Il Partito unico deve rappresentare gli interessi di tutta la popolazione

Nell’ultima riunione del Burò Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, presieduta dal suo Primo Segretario, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, è stato presentato un documento che riassume le idee, i concetti e le direttive estratte dalla Relazione Centrale del 8º Congresso, dal discorso di chiusura e dai documenti approvati dalle commissioni di lavoro. Questo testo è stato al centro dell’incontro della direzione del paese con 2600 dirigenti di tutto il territorio nazionale.

Le parole di chiusura dell’incontro da parte del Primo Segretario, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, sono state una riflessione essenziale sul lavoro del Partito e la difesa della Rivoluzione nei tempi attuali, con le quali ha segnalato che nel processo di dibattito che si apre ora per la militanza e per tutto il popolo è necessario che ognuno interpreti «cos’è la continuità e cos’è l’unità e come di difende l’unità e come si difende la continuità. Se non lo facciamo così non comprenderemo l’8º Congresso», ha sottolineato.

«L’unità –ha precisato– è stata forgiata, difesa, consolidata dalla direzione  storica in tutti gli anni della Rivoluzione, ma ora ha un’esigenza nuova.

Il processo graduale mediante il quale la generazione storica ha consegnato le principali responsabilità del Partito, dello Stato e del Governo alle nuove generazioni necessita, per mantenere l’unità, l’autorità morale del Partito unico, che è quello che deve garantire questa unità rappresentando la nazione, ha affermato.

«È molto importante per mantenere l’unità –ed è un concetto del Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz– che un partito unico debba essere più democratico, dare più partecipazione, avere più consenso, lavorare di più nel collettivo».

Il Partito unico, ha dichiarato Díaz-Canel, «deve rappresentare gli interessi di tutta la popolazione».

L’autorità morale del Partito è essenziale per mantenere l’unità, ha reiterato il Primo Segretario, e una parte importante di questa autorità morale riposa nell’esemplarità dei militanti, perché sia anche  un valore condiviso da tutti i rivoluzionari e per tutta la nostra popolazione.

Díaz-Canel, a proposito dell’altro concetto essenziale che ha difeso: la continuità, ha sottolineato che dobbiamo difenderla con una visione integrale che comprende «consolidare l’autorità guadagnata dai meriti della generazione storica».

«Dobbiamo preservare la guida e l’autorità morale della nostra organizzazione, e questo è quello che da continuità», e questo comprende l’esemplarità nel concetto d’essere avanguardia politica.  La continuità generazionale è parte fondamentale dell’unità e per questo dobbiamo lavorare molto dal partito con i giovani», ha sottolineato.

Il Primo Segretario ha toccato un gruppo di temi e impegni relazionati con il lavoro del Partito, come la vita interna ed ha segnalato il concetto che lo sviluppo dell’economia nazionale con la lotta per la pace e la fermezza ideologica costituiscono le missioni principali dell’organizzazione, che sono anche priorità di oggi.

Il presente e il futuro del paese, la difesa della Rivoluzione e i nostri passi avanti  stanno in quel che siamo capaci di fare con le nostre forze senza rinunciare alla solidarietà con altri popoli, ha terminato.

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.