Category Archives: – media

Cubainformacion: Cuba, Haiti e media (testo)

L’amnesia di Mauricio Vicent: non un accenno alla solidarietà di Cuba in 10 cronache sugli aiuti ad Haiti

José Manzaneda coordinatore Cubainformación

cubainformacionVIDEO – Più di tre milioni di persone di 34 paesi – principalmente dell’America Latina – sono state operate alla vista, negli ultimi 10 anni, grazie alla cosiddetta Operazione Miracolo, programma di solidarietà dei Governi di Cuba e Venezuela (1). Tre milioni di persone senza risorse per pagare un’operazione che oggi – per lo più – continuerebbero ad essere cieche. Continue reading “Cubainformacion: Cuba, Haiti e media (testo)” »

Share Button

Cubainformacion: Cuba, Haiti, media (video)

Share Button

Cubainformacion: Venezuela e media (testo)

 cubainformacionIn Venezuela l’opposizione monopolizza i media, mentre dai media accusa il Governo

Cubainformación TV – Basato su un testo di Amaury González V. – PoderenlaRed.com / Blog “Isla mía” (Cuba).-

 – VIDEO – I grandi media internazionali ci dicono che il Governo del Venezuela controlla la stampa, la radio e la televisione del paese, esercitando l’egemonia sull’informazione. Questa è una delle grandi menzogne della permanente campagna mediatica contro il Governo bolivariano. Continue reading “Cubainformacion: Venezuela e media (testo)” »

Share Button

Cubainformacion: i media in Venezuela (video)

Share Button

La necessità di lavorare nelle reti sociali

cuba  come formiche, cercando il nostro nord: il sud 

 Maria Carla Gonzalez – http://lasantamambisa.wordpress.com

Le formiche sono piccoli animali che possiedono una volontà incalcolabile e sono il perfetto esempio del lavoro di gruppo.   Non si scoraggiano quando, intenzionalmente o no, qualcuno più grande e più potente tenta di abbattere il risultato del loro lavoro. Loro si riorganizzano, di sicuro senza molte riunioni, e tornano a costruire il loro formicaio. Continue reading “La necessità di lavorare nelle reti sociali” »

Share Button

“Basso morale” a Radio e TV Martí

David Ignatius Martí http://www.cubadebate.cu/

Inspection-of-the-Office-of-Cuba-BroadcastingL’ufficio dell’Ispettore Generale della giunta dei Governatori per le Trasmissioni degli USA (BBG, il suo acronimo in inglese) ha appena declassificato un rapporto (link al rapporto)  che, dato il suo contenuto, ha preferito catalogare come “sensibile”. Continue reading ““Basso morale” a Radio e TV Martí” »

Share Button

Cuba, sono reali i suoi “fuggitivi”?

Nicanor Leon Cotayo http://argencuba.wordpress.com

20071228161720-trafico-cubaDopo il trionfo della Rivoluzione del 1959, Washington fabbricò un’immagine: i cubani che fuggono dal loro paese. La versione aperta o implicita, da allora,  ha mostrato l’isola come un Inferno scosso dalla “repressione comunista”. Da lì sono state molteplici le storielle montate dal Nord circa perseguitati in cerca della libertà. Su coloro che muovono queste macchinazioni politiche e il grande affare annesso, neppure una parola. Continue reading “Cuba, sono reali i suoi “fuggitivi”?” »

Share Button

Cubainformacion: Google a Cuba (testo)

Google promuove internet libero a Cuba, dove le sue applicazioni sono proibite dal blocco?

José Manzaneda coordinatore di Cubainformación

cubainformacion – VIDEO – Il presidente di Google, Eric, Schmidt è stato a Cuba, insieme ad un ampio team direttivo della sua azienda. “Dirigenti di Google visitano Cuba per promuovere l’accesso ad Internet” (1), o “Il Presidente di Google visitano Cuba per promuovere `Internet libero ed aperto’ (2), sono titoli della grande stampa internazionale con un messaggio unanime: il Governo cubano censura Internet ed impone un’arbitraria bassa connettività. Continue reading “Cubainformacion: Google a Cuba (testo)” »

Share Button

Cubainformacion: Google a Cuba (video)

Share Button

Accusa sospetta

Arthur González http://heraldocubano.wordpress.com

cartoon_ghanistan_media-634x255 Il gigante brasiliano Odebrecht, principale costruttore delle opere che si eseguono nel porto cubano di Mariel, dove si installa la Zona di Regime Economico Speciale, è stato accusato di “lavoro schiavistico”, cosa non comune nel XXI secolo. Né il Sudafrica durante il regime dell’apartheid fu segnalato per tale delitto e, tanto meno le compagnie minerarie e petrolifere nordamericane o europee che sfruttano giacimenti in Sud America, pagano salari ben al di sotto del solito, danneggiano per sempre l’ambiente e spostano villaggi indigeni dalle loro terre natali. Continue reading “Accusa sospetta” »

Share Button

L’ora di Cuba

images

Bloqueo. Forse sta per finire l’embargo USA imposto all’isola da 52 anni

di Roberto Livi da IL MANIFESTO del 25 giugno 2014

Il pas­sato fine di set­ti­mana, il pre­si­dente dell’Uruguay José Mujica, avrebbe tra­smesso al suo col­lega cubano, Raúl Castro un mes­sag­gio di Barak Obama (che aveva incon­trato nella sua visita uffi­ciale a Washing­ton) nel quale il pre­si­dente Usa si dice pronto a inta­vo­lare un dia­logo con l’Avana e a discu­tere la fine dell’ embargo uni­la­te­rale da 52 anni impo­sto a Cuba. La noti­zia è stata dif­fusa dal set­ti­ma­nale uru­gua­yano molto vicino a fonti gover­na­tive, Búsqueda, il quale scrive che «il pre­si­dente cubano si è dimo­strato molto inte­res­sato della pro­po­sta» di Obama «a con­di­zione che essa non impli­chi impo­si­zioni ma trat­ta­tive tra pari» e che Mujica sia uscito dall’incontro col più gio­vane dei Castro «molto ottimista». Continue reading “L’ora di Cuba” »

Share Button

Cubainformacion: BNP ed il blocco USA (video)

Share Button

New York: un giornale chiede di fare scambi di prigionieri con Cuba

Manuel E. Yepe – http://www.granma.cu/idiomas/italiano

cinqueobamaUn articolo firmato da Armstrong T. Fulton, ex assessore principale del Presidente del Comitato delle relazioni estere del Senato ed ex ufficiale d’Intelligenza Nazionale degli Stati Uniti  pera l’America Latina, è stato pubblicato il 16 giugno nel quotidiano di New York “Forward” (Avanti).

Il giornale si è pronunciato contro la politica ipocrita di Washington nelle  gestioni per ottenere la liberazione del sergente dell’esercito Bowe Bergdahl, prigioniero in Afganistan delle forze del talibano, e quella del mercenario statunitense Alan Gross, che da 4 anni e mezzo è recluso a L’Avana perchè ha attentato contro la sicurezza dello Stato. Continue reading “New York: un giornale chiede di fare scambi di prigionieri con Cuba” »

Share Button

Fondi avvoltoio USA contro l’Argentina con l’aiuto … della mafia di Miami

Share Button

Fondi avvoltoio USA contro l’Argentina con l’aiuto … della mafia di Miami

cubainformacion.tv

Testo basato sul blog Isla mia (Cuba)/ Contrainjerencia

buitreVari fondi avvoltoio degli Stati Uniti – NML Capital e Aurelius Management – hanno ottenuto che la Corte Suprema degli Stati Uniti condannasse lo Stato argentino a pagare 1500 milioni di dollari per titoli del debito che acquistarono, alcuni anni fa, per solo 48 milioni.

Per anni, il lavoro di lobbying politica di questi fondi è stato intenso. Ad esempio, alcuni politici statunitensi sono stati pagati per fare pressioni, ricattare e minacciare l’Argentina. Continue reading “Fondi avvoltoio USA contro l’Argentina con l’aiuto … della mafia di Miami” »

Share Button