Tag Archives: Barack Obama

Cubainformacion: baseball e blocco

Assedio al baseball cubano: tifare per il bullo, incolpare la vittima

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Molti giocatori di baseball cubani giocano in altri paesi. Ad esempio, nella Lega Professionistica del Giappone (1). Nessuna legge vieta loro di farlo (2).

A meno che il paese non siano gli … USA. E la legge non è cubana, ma USA. Lì saranno obbligati a rispettare queste condizioni: non avere residenza a Cuba né pagare un solo dollaro di tasse lì, cancellare ogni rapporto con la Federazione Cubana di Baseball e la sua squadra nazionale, e confermare che di non appartenere al Partito Comunista (3). E quindi sì: saranno i benvenuti nella Terra della Libertà.

Continue reading “Cubainformacion: baseball e blocco” »

Share Button

È possibile la normalizzazione delle relazioni tra Cuba e gli USA?

Cuba è sempre stata disposta, nonostante il passato e proprio per questo, al dialogo aperto per risolvere le questioni in sospeso, tutte, con il governo USA, sulla base dell’uguaglianza, del rispetto reciproco e nel quadro del Diritto Internazionale e della Carta delle Nazioni Unite

Jorge Casals Llano  www.granma.cu

Continue reading “È possibile la normalizzazione delle relazioni tra Cuba e gli USA?” »

Share Button

Joe Biden, il liberatore di Internet?

Venerdì 16 luglio, nei giardini della Casa Bianca e prima di salire a bordo dell’elicottero per recarsi alla residenza di riposo, a Camp David, Joe Biden ha detto alla CNN che “la disinformazione nelle reti ci uccide”. In particolare, il Presidente USA si riferiva alle pubblicazioni nella rete digitale Facebook sulla vaccinazione contro il COVID-19 e accusava quella società di non fare nulla per evitarle.

Iroel Sánchez www.granma.cu

Continue reading “Joe Biden, il liberatore di Internet?” »

Share Button

Pretesti fabbricati per mantenere la politica contro Cuba

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Vergogna per una nazione che si auto definisce come un “paradiso della democrazia”, che meno di dieci persone possano incatenare la politica estera USA e gli impediscano di prendere decisioni sovrane nei confronti di Cuba, perché queste persone occupano posizioni rilevanti nel Congresso, grazie al denaro di gruppi di emigranti cubani che fanno della politica un fruttuoso affare.

Continue reading “Pretesti fabbricati per mantenere la politica contro Cuba” »

Share Button

Di nuovo in vendita l’insaccato “voto cubano”

José Ramón Cabañas Rodríguez  www.cubadebate.cu

Diversi articoli sono apparsi sulla stampa USA nei giorni scorsi ricorrendo all’argomento dell’impatto del “voto cubano”, come probabile motivo che spiega perché il governo di Joe Biden non abbia ancora corretto le retrocessioni registrate nella relazione bilaterale con Cuba, sotto l’amministrazione precedente.

Continue reading “Di nuovo in vendita l’insaccato “voto cubano”” »

Share Button

Biden: “normalizzare” le relazioni anche con Cuba

di Medea Benjamin* https://amicuba.altervista.org

Silvia da Miami, Eduardo da Hialeah, Abel da Lakeland. I nomi si riversano sulla  pagina delle donazioni  per “Syringes to Cuba” mentre Carlos Lazo promuove la campagna sul suo popolare live streaming di Facebook. Un energico insegnante di liceo cubano-americano a Seattle, Lazo ha creato un gruppo chiamato  Puentes de Amor,  Ponti d’amore, per unire i cubani americani che vogliono sollevare il bruciante blocco degli Stati Uniti che sta impoverendo i loro cari sull’isola.

Continue reading “Biden: “normalizzare” le relazioni anche con Cuba” »

Share Button

Il Premio Nobel del Pus

Sergio Rodriguez Gelfenstein  https://misionverdad.com

Alfred Nobel era ben lungi dal pensare -quando istituì il premio che porta il suo nome- che dallo stesso ne sarebbe conseguito un affronto all’umanità dal momento in cui iniziò ad essere consegnato con criteri politici e ideologici e come strumento di esaltazione dei valori e pratiche capitaliste.

Continue reading “Il Premio Nobel del Pus” »

Share Button

Una revisione laboriosa ma positiva per la Casa Bianca

Randy Alonso Falcón  www.cubadebate.cu

La scorsa settimana, il portavoce della Casa Bianca ha annunciato la volontà dell’amministrazione di Joe Biden di rivedere la politica USA verso Cuba, il corso della quale è stato notevolmente rovinato dalla precedente amministrazione.

Continue reading “Una revisione laboriosa ma positiva per la Casa Bianca” »

Share Button

L’eredità di Joker

Rosa Miriam Elizalde www.cubadebate.cu

Nelle sue ultime ore alla Casa Bianca, Donald Trump ha pubblicato i “Successi” della sua amministrazione, una lista vanagloriosa di presunti successi politici, economici e diplomatici, che scandalizza sia per ciò che dice sia per ciò che omette.

Si dimentica di menzionare, ad esempio, i 400mila morti per coronavirus negli USA, i due storici processi di destituzione ed il piano di autogolpe del 6 gennaio, quando i suoi sostenitori hanno cercato di prendere la sede del Congresso a Washington. Chi la legge fino in fondo, ha la sensazione che la lista sia stata stilata con la tragicomica impunità di Joker, perché come il cattivo del fumetto, prima di sparire da Gotham City in elicottero si sforza di regalare un’ ultima sinistra pagliacciata.

Continue reading “L’eredità di Joker” »

Share Button

Cubainformacion: momento storico

Cuba-USA: è il momento storico

 

Barack Obama ha assicurato che, se fosse nelle sue mani, avrebbe eliminato il blocco contro Cuba.

E’ che la sua abolizione richiede una legge del Congresso, a quel tempo di colore repubblicano.

Adesso è il Partito Democratico che domina il Congresso ed il Senato. E la possibilità … esiste.

Continue reading “Cubainformacion: momento storico” »

Share Button

Conoscendo il nemico

profilo di William Burns, nuovo capo della CIA

https://misionverdad.com

Con un video promozionale all’inizio di questa settimana, il presidente eletto USA, Joe Biden, ha annunciato tramite il suo account twitter la nomina del diplomatico di carriera, William Burns, a direttore della Central Intelligence Agency (CIA).

Dagli ultimi risultati elettorali delle passate elezioni USA, Biden ha progressivamente annunciato i membri della squadra che lo accompagnerà prossimamente nel suo periodo di mandato, essendo alcuni di loro pezzi che si sono tenuti dietro le quinte nell’era di Barack Obama e che ora saranno a capo di posizioni amministrative di governo.

Continue reading “Conoscendo il nemico” »

Share Button

Venezuela: nuovo presidente vecchia strategia

L’arrivo alla Casa Bianca del nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden si avvicina e continuano le nomine dei suoi collaboratori.

Il nuovo presidente ha nominato venerdì  Juan Sebastián González alla carica di direttore senior per l’emisfero occidentale del Consiglio di Sicurezza Nazionale, una posizione chiave per l’America Latina. Juan Sebastián González, ha anche ricoperto incarichi diplomatici legati alla regione durante l’amministrazione di Barack Obama e già fa parte del team di transizione del presidente eletto.

Continue reading “Venezuela: nuovo presidente vecchia strategia” »

Share Button

Elezioni negli USA: il circo della democrazia

I candidati presidenziali negli USA devono avere sufficiente resistenza per sopportare una concorrenza dove tutto vale: il colpo basso e astuto, gli attacchi personali, razziali, di genere, la menzogna, la bassezza, l’inganno, la trappola

Raúl Antonio Capote  www.granma.cu

Continue reading “Elezioni negli USA: il circo della democrazia” »

Share Button

È il sistema, stupido

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

“Protestare in nome della morale contro “eccessi” o “abusi” è un errore che suggerisce complicità attiva. Non ci sono “abusi” o “eccessi” qui, semplicemente, un sistema che comprende tutto”.

                                                                                              Simone de Beauveoir

C’è una scena del documentario ‘I am not your negro’ (Raoul Peck, 2017) in cui lo scrittore afroamericano James Baldwin viene intervistato in televisione, negli anni settanta del XX secolo, ed il conduttore del programma gli chiede perché i neri, negli USA, non sono ottimisti “… se ci sono neri che sono governatori, ci sono neri in politica, altri in tutti gli sport, sono stati persino premiati dando loro opportunità negli spot televisivi…”. Preceduta da un sorriso sarcastico, la risposta di Baldwin, che vide i suoi amici Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King assassinati dal sistema, fu “non è una questione di cosa succede ai neri qui…la vera domanda è cosa accadrà al paese”.

Continue reading “È il sistema, stupido” »

Share Button