Tag Archives: radio swan

Cuba Internet Task Force: lo stesso ed il nuovo

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Questo 7 febbraio ha avuto luogo l’annunciata riunione, nel Dipartimento di Stato, per creare il “gruppo operativo” per Internet a Cuba.

L’agenzia di stampa AP riporta che nel luogo in cui si è svolta – “sotto una illuminazione fluorescente in una sala conferenze nel seminterrato del Dipartimento di Stato” – si sono avute allusioni alla Guerra Fredda, inoltre “diversi dissidenti cubani hanno usato lo spazio pubblico per scagliarsi contro il governo di Cuba, facendo paragoni con la II Guerra Mondiale e con i governi di Siria ed Iran” e che “alcuni hanno sostenuto che qualsiasi piano USA sarebbe controproducente, minando l’indipendenza e la credibilità che si percepisce nei fiorenti mezzi di comunicazione indipendenti a Cuba”.

Continue reading “Cuba Internet Task Force: lo stesso ed il nuovo” »

Share Button

Cuba e USA prima di Girón (Parte III)

Fabián Escalante https://lapupilainsomne.wordpress.com

Il 17 maggio 1960 iniziò le sue trasmissioni Radio Swan. Questa emittente cercava confondere l’opinione pubblica cubana con informazioni grossolanamente manipolate sugli sviluppi politici che avvenivano nell’isola. I trasmettitori, con 50 kilowatt di potenza, erano installati nell’isola Swan, ubicata nell’Atlantico honduregno.

Continue reading “Cuba e USA prima di Girón (Parte III)” »

Share Button

La Cia e la Guerra Fredda Culturale (IIp)

F. Stonor Saunders https://lapupilainsomne.wordpress.com

cia mitra penna logoIl legame tra la CIA ed i suoi media era il denaro, e quel denaro poté, spesso, comprare un certo controllo, e talvolta giunse a comprare il pieno controllo. “No riuscivamo a spenderlo tutto”, ha ricordato un agente “Non c’erano limiti, e nessuno doveva rendere conto di nulla”.

Continue reading “La Cia e la Guerra Fredda Culturale (IIp)” »

Share Button

La guerra psicologica e la lotta ideologica (parte I)

Fabian Escalante Font https://lapupilainsomne.wordpress.com

wpid-guerra_psicol_gicaIn questi giorni, al calore degli ultimi avvenimenti politici avvenuti nel nostro paese -il ripristino delle relazioni diplomatiche con gli USA- molte persone si preoccupano, e giustamente, per le capacità dell’impero di destabilizzare la nostra società dal di dentro e mi è sembrato opportuno precisare il concetto di guerra psicologica e quello di lotta ideologica, poiché conoscendoli staremo in migliori condizioni di affrontare e superare le nuove battaglie a venire.

Continue reading “La guerra psicologica e la lotta ideologica (parte I)” »

Share Button

La sovversione del vicino del Nord

Arthur Gonzalez https://heraldocubano.wordpress.com

radio tv marti CIAIl 15 agosto 2015, John Kerry, Segretario di Stato USA, dichiarava a L’Avana all’inaugurare la sua ambasciata: “… questo è il momento di avvicinarci come due popoli che ora non sono nemici né rivali”; tuttavia, ogni passo che fa suo Governo nei confronti di Cuba mira all’obiettivo di mantenere azioni come nemici.

Continue reading “La sovversione del vicino del Nord” »

Share Button

Il blocco è nell’aria

O. Pérez Salomón –  https://lapupilainsomne.wordpress.com

bombe-tvCome è noto il blocco in ambito economico, finanziario e commerciale applicato da 11 amministrazioni USA contro Cuba, da quasi 57 anni, ha avuto un’incidenza su tutti i settori della società cubana.

Nello stesso modo in cui la violazione dei confini terrestri, marittimi ed aerei di qualsiasi nazione colpisce la sua sovranità, il blocco allo spazio radioelettrico nazionale è inaccettabile per qualsiasi Stato.

Continue reading “Il blocco è nell’aria” »

Share Button

Coloro che dimenticano la verità

https://heraldocubano.wordpress.com

cpjNella sua insistenza per distorcere la realtà cubana e rafforzare la corrente d’opinione contro di lei,  a New York, il Comitato per  la Protezione dei Giornalisti  (CPG),  ha redatto, in aprile, una lista dei dieci paesi con la maggior censura sulla stampa, dove non poteva mancare  Cuba.

I cubani non prestano attenzione a quell‘azione che risponde alla Guerra Psicologica  strutturata dalla CIA, USIA e Dipartimento di Stato, che non ha raggiunto i suoi obiettivi, nonostante i milioni sprecati che servono solo ad arricchire i funzionari di quell’emporio.

Continue reading “Coloro che dimenticano la verità” »

Share Button

Trent’anni di fallimenti

Omar Pérez Salomón  https://lapupilainsomne.wordpress.com

New-Marti-Logo-pistolUno dei progetti di legge che più preparazione, analisi e discussione ha avuto alla Camera e Senato USA è senza dubbio quello presentato nei primi anni ’80 del secolo scorso, che prevedeva la creazione, il finanziamento e la gestione, da parte del governo USA, di una stazione radio destinata a trasmettere esclusivamente verso Cuba.

Continue reading “Trent’anni di fallimenti” »

Share Button

Cuba-Peter Pan: la sua deformata storia reale

http://razonesdecuba.cubadebate.cu

Doperacion-peter-panl1a oltre 50 anni, la realtà dell’isola è stata falsificata dagli USA.  Lo sintetizza il caso dei cosiddetti Peter Pan, che nel sesto decennio del XX secolo riempì d’orrore molti, dentro e fuori di Cuba.

Questo fatto è stato confermato da testimonianze di alcuni dei suoi più di 14.000 bambine/i vittime del complotto.  Li trasportarono soli, per via aerea, verso gli USA sotto la congettura di evitargli un  “indottrinamento comunista”, che non è mai esistito.

Continue reading “Cuba-Peter Pan: la sua deformata storia reale” »

Share Button

Quanto è costata agli USA la controrivoluzione?

Arthur Gonzalez https://heraldocubano.wordpress.com

controrivoluzione_contribuenteSecondo quanto appare nel 1° Programma di Covert Action che il presidente Eisenhower approvò, alla CIA nel 1960, l’obiettivo perseguito era quello di “provocare la sostituzione del regime di Castro, con uno che fosse più accettabile per gli USA”.

Continue reading “Quanto è costata agli USA la controrivoluzione?” »

Share Button

Verità incatenate

 Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

peterpan“… E la verità continua indenne la sua marcia sulla terra”, ha detto José Martí.

Evidentemente ci sono uomini che pretendono cambiare la storia, trarre vantaggio politico e diffamare gli altri. Questo è il caso del “tributo” all’esodo dei balseros (fuggitivi in zattere ndt) cubani commentato, di recente, da ‘El Nuevo Herald’, dove si distorce la realtà e si occultano le vere cause che lo provocarono. Il tema migratorio, che tante lacrime e divisioni famigliari causa nelle case cubane, è parte dell’attività sovversiva, che proprio dal 1959, il governo USA ha iniziato contro la Rivoluzione cubana. Documenti declassificati e i fatti lo confermano. Continue reading “Verità incatenate” »

Share Button