Nota ufficiale

 

15 giugno 2009

 

Domenica 14 il Laboratorio di Virologia del IPK ha confermato i casi numero otto e nove dell’Influenza A (H1N1) associati all’attuale epidemia mondiale.

 

Il primo č un bambino cubano di dodici anni, residente a Tampa, in Florida,  giunto a Cuba il 7 giugno, che presentava i sintomi della malattia, riconosciuti durante una ricerca a domicilio realizzata nel municipio  Habana del Este.

 

Immediatamente č stato ricoverato ed č assistito con la terapia stabilita. 

 

Le sue condizioni sono buone e risponde alla terapia in modo molto favorevole.   

 

Il nono caso č quello di un bambina canadese di quattro anni, giunta ad Holguín con i genitori l’11 giugno, cheč stata ricoverata nell’ospedale provinciale pediatrico il 7 giugno, perchč presentava febbre, la gola arrossata  e malessere in generale. La bambina risponde bene al trattamento, riceve assistenza e le cure previste.

 

Nei due casi si stanno realizzando tutte le investigazioni epidemiologiche corrispondenti ai contatti con i pazienti, che non presentano sintomi e prendono un antivirale specifico come profilassi.

 

Sino ad oggi sono stati confermati nove casi d’Influenza A (H1N1), tutti in persone provenienti dall’estero. 

 

Questo rafforza l’importanza della vigilanza attiva per evitare epidemie e trasmissioni locali della malattia, com’č avvenuto in questi 53 giorni d’epidemia mondiale.

 

Per tutto questo si reitera l’importanza della vigilanza  clinico epidemiologica a tutte le persone provenienti dell’estero, per dieci giorni dopo il loro arrivo nell’Isola; di fronte a quadri febbrili o catarrali e per le persone ed i loro contatti in Cuba, che si devono presentare immediatamente al policlinico piů vicino o andare nell’installazione sanitaria corrispondente.

 

Ministero di Salute Pubblica
15 giugno del 2009