Category Archives: – prigionieri

Crisi diplomatica Ecuador-Messico e il diritto internazionale

Fabrizio Verde

“Nemmeno nelle peggiori dittature è stata violata l’ambasciata di un Paese. Non viviamo in uno stato di diritto, ma in uno stato di barbarie, con un uomo improvvisato che confonde la patria con una delle sue piantagioni di banane”, con queste parole l’ex presidente dell’Ecuador Rafael Correa ha commentato quanto accaduto a Quito su ordine del governo di Daniel Noboa, un fantoccio eterodiretto. Le forze di sicurezza ecuadoriane hanno infatti assaltato l’ambasciata del Messico per trarre in arresto l’ex vicepresidente ecuadoriano Jorge Glas a cui il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador aveva concesso asilo politico in quanto vittima di persecuzione giudiziaria.

Continue reading “Crisi diplomatica Ecuador-Messico e il diritto internazionale” »

Share Button

Ecuador: violata l’ambasciata del Messico

La polizia ecuadoriana irrompe violentemente nell’ambasciata messicana a Quito e porta via l’ex vicepresidente Jorge Glas

Un gruppo di poliziotti ecuadoriani ha fatto irruzione venerdì nell’ambasciata messicana a Quito e ha arrestato l’ex vicepresidente Jorge Glas, che si trovava lì dallo scorso dicembre in attesa del trattamento di una richiesta di asilo, concessa venerdì dal governo messicano.

Continue reading “Ecuador: violata l’ambasciata del Messico” »

Share Button

Alex Saab prosciolto da tutte le accuse

Geraldina Colotti

Il diplomatico venezuelano, Alex Saab, è stato prosciolto da tutte le accuse da un giudice della Florida, Robert Scola. La sentenza, diffusa dai media, ha avuto luogo a seguito dell’indulto, firmato dal presidente degli Stati uniti, Joseph Biden, il 15 dicembre del 2023. Il 20 dicembre, Saab è stato liberato a seguito di uno scambio di prigionieri con gli Stati uniti. Tornato in Venezuela, ha raccontato le torture subite per fargli confessare delitti mai commessi, che avallassero l’idea del Venezuela come “narco-stato”, e quella di Saab come “prestanome” di Nicolas Maduro.

Continue reading “Alex Saab prosciolto da tutte le accuse” »

Share Button

Guantanamo: invece di chiuderla …

gli USA valutano l’uso della base navale  per gli immigranti illegali haitiani

 

È possibile l’uso dell’illegale base militare USA nella baia di Guantanamo, per processare gli immigranti haitiani che entrano in suolo   USA, nel caso che la situazione di violenza che il paese caraibico attraversa generi un esodo massivo.

Un funzionario del Consiglio di Sicurezza Nazionale USA ha diffuso la notizia alla CNN.

Continue reading “Guantanamo: invece di chiuderla …” »

Share Button

Comunicato MINREX

Proseguono gli sforzi e le iniziative delle autorità governative per ottenere il massimo chiarimento possibile sulle notizie diffuse dal 17 febbraio 2024, riferite alla presunta morte dei nostri connazionali Dr. Assel Herrera Correa e Dr. Landy Rodríguez Hernández.

Continue reading “Comunicato MINREX” »

Share Button

121 anni di resistenza: Cuba chiede la restituzione della Baia di Guantanamo

In un angolo dell’isola di Cuba, la presenza della base navale USA di Guantánamo è molto più di una questione territoriale: rappresenta una flagrante violazione del diritto internazionale e un costante richiamo all’ingiustizia radicata nella sovranità di un Paese. Dalla sua imposizione, 121 anni fa, questa enclave è diventata un simbolo di oppressione e di sfida all’integrità territoriale che sfida le norme e i principi fondamentali del diritto internazionale.

Continue reading “121 anni di resistenza: Cuba chiede la restituzione della Baia di Guantanamo” »

Share Button

Ricordiamo l’occupazione illegale del territorio cubano da parte USA

Il ministro degli Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez, ha ricordato oggi l’occupazione da parte degli Stati Uniti nel 1903 del territorio di Guantánamo (est), dove mantengono una base navale.

Nel suo profilo sul social network X, il massimo rappresentante della diplomazia isolana ha affermato che 121 anni fa la potenza del nord usurpò 117 chilometri quadrati di suolo cubano, che mantiene illegalmente contro la volontà della nazione.

