Tag Archives: Camilo Cienfuegos

Le qualità di Camilo nel senso di unità

Estratti del discorso in omaggio al Comandante Camilo Cienfuegos, pronunciato da Ernesto Che Guevara nella cerimonia tenuta al Ministero delle Costruzioni il 28 ottobre 1964.

Cercare di esprimere ciò che penso che Camilo voglia dire è molto difficile, quasi impossibile direi (…). Un giorno di sconfitta, uno dei tanti giorni di sconfitta che abbiamo dovuto affrontare (…), siamo stati sorpresi; nel volo ho perso lo zaino, sono riuscito a salvare solo la mia coperta, e ci siamo riuniti come un gruppo sparso. Fidel era partito con un altro gruppo. Eravamo circa 10 o 12. E c’era più o meno una legge non scritta della guerriglia che chi perdeva i suoi effetti personali, che ogni guerrigliero doveva portare sulle spalle, doveva arrangiarsi. Tra le cose che aveva perso c’era qualcosa di molto prezioso per un guerrigliero: le due o tre scatole di cibo in scatola che ognuno di loro aveva in quel momento.

Continue reading “Le qualità di Camilo nel senso di unità” »

Share Button

La disputa precede il nostro carattere socialista

Miguel Cruz Suárez  www.granma.cu

A questo punto e, con tutto quello che ci hanno fatto, e anche, con tutto quello che hanno voluto farci e non hanno potuto, è oltraggioso che alcuni si definiscano patrioti e stringano la mano che, quando il tempo arriva, premerà il grilletto o applaudirà euforicamente un’altra sanzione contro il nostro popolo.

Continue reading “La disputa precede il nostro carattere socialista” »

Share Button

Camilo sarebbe felice

Continue reading “Camilo sarebbe felice” »

Share Button

Di Camilo il nome, l’esempio e la vocazione

Tante come quelle avvenute in qualsiasi scuola di qualsiasi altro insegnamento, sono le storie «di ragazzi» che si potrebbero raccontare, per generazioni successive, tra coloro che hanno passato parte dell’adolescenza con una vistosa uniforme militare che li distingueva  dovunque:«Guarda, sono Camilitos.

Continue reading “Di Camilo il nome, l’esempio e la vocazione” »

Share Button

Camilo Cienfuegos, leale a Cuba ed al suo popolo

Articolo di Rodolfo Romero Reyes, pubblicato su Ocean Sur e tradotto da Francesco Cecchini per Ancora Fischia il Vento

La mattina del 30 ottobre 1959, il popolo cubano lesse la triste notizia sul quotidiano Revolución:

“Il 28 ottobre alle 18:01 l’aereo bimotore della FAR, marca CESSNA 310 n. 53 dei 5 posti diretti all’Avana alla guida del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Ribelle, Comandante Camilo Cienfuegos, che era accompagnato dal pilota di detto aereo, il Primo Luogotenente Luciano Fariñas Rodríguez e il soldato ribelle Félix Rodríguez, che purtroppo no hanno raggiunto la loro destinazione.”

Continue reading “Camilo Cienfuegos, leale a Cuba ed al suo popolo” »

Share Button

Ricordando Camilo: fiori per il Signore dell’Avanguardia

di Paco Azanza Telletxiki (*); da: insurgente.org; 28.10.2020

Durante il primo anno della Rivoluzione, il popolo cubano soffrì la dolorosa perdita di colui che – insieme al Che, a Raùl, a Fidel e al recentemente scomparso Almeida – sarebbe diventato per meriti propri una delle persone più amate e importanti all’interno di essa. Mi sto riferendo, naturalmente, al comandante guerrigliero Camilo Cienfuegos Gorriaràn.  Conosciuto anche come il “Signore dell’Avanguardia”, “Comandante del Popolo” o “Eroe di Yaguajay”, Camilo sparì fisicamente il 28 ottobre 1959 dopo aver contribuito a far abortire una manovra controrivoluzionaria; ma oggi, cinquant’anni dopo, continua a vivere nella memoria del suo popolo.

Continue reading “Ricordando Camilo: fiori per il Signore dell’Avanguardia” »

Share Button

Cuba va bene, Camilo

È  certo  che quel pomeriggio d’ottobre cui ha rubato per sempre l’uomo, ma ci ha lasciato l’eroe e il suo ricordo indimenticabile che era già intagliato nelle  essenze  della Rivoluzione e al quale oggi diciamo: Cuba va bene, Camilo!

Share Button

L’audacia aveva due nomi: Camilo ed il Che

Nel caratterizzare due dei suoi migliori capi, Ernesto Che Guevara e Camilo Cienfuegos, entrambi membri della spedizione Granma, Fidel Castro ha spiegato: “Camilo, meno intellettuale del Che, ma anche molto coraggioso, un capo eminente, molto audace, molto umano. I due si rispettavano e si amavano molto. Camilo si era fatto notare, era nella truppa del Che, faceva incursioni in pianura, cominciava a creare una leggenda in situazioni di combattimento molto difficili”.

Continue reading “L’audacia aveva due nomi: Camilo ed il Che” »

Share Button

Come non ricordarti, Camilo!

Come non ricordarti, Camilo, oggi che è un giorno di luce! Come non palpare la tua anima viva come la tua vita, quella che ha vinto per sempre la tua morte, quando il fiore andò al di là dell’addio! Oggi la tua risata, simbolo della tua generosa stirpe, esplode nella tua Patria come una vittoriosa risata a squarciagola.

Share Button

Discorso Fidel 28 ottobre 1989

Camilo Cienfuegos: l’immagine eterna del popolo

 

DISCORSO PRONUNCIATO DAL COMANDANTE IN CAPO FIDEL CASTRO RUZ IN OCCASIONE DEL XXX ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA FISICA DI CAMILO CIENFUEGOS,

LAWTON, CITTÀ DELL’AVANA, IL 28 OTTOBRE 1989

Continue reading “Discorso Fidel 28 ottobre 1989” »

Share Button

Il più brillante di tutti i guerriglieri

Camilo visto da Fidel, Raúl e dal Che ci avvicina alla statura morale del giovane coraggioso e dedito che pose il suo forte impeto per operare a nome di Cuba, del suo popolo e degli ideali di un paese migliore per tutti. Sessanta anni dopo la sua scomparsa fisica, resta sempre nel cuore di chi lo mantiene vivo con il suo esempio. Ricordiamo i sentimenti che seppe svegliare l’uomo dal sorriso eterno in tutti i grandi leaders della Rivoluzione.

Continue reading “Il più brillante di tutti i guerriglieri” »

Share Button

In un giorno come oggi, Camilo sarebbe felice

So che se oggi fosse vivo, lui, la cui immagine mentre distruggeva i muri di una fortezza per trasformarla in  scuola è restata incisa in tutti noi, si sentirebbe felice con la sua Rivoluzione  e con il suo popolo e farebbe quello che stiamo facendo tutti (…)

Continue reading “In un giorno come oggi, Camilo sarebbe felice” »

Share Button

Zulueta, il paese occupato due volte da Camilo

Solo due paesi: Iguará, in tre occasioni, e Zulueta, in due, furono attaccati più di una volta dalle forze del Fronte Nord di Las Villas comandate da Camilo Cienfuegos; nel caso di Zulueta, fu liberato dall’Eroe di Yaguajay in maniera definitiva domenica 21 dicembre del 1958.

Continue reading “Zulueta, il paese occupato due volte da Camilo” »

Share Button

Che e Camilo, vivi, come li vogliamo

Santa Clara – La calda presenza del Che è stata ricordata dalla popolazione di questa provincia che, rappresentando tutti i cubani, ha reso omaggio ed ha commemorato i 51 anni dalla sua scomparsa fisica.

Continue reading “Che e Camilo, vivi, come li vogliamo” »

Share Button

Cuba non ti dimentica, Camilo

Camilo Cienfuegos non giunse a L’Avana quel 28 ottobre del 1959, com’era previsto. L’aereo di marca CESSNA 310 No. 53 che aveva preso a Camagüey perse la rotta a metà del cammino e scomparve in mare senza lasciare traccia.

Dopo una ricerca incessante del corpo dell’Eroe di Yaguajay, si determinò che Camilo, che aveva compiuto nel mese di febbraio 27 anni, non era sopravvissuto a quel tragico volo.

Continue reading “Cuba non ti dimentica, Camilo” »

Share Button