Tag Archives: Sergio Alejandro Gómez

Blocco: multa a banca francese

Banca francese pagherà più di un miliardo di $ per aver violato le sanzioni USA contro Iran, Sudan e Cuba

Sergio Alejandro Gómez

La banca francese Société Générale S.A. ha accettato di pagare 1 miliardo e 340 mila $ alle autorità USA come parte di un lungo processo giudiziario per presunta violazione delle sanzioni extraterritoriali di Washington contro Cuba, Iran e Sudan, tra altri paesi.

Continue reading “Blocco: multa a banca francese” »

Share Button

Diritti Umani: cinque domande e risposte

Cuba presenta la sua analisi sui diritti umani

Sergio Alejandro Gómez http://www.cubadebate.cu

Cuba si presenterà per la terza volta all’Esame Periodico Universale (EPU) sui Diritti Umani il 16 maggio, quando potrà mostrare alla comunità internazionale i suoi progressi in questa materia negli ultimi cinque anni.

Continue reading “Diritti Umani: cinque domande e risposte” »

Share Button

Premi, provocazioni e idee fallite

Almagro è più interessato al trambusto che al ritornare nella Maggiore delle Antille, un paese che conosce bene. Ma deve aver chiaro che né l’OSA, né alcuno dei suoi funzionari, tanto meno coloro che tradiscono i principi etici elementari, sono stati o saranno mai benvenuti nella Cuba rivoluzionaria di Fidel

Sergio Alejandro Gómez http://www.granma.cu

Chiunque senta il nome di “Rete Latinoamericana di Giovani per la Democrazia” pensa, come reazione, ai recenti colpi di stato sotto copertura contro governi sovrani, i pacchetti di misure neoliberali applicati a scapito delle maggioranze o le proteste per la galoppante corruzione nella regione.

Continue reading “Premi, provocazioni e idee fallite” »

Share Button

La nave da crociera USA senza neanche un turista a bordo

Sergio Alejandro Gómez https://nostramerica.wordpress.com

f0059265I nostri mezzi di informazione ci hanno bersagliato con l’arrivo della nave da crociera Adonia all’Avana. Poco o niente ci avevano detto sulla straordinaria manifestazione per il Primo Maggio nella Plaza de la Revolución. Non è una scelta innocente, è strategia: la partecipazione del popolo cubano ad una significativa manifestazione di cui è protagonista il popolo lavoratore è una conferma del consenso di cui gode il governo di Raúl Castro. L’arrivo di una nave statunitense con 700 selezionate persone a bordo, può essere spacciato come un punto a favore delle libertà e del benessere USA rispetto alla dittatura castrista. Modestamente, il quotidiano Granma ci racconta come stanno le cose.

Continue reading “La nave da crociera USA senza neanche un turista a bordo” »

Share Button