Tag Archives: Fidel Castro

Fidel: parole profetiche

Share Button

E allora arrivò Fidel

Quando Fidel e  la sua agguerrita truppa di barbudos, induriti nella guerra contro le truppe della dittatura, irruppero nella caserma Columbia, l’8 gennaio del 1959, terminava una tappa ardua delle gesta di liberazione nazionale e cominciava un promettente e inedito capitolo della storia patria.

Continue reading “E allora arrivò Fidel” »

Share Button

61 anni di Rivoluzione: “Un popolo così non si improvvisa”

Durante quest’anno, come nel 1959 che dava inizio alla Rivoluzione, abbiamo combattuto con cento braccia, con cento spade contro l’idra da cento teste. Abbiamo lasciato un’impronta di guerra e di lotta eterna. Da Cuba e fuori da lei sono state molte le voci con cui abbiamo combattuto insieme. Abbiamo celebrato anche questi giorni, come ha detto il presidente Diaz-Canel, come se trionfasse un’altra volta la Rivoluzione.

Continue reading “61 anni di Rivoluzione: “Un popolo così non si improvvisa”” »

Share Button

La muraglia d’acciaio

Insieme al merito storico di aver guidato una Rivoluzione socialista nelle narici dell’impero, Fidel ha la virtù di aver costruito, centimetro per centimetro, l’unità dei cubani

Juan Antonio Borrego  www.granma.cu

Continue reading “La muraglia d’acciaio” »

Share Button

USA-Cuba: ciò che iniziò da dicembre

Randy Alonso Falcón  www.cubadebate.cu

La Rivoluzione non aveva trionfato, sebbene il risultato sembrasse una questione di giorni. Batista non era ancora fuggito. Ma al governo USA preoccupava, oltremodo, una vittoria di Fidel Castro.

Continue reading “USA-Cuba: ciò che iniziò da dicembre” »

Share Button

Come deve essere la politica estera di Cuba secondo Fidel Castro?

www.granma.cu

Granma propone alla sua comunità di lettori costruire insieme questo articolo su come deve essere la politica estera di Cuba secondo il Comandante in Capo della Rivoluzione. Per 12 ore avremo aperto questo forum online. Attendiamo i vostri commenti con idee, aneddoti o frammenti dei discorsi più illustrativi di Fidel sul tema.

Continue reading “Come deve essere la politica estera di Cuba secondo Fidel Castro?” »

Share Button

Fidel, alla vigilia di Natale, con i poveri della terra

Ciénaga de Zapata – Quella data fu celebrata da loro per la prima volta. Quella notte cominciarono a rendersi conto di qualcosa che sino ad allora non avevano conosciuto, ed era che dopo il 1 gennaio 1959 per loro, i carbonai, la vita stava cambiando percettibilmente.

Continue reading “Fidel, alla vigilia di Natale, con i poveri della terra” »

Share Button

Cinco Palmas nella nostra resistenza

«Adesso sì che vinciamo la guerra!». La frase non fu detta perché in maniera ingenua o superficialmente ottimista, Fidel pensava che con un così scarso numero di armi e di uomini era sufficiente per realizzare quel grande desiderio, ma perché sapeva che quello non era un desiderio di pochi, era il desiderio di un popolo, perché il suo pensiero premonitore gli permetteva di comprendere che tutti quelli che lo accompagnavano e lui stesso si sarebbero moltiplicati in milioni, perché il richiamo al combattimenti era fatto e una volta sparsa la semente proveniente dalle gesta indipendentiste, nessuno avrebbe potuto impedire che germinassero.

Continue reading “Cinco Palmas nella nostra resistenza” »

Share Button

Una “sorpresa” per Vargas Llosa

Al di là della sua riconosciuta opera letteraria, Mario Vargas Llosa è sempre stato un profeta del male per i cubani ed un fedele servitore degli interessi USA e della destra più rancida d’Europa

                                                                                  Elson Concepción Pérez

Ricordo che Mario Vargas Llosa, al crollo del socialismo europeo, è stato uno di quelli che ha scommesso che “a Cuba rimanevano ore”.

Al di là della sua riconosciuta opera letteraria, è sempre stato un profeta del male per i cubani ed un fedele servitore degli interessi USA e della destra più rancida d’Europa.

Continue reading “Una “sorpresa” per Vargas Llosa” »

Share Button

11 fa Fidel avvisò del piano degli USA contro la Bolivia

Il 30 aprile 2008, alle 21:50 p.m., Fidel firmava, con il titolo «Una prova del fuoco», le Riflessioni che portavano in sé una premonizione relazionata al possibile futuro della Bolivia, purtroppo verificata in questi giorni.

Share Button

Quando vedo cose buone o cose cattive, penso a come agirebbe lui

Con le stesse illusioni con cui si giunge per la prima volta al luogo di lavoro che ci accoglierà come lavoratori, la giornalista Martha Rojas giunge ogni giorno, tanto vicina e unita per sempre, da quando era molto giovane, al leader eterno della Rivoluzione Cubana, il Comandante in Capo Fidel Castro.

Noi che l’abbiamo vicina conosciamo bene l’utilità della sua presenza e la gioventù reale che padroneggia.

Continue reading “Quando vedo cose buone o cose cattive, penso a come agirebbe lui” »

Share Button

Itinerario di un’ossessione

Rosa Miriam Elizalde  www.cubadebate.cu

L’arcipelago cubano è contenuto 90 volte negli USA. Non ha litio, né grandi riserve minerali e finora non si è trovato, come in Messico, un pozzo che risveglia il vorace appetito dell’industria petrolifera. Cuba è “un palmeto nel mezzo dell’oceano”, ha detto José Fornaris, poeta romantico del XIX secolo. “Un’isola intrappolata nel ciclo infernale della canna da zucchero”, l’ha descritta Jean Paul Sartre nel suo libro ‘Uragano sullo zucchero’ (1961), dove ha cercato di spiegare perché si è prodotta la Rivoluzione del 1959.

Continue reading “Itinerario di un’ossessione” »

Share Button

Una guerra contro l’incultura

Nel giugno del 1961, Fidel annunciò che Cuba avrebbe sferrato «una guerra contro l’incultura», a tre anni della sua scomparsa fisica, abbiamo il dovere di dare continuità a questa sua «guerra»che continua ad essere sua e anche nostra

Share Button

Fidel ci unisce

Con i primi raggi del sole e un’offerta di fiori davanti alla roccia monumentale che custodisce le ceneri del Comandante in Capo, Fidel Castro Ruz, nel cimitero patrimoniale Santa Ifigenia, è iniziato l’omaggio al leader storico della Rivoluzione cubana nel terzo anniversario della sua scomparsa fisica.

Share Button

Sentire bolivariano: Cuba e Fidel

Adam Chávez Frías, Alainethttp://aurorasito.altervista.org

“Se la filosofia dell’espropriazione cessa, la filosofia della guerra cesserà”
Fidel Castro Ruz

Quasi un quarto di secolo fa, Fidel tenne un discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che oggi, in un mondo sconvolto davanti al dominio egemonico del capitalismo, mantiene una validità colossale.

Continue reading “Sentire bolivariano: Cuba e Fidel” »

Share Button