Category Archives: – storia

Fabio Di Celmo, colpevole d’amare Cuba?

Continue reading “Fabio Di Celmo, colpevole d’amare Cuba?” »

Share Button

Cuba approva la Dichiarazione dell’Avana

Acela Caner Roman-Eugenio Suarez Perez
http://www.granma.cu

dichiarazione1960Convocati dal leader della Rivoluzione cubana per dare risposta alla Dichiarazione di San José di Costarica, approvata dall’OSA nellai Ministri degli Esteri, fin dalle prime ore di venerdì 2 settembre 1960, decine di migliaia di uomini  e donne arrivati dagli angoli più remoti di Cuba cominciarono ad arrivare a l’Avana. Treni, camion, autobus, automobili, riempivano le strade di accesso alla capitale. Nel frattempo, i cittadini dell’Avana marciavano verso il luogo designato per la concentrazione.

Continue reading “Cuba approva la Dichiarazione dell’Avana” »

Share Button

Il caso Fabio Di Celmo: da 18 anni una vergogna italiana

http://amicuba.altervista.org

pag.-12-Fabio-Di-Celmo-184x300Proponiamo l’articolo apparso su El Moncada n° 2 /2012 per ricordare il caso Fabio Di Celmo e la vergognosa mancanza di attenzione che l’Italia ha riservato ai suoi famigliari. Da pochi mesi è morta la mamma di Fabio, nel giorno del compleanno di suo figlio.

4 settembre: sono trascorsi 15 anni dall’attentato a La Habana che mise fine alla vita di Fabio Di Celmo, un giovane imprenditore poco più che trentenne. Sulla sua vicenda, è stato steso un vergognoso velo d’indifferenza. L’Italia non solo non ha chiesto di poter processare il mandante, ma non ha  neppure fatto conoscere tramite i canali d’informazione la vicenda, tenendola praticamente segreta all’intero paese.

Continue reading “Il caso Fabio Di Celmo: da 18 anni una vergogna italiana” »

Share Button

Rispolverando vecchie strategie

Arthur Gonzalez – https://heraldocubano.wordpress.com

casto-obama strategyColoro che seguono attenzione la politica USA verso Cuba si rendono conto che l’amministrazione democratica di Barack Obama, ora esegue vecchi progetti che, all’epoca, non ebbero un consenso sufficiente. Decine di documenti declassificati lo confermano. Continue reading “Rispolverando vecchie strategie” »

Share Button

Storia di un vicino

Arthur Gonzalez – https://heraldocubano.wordpress.com

Enmienda_PlattLa vita non permette scegliere i genitori, fratelli o figli, quelli vengono senza sapere come saranno e dobbiamo accettarli con pregi e difetti. Qualcosa di simile accade con i vicini, coloro che possono diventare stretti familiari o convertirsi in eterni avversari che ti augurano il peggio e sono capaci di perdere perfino un occhio  per vederti cieco.

Continue reading “Storia di un vicino” »

Share Button

Basta menzogne

Arthur Gonzalez – https://heraldocubano.wordpress.com

war guerra psicologicaDal 1959 Cuba e il suo leader storico, Fidel Castro, hanno dimostrato piena disponibilità di raggiungere un’intesa con gli USA basata sul mutuo rispetto della sovranità, ciò che si è evidenziato in tutti gli incontri segreti tenutesi dall’amministrazione del presidente J.F. Kennedy ai più recenti con la presidenza di Barack Obama.

Continue reading “Basta menzogne” »

Share Button

Cubainformacion: media e Guantanamo

Share Button

Cubainformacion: media e Guantanamo

Come che Cuba accettò cedere la Base di Guantanamo? La distorsione della Storia trasformata in informazioni

José Manzaneda, coordinatore Cubainformación

guantanamo aquila USALa sezione TV del quotidiano spagnolo “El Pais” ha visitato la Base Navale di Guantánamo (1). Ma non per avvicinarsi agli orrori della prigione di alta sicurezza, ma per intervistare le/i cubane/i che, decenni fa, hanno deciso di rimanere e vivere nella Base e rompere con il loro paese.

Ma il più sorprendente del reportage è come il giornalista Carlos de Vega (2), -che, non a caso, fu per sette anni corrispondente di CNN Plus a Washington (3)- trasmetteva, senza batter ciglio, la storia ufficiale della Base di Guantanamo scritta…dai suoi occupanti.

Continue reading “Cubainformacion: media e Guantanamo” »

Share Button

Con l’OSA o senza OSA vinceremo la lotta

E.Suárez Pérez | A. Caner Román   http://www.granma.cu

OSA-fidelNell’agosto 1960, su richiesta del governo del Perù, l’OSA convocò la VII Riunione di Consultazione dei Cancellieri (Ministri degli Esteri) per i giorni dal 22 al 29 agosto a San José, Costarica. La richiesta del governo peruviano in realtà corrispondeva alla servile  posizione del presidente Manuel Prado, di fronte alle pressioni esercitate dal governo di Dwight Eisenhower.

Continue reading “Con l’OSA o senza OSA vinceremo la lotta” »

Share Button

Donne a Cuba: la Rivoluzione emancipatrice (Ip)

Salim Lamrani http://espanol.almayadeen.net

miliciana1Dal 1959 le nuove autorità guidate da Fidel Castro hanno posto i diseredati, in particolare le donne e le persone di colore, principali vittime delle discriminazioni inerenti a una società patriarcale e segregazionista, al centro del progetto riformatore. La Rivoluzione “degli umili, dagli umili e per gli umili” [1] doveva porre le basi di una nuova era egualitaria, libera dalle angustie delle ingiustizie legate alla storia e alle strutture sociali del paese.   Continue reading “Donne a Cuba: la Rivoluzione emancipatrice (Ip)” »

Share Button

Un impegno di luce

fidel-chavezIl Comandante in Capo Fidel Castro fu l’invitato speciale del presidente venezuelano Hugo Chávez alla trasmissione 231 del programma Alò Presidente, in onda dal municipio Sandino di Pinar del Rio.

Continue reading “Un impegno di luce” »

Share Button

Non epoca di cambiamenti ma cambiamento d’epoca

Ida Garberi corrispondente di Cubainformacion a Cuba

http://albainformazione.com

«Nella storia degli uomini ogni atto di distruzione trova la sua risposta, presto o tardi, in un atto di creazione».

(Eduardo Galeano)

derecha-latinoamericana-usaLa famosa frase del titolo, enunciato del presidente ecuadoriano Rafael Correa, oggigiorno, non è oramai qualcosa di profetico, bensì una realtà invariabile.

Continue reading “Non epoca di cambiamenti ma cambiamento d’epoca” »

Share Button

Unite, in quella parola: cubane

logoFMCPresso l’auditorium della Imprenta Nacional (stampa nazionale), il 23 agosto 1960, culminarono le azioni dirette ad unire le donne cubane in una sola organizzazione rivoluzionaria.

Con la presenza di vari gruppi femminili, tra i quali: Unità Femminile Rivoluzionaria, il Congresso delle Donne Latinoamericane, Colonna Agraria, i gruppi femminili del 26 Luglio e la Fratellanza delle Madri Cubane, si fece realtà il sogno d’integrare in una sola organizzazione patriottica e rivoluzionaria i diversi movimenti di donne che erano completamente identificati con la Rivoluzione. Continue reading “Unite, in quella parola: cubane” »

Share Button

Posada Carriles: 30 anni latitante protetto dagli USA

posada-terrorista-2L’autore di diversi attentati terroristici in America Latina e nei Caraibi, Luis Posada Carriles, si trova libero a Miami dopo che la giudice Kathleeen Cardone stabilì che era “vecchio, invalido e aveva forti legami con la comunità”.

Continue reading “Posada Carriles: 30 anni latitante protetto dagli USA” »

Share Button

La lotta contro i banditi, una lezione indimenticabile

http://www.granma.cu

escambrayIl 5 luglio 1965, in La Cuchilla, zona di Los Ramones, a tre chilometri da Perea, nei pressi del rio Jatibonico, in Las Villas, forze di Lotta Contro Banditi lanciarono un’operazione militare contro l’ultima banda rimanente a livello nazionale. Nell’azione morì, insieme a uno dei suoi complici, il capobanda Juan Alberto Martinez Andrade, autore di nove omicidi. Tra agosto e ottobre dello stesso anno furono catturati i tre banditi che erano riusciti a fuggire da tale operazione, e altri che erano sparsi in Oriente, ma senza alcuna belligeranza.

Continue reading “La lotta contro i banditi, una lezione indimenticabile” »

Share Button