Tag Archives: Ronald Reagan

Bolivia, laboratorio di una nuova strategia di destabilizzazione

La stampa internazionale è cauta nel riferire quanto accade in Bolivia. Descrive il rovesciamento del presidente Evo Morales, parla di un ennesimo colpo di Stato, ma non riesce a inquadrare quel che sta davvero succedendo. Non si accorge del nascere d’una nuova forza politica, finora sconosciuta in America Latina. Secondo Thierry Meyssan, se le autorità religiose del continente non si assumeranno subito le proprie responsabilità, niente riuscirà a impedire il dilagare del caos.

Continue reading “Bolivia, laboratorio di una nuova strategia di destabilizzazione” »

Share Button

Cubainformacion: da Rambo a Jack Ryan


Ieri Rambo, oggi Jack Ryan: industria culturale per la guerra

 

Alla fine degli anni ’80, la propaganda antisovietica veniva, dagli USA, per mano del personaggio di Rambo.

Combatteva “l’invasione russa” in Afghanistan, insieme ai freedom fighters di allora, in seguito noti come…”talebani”.

Continue reading “Cubainformacion: da Rambo a Jack Ryan” »

Share Button

La mal chiamata Radio Martí (RM) celebra 34 anni di violazioni e fallimenti

Omar Pérez Salomón https://lapupilainsomne.wordpress.com.

Il 20 maggio 1985, dopo un contorto percorso di formali dispute legislative, iniziò le sue trasmissioni una emittente anti-cubana con il nome dell’apostolo dell’indipendenza di Cuba; materializzando una nuova aggressione contro la sovranità dello spazio radioelettrico cubano.

Continue reading “La mal chiamata Radio Martí (RM) celebra 34 anni di violazioni e fallimenti” »

Share Button

Trump vs Putin in Venezuela

Angel Guerra Cabrera http://www.cubadebate.cu

La Russia “deve lasciare il Venezuela” e per ottenerlo “tutte le opzioni sono sul tavolo”, ha dichiarato il presidente Donal Trump dalla Casa Bianca mercoledì 27 marzo. Accanto a lui, visitatrice d’onore, la moglie del super pagliaccio Juan Guaidó, il più servizievole e scolorito della legione dei lacchè del Gruppo di Lima. Un altro segno che gli USA, a seguito della crisi di egemonia, tenta di ripristinare la famigerata Dottrina Monroe, come hanno ribadito vari dei suoi portavoce ufficiali.

Continue reading “Trump vs Putin in Venezuela” »

Share Button

La guerra dei Contra di Trump in America Latina

Wayne Madsen SCF – http://aurorasito.altervista.org

Una storia largamente ignorata, riportata dalla rivista libanese “al-Shirah” il 3 novembre 1986, presto sbocciò in un grande scandalo che coinvolse la vendita segreta di armi nordamericane al governo dell’Iran e la fornitura illegale di armi ai ribelli di destra nicaraguensi.

Continue reading “La guerra dei Contra di Trump in America Latina” »

Share Button

Via libera al Titolo III?

Dalia González Delgado – www.cubahora.cu

“È il tipo di uomo con cui mi piacerebbe stare nell’Armageddon”; così, una volta, ha elogiato John Bolton, l’ex senatore Jesse Helms, promotore al Congresso di una legge che codificava il blocco contro Cuba nel 1996, la Helms-Burton. I legami tra i due politici erano stretti. Dicono che Helms, uno dei più importanti conservatori della storia recente USA, sponsorizzò l’ascesa di Bolton al Dipartimento di Giustizia durante la presidenza di Ronald Reagan.

Continue reading “Via libera al Titolo III?” »

Share Button

Grenada: ottobre 1983-ottobre 2018, memoria di una invasione

35 anni fa, il 25 ottobre del 1983, il presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan, con l’attiva partecipazione dei suoi alleati nella regione caraibica, la Reubblica Dominicana , Barbados e Giamaica, in particolare, decise l’invasione di Grenada ( una piccola isola dei Caraibi) con più di 8000 soldati di forze di terra, mare e aria.

A cura di Enrico Vigna https://www.lantidiplomatico.it

Continue reading “Grenada: ottobre 1983-ottobre 2018, memoria di una invasione” »

Share Button

USA e l’esodo centroamericano

Ángel Guerra Cabrera  https://lapupilainsomne.wordpress.com

L’esodo di centroamericani, principalmente verso gli USA, è stato reso visibile dall’attuale carovana che attraversa il Messico, ma è un fenomeno di lunga data.

Continue reading “USA e l’esodo centroamericano” »

Share Button

Donald Trump: L’arte di mentire, il peggiore stile di Hollywood

Rolando Pérez Betancourt

«Si deve avere buona memoria dopo aver mentito».

