Confindustria venezuelana) dai saloni del Country Club: “Il governo potrà pavoneggiarsi dicendo che comanda, ma la realtà dimostra che siamo noi che deteniamo il potere e l’unico capitale che controlla una nazione… Abbiamo ridotto a zero questa schifosa plebe chavista solo muovendo le leve del libero mercato… Abbiamo distrutto totalmente e assolutamente questo governo COGLIONE, signore e signori… e che gridino quel che vogliono dai loro canali televisivi, con i loro oratori e con portentose parole d’ordine… qui comandiamo noi. Punto”.

Continue reading “Lorenzo Mendoza, il Trump venezuelano sfiderà Maduro?” »

Share Button

Venezuela: voto municipali e trionfa ancora il chavismo

di Geraldina Colotti

Caracas. Alle elezioni municipali di domenica 10, il chavismo ha vinto oltre 300 municipi su 335. Più di 9 milioni di aventi diritto (su una popolazione di oltre 30 milioni) si sono recati alle urne per scegliere il loro sindaco o la sindaca.

Continue reading “Venezuela: voto municipali e trionfa ancora il chavismo” »

Share Button

Venezuela: nuovamente alle urne

Il Venezuela nuovamente alle urne, domenica 10 dicembre, per le elezioni comunali a cui si presentano 1550 candidati e candidate.

Quasi 20 milioni di cittadini (226285 quelli residenti all’estero) si recheranno a votare nei 23 stati del paese per eleggere 335 sindache e sindaci che resteranno in carica per un periodo di quattro anni. Si vota anche nel Distrito Capital, che comprende la capitale Caracas e le cosiddette Dependencias Federales, costituite da un gruppo di isole.

Continue reading “Venezuela: nuovamente alle urne” »

Share Button

Venezuela: ANC contro i violenti

Geraldina Colotti

In Venezuela, l’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), operativa da agosto, sta rispettando il programma. Dapprima ha riportato la pace nel paese, disinnescando per la via elettorale quattro mesi di violenze organizzate dalle destre.

Continue reading “Venezuela: ANC contro i violenti” »

Share Button

Il Premio Sacharov all’opposizione venezuelana

quando il Parlamento Europeo sorride al fascismo

Juan Francia – https://nostramerica.wordpress.com

Il 26 ottobre scorso, il Parlamento Europeo ha assegnato il premio Sacharov alla “libertà di coscienza”, all’opposizione venezuelana ma arriva in tempi di accuse incrociate e di crolli della finzione di una posizione comune nella Tavola di Unione Democratica (MUD), la coalizione politica di opposizione del Venezuela.

Continue reading “Il Premio Sacharov all’opposizione venezuelana” »

Share Button

Venezuela: le destre si spaccano e si insultano

di Geraldina Colotti

In Venezuela, la MUD si spacca. Volano insulti, anatemi e maledizioni.

L’ex governatore dello stato Amazonas, Liborio Guarulla, ricorre a un rituale sciamanico per lanciare la maledizione del dabukuri.

Continue reading “Venezuela: le destre si spaccano e si insultano” »

Share Button

La mappa delle forze in Venezuela

a 9 giorni dalle elezioni dei governatori

Marco Teruggi http://www.cubadebate.cu

Poco più di due mesi fa, la destra venezuelana parlava dell’ “ora zero”, il “punto di non ritorno”, non riconosceva il presidente Nicolás Maduro e faceva i primi passi per nominare un governo parallelo. Il suo progresso sembrava difficile da fermare, era accompagnata da un’architettura internazionale guidata dagli USA, un macchinario di formazione di senso comune globale, soldati diplomatici, indignati dell’ultima ora, e -per convinzione o dinamica del conflitto- settori di sinistra e progressisti. Erano giorni di persone bruciate, assalti a caserme militari, cittadine assediate con gruppi di incappucciati con armi alla mano, una lista di morti che s’ingrossava.

Continue reading “La mappa delle forze in Venezuela” »

Share Button

Mappa della sconfitta della destra

Marco Teruggi https://hastaelnocau.wordpress.com

In questo momento la destra doveva stare, secondo i suoi calcoli, in una posizione di forza totalmente diversa. O seduta a Palazzo Miraflores, o nel dispiegamento di un governo parallelo combinato con mobilitazioni di masse ed azioni violente, incluse militari. Si era posta la scommessa tutto o niente/ora o mai più, e ora si trova in una disputa interna per vedere come proseguire, e non terminare in situazione peggiore che all’inizio dell’escalation dei cento giorni.

Continue reading “Mappa della sconfitta della destra” »

Share Button

Partecipazione regionali frattura l’opposizione venezuelana

 http://misionverdad.com

Per più di 100 giorni la dirigenza antichavista intraprese la sua batteria discorsiva contro il Consiglio Nazionale Elettorale (CNE) dopo che questo organo collegiale accettò organizzare le elezioni dei costituenti sulle basi elettive proposte dal presidente Nicolás Maduro. Diverse furono i cortei e mobilitazioni convocate verso la sede del Potere Elettorale e le dichiarazioni contro di esso. Addirittura dall’interno, il rettore Luis Emilio Rondón chiese il respingimento di tale richiesta, al presidente Maduro, sulla base del fatto che aveva “vizi di incostituzionalità”. Altri portavoce si dichiararono contro il calendario elettorale che programmava per dicembre le elezioni dei governatori.

Continue reading “Partecipazione regionali frattura l’opposizione venezuelana” »

Share Button