Tag Archives: proteste

Riflessioni sul presente cubano

Fabian Escalante  www.cubadebate.cu

Il nostro popolo avanza su vari fronti, in mezzo alle aggressioni e ai blocchi generati dal governo USA e dei suoi alleati europei. Uno dei nemici da battere, la pandemia di covid-19, sta iniziando a retrocedere sotto gli effetti della vaccinazione di massa con gli immunogeni generati dai nostri scienziati. Inoltre, si risolvono problemi materiali e sociali nelle comunità svantaggiate e si attuano misure per attivare l’economia del Paese.

Continue reading “Riflessioni sul presente cubano” »

Share Button

Media USA e le presunte proteste razziali

Per cercare di vendere le recenti proteste avvenute a Cuba il 11 luglio scorso come un movimento progressista i media statunitensi hanno accostato le manifestazioni cubane a quanto avvenuto negli Stati Uniti dopo l’omicidio di George Floyd da parte di un poliziotto. Hanno tentato di assimilare il movimento cubano al movimento Black Lives Matter insinuando che in Cuba esista una questione razziale.

Continue reading “Media USA e le presunte proteste razziali” »

Share Button

Protestas en Cuba: ¿cuál es el malestar social y qué lo provoca realmente?

Share Button

Cuba: rivoluzione colorata sostenuta dagli USA o legittime proteste ispirate al COVID?

A. Korybko da http://oneworld Traduzione M. Pondrelli  marx21.it

Le conseguenze interne della crisi economica globale causata dalla risposta scoordinata del mondo al COVID-19 sono sfruttate come copertura per portare avanti un tentativo di rivoluzione colorata a Cuba, sostenuto dagli Stati Uniti, il che significa che mentre alcuni manifestanti potrebbero avere rimostranze legittime come la maggior parte dei loro coetanei in tutto il mondo in questo momento difficile, ci sono senza dubbio alcuni che stanno attivamente cercando di approfittare di questo per rovesciare il loro governo.

Continue reading “Cuba: rivoluzione colorata sostenuta dagli USA o legittime proteste ispirate al COVID?” »

Share Button

Biden a favore della contras cubana

Anche il Presidente degli Stati Uniti, come era del resto prevedibile, prende posizione sulle recenti manifestazioni che domenica si sono svolte in varie città di Cuba per protestare contro il governo. In una nota il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden prende posizione a favore dei manifestanti che domenica in varie città dell’isola caraibica sono scesi per strada per protestare contro il governo di Miguel Diaz Canel.

Continue reading “Biden a favore della contras cubana” »

Share Button

Dos meses de protestas en Colombia: ¿qué cambió y qué sigue igual (o peor)?

Share Button

Il grido di protesta torna nelle strade della Colombia

Diverse organizzazioni sociali hanno indetto ieri la più grande marcia in Colombia, dopo un altro giorno di repressione e disordini da parte delle forze di sicurezza contro i manifestanti.

Sabato, i colombiani hanno contemplato anche una nuova mobilitazione delle donne, che chiederà la fine della violenza di genere da parte della polizia e degli agenti della Squadra mobile anti-sommossa (Esmad) nel contesto dello sciopero nazionale.

Continue reading “Il grido di protesta torna nelle strade della Colombia” »

Share Button

Guatemala contro politiche neoliberiste

Sono brutte giornate per il presidente italo guatemalteco Giammattei (con doppia cittadinanza) che solo pochi giorni fa aveva deciso di interrompere le relazioni col Venezuela di Maduro e di accettare l’inviato di Guaidó come rappresentante ufficiale.

Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza per chiedere le sue dimissioni dopo l’approvazione del bilancio per il 2021 e durante le proteste hanno dato fuoco al Palazzo Legislativo.

Continue reading “Guatemala contro politiche neoliberiste” »

Share Button

Tra la disperazione e la mancanza di risposta

Mentre gli USA affrontano la maggior ondata di proteste dall’assassinio di Martin Luther King, Trump infiamma il conflitto e definisce le azioni «terrorismo nazionale».

Continue reading “Tra la disperazione e la mancanza di risposta” »

Share Button

Cile ritorna sulle strade con nuove proteste

Cile ha ricevuto il primo lunedì di marzo con blocchi di transito, barricate per le strade, piccoli autobus bruciati ed una persona investita. Questo giorno segna il ritorno all’attività dopo il periodo estivo e coincide anche con la tappa dell’anno in cui si intensificheranno le proteste sociali contro il governo del presidente Sebastian Piñera: nei prossimi giorni si aspettano mobilitazioni studentesche, come il “superlunes femminista” annunciato per il 9 marzo, e la protesta in rifiuto alle misure del governo di fronte alla crisi, programmata per l’11 marzo.

Continue reading “Cile ritorna sulle strade con nuove proteste” »

Share Button

Perché protestano?

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

A causa dell’estensione per gran parte della geografia nostra americana delle radicali proteste sociali, a volte gigantesche, i cosiddetti esperti nei media egemonici cercano di trovarvi una spiegazione.

Continue reading “Perché protestano?” »

Share Button

Nicaragua: comunicato dal Fronte Sandinista

https://aurorasito.wordpress.com

Riepilogo introduttivo: Il centro della protesta degli ultimi giorni in Nicaragua erano due università religiose, come afferma la dichiarazione del Fronte sandinista: “Va notato che le università più belluine erano: l’Università centroamericana (UCA) dei gesuiti; e l’Università Politecnica (UPOLI), di una chiesa protestante degli Stati Uniti”. Nell’UPOLI, la controrivoluzione vi era concentrata e la “Gran Prensa Internacional” aveva a capo la colombiana ex-capo della CNN en Español Patricia Janiot.

Continue reading “Nicaragua: comunicato dal Fronte Sandinista” »

Share Button

Honduras: si protesta contro l’Ambasciata USA

Circa 200 persone hanno protestato davanti la missione diplomatica statunitense in Honduras per il sostegno decisivo dato da Washington al presidente di destra Juan Orlando Hernández.

Continue reading “Honduras: si protesta contro l’Ambasciata USA” »

Share Button

Cuba-Miami: violenta delusione degli «ultras»

N. Leon Cotayo http://www.granma.cu

EXILIADOS MIAMI HERALDLa mafia di Miami ha manifestato per le strade contro il ristabilimento delle relazioni degli Stati Uniti e Cuba  e la destra più reazionaria d’origine cubana radicata in questa località  sta iniziando a quanto pare il suo ritiro politico.  Perche?

Per via degli accordi  tra Cuba e gli Stati Uniti di rendere normali le relazioni diplomatiche interrotte dal 1961.

Continue reading “Cuba-Miami: violenta delusione degli «ultras»” »

Share Button