HOME TERRORISMO

IL TRADUTTORE SI SCUSA PER GLI ERRORI

 

Assoluta impunitÓ

 

A Miami l'assassino Novo Sampol giura

che non rinuncia alla violenza

 

24 giugno 2010 - J.G.Allard www.granma.cubaweb.cu

 

 

Guillermo Novo Sampol, il sicario che la CIA ha utilizzato per anni per eseguire lavori sporchi contro Cuba negli Stati Uniti, come in altre parti del continente, giura che non rinuncerÓ alla violenza e al terrorismo e che non chiede perdono a nessuno per i suoi crimini.

 

In un'intervista concessa a CubaNews, un bollettino specializzato pubblicato in Wheaton (Maryland) , Novo - che fu con suo fratello Ignacio, Gaspar JimÚnez Escobedo, Pedro Remon, Dionisio Sußrez, Virgilio Paz , Luis Posada Carriles e altri, uno dei sicari pi¨ sanguinari che l'intelligence degli Stati Uniti impieg˛ contro Cuba -  afferma di non avere rimorso alcuno per quello che fece: "Io continuo a credere che questa sia la via╗ ripete.

Vivendo a Miami, dove beneficia dell'impunitÓ concessa dall'FBI per i terroristi cubano-americani si rammarica apertamente del fatto che non si Ú riusciti, in cinque decenni, ad assassinare i leader della Rivoluzione;  valutando ci˛ come un fallimento.

 

Ritiene che il "movimento" dei cosiddetti "dissidenti" - orientato e finanziati a Cuba dalla CIA attraverso l'USAID - Ŕ "debole".

 

"Sono un po'confusi", " vivono in un continuo lavaggio del cervello e non sono esposti a idee diverse" ha detto il delinquente, che emigr˛ negli Stati Uniti all'etÓ di 15 anni e fece immediatamente parte della ragnatela CIA di gruppi terroristi anti-cubani.

 

Novo Sampol Ŕ stato condannato per terrorismo, insieme a Posada Carriles, nel 2004 a Panama, dove ha tentato di fare esplodere, con diversi chili di C-4, un anfiteatro pieno di studenti e attivisti di gruppi popolari, che erano andati a sentire il leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro Ruz .

 

In un'altra parte di questa intervista, concessa al giornalista Tracey Eaton, il killer della CIA ricorda come suo padre, un immigrato spagnolo, rappresentante a Cuba del fabbricante USA di cosmetici Max Facto, morý nell'esplosione della caldaia di un vicino, che produceva colla per scarpe.

 

Novo Sampol non ha dettagliato il suo coinvolgimento in una serie di atti terroristici , ma enumer˛ quelli che ritiene gesta dei suoi complici, che sono stati addestrati, finanziati e guidati dalla CIA, nel quadro del Piano Cuba, ordinato dal presidente USA Eisenhower giÓ nei primi mesi della Rivoluzione.

 

Partecip˛ all'attentato contro le Nazioni Unite, quando lui e suo fratello Ignacio, spararono, senza successo, un colpo di bazooka contro l'organizzazione mondiale, mentre il C.te Che Guevara teneva un discorso all'Assemblea Generale. Arrestato dalla polizia locale, fu rilasciato con il pretesto che non era stato "informato dei suoi diritti".

 

Come leader del cosiddetto Movimento Nazionalista Cubano , Ŕ stato anche coinvolto nell'assassinio dell'ex ministro degli esteri cileno Orlando Letelier, nel settembre 1976 a Washington, ed in decine di azioni criminali contro gli interessi cubani nel mondo.

 

Durante l'intervista, Novo ha omesso di fare riferimento al suo coinvolgimento in operazioni della CIA nel Cono Sud, nel Piano Condor, in cui fu utilizzato come un terrorista ed assassino.

 

In Argentina, quando i militari torturatori della sinistra "officina" di Automotori Orletti invitarono i loro "colleghi" dell'intelligence degli Stati Uniti , la CIA design˛ cubani di Miami, tra i quali Novo Sampol, che portava la cosiddetta "guerra per le strade del mondo", realizzando attentati e assassini in vari paesi, con il CORU - la Coordinazione delle Organizzazioni Rivoluzionarie.

 

Quando questi stessi argentini sequestrarono due diplomaticiCresciencio y Jesus cubani Crescencio Gala˝ega Hernandez , 26 anni, e Jes˙s Cejas Arias , di 22, il 9 agosto 1976 , l'FBI e la CIA inviarono Novo Sampol,  in Argentina, per interrogarli - anche se era in libertÓ vigilata! - accanto all'agente cileno Michael Townley, ora rifugiato a Miami.

 

I due giovani cubani scomparvero per sempre. Si dice che i loro corpi siano stati gettati nelle fondamenta di un edificio allora in costruzione.

 

Novo Sampol non Ŕ stato mai interrogato dalle autoritÓ giudizialiNovo in galera nel 1969 statunitensi su questo orribile crimine, anche se alcuni militari pentiti hanno offerto le loro testimonianze sui fatti nel corso delle indagini ufficiali in Argentina, tra loro l'ex capo della DINA cilena, il generale Manuel Contreras Sepulveda, in dichiarazioni davanti alla giudice argentina Maria Cervini de CubrÝa.

 

Il terrorista ha confessato che mantiene relazioni costanti  con Posada Carriles.

 

Egli ritiene che non dovrebbe essere perseguito penalmente. "Quanti cubani vengono qui illegalmente e ricevono asilo politico il giorno dopo?" domanda, affermando sfacciatamente che il terrorista ottuagenario non ha nulla a che fare con la distruzione in volo, nel 1976, di un aereo cubano che caus˛ la morte dei suoi 73 passeggeri e dell'equipaggio.

 

"E' un uomo allegro" dice il sicario, ora 65enne.

 

Le incendiarie dichiarazioni di Novo, fatte nel suo domicilio della mafiosa Miami, si producono mentre cinque cubani che si erano infiltrati nelle file dei circoli terroristi cubano americani, come quelli componenti Novo, sono tuttora sequestrati nelle carceri USA.