Tag Archives: storia

Venezuela. Intervista esclusiva al viceministro Iván Gil

Geraldina Colotti

In un comunicato congiunto, l’Alto rappresentante della Ue per gli Affari esteri, Josep Borrell, il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, e il ministro degli Esteri canadese, Marc Garneau, si dicono disposti a “rivedere le politiche di sanzioni in base a progressi significativi in un negoziato globale tra governo venezuelano e opposizione”.

Continue reading “Venezuela. Intervista esclusiva al viceministro Iván Gil” »

Share Button

Il giorno che segnò l’inizio della fine del capitalismo in Cuba

Presidio dell’Isola de Pinos. Sabato 24 luglio del 1954…

Ritorno allo stesso giorno del 1953… In compagnia di Pedro Miret e Abelardo Crespo ero andato a una festa familiare e per colpa di alcune bibite con rum che avevo bevuto, mi faceva molto male la testa e restai a letto sino a metà mattina. Era un venerdì.

Continue reading “Il giorno che segnò l’inizio della fine del capitalismo in Cuba” »

Share Button

Cubainformacion: la transizione

La transizione a Cuba

“Con la pala alzata, i becchini aspettano”, scriveva Eduardo Galeano nel 1992.

Con il crollo dell’Unione Sovietica, si scrivevano epitaffi: Cuba non resisterà senza “l’oro di Mosca”.

Continue reading “Cubainformacion: la transizione” »

Share Button

La rivoluzione dei contadini

La Rivoluzione del 1 gennaio del 1959  s’incaricò di trasfigurare quella realtà, e molto di più quella del 17 maggio dello stesso anno , una rivoluzione nell’altra, che consegnò la terra in proprietà a coloro che la lavoravano; rivendicò il sangue di  Niceto Pérez, di Sabino Pupo, di Felino Rodríguez e di molti altri, tagliò le ali al latifondo e in particolare alla cupole dello zucchero;  fece terminare le parcelle, lo sfratto, il tempo morto e restituì le speranze a quelle anime

Continue reading “La rivoluzione dei contadini” »

Share Button

Gli USA e il tentativo di dominazione storica di Cuba

Il desiderio degli USA di dominare Cuba ha segnato il destino del paese caraibico dalla metà del XIX secolo ad oggi, con una svolta storica dopo il trionfo rivoluzionario del 1959.

La Rivoluzione frustrò la relazione di dipendenza culturale, ideologica, politica ed economica che la nazione caraibica mantenne per decenni con il suo vicino settentrionale, secondo il maggior generale (in pensione) Fabian Escalante.

Continue reading “Gli USA e il tentativo di dominazione storica di Cuba” »

Share Button

Un paese in permanente resistenza

Cuba viva continuerà a costruirsi con la guida di un Partito conduttore di un processo di continuità nel quale Fidel è presente ogni giorno e in ogni opera

Share Button

Cuba non dimentica

In memoria delle centinaia di caduti, mutilati e orfani lasciati dalla detonazione di esplosivi sul piroscafo francese La Coubre quel venerdì del marzo 1960, le autorità del Partito e del Governo dell’Avana si sono riunite al Molo de La Coubre, per rendere omaggio alle vittime

Liz Conde Sánchez

Continue reading “Cuba non dimentica” »

Share Button

La frontiera imposta a Cuba da più di un secolo nel suo stesso suolo

L’amministrazione del presidente Joe Biden vuole chiudere il carcere statunitense nell’illegale Base Navale di Guantanamo (BNG), prima della fine del suo mandato, ha riferito Jen Psaki, segretaria della stampa della Casa Bianca, riportata da media dell’informazione da Washington.

Continue reading “La frontiera imposta a Cuba da più di un secolo nel suo stesso suolo” »

Share Button

Due vittorie di Cuba plasmano il mondo di oggi

Cheryl LaBash, Internationalist 360°,

La rivoluzione cubana aveva solo due anni nel 1961.

Due vittorie in quell’anno, 60 anni fa, gettarono le basi del Paese resiliente, ribelle e libero di oggi a sole 90 miglia dagli Stati Uniti: la campagna di alfabetizzazione e le 72 ore dall’invasione statunitense di Playa Giron, più comunemente chiamata Baia dei Porci.

Continue reading “Due vittorie di Cuba plasmano il mondo di oggi” »

Share Button

Base USA a Cuba: una centenaria storia di occupazione

Karina Marrón González  www.cubadebate.cu

Nonostante le convenzioni internazionali che sostengono l’illegalità della base navale USA in territorio cubano, oggi quell’enclave militare continua a violare la sovranità della nazione caraibica.

Il 16 febbraio 1903, i presidenti di Cuba, Tomás Estrada Palma, e degli USA, Theodore Roosevelt, firmarono un accordo con il quale si cedeva la porzione di terra situata nella provincia orientale di Guantánamo, “per il tempo necessario e agli scopi di stazione navale e stazione carbonifera”.

Continue reading “Base USA a Cuba: una centenaria storia di occupazione” »

Share Button

Sessantadue anni costruendo l’ “eresia”

Elier Ramírez Cañedo  www.cubadebate.cu

Esattamente a cinque anni, cinque mesi e cinque giorni dalle azioni del 26 luglio 1953, grido di libertà che inaugurò una nuova tappa della lotta indipendentista nella nostra patria, arrivava finalmente al potere la Rivoluzione. Questa volta sì i mambì entravano a Santiago de Cuba. La vittoria, in questa occasione a differenza di quanto accaduto nel 1898, non poté essere usurpata, chiudendo la strada a cospirazioni ed ingerenze esterne mediante la mobilitazione del popolo.

Continue reading “Sessantadue anni costruendo l’ “eresia”” »

Share Button

Moderati e rivoluzionari

Dobbiamo ricordare ai moderati che Cuba è una nazione fondata sul radicalismo di Martí, Mella, Guiteras e Fidel, e lo dobbiamo a quel radicalismo rivoluzionario con gli umili, per gli umili e per tutti gli umili di questo pianeta. E che, contrariamente alla predicazione conciliante, di fronte all’impero che minaccia di coprire il sole con i suoi artigli, questo popolo radicale, se necessario, invece di arrendersi, continuerà a combattere nell’ombra

Continue reading “Moderati e rivoluzionari” »

Share Button

Cuba va

Gabriel Mazzarovich  https://elpopular.uy

62 anni fa, il 1 gennaio 1959, i barbudos guidati da Fidel Castro entravano all’Avana e coronavano la vittoria del popolo cubano su una delle più terribili dittature fino ad allora conosciute nel nostro continente.

Iniziava l’edificazione di un processo che le/i cubani chiamano Rivoluzione, così a lettere maiuscole, e noi con loro.

Continue reading “Cuba va” »

Share Button

1959: il canto di gennaio

La Rivoluzione irruppe nella vita dei cubani all’alba del 1° gennaio 1959, con il trionfo della guerra di liberazione condotta per poco più di due anni dall’esercito ribelle nella Sierra Maestra, sotto la guida del leader e comandante in capo Fidel Castro.

Continue reading “1959: il canto di gennaio” »

Share Button

Cronologia dicembre 2020

Il Presidente di Cuba respinge l’ingerenza e il dominio degli Stati Uniti

1.12 – Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha denunciato oggi la strategia di ingerenza e di dominio della nazione caraibica da parte degli Stati Uniti per mezzo di un golpe morbido. In un messaggio pubblicato sul suo account Twitter, il Presidente ha respinto l’insistenza di Washington nel voler forzare un cambiamento di sistema nella più grande delle Antille attraverso una rivoluzione non violenta.

Continue reading “Cronologia dicembre 2020” »

Share Button