Venezuela denuncia sequestro da parte USA del diplomatico Alex Saab

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela denuncia il sequestro del diplomatico venezuelano Alex Saab, da parte del Governo degli Stati Uniti, in complicità con le autorità capoverdiane, che lo hanno torturato e tenuto arbitrariamente prigioniero per 491 giorni, senza mandato di arresto e senza giusto processo, violando così le leggi di Capo Verde e la Convenzione di Vienna.


Questo crimine è stato condannato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e da vari paesi del mondo.

L’informazione è stata confermata dai parenti del diplomatico a cui è stato recentemente impedito di entrare nel Paese.

Come è noto, Alex Saab è un rappresentante permanente del nostro governo nel Tavolo di dialogo che si svolge in Messico con l’opposizione venezuelana, grazie all’agevolazione del Regno di Norvegia e all’accompagnamento della Federazione Russa e del Regno dei Paesi Bassi, pertanto questo crimine mina anche il buon andamento dei negoziati.

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela ripudia questa grave violazione dei Diritti Umani nei confronti di un cittadino venezuelano, con il carico di diplomatico e rappresentante del nostro Paese nel mondo.

Si tratta di un fatto che costituisce un pericoloso precedente per il diritto internazionale. Riteniamo le autorità capoverdiane e il governo del presidente Biden responsabili della vita e dell’integrità fisica di Alex Saab e ci riserviamo di intraprendere come nazione sovrana tutte le azioni conseguenti.

Apprezziamo la solidarietà del nobile popolo di Capo Verde e dell’Africa, così come i movimenti sociali degli Stati Uniti e del mondo, che hanno alzato la voce contro questo crimine.

La lotta per la dignità di quest’uomo innocente, assistito e tutelato dal Diritto Internazionale, continua e si intensifica.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.