Category Archives: – sovversione

In breve: Processo ai fondi avvoltoio a Londra

Durante questa settimana e la prossima, si terrà presso l’Alta Corte d’Inghilterra e Galles, con sede a Londra, Regno Unito, l’udienza corrispondente a una causa intentata da un fondo avvoltoio contro la Banca Nazionale di Cuba e la Repubblica di Cuba. Il processo è incentrato su una declinazione della giurisdizione. In altre parole, sarà il tribunale inglese a stabilire se l’attore sia o meno un legittimo creditore delle Grandi Antille.

Continue reading “In breve: Processo ai fondi avvoltoio a Londra” »

Share Button

Le proteste corporative costituiscono la nuova agenda di conflitto?

misionverdad.com

Le mobilitazioni corporative iniziate con forza quest’anno cercano di presentarle con un unico sfondo e contesto: la precarietà della vita e il tragico deprezzamento del valore del salario in valuta internazionale. Ma, è impossibile ipotizzare che dietro questo processo ci siano altri elementi che possano suggerire l’idea di una nuova agenda di conflitto stia prendendo forma in un momento in cui, dopo diversi anni, i partiti politici di opposizione hanno raggiunto il loro punto storico più basso?

Continue reading “Le proteste corporative costituiscono la nuova agenda di conflitto?” »

Share Button

La traccia degli USA nel patrocinio delle ONG internazionali

misionverdad.com

Le organizzazioni che orbitano attorno al tema dei “diritti umani” e della “democrazia”, ​​e che si autodefiniscono indipendenti, sono, in realtà, solo un altro braccio dell’imperialismo USA. È una realtà che, da questa tribuna, è stata affrontata in più occasioni, soprattutto per il ruolo che hanno giocato nei piani di intervento straniero contro il Venezuela.

Continue reading “La traccia degli USA nel patrocinio delle ONG internazionali” »

Share Button

Democrazia a rischio

Created with GIMP

Frei Betto

Non sbagliamoci ancora: la nostra fragile democrazia continua da essere a rischio. Ricordo il governo di João Goulart nei primi anni ’60 e le sue dichiarazioni che avrebbe attuato riforme fondamentali. Le leghe Contadine sollevavano i nord-orientali. I sindacati  difendevano con ardore i diritti acquisiti durante la presidenza Vargas. L’Unione Nazionale degli Studenti era temuta per il suo potere di mobilitazione della gioventù.

Continue reading “Democrazia a rischio” »

Share Button

La fine dell’interim di Guaidó, un episodio “nefasto e tragicomico”.

Claudia Fonseca Sosa, Juan Emilio Calvo Ochoa, Elio Emilio Perera Pena

Nel dicembre 2022, i partiti di opposizione venezuelani hanno votato – con 72 voti favorevoli, 29 contrari e 8 astenuti – per eliminare il “governo ad interim”, istituito nel 2019, e guidato dall’ex deputato dell’opposizione Juan Guaidó.

Continue reading “La fine dell’interim di Guaidó, un episodio “nefasto e tragicomico”.” »

Share Button

Confessione di Mike Pompeo

Rete Solidarietà Rivoluzione Bolivariana

L’ex segretario di Stato di Donald Trump, Mike Pompeo, ha pubblicato questa settimana il libro “Never Give An Inch” (Non mollare mai un centimetro), in cui fornisce dettagli sui piani orditi dall’allora consigliere per la sicurezza, John Bolton e dal presidente Trump per rovesciare il presidente socialista venezuelano Maduro attraverso una invasione militare e finanziamenti miliardari alla destra golpista di quel paese.

Continue reading “Confessione di Mike Pompeo” »

Share Button

Il fine perseguito è quello di strangolare Cuba

Arthur González

Coloro che vivono, da 64 anni, della questione controrivoluzionara, arricchendosi e raggiungendo posizioni politiche negli USA, ora corrono a Londra per cercare di trasformare un processo finanziario in politico, il tutto con il preciso obiettivo di danneggiare ulteriormente l’economia cubana, che soffre il peggiore e spietato blocco economico, commerciale e finanziario della storia.

Continue reading “Il fine perseguito è quello di strangolare Cuba” »

Share Button

Perché l’oro venezuelano è ancora congelato nella Banca d’Inghilterra?