La frase è di Pierre Corneille (1606-1684), poeta e drammaturgo francese, autore di una delle migliori commedie di tutti i tempi “Il Bugiardo”, con un personaggio, Dorante, che appartiene alla vasta galleria dei ciarlatani dell’immaginazione che vanno per la vita cercando d’ottenere quello che vogliono a base d’immaginazione e menzogne.

Continue reading “Donald Trump: L’arte di mentire, il peggiore stile di Hollywood” »

Share Button

I padrini della contra nicaraguense (parte II)

M. Angel García Alzugaray http://razonesdecuba.cubadebate.cu

La storia dell’ingerenza USA in Nicaragua risale al 1854, quando la potenza del Nord bombardò e distrusse il porto di San Juan del Norte con il pretesto di una tassa ufficiale allo yacht del suo rappresentante Cornelius Vanderbilt, ancorato lì.

Continue reading “I padrini della contra nicaraguense (parte II)” »

Share Button

Cubainformacion: resuscitare un morto


Trump vuole resuscitare Radio e TV Martí, morti che a Cuba nessuno sente né vede?

 

Donald Trump continua a collocare falchi nei posti chiave della sua politica verso Cuba.

L’ultimo, Tomás Pedro Regalado, nuovo capo dell’Ufficio delle Trasmissioni verso Cuba, l’entità che dirige Radio e TV Martí, canali di propaganda istituzionale della Casa Bianca.

Continue reading “Cubainformacion: resuscitare un morto” »

Share Button

La Guerra Non Convenzionale ritorna in Nicaragua, 30 anni dopo

Massimo Ramírez Samper http://www.cubadefensa.cu

Le proteste sono iniziate il 18 aprile. Un giorno dopo sono apparse le manifestazioni violente, saccheggi di negozi, assalti. Violenza, morti, feriti -tutto in una volta- in diverse città del paese.

La stampa reazionaria, all’interno e all’esterno del Nicaragua, ha efficacemente compiuto la sua missione: il governante Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale (FSLN) stava “reprimendo pacifici manifestanti”, violando la libertà di riunione e di espressione dei suoi cittadini. Ancora una volta i diritti umani come pretesto per l’ingerenza negli affari interni di un paese.

Continue reading “La Guerra Non Convenzionale ritorna in Nicaragua, 30 anni dopo” »

Share Button

Il Nicaragua e la mafia di Miami

Francisco Arias Fernández http://razonesdecuba.cubadebate.cu

Nel 2016, da Miami tornarono ad ascoltarsi minacce di guerra quando le strade del Nicaragua erano un esempio regionale di sicurezza, pace e prosperità; dove un popolo molto laborioso e pacifico mostrava orgoglioso i progressi socio-economici degli ultimi anni di governo sandinista, che aveva ottenuto la concordia nazionale dopo i peggiori esperimenti bellici USA in America Centrale, che comprese operazioni segrete con la partecipazione di mafiosi, ufficiali dei servizi segreti e personale militare USA; un’associazione tristemente famosa nei crimini contro Nostra America.

Continue reading “Il Nicaragua e la mafia di Miami” »

Share Button

L’insopportabile sopravvivenza del Governo Bolivariano

di Atilio Boron

Per una comprensione approfondita di ciò che è accaduto in Venezuela negli ultimi anni è importante leggere, come introduzione, queste poche righe:

“Coloro che si trovano a Miami dicevano … che per ricostruire il paese, bisognava prima buttarlo giù: l’economia doveva essere affondata, la disoccupazione doveva essere massiccia, il governo doveva essere eliminato e doveva essere messo al potere un “buon” funzionario per avviare una pulizia completa uccidendo trecento, quattrocento o cinquemila persone. … Chi sono questi pazzi e come si comportano? … I più importanti sono sei (imprenditori) immensamente ricchi … che tramano, organizzano costantemente incontri e danno istruzioni a XX”.

Continue reading “L’insopportabile sopravvivenza del Governo Bolivariano” »

Share Button

Il lato obamista di Donald Trump in America Latina

Iroel Sánchez http://espanol.almayadeen.net

Donald Trump né innova, né agisce sulla difensiva, neppure ha rinunciato ad uno solo degli scopi che si tracciò da quando era candidato ad occupare l’Ufficio Ovale della Casa Bianca, neppure si distanzia dagli obiettivi strategici in quello che gli USA hanno sempre considerato il loro “cortile”, come lo ha chiamato non Rex Tillerson, ma il segretario di Stato obamista John Kerry.

Continue reading “Il lato obamista di Donald Trump in America Latina” »

Share Button