Tag Archives: terrorismo

Se ha intenzione di mitragliare un’ambasciata, non tossisca!

 o sarà imprigionato come terrorista

A Cuba eccedono ragioni per esigere l’assunzione di una postura trasparente e ferma da parte della Casa Bianca, che impedisca la ripetizione di questo tipo di azioni violente, con una lungo, noto e triste curriculum.

Raúl Antonio Capote  www.granma.cu

Continue reading “Se ha intenzione di mitragliare un’ambasciata, non tossisca!” »

Share Button

Il terrorismo imperialista del XXI secolo contro Cuba

Stella Calloni, https://solidaria.info

Nella mattinata dello scorso 30 aprile, gli abitanti del quartiere di Adams Morgan, dove si trovano gli uffici diplomatici di diversi paesi a Washington, sono stati svegliati da una raffica di spari contro l’edificio dell’Ambasciata cubana, situato nella 2630 della 16th Street Northwest; un attacco terroristico nonostante la sorveglianza che circonda il luogo.

Continue reading “Il terrorismo imperialista del XXI secolo contro Cuba” »

Share Button

In che modo il silenzio ufficiale spiega la trama dell’attentato terrorista?

Ogni giorno di silenzio pubblico sull’atto perpetrato contro l’Ambasciata cubana a Washington, da un individuo che si è confessato pronto ad uccidere, “è un giorno che dimostra la complicità dell’attuale amministrazione USA in relazione a detto evento”

Autore: Raúl Antonio Capote  www.granma.cu

Continue reading “In che modo il silenzio ufficiale spiega la trama dell’attentato terrorista?” »

Share Button

Ricordi del terrorismo yankee

Angel Guerra Cabrera www.cubadebate.cu

La Sicurezza di Stato di Cuba ha documentato 581 aggressioni in 41 paesi contro rappresentanze dell’isola all’estero. Qui parlo di due che mi hanno toccato affettivamente da vicino.

La bomba ad alta potenza esplose nell’ambasciata di Cuba a Lisbona intorno alle 5 del pomeriggio, quando vi stavano entrando i piccoli figli dei diplomatici cubani che tornavano da scuola. Come un fulmine, colpì Adriana Corcho Calleja ed Efrén Monteagudo Rodríguez, 35 e 33 anni, funzionari della sede diplomatica.

Continue reading “Ricordi del terrorismo yankee” »

Share Button

La victima y el verdugo – La vittima e il boia, o anche del bue e dell’asino

di Aquíno S.R.N.C.

La notte del passato 30 di aprile 32 colpi di fucile d’assalto Ak 47 colpivano la facciata della sede della ambasciata della Repubblica di Cuba a Washington. Non si riportavano feriti, ma l’episodio si sarebbe potuto convertire in una strage. L’attentatore, quello che successivamente si è voluto far passare come un autore isolato, è stato catturato dopo pochi minuti dalla polizia locale e da agenti del servizio segreto degli Stati Uniti.

Continue reading “La victima y el verdugo – La vittima e il boia, o anche del bue e dell’asino” »

Share Button

Venti giorni di silenzio complice

Venti giorni dopo l’azione terrorista contro l’Ambasciata cubana a Washington, né il fatto in sé né le reiterate dichiarazioni del Governo dell’Isola domandando spiegazioni ufficiali da parte del paese dove ‘è avvenuto il pericoloso attacco costituiscono la notizia più importante.

Raúl Antonio Capote  http://it.granma.cu

Continue reading “Venti giorni di silenzio complice” »

Share Button

Cuba ed USA: condotte differenti nella battaglia contro il terrorismo

Orestes Hernández   www.cubadebate.cu

Nel memorandum della Corte del Distretto di Columbia (Washington DC), che fa parte dell’indagine della polizia USA contro il cittadino di origine cubana Alexander Alazo, autore dell‘attacco terroristico con un fucile automatico alla sede diplomatica di Cuba, lo scorso 30 aprile, si riconosce esplicitamente che questi ha visitato diverse agenzie federali, (supponiamo associate all’applicazione della legge, ossia di sicurezza nazionale), per esporre la presunta persecuzione di cui si credeva vittima da parte del governo cubano e, sicuramente, ha dato indizi sulla sua decisione di agire, come Alazo stesso ha dichiarato agli ufficiali dei Servizi Segreti che lo hanno interrogato in base al menzionato documento.