Continue reading “Ricordiamo l’occupazione illegale del territorio cubano da parte USA” »

Share Button

Guantanamo: 30 prigionieri ancora detenuti nel carcere illegale USA

Rodríguez Parrilla ha chiesto al governo statunitense di chiudere la prigione, aperta 22 anni fa, e di restituire a Cuba il territorio occupato illegalmente.

Il membro dell’Ufficio Politico e Ministro degli Affari Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, ha denunciato il 13 gennaio che 30 prigionieri sono ancora detenuti arbitrariamente a Guantánamo.

Continue reading “Guantanamo: 30 prigionieri ancora detenuti nel carcere illegale USA” »

Share Button

Alex Saab torna a casa. Maduro lo riceve a Miraflores

Geraldina Colotti

“Alex è tornato a casa”. Così, con un messaggio diffuso sulle reti sociali, Camilla Fabri Saab ha annunciato il ritorno del marito e ringraziato le tante e i tanti che l’hanno sostenuta nella lunga battaglia per la liberazione del diplomatico venezuelano. Il 20 dicembre, insieme ai figli di Saab e a quelli avuti in comune, Camilla era ad attenderlo all’aeroporto di Maiquetia, a Caracas, dopo esser stato liberato a seguito di uno scambio con un gruppo di mercenari e malfattori statunitensi, detenuti nelle carceri venezuelane.

Continue reading “Alex Saab torna a casa. Maduro lo riceve a Miraflores” »

Share Button

Il «timore rosso» e la caccia alle streghe, cose del passato?

Il sistema ha perfezionato i meccanismi di repressione del dissenso, e il «timore rosso» continua ad essere un’arma efficace per mantenere il controllo della società.

Alla fine della Seconda guerra Mondiale  gli Stati Uniti necessitavano un nemico e per ottenerlo la cosa migliore era recuperare un antico «spaventa passeri»: il pericolo rosso, tanto utile per la costruzione del consenso attorno alla necessaria difesa del «sogno americano».

Continue reading “Il «timore rosso» e la caccia alle streghe, cose del passato?” »

Share Button

Parole del Presidente Maduro e Alex Saab

Washington non ha potuto piegare il diplomatico Alex Saab

Il funzionario sequestrato dagli Stati Uniti è tornato in Venezuela.

CARACAS, Venezuela – Negli aeroporti ci sono sempre famiglie ansiose, Amici in attesa… Senza dubbio mercoledì 20 nell’aerodromo internazionale Simón Bolívar, di Maiquetía, si è sentito un raro vociare.

Continue reading “Parole del Presidente Maduro e Alex Saab” »

Share Button

Venezuela: comunicato 20 dicembre

COMUNICATO PER LA VITTORIA DELLA VERITÀ E DELLA DIGNITÀ DEL VENEZUELA

 

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela celebra con gioia la liberazione e il ritorno in Patria del diplomatico Alex Saab, che fino ad oggi era stato ingiustamente sequestrato in una prigione statunitense.

Continue reading “Venezuela: comunicato 20 dicembre” »

Share Button

Alex Saab libero!

Gli USA accettano di rilasciare Alex Saab, un alleato chiave di Nicolas Maduro, in un accordo con il governo venezuelano

Dal suo arresto da Capo Verde, le autorità venezuelane hanno avviato una campagna per ottenere il rilascio di Alex Saab.

Continue reading “Alex Saab libero!” »

Share Button

Díaz-Canel ricorda il ritorno dei Cinque a Cuba

Miguel Díaz-Canel Bermúdez, Presidente della Repubblica di Cuba, ha evocato oggi il ritorno nel Paese caraibico dei cinque combattenti antiterroristi, incarcerati negli Stati Uniti per aver impedito azioni violente contro la patria.

Continue reading “Díaz-Canel ricorda il ritorno dei Cinque a Cuba” »

Share Button

La base navale USA di Guantánamo, “una macchia nella storia”

1 agosto – L’ampio elenco degli oltraggi commessi dagli USA registra quasi 8290 violazioni territoriali, navali o aeree e più di 5200 provocazioni solo tra il 1962 e il 1996.

Baia di Guantanamo: l’ingresso di un sottomarino nucleare statunitense nella baia di Guantanamo, avvenuto tra il 5 e l’8 luglio dello scorso anno, è preceduto da una lunga storia di aggressioni statunitensi contro la sovranità cubana.

Continue reading “La base navale USA di Guantánamo, “una macchia nella storia”” »

Share Button