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 75

John McEvoy

Alla fine di dicembre 2022, i principali partiti venezuelani hanno votato per destituire Juan Guaidó da “presidente ad interim” e dissolvere il suo governo parallelo.

Chiaramente questa non era la fine sperata dal governo del Regno Unito (RU).

Continue reading “Perché l’oro venezuelano è ancora congelato nella Banca d’Inghilterra?” »

Share Button

La CELAC e la ribellione peruviana

Angel Guerra Cabrera

Riguardo alla vigorosa ribellione peruviana, credo sia essenziale sottolineare il ruolo decisivo dei popoli e delle loro lotte politiche e sociali nella gestazione e nell’avanzamento dei governi progressisti. Allo stesso modo in cui questo progresso è stato essenziale nella generazione di un’architettura di organizzazioni regionali o subregionali, tra cui la CELAC, che cercavano l’unità e l’integrazione dell’America Latina e dei Caraibi.

Continue reading “La CELAC e la ribellione peruviana” »

Share Button

Cambio nella strategia USA e trasformazione del MC-21N

 in un’organizzazione terroristica per la destabilizzazione del Venezuela

Katu Arkonada

Il 5 marzo 2022, anniversario della morte del Comandante Hugo Chávez (niente è un caso), è arrivata a Caracas una delegazione del governo USA. Gli emissari di Joe Biden avevano un obiettivo chiaro: data l’impossibilità di garantire l’approvvigionamento di petrolio a causa del conflitto tra USA/NATO e Russia, con l’Ucraina per procura, volevano negoziare la riduzione delle sanzioni all’industria petrolifera venezuelana e l’ingresso in quel mercato della statunitense Chevron.

Continue reading “Cambio nella strategia USA e trasformazione del MC-21N” »

Share Button

Cuba è vittima, non carnefice

Arthur González

Dagli USA si pretende cambiare la storia delle relazioni con Cuba e vendersi come vittime della Rivoluzione cubana, quando realmente il governo yankee ha fatto l’impossibile per evitare il trionfo di Fidel Castro, il che dimostra la menzogna di responsabilizzare le nazionalizzazioni delle compagnie yankee come la causa dello scontro tra le due nazioni.

Continue reading “Cuba è vittima, non carnefice” »

Share Button

Il corto circuito simbolico della Vecchia Europa

Geraldina Colotti

Davanti all’ambasciata del Brasile in Italia, un gruppo di persone staziona sotto gli occhi dei turisti incuriositi. Attende il ritorno della delegazione di deputati, salita a consegnare una lettera di sostegno a Lula all’ambasciatore brasiliano. In piazza ci sono parlamentari del Pd, di Sinistra Italiana, esponenti di Rifondazione Comunista, dell’associazionismo e dei movimenti di solidarietà. Un’attivista dei Sem Terra esprime ripudio per l’attacco alle tre principali istituzioni compiuto dai sostenitori di Bolsonaro, il giorno prima, 8 gennaio. “No al golpe in Brasile. No al fascismo in Brasile”. Tutti sembrano convenire, con qualche riferimento a quel che succede in Italia, dove “un governo erede dei fascisti”, è stato votato a cento anni dalla marcia su Roma.

Continue reading “Il corto circuito simbolico della Vecchia Europa” »

Share Button

Dall’ALCA alla CELAC, l’interferenza USA non si ferma

di Katu Arkonada

È evidente quanto sia importante per il governo argentino che il Vertice CELAC abbia successo, poiché nel mezzo della delicata situazione politica interna che sta attraversando il Paese, con le elezioni presidenziali del 22 ottobre, che il Vertice e il trasferimento di la presidenza pro tempore (a Saint Vincent e Grenadine, paese membro dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA-TCP)) andranno bene, contribuirebbero a migliorare l’immagine dell’Argentina in tutta l’America Latina e nei Caraibi.

Continue reading “Dall’ALCA alla CELAC, l’interferenza USA non si ferma” »

Share Button

Maduro spiega la sua decisione

Share Button

Cuba. Di attacchi e fallimenti

Cosa c’è dietro la campagna di boicottaggio del turismo

Claudia Simon

Il turismo è il principale anello dell’economia cubana e dà lavoro a un grande settore della popolazione, sia in centri statali o privati. Pertanto, nessuno si stupisce che sia il bersaglio delle campagne, sia per spingerlo che per boicottarlo.

Continue reading “Cuba. Di attacchi e fallimenti” »

Share Button