Tag Archives: cia

Egemonia e cultura in tempi di controinsurrezione soft

Gilberto López y Rivas www.jornada.com.mx

L’ultimo libro di Néstor Kohan, ‘Egemonia e cultura in tempi di controinsurrezione soft’ (Ocean Sur, 2021), va letto con urgenza per comprendere appieno i processi attuali che il comandante Fidel Castro considerò come battaglia di idee, nei campi della cultura e delle scienze sociali.

Il libro è preceduto da brani di due stimati professori argentini, sequestrati e scomparsi dalla dittatura militare, Daniel Hopen e Haroldo Conti, che mostrano uno dei tratti distintivi del fascismo e del terrorismo di stato globale: il suo odio per l’intellighenzia rivoluzionaria.

Continue reading “Egemonia e cultura in tempi di controinsurrezione soft” »

Share Button

La CIA ripete la sua storia contro Cuba

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Nonostante tanti fallimenti subiti in 62 anni, la CIA e il governo USA insistono per rovesciare il socialismo a Cuba e per questo ripetono vecchi piani, come se i cubani fossero stupidi, smemorati e inesperti.

È vero che c’è una nuova generazione di dirigenti sull’isola, ma tutti sono cresciuti sotto l’educazione storica delle azioni yankee per distruggere la Rivoluzione, compresi i piani del terrorismo di stato, la sovversione politica e le operazioni segrete per assassinare Fidel Castro, qualcosa che sembra gli attuali funzionari della CIA non tengano conto ed è per questo che le loro azioni si falliscono.

Continue reading “La CIA ripete la sua storia contro Cuba” »

Share Button

La colpevolezza della CIA nel crimine dell’aereo cubano alle Barbados

Manuel Hevia Frasquieri www.cubadebate.cu

Non smetterò mai di scrivere di questo orrendo evento che ancora ci riempie di tristezza e indignazione, né di denunciare la CIA come una delle sue principali cause.

In mezzo al profondo silenzio di un milione di cubani riuniti nella storica Plaza de la Revolución all’Avana, il 15 ottobre 1976, il Comandante in Capo Fidel Castro faceva le onoranze funebri delle 73 vittime del crimine delle Barbados, il 6 ottobre di quell’anno. In quel giorno di lutto, Fidel fece conoscere al mondo il testo di un messaggio segreto della CIA indirizzato ad un suo mercenario a Cuba, tre giorni dopo l’attentato, in cui chiedeva: “Qual è la reazione ufficiale e privata sugli attentati con bombe contro uffici cubani all’estero? Cosa faranno per evitarli e prevenirli? Chi si sospetta essere il responsabile?”

Continue reading “La colpevolezza della CIA nel crimine dell’aereo cubano alle Barbados” »

Share Button

La CIA voleva uccidere Assange

di Massimo Mazzucco

Secondo una indagine appena conclusa da parte dei giornalisti di Yahoo News, nel 2017 la C.I.A. aveva progettato di rapire ed uccidere Julian Assange, che viveva da 5 anni rifugiato nell’ambasciata ecuadoriana di Londra.

Già da anni gli americani cercavano di riportarsi a casa Assange, per poterlo processare pubblicamente, e fargli pagare con una pena esemplare l’inaudito gesto di aver rivelato le atrocità commesse dai soldati americani in Iraq.

Continue reading “La CIA voleva uccidere Assange” »

Share Button

Un’altra facciata degli USA per il golpe morbido contro Cuba

Il membro dell’Ufficio Politico del Partito e Ministro degli Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, ha denunciato che Creative Associates International è una facciