Tag Archives: golpe

Bolivia, “guerra totale in tempo di globalizzazione”

di Geraldina Colotti

Anche a Roma, ci si mobilita contro il colpo di stato in Bolivia con un presidio indetto dalla Rete dei Comunisti, a cui hanno aderito diversi collettivi, partiti, organizzazioni di migranti (il 13 alle 16 davanti all’ambasciata boliviana).

Continue reading “Bolivia, “guerra totale in tempo di globalizzazione”” »

Share Button

Il processo golpista in Bolivia

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

La rinascita delle violenze criminali contro i seguaci del MAS e la richiesta di dimissioni dell’alto comando delle forze armate, furono i punti di rottura (e coercizione aperta) che cristallizzavano le dimissioni forzate del Presidente Evo Morales il 10 novembre.

Continue reading “Il processo golpista in Bolivia” »

Share Button

Bolivia: una senatrice golpista si autoproclama presidente

Senza contare sul quorum necessario, la senatrice di opposizione Jeanine Añez ha assunto oggi la presidenza della Camera Alta e si è dichiarata presidentessa interina di Bolivia, dopo il golpe di stato ad Evo Morales.

Continue reading “Bolivia: una senatrice golpista si autoproclama presidente” »

Share Button

Bolivia: come funziona la “character assassination” dei leader latinoamericani

Gennaro Caratenuto – https://nostramerica.wordpress.com

È importante denunciare la metodologia della “character assassination” per i leader della sinistra latinoamericana. È una strategia in tre mosse: prima se ne mina la credibilità e l’autorevolezza. Quindi si insinua il dubbio della corruzione. Infine si trasformano in dittatori.

Continue reading “Bolivia: come funziona la “character assassination” dei leader latinoamericani” »

Share Button

La città di El Alto difende Evo Morales dalla repressione

Marco Teruggi, Internationalist 360º

Il centro di La Paz diventava una barricata, con code per acquistare nelle poche attività commerciali aperte, mezzi di trasporto fermi, vicini agli angoli attraversati da fili spinati e fogli di zinco. Vicino a Plaza Murillo, il centro del potere politico, gruppi passavano indossando elmetti, scudi, maschere antigas, bandiere boliviane, contingenti di polizia che si contrastano e chiedono rinforzi alle Forze armate nazionali (FAB).

Continue reading “La città di El Alto difende Evo Morales dalla repressione” »

Share Button

Bolivia: non ci sono prove di irregolarità o brogli nelle elezioni

La narrazione dei golpisti in Bolivia è chiara: Evo Morales è stato rieletto grazie a brogli. Quindi deve rinunciare, e non partecipare alle nuove elezioni.

Continue reading “Bolivia: non ci sono prove di irregolarità o brogli nelle elezioni” »

Share Button

Il golpe in Bolivia: cinque lezioni

Atilio Boron, Internationalist 360º,

La tragedia boliviana insegna eloquentemente diverse lezioni che i nostri popoli e le nostre forze sociali e politiche popolari devono imparare e incidere per sempre nelle loro coscienze. Ecco un breve elenco, mentre procediamo, e preludio a un futuro approfondimento.

Continue reading “Il golpe in Bolivia: cinque lezioni” »

Share Button

Colpo di Stato in Bolivia

Colonel Cassad, http://aurorasito.altervista.org

In Bolivia si è verificato un colpo di Stato militare che ha portato al rovesciamento del Presidente Evo Morales, che si è dimesso. Le cose si sono sviluppate come non molto tempo prima si vide in Venezuela. Le elezioni locali furono usate come innesco e l’opposizione di destra ne furono lo strumento. Gli Stati Uniti, i loro satelliti in America Latina e i Paesi dell’UE non riconobbero i risultati elettorali in Bolivia, dopo di che iniziarono le proteste di massa.

Continue reading “Colpo di Stato in Bolivia” »

Share Button

La profezia di Túpac Katari

Abel Prieto Jiménez

Il capo aymara Túpac Katari formò un esercito di circa quarantamila uomini per affrontare le forze colonialiste della Spagna e giunse ad accerchiare la città di La Paz nel 1781. Nel novembre dello stesso anno, tradito da alcuni dei suoi seguaci, fu catturato dagli spagnoli.

Continue reading “La profezia di Túpac Katari” »

Share Button

Evo Morales costretto alla rinuncia

 Si impone il golpe, si impone la barbarie in Bolivia

Il presidente boliviano Evo Morales è stato costretto a dimettersi dopo che alti ufficiali dell’esercito e capi di polizia lo hanno praticamente costretto a farlo dopo settimane di disordini fomentati dalla destra fascista contro la sua vittoria netta alle elezioni del 20 ottobre.

Continue reading “Evo Morales costretto alla rinuncia” »

Share Button

Bolivia: Evo Morales convoca nuove elezioni ma il golpe avanza

Adrián Fernández – America XXI

«Nel nuovo processo elettorale, Evo Morales e Álvaro García Linera non possono essere candidati». Il candidato dell’alleanza politica Comunidad Ciudadana, Carlos Mesa, sconfitto il 20 ottobre, quindi ha esplicitamente respinto e per la seconda volta in 24 ore, le concessioni del presidente Evo Morales in modo che in Bolivia non si verifichi un bagno di sangue.

Continue reading “Bolivia: Evo Morales convoca nuove elezioni ma il golpe avanza” »

Share Button

La fase armata del golpe in Bolivia: analisi dell’escalation

Mision Verdad

Già a questo punto, gli attori che guidano il golpe in corso in Bolivia hanno logorato l’approccio narrativo che è servito come scusa per iniziare un nuovo ciclo di proteste violente.

Continue reading “La fase armata del golpe in Bolivia: analisi dell’escalation” »

Share Button

La destra non desiste dal colpo di Stato in Bolivia

La convocazione del presidente della Bolivia, Evo Morales a riprendere il dialogo per promuovere la pace nel suo paese, alla formula nell’unità delle forze per affrontare il colpo di Stato promosso dagli Stati Uniti, è stata la premessa del discorso che ha pronunciato parlando alla folla concentrata nella Plaza Mayor di San Francisco, a La Paz.

Continue reading “La destra non desiste dal colpo di Stato in Bolivia” »

Share Button

Bolivia, gli USA tentano il golpe

Fabrizio Casari www.altrenotizie.org

Come già in Venezuela e in Nicaragua, con identiche modalità e comuni complicità, gli Stati Uniti stanno tentando di rovesciare con un colpo di Stato il legittimo governo di Evo Morales in Bolivia. Preoccupati dal tempo che scorre e riduce le proteste e delle missioni internazionali che dovrebbero certificare l’esito elettorale favorevole a Morales, hanno deciso di accelerare i tempi e nei giorni scorsi hanno sabotato l’elicottero con il quale il Presidente doveva spostarsi. Solo l’abilità del pilota lo ha salvato. Vecchia, sinistra abitudine quella degli USA, di far esplodere in volo i presidenti sgraditi a Washington, da Omar Torrijos a Panama a Samora Machel in Mozambico.

Continue reading “Bolivia, gli USA tentano il golpe” »

Share Button

Chi agita lo spettro dei brogli nelle elezioni in Bolivia?

Gustavo Veiga – Pagina|12

La parola brogli viene ripetuta insistentemente in Bolivia in questo momento. L’opposizione porta avanti le sue denunce con il sostegno dell’OSA e dell’Unione Europea (UE) che chiedono un ballottaggio. Anche Stati Uniti, Brasile, Argentina e Colombia si sono uniti al coro degli accusatori. I quattro, ovvero Trump, Bolsonaro, Macri e Duque – inutile parlare delle loro affinità politiche – agiscono all’unisono contro il governo Evo Morales.

Continue reading “Chi agita lo spettro dei brogli nelle elezioni in Bolivia?” »

Share Button