Continue reading “Cuba ed USA: condotte differenti nella battaglia contro il terrorismo” »

Share Button

Commesse 580 aggressioni contro missioni cubane all’estero

www.granma.cu

Una parte significativa delle aggressioni ha avuto luogo nel periodo 1959-2018, in 41 paesi, ed includono azioni contro rappresentanze ed obiettivi di nazioni che mantengono relazioni diplomatiche con Cuba.

Il Centro d’Indagini Storiche per la Sicurezza dello Stato (CIHSE) ha documentato 581 aggressioni contro missioni cubane all’estero, una cifra rappresentata nella Sala della CIA, all’interno del Memoriale della Denunciai, situato a L’Avana. Questo curriculum è stato superato, negli ultimi anni, da nuovi eventi, come quello che si è verificato il 30 aprile contro l’ambasciata del nostro paese a Washington.

Continue reading “Commesse 580 aggressioni contro missioni cubane all’estero” »

Share Button

Sette anni di operazioni mercenarie contro il Venezuela

una cronologia di tutti i piani smantellati

https://medium.com/@misionverdad2012

Con l’assunzione di Nicolás Maduro come presidente del Venezuela, è iniziata un’epoca di destabilizzazione senza precedenti nella nostra storia contemporanea, con attori interni ed esterni che hanno propalato un conflitto irregolare, di carattere terroristico e non convenzionale, che hanno avuto come obiettivo il cambio di regime e l’assassinio dei principali dirigenti del chavismo.

Continue reading “Sette anni di operazioni mercenarie contro il Venezuela” »

Share Button

Il terrorismo non è un disturbo mentale

Se gli spari dello scorso 30 aprile contro l’Ambasciata cubana a Washington avessero riempito la Casa Bianca di buchi (una realtà che non desideriamo per nessuno), allora l’attaccante non avrebbe, oggi, un ampio foglio clinico psicologico o psichiatrico. Anche se fosse stato un pazzo scatenato non lo racconterebbe.

Oscar Sánchez Serra www.granma.cu

Continue reading “Il terrorismo non è un disturbo mentale” »

Share Button

Terrorismo Nunca Mas

Share Button

Deliri trumpisti anti-cubani

Ángel Guerra Cabrera – www.jornada.com.mx

Con inaudito cinismo, il governo Trump ha rimesso Cuba nella sua lista di paesi che non collaborano nella lotta al terrorismo. Inclusa, ingiustamente, per 33 anni nella lista, l’isola era stata ritirata, nel 2015, dal presidente Obama come parte delle disposizioni che prese per iniziare a normalizzare le relazioni con l’isola.

Continue reading “Deliri trumpisti anti-cubani” »

Share Button

Operazione Gedeon: i legami di Juan Guaidó con il narcotraffico

Franco Vielma  https://medium.com/@misionverdad2012

I dettagli della fallita “Operazione Gedeon”, sviluppata attraverso l’introduzione di mercenari in Venezuela, rivelano il ruolo del denaro proveniente dal narcotraffico internazionale nella costruzione del suo apparato logistico.

Quando il governo USA ha deciso dare “corpo legale” all’esternalizzazione della guerra in Venezuela, una volta che il Dipartimento di Giustizia USA colloca un prezzo sulla testa del presidente Nicolás Maduro, Diosdado Cabello e parte del suo gruppo ministeriale e militare, era evidente che i nordamericani avevano già progettato uno schema di destabilizzazione e l’avvento di un conflitto irregolare nel bacino dei Caraibi.

Continue reading “Operazione Gedeon: i legami di Juan Guaidó con il narcotraffico” »

Share Button

Incursión militar en Venezuela: ¿quién está detrás de Gedeón?

Share Button

Immorale!

Il governo USA include Cuba nella sua falsa lista di paesi che non collaborano nella lotta al terrorismo

www.cubadebate.cu

Questo mercoledì il Dipartimento di Stato USA ha incluso Cuba nella lista nera dei paesi che non collaborano alla lotta contro il terrorismo.

La maggiore delle Antille non era in questa lista, che comprende Iran, Corea del Nord, Siria e Venezuela, dal 2015, quando è stata rimossa dall’amministrazione Obama, dopo essere stata inclusa per 33 anni.

Continue reading “Immorale!” »

Share Button