Category Archives: – media

Venezuela. Riattivata la raffineria di Amuay dopo l’attentato

di Geraldina Colotti

Tornano di moda le inchieste “collettive”: gruppi di giornalisti che, da varie redazioni, rivelano intrecci internazionali, intercettando gli affari sporchi di banchieri e oligarchi. Il risultato è un lavoro di scavo meticolosamente documentato, condito con qualche trovatina stilistica come guarnizione. Ci sono, però, per così dire dei tributi da pagare sull’altare dell’informazione addomesticata, che serve a dare “credibilità” al prodotto: ficcare nel calderone, sempre e comunque, il Venezuela bolivariano, anche quando a essere truffato è stato il governo Maduro e il popolo venezuelano. In caso contrario, c’è il rischio di finire come Julian Assange, il fondatore del sito Wikileaks in attesa di essere estradato negli Usa…

Continue reading “Venezuela. Riattivata la raffineria di Amuay dopo l’attentato” »

Share Button

MINSAP

Share Button

MINSAP

Share Button

Cubainformacion: milioni ‘indipendenti’

I milioni indipendenti di ADN, Cubanet, Diario de Cuba ed Osservatorio Cubano dei Diritti Umani

Li chiamano “media indipendenti cubani”. Anche se difendono, in modo mimetico, le misure con cui la Casa Bianca cerca di soffocare Cuba.

E sebbene siano supportati dalle agenzie governative NED ed USAID.

Per esempio. L’USAID apporta 410mila $ all’anno ai media ADN Cuba, e la NED distribuisce due lotti da 220mila a Diario de Cuba e CubaNet.

Continue reading “Cubainformacion: milioni ‘indipendenti’” »

Share Button

Trump e le rimesse a Cuba

Rosa Miriam Elizalde  www.cubadebate.cu

Il regime di Trump annuncia il suo nuovo piano per “aiutare” il popolo cubano e sanziona l’invio di rimesse dagli USA, con il pretesto che queste aiutano i militari. Più di 400 uffici della Western Union, sull’isola, hanno dovuto chiudere in virtù del calcolo imperiale che offre i cubani come agnelli sacrificali per guadagnare voti in Florida, senza che nessuno spieghi come si possa sostenere la “democrazia” sul dolore delle famiglie, né perché così tante persone, a Miami, si prestano all’aperto collaborazionismo con il boia dei loro genitori, nonni e fratelli.

Continue reading “Trump e le rimesse a Cuba” »

Share Button

Televisione cubana: 70 anni d’impegno con Cuba

Il Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha felicitato nel suo account di Twitter i dirigenti e i lavoratori della Televisione che hanno reso possibile che Cuba la veda.

Il dignitario cubano si è congratulato con chi rende possibile che Cuba sia sempre al corrente e informata da questo media ed ha segnalato che: «Ci aspettiamo da voi sempre  di più».

Continue reading “Televisione cubana: 70 anni d’impegno con Cuba” »

Share Button

Chile: adiós a la Constitución de Pinochet… ¿para siempre?

Storica vittoria in Cile

 

Il Presidente Miguel Díaz-Canel ha definito in un messaggio nel suo account in Twitter “una storica vittoria”, il risultato della votazione del popolo cileno che con il 78,27% a favore ha approvato la redazione di una nuova Costituzione che sostituisca la vigente, del 1980, dal governo del dittatore Augusto Pinochet.

Continue reading “Chile: adiós a la Constitución de Pinochet… ¿para siempre?” »

Share Button

MINSAP

Share Button

I sogni di Evo

Il Presidente Miguel Díaz-Canel ha conversato telefonicamente con Luis Arce, presidente eletto dello Stato Plurinazionale della Bolivia, con cui si è congratulato, come ha anche fatto con Evo Morales, per questa storica vittoria del MAS

Pedro de la Hoz  www.granma.cu

Continue reading “I sogni di Evo” »

Share Button

Cubainformacion: Gentaccia de Zona

Gentaccia de Zona: tra la vergogna altrui ed i limiti della dignità

Si chiama Alex Otaola, ed è il principale propagandista, nelle reti sociail, della politica di Donald Trump contro Cuba.

Sostiene la totale asfissia economica dell’isola, il divieto di viaggiare, il taglio all’invio di rimesse e perfino il blocco navale del paese in cui è nato.

Continue reading “Cubainformacion: Gentaccia de Zona” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Cubainformacion: Bolivia, la seconda riparazione al Che

Hanno realizzato un colpo di stato a Evo Morales, preceduto da un’enorme campagna diffamatoria sui media e reti sociali della Bolivia.

Quasi un anno dopo, il regime de facto omaggiava i militari che, 53 anni prima, avevano assassinato Che Guevara in quel paese, uno dei grandi riferimenti politici ed etici dello stesso Evo Morales.

Continue reading “Cubainformacion: Bolivia, la seconda riparazione al Che” »

Share Button

Intervento Diaz-Canel alla CEPAL

Cuba ha ceduto questo lunedì al Costa Rica la presidenza pro tempore della Commissione Economica per l’America Latina ed i Caraibi, dopo due anni di duro lavoro in cui ha scommesso “sulla ricerca di soluzioni concertate e globali a problemi comuni o simili; sempre con la premessa di non lasciare nessuno indietro”.

L’ha affermato il presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, intervenendo via internet all’inaugurazione della 38º sessione della Commissione Economica per l’America Latina ed i Caraibi, “la nostra cara CEPAL”, ha detto.

Continue reading “Intervento Diaz-Canel alla CEPAL” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Cubainformacion: la pazienza di Evo Morales

Un anno fa, un colpo di stato ha portato all’esilio il presidente boliviano Evo Morales.

L’opposizione e media lo hanno accusato di aver commesso una frode elettorale. Una assoluta falsità, dimostrata dalla vittoria ancora più ampia del suo partito, ripetute, ora, le elezioni.

Continue reading “Cubainformacion: la pazienza di Evo Morales” »

Share Button