Cuba difende la solidarietà e cooperazione

DI FRONTE ALLE SFIDE ED ALLE MINACCE

 

Cuba è un esempio nelle sue azioni nelle organizzazioni multilaterali, nella difesa delle giuste cause, nella presentazione della sua esperienza nella lotta contro il COVID-19 e nel concretizzare l’appoggio basato sull’umanesimo e la solidarietà del suo popolo.

L’anno appena concluso sarà un punto di riferimento, non solo per il COVID-19, ma anche per le innumerevoli conseguenze della pandemia sull’ambiente sociale, economico e politico, quando la capacità di confronto non è centrata sull’esistenza dell’uomo e i profitti del mercato vengono incrementati.

Per il nostro paese rappresenta una sfida estremamente difficile, date le condizioni di crisi mondiale, il crescente blocco da parte dell’amministrazione USA uscente ed i fenomeni legati al cambiamento climatico, e le crescenti contraddizioni nel panorama internazionale.

Il confronto con una situazione così avversa ha messo alla prova le capacità creative e organizzative di un intero popolo intorno alla sua dirigenza politica, che ha saputo tenere alta la bandiera dell’umanesimo di fronte all’odio e all’individualismo.

Cuba è un esempio nelle sue azioni nelle organizzazioni multilaterali, nella difesa delle giuste cause, nella presentazione della sua esperienza nella lotta contro il COVID-19 e nel concretizzare l’appoggio basato sull’umanesimo e la solidarietà del suo popolo.

ALTRI RIFERIMENTI DI SOLIDARIETÀ

* Mercoledì 18 marzo 2020, la nave da crociera britannica MS Braemar ha ricevuto aiuti solidali da Cuba. Alcuni passeggeri sono stati infettati dal nuovo coronavirus e le autorità della nave hanno chiesto il permesso di sbarcare da diversi stati, compresi gli USA. Tuttavia, le loro richieste sono state respinte. Cuba li ha accolti e, più tardi, il suo governo ha rimandato in patria i turisti britannici, affinché ricevessero la giusta attenzione.

* Il 28 marzo 2020 la Maggiore delle Antille ha dato il suo aiuto ad un aereo della compagnia aerea Condor, che stava effettuando la traversata dal Nicaragua alla Germania. L’aereo stava effettuando un volo di salvataggio di 221 cittadini tedeschi verso il loro paese. Ha dovuto fare rifornimento per completare il suo itinerario. Il rappresentante della compagnia aerea ha contattato diversi aeroporti della regione che si sono rifiutati di farlo atterrare; alcuni sono stati chiusi a causa delle misure adottate da COVID-19, altri semplicemente si sono rifiutati di aiutare.

* Siamo disposti a condividere le nostre esperienze, a contribuire con consigli in campo epidemiologico e, allo stesso tempo, a mantenere l’offerta di borse di studio in medicina e altre specialità. Oggi ospitiamo 741 studiosi caraibici nel nostro Paese.

* Attualmente, 2048 medici, tecnici, infermieri, allenatori sportivi, ingegneri e insegnanti cubani lavorano in 19 paesi e territori dei Caraibi e sono disposti a continuare a collaborare in aree dove è necessario.

* Negli ultimi anni, decine di specialisti della regione sono stati formati nella gestione della risposta alle catastrofi naturali con la partecipazione della comunità scientifica cubana e dell’UNESCO. La Protezione Civile di Cuba e la Agenzia per la gestione delle emergenze dei disastri nei Caraibi hanno firmato un accordo per espandere e integrare i sistemi regionali di allarme rapido.

* Il Centro per la stimolazione dello sviluppo di bambini, adolescenti e giovani con bisogni educativi speciali, che abbiamo sviluppato insieme alla Guyana, può essere utilizzato da tutti i paesi della Caricom.

* Fonte: Discorso del Presidente Miguel Díaz-Canel al VII Vertice Virtuale di Caricom-Cuba

Il prestigio di una nazione

La gravità del momento attuale mostra chiaramente l’incapacità di affrontare le disuguaglianze economiche e sociali tra individui e persino tra Paesi come fenomeni isolati che dipendono solo da semplici ricette utilitaristiche.

L’attuazione di politiche integrali con l’uomo come priorità non può essere rinviata, senza che i vantaggi economici servano a misurare gli sforzi compiuti.

Lungo questo percorso, gli incontri nei meccanismi di partecipazione promossi dalle diverse forme di integrazione devono essere il quadro in cui i Paesi e le regioni dell’intero universo propongono i loro criteri, nonché i loro punti di forza e di debolezza nella realizzazione di programmi che consentano di raggiungere soluzioni possibili secondo le reali possibilità.

La promozione della cooperazione e della solidarietà, indipendentemente dal credo politico, religioso o sociale, deve diventare la strada da seguire per tutte quelle nazioni che sono veramente interessate e aspirano a vedere le generazioni future crescere in un mondo sempre più collaborativo e inclusivo.

Nonostante le campagne diffamatorie e le manovre USA

* Durante il mese di ottobre, la maggiore delle Antille è stata eletta da 170 membri delle Nazioni Unite (88%) al Consiglio per i diritti umani di questa organizzazione internazionale.

* Il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc), che assiste l’Assemblea Generale nella promozione della cooperazione e dello sviluppo economico e sociale internazionale, ha eletto Cuba nel suo Comitato di Programma e Coordinamento a settembre.

* In tale votazione, il nostro paese ha ottenuto il diritto di partecipare in qualità di membro ad organi sussidiari come la Commissione per la popolazione e lo sviluppo e i Consigli esecutivi del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) e l’Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi ai progetti (UNOPS).

Fonte: www.granma.cu

Traduzione: ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI AMICIZIA ITALIA-CUBA

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.