Tag Archives: Raul Roa

L’OSA nel ruolo del Giuda Iscariota d’America

È il momento che i popoli della regione si sveglino e propongano di smascherare l’assalto contro Venezuela e Nicaragua

 

Elson Concepción Pérez  www.granma.cu

Mi chiedo: per cosa serve l’OSA? Vale la pena di appartenere ad essa? Perché non creare un fronte comune latinoamericano e caraibico e smascherarla insieme al suo attuale segretario generale, Luis Almagro?

Continue reading “L’OSA nel ruolo del Giuda Iscariota d’America” »

Share Button

L’indilazionabile urgenza di un fronte di resistenza

Raúl Roa García http://www.granma.cu

Se le forme democratiche di governo vengono sottoposte alle più dure prove negli ultimi tempi, in nessuna parte si sono viste tanto ferocemente attaccate e messe in così tanto grave indebolimento come nella nostra America.

Continue reading “L’indilazionabile urgenza di un fronte di resistenza” »

Share Button

Martí vide nascere l’OSA e ci avvertì

Oscar Sánchez Serra http://razonesdecuba.cubadebate.cu

Alla fine del 1889, il governo USA di Benjamin Harrison convocò la Prima Conferenza Panamericana, che fu il punto di partenza del “panamericanismo”, già allora espresso come il dominio economico e politico dell’America sotto la presunta “unità continentale”. Era l’aggiornamento della dottrina di James Monroe, del 2 dicembre 1823, nel momento in cui il capitalismo USA stava raggiungendo la sua fase imperialista.

Continue reading “Martí vide nascere l’OSA e ci avvertì” »

Share Button

II Dichiarazione Avana: la vera ed irrinunciabile indipendenza

Dal 22 al 31 gennaio 1962 -a Punta del Este, Uruguay- si svolse l’ VIII Riunione di Consultazione dei Ministri degli Esteri che fu convocata dal Consiglio Permanente dell’OSA con il vile scopo di promuovere nuove sanzioni economiche e politiche contro il Governo Rivoluzionario cubano.

Continue reading “II Dichiarazione Avana: la vera ed irrinunciabile indipendenza” »

Share Button

L’eresia coerente di Raul Roa

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

roaQuando morì, nel 1982, io finivo il pre – universitario e anche se non avevo vissuto le sue battaglie in difesa di Cuba all’ONU e ritirandosi “con i popoli d’America” dall’OSA, Raul Roa era, per me, una figura leggendaria. Lo avevo visto con la sua gestualità, molto cubana, e le sue travolgenti aggettivazioni nel documentario ‘Pablo’, di Victor Casaus, parlando dei suoi amici Pablo de la Torriente Brau e Ruben Martinez Villena e dando colore, col suo verbo torrenziale, ad un’intera epoca.

Continue reading “L’eresia coerente di Raul Roa” »

Share Button

Gennaio 1961: un inizio di grande tensione e pericolo

55 anni fa, prima di lasciare l’incarico, Eisenhower tentò d’invadere Cuba e ruppe le relazioni diplomatiche con Cuba

 E.Suarez Perez – Acelia Caner Roman http://www.granma.cu

rompono relazioniNegli ultimi giorni del 1960 e i primi del 1961 -mentre il popolo cubano si preparava, con entusiasmo, a dar inizio alla Campagna di Alfabetizzazione che avrebbe sradicato l’analfabetismo ed aperto ai cubani una vita di grandi cambiamenti e speranze-, il presidente uscente USA, Dwight D. Eisenhower, accelerava i piani d’invasione diretta di Cuba per attuarli prima del 18 gennaio 1961, data in cui John F. Kennedy, avrebbe assunto la presidenza. Così Kennedy avrebbe dovuto iniziare il suo mandato affrontando i fatti compiuti.

Continue reading “Gennaio 1961: un inizio di grande tensione e pericolo” »

Share Button

Cuba approva la Dichiarazione dell’Avana

Acela Caner Roman-Eugenio Suarez Perez
http://www.granma.cu

dichiarazione1960Convocati dal leader della Rivoluzione cubana per dare risposta alla Dichiarazione di San José di Costarica, approvata dall’OSA nellai Ministri degli Esteri, fin dalle prime ore di venerdì 2 settembre 1960, decine di migliaia di uomini  e donne arrivati dagli angoli più remoti di Cuba cominciarono ad arrivare a l’Avana. Treni, camion, autobus, automobili, riempivano le strade di accesso alla capitale. Nel frattempo, i cittadini dell’Avana marciavano verso il luogo designato per la concentrazione.

Continue reading “Cuba approva la Dichiarazione dell’Avana” »

Share Button

Martì, precursore dell’antimperialista latino-caraibico

marti_jose_2Il 19 maggio 1895 – 120 anni fa – cadde in combattimento Josè Martì, Apostolo dell’indipendenza di Cuba e precursore indiscutibile dell’antimperialismo moderno in America Latina e nei Caraibi. Lui fu anche il continuatore di quelle idee di sovranità, unità e integrazione latino-caraibica di Miranda e Bolivar, che arricchirono nel divenire la sua importante vita.

Continue reading “Martì, precursore dell’antimperialista latino-caraibico” »

Share Button