Category Archives: – repressione

Genocidio colombiano

Francesco Cecchini www.ancorafischiailvento.org

La comunità del dipartimento del Chengue, nel nord della Colombia, ricorda nel 17 gennaio il massacro, avvenuto venti anni fa nel 2001, fatto dai paramilitari delle AUC, Autodefensas Unidas de Colombia, in cui vennero massacrati 27 contadini. Per quanto riguarda massacri, assassinii di leader sociali e di ex guerriglieri il 2021 è finora in continuità con quanto accadde a El Chengue e nei successivi venti anni, innanzitutto nello scorso 2020. Un vero e proprio genocidio che da anni percorre la storia della Colombia insanguinandola.

Continue reading “Genocidio colombiano” »

Share Button

Tre autori di crimini durante le dittature vivono in Italia

Articolo pubblicato nel quotidiano argentino Pagina/12 del 9 gennaio e tradotto da Francesco Cecchini per Ancora Fischia il Vento. Il link con l’ articolo originale è il seguente:
www.pagina12.com.ar

Continue reading “Tre autori di crimini durante le dittature vivono in Italia” »

Share Button

Rapporto ONU sugli ex combattenti uccisi in Colombia

Il rapporto, che copre il periodo dal 26 settembre al 28 dicembre 2020, conta 248 morti nel Paese latinoamericano.

La Missione di verifica delle Nazioni Unite in Colombia ha annunciato nel suo rapporto che dalla firma dell’accordo di pace tra lo Stato e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), 248 ex combattenti sono stati uccisi, 73 dei quali nel corso del 2020.

Continue reading “Rapporto ONU sugli ex combattenti uccisi in Colombia” »

Share Button

Colombia: siamo già a 4 omicidi

In Colombia il 2020 si è concluso nel peggiore dei modi e il nuovo anno non sembra essere migliore. Infatti nel paese sud americano lo scorso anno sono stati ben 309 i leader sociali e difensori dei diritti umani assassinati dalle bande paramilitari secondo i dati forniti dall’ong. Indepaz.

Continue reading “Colombia: siamo già a 4 omicidi” »

Share Button

Colombia: la mattanza non si ferma nemmeno a Natale

www.lantidiplomatico.it.

Colombia paese di stragi, disuguaglianze, crimini impuniti e assenza di qualsiasi anche solo parvenza di democrazia. Paese che però viene coccolato, protetto e tenuto lontano da ogni critica dal decadente, sempre più ipocrita mondo occidentale, in quanto completamente asservito agli USA. Questa è la triste realtà che i giornali nostrani non vi raccontano.

Continue reading “Colombia: la mattanza non si ferma nemmeno a Natale” »

Share Button

Natale di Sangue di Cuba la “Pascuas Sangrientas”

Tra il 23 e 26 dicembre del 1956, la dittatura filo USA di Batista effettuò uno dei massacri più efferati contro l’opposizione di sinistra di Cuba, 23 cittadini cubani, lavoratori e studenti, vennero trucidati.

Continue reading “Natale di Sangue di Cuba la “Pascuas Sangrientas”” »

Share Button

Dietro la maschera: i Paesi del gruppo di Lima

M. Heredia, Internationalist 360°, http://aurorasito.altervista.org

Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Honduras, Mexico, Panama, Paraguay e Perù fanno parte del cosiddetto Gruppo di Lima, un blocco di paesi formato l’8 agosto 2017 nella capitale peruviana presumibilmente per “trovare soluzioni alla crisi in Venezuela “, sebbene si basi sul sostegno alla strategia del doppio potere promossa dagli Stati Uniti.

Continue reading “Dietro la maschera: i Paesi del gruppo di Lima” »

Share Button

Ondata repressiva in Perù

Geraldina Colotti www.lantidiplomatico.it

Un centinaio di arresti e perquisizioni in tutto il paese, e una caccia alle streghe ancora in corso. Questo il bilancio di un’operazione di polizia contro alcune organizzazioni politiche peruviane come il Movimento per l’amnistia e i diritti fondamentali (Movadef), considerato il braccio legale dell’organizzazione guerrigliera Sendero Luminoso.

Continue reading “Ondata repressiva in Perù” »

Share Button

Guatemala contro politiche neoliberiste

Sono brutte giornate per il presidente italo guatemalteco Giammattei (con doppia cittadinanza) che solo pochi giorni fa aveva deciso di interrompere le relazioni col Venezuela di Maduro e di accettare l’inviato di Guaidó come rappresentante ufficiale.

Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza per chiedere le sue dimissioni dopo l’approvazione del bilancio per il 2021 e durante le proteste hanno dato fuoco al Palazzo Legislativo.

Continue reading “Guatemala contro politiche neoliberiste” »

Share Button

La Colombia marcata dalla violenza e le sparizioni forzate

Vari media della stampa hanno informato che l’aumento a 72 dei massacri, l’identificazione delle vittime scomparse e la morte, bruciati, di nove giovani in un commissariato, scuote il panorama nazionale in Colombia.

Continue reading “La Colombia marcata dalla violenza e le sparizioni forzate” »

Share Button

Colombia, un ottobre con molta guerra e poca pace

di Francesco Cecchini www.ilperiodista.it

Manifestazioni di ex guerriglieri e indigeni contro gli omicidi in serie. Giorni caldi in Colombia, tra scioperi generali e minacce esplicite. Il vero nemico della pace, secondo le piazze, è sempre lo stesso: l’ex presidente Álvaro Uribe

Continue reading “Colombia, un ottobre con molta guerra e poca pace” »

Share Button

Colombia. Ucciso ennesimo leader contadino

Sono 1046, dal 2016, gli attivisti assassinati. Solo quest’anno sono 236 gli attivisti e portavoce della comunità contadine assassinati nel paese sudamericano

Non è il Venezuela. Altrimenti avreste visto le pagine dei nostri giornali on line o cartacei con la notizia in prima pagina con tanto di feroce attacco al presidente Maduro. Siccome si tratta della Colombia principale alleato degli USA in America Latina, la notizia è occultata.

Continue reading “Colombia. Ucciso ennesimo leader contadino” »

Share Button

Cubainformacion: Bolivia, fame o inganno?

Elezioni in Bolivia: fame o inganno?

In Bolivia, con Evo Morales, la povertà estrema è scesa dal 39% al 15%. La disoccupazione e la denutrizione si sono dimezzate.

L’aspettativa di vita è cresciuta di dieci anni. E, con il sostegno di Cuba, l’analfabetismo è stato sradicato.

Continue reading “Cubainformacion: Bolivia, fame o inganno?” »

Share Button

Cubainformacion: Operazione Condor ieri ed oggi

Operazione Condor: impedire l’esempio di Cuba, ieri e oggi

 

L’Operazione Condor, stabilita nel 1975, deve il suo nome all’operazione della CIA per assassinare Fidel Castro in Cile.

Il suo obiettivo era abbattere i movimenti di sinistra in tutta l’America Latina, distruggendo l’esempio della Rivoluzione Cubana.

Continue reading “Cubainformacion: Operazione Condor ieri ed oggi” »

Share Button

Io ero lì, quell’11 settembre del 73 in Cile

Cile 11/09/73: il golpe per fermare la rivoluzione. Il racconto di Erwin Ibarra che all’epoca studiava per entrare nella guardia di Allende

www.ancorafischiailvento.org

«Tre anni prima del golpe la vittoria di Allende fu anche un effetto delle divisioni nella destra. Unidad Popular, invece, era la coalizione che aveva messo insieme i due principali partiti operai (il Pc e i socialisti) con due forze borghesi (il partito radicale e una scissione della Dc, la Izquierda Cristiana) su quello che venne chiamato il “programma delle 40 misure”». L’undici settembre del 73 sorprese Erwin Ibarra, diciannovenne, all’ombra delle Ande, non lontano da Santiago. Lì, a Cañaveral, c’era una delle residenze presidenziali trasformata in scuola militare e politica del Grupo de Amigos Personales del Presidente, una sorta di scorta armata di Allende.

Continue reading “Io ero lì, quell’11 settembre del 73 in Cile” »

Share Button