Category Archives: – sport

Il curioso dilemma dei Yotuel Papers

Antonio Rodríguez Salvador www.lajiribilla.cu

Yotuel Romero, membro di Orishas, ​​afferma che nel 2022 acquisterà la squadra di baseball degli Industriales. Dice che è un sogno che ha, e lo farà in modo che i giocatori di baseball non debbano emigrare e siano milionari a Cuba. In questo modo, il baseball cubano ritornerebbe in primo piano nel mondo.

Continue reading “Il curioso dilemma dei Yotuel Papers” »

Share Button

Baseball: dal quartiere alla squadra Cuba

Il nostro baseball deve somigliare al paese nel quale, per le sue dimensioni culturali, la conoscenza e le pratiche associate è stato  nominato Patrimonio Culturale della Nazione

Continue reading “Baseball: dal quartiere alla squadra Cuba” »

Share Button

Perchè se ne vanno i giocatori cubani di baseball?

 In ogni diserzione sottostà la fragilità dei valori etici e morali

Perchè i giocatori abbandonano il baseball cubano? Quanti lo avrebbero fatto se si fosse mantenuto in piedi l’Accordo tra la Federazione Cubana (FCB) e la Grande Lega Baseball (MLB), firmato il 19 dicembre del 2018 e annullato dal governo di Donald Trump, l’8 aprile del 2019?

Continue reading “Perchè se ne vanno i giocatori cubani di baseball?” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Cubainformacion: baseball e blocco

Assedio al baseball cubano: tifare per il bullo, incolpare la vittima

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Molti giocatori di baseball cubani giocano in altri paesi. Ad esempio, nella Lega Professionistica del Giappone (1). Nessuna legge vieta loro di farlo (2).

A meno che il paese non siano gli … USA. E la legge non è cubana, ma USA. Lì saranno obbligati a rispettare queste condizioni: non avere residenza a Cuba né pagare un solo dollaro di tasse lì, cancellare ogni rapporto con la Federazione Cubana di Baseball e la sua squadra nazionale, e confermare che di non appartenere al Partito Comunista (3). E quindi sì: saranno i benvenuti nella Terra della Libertà.

Continue reading “Cubainformacion: baseball e blocco” »

Share Button

Cuba è stata vittima del terrorismo

 mai sua complice o patrocinatrice

Corone di fiori offerte dal Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, dal Primo Segretario del Partito Comunista e Presidente Miguel Díaz-Canel e dal popolo cubano sono state poste in onore delle vittime del terrorismo degli USA.

Continue reading “Cuba è stata vittima del terrorismo” »

Share Button

Tutti gli atleti paralimpici sono in Patria

Il Presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha ricevuto l’ultimo gruppo di atleti paralampici arrivato nella nazione.

Nel mezzo di un forte applauso, l’ultimo gruppo di sportivi e allenatori è arrivato lunedì 13 a L’’Avana, dopo la partecipazione ai  Giochi  Paralimpici Tokio-2020, guidato dalla tre volte campionessa di questo appuntamento, Omara Duran e dal giovane saltatore  Robiel Sol.

Continue reading “Tutti gli atleti paralimpici sono in Patria” »

Share Button

Fidel nei Giochi di Tokio-2020

Ascoltavo gli atleti parlare del loro popolo dopo ogni vittoria o dopo la loro presentazione nei recenti Giochi Olimpici di Tokio

Continue reading “Fidel nei Giochi di Tokio-2020” »

Share Button

Cubainformacion: sport e denaro

Premi fake allo sport cubano, secondo il giornalista US Navy

 

Il successo sportivo di Cuba, classificata 14esima alle Olimpiadi di Tokyo, ha sorpreso la stampa internazionale.

E poco hanno tardato le campagne. Il quotidiano spagnolo AS titolava “Il premio per una medagliato di Cuba che indigna il mondo”, con una fotografia di Ronny Álvarez, medaglia d’oro giovanile in Messico, con un lotto di alimenti che sarebbe – leggiamo – il “premio per i suoi successi sportivi”.

Continue reading “Cubainformacion: sport e denaro” »

Share Button

Ancora con questi soldi!

Premi e regali agli atleti cubani?

 

Ogni giorno sono sempre più stupito i malinches (Malinche, donna schiava e interprete di Hernán Cortés) dalla mentalità sub-yankee. Ogni giorno gli attacchi sono più feroci. Ora sono a caccia come iene dell’accoglienza riservata agli atleti nei loro territori – quasi sempre quartieri umili o villaggi di contadini – e si burlano che un gruppo di vicini o un qualche commissario dell’INDER faccia loro dei semplici regali, quelli che hanno (in tempi di penuria, peraltro). Tavoli dove c’è una torta, un paio di bottiglie d’olio, detersivo, piatti fatti in casa, cose che, in questi momenti, sono necessarie nella vita quotidiana, e che vengono donate volentieri da coloro che si sono divertiti con le gare del loro campione uscito dal quartiere.

Continue reading “Ancora con questi soldi!” »

Share Button

Lettera di scienziati cubani di fronte alle ripetute bugie

Mentre le verità esposte dagli scienziati cubani in una lettera al presidente Joe Biden guadagnano credibilità oggi con l’aumento sistematico delle firme, un rapporto espone gli errori degli USA di fronte alla pandemia.

Continue reading “Lettera di scienziati cubani di fronte alle ripetute bugie” »

Share Button

La migrazione sportiva

Rete Solidarietà Rivoluzione Bolivariana

www.granma.cu

“Conflitti armati, disastri naturali, carenze strutturali nello sviluppo, disuguaglianze delle economie nazionali dei paesi liberisti del Terzo Mondo, condizioni di povertà in ampi settori, mancanza di opportunità di lavoro e, in generale, il crescente divario tra povertà e ricchezza, stimolano la mobilità degli esseri umani” ha affermato il dott. Antonio Díaz Aja, direttore del Centro di studi demografici dell’Università dell’Avana.

Continue reading “La migrazione sportiva” »

Share Button

L’industria dello sport: business contro socialismo

La bandiera di Cuba e del Venezuela

Geraldina Colotti

Dopo la caduta dell’Unione Sovietica e il predominio del modello capitalista a livello globale, che ha imposto le proprie regole mercantilistiche anche nelle competizioni internazionali, la vittoria degli atleti che provengono da paesi socialisti come Cuba o Venezuela, ha moltiplicato la sua valenza, concreta e simbolica. E il secondo posto della Cina, alle ultime olimpiadi di Tokyo, per solo una medaglia di differenza dietro agli Stati Uniti nelle ultime battute della competizione, fotografa, anche in questo ambito, la perdita di egemonia del sistema nordamericano: un sistema basato sul business a tutti i costi, a cui dovrebbe adeguarsi anche lo schema europeo.

Continue reading “L’industria dello sport: business contro socialismo” »

Share Button

Cuba ha superato Rio, Londra e Pechino a Tokyo 2020

Con la più piccola delegazione sportiva in 61 anni, da Roma 1960, Cuba tuttavia ha raggiunto la sua migliore performance ai giochi di Tokyo 2020 dopo le ultime tre Olimpiadi di Rio 2016, Londra 2012 e Pechino 2008.

Continue reading “Cuba ha superato Rio, Londra e Pechino a Tokyo 2020” »

Share Button

Cuba perché difendere lo sport della Rivoluzione

Ivette González Salanueva www.cubaenresumen.org

Tra le tante fatiche e preoccupazioni dovute alla pandemia, sono arrivati i Giochi Olimpici a dare un po’ di luce a Cuba ed al mondo. Tuttavia molti non comprendono, e persino condannano che i nostri atleti menzionino la Rivoluzione, o dedichino le loro medaglie a Fidel Castro nel mezzo della loro gioia. Alcuni li chiamano codardi altri cose più brutte ma, soprattutto, criticano la menzione della politica nello sport (a meno, guarda caso, che la politica la utilizzino, da fuori, per gridare Patria y Vida nel ring).

Continue reading “Cuba perché difendere lo sport della Rivoluzione” »

Share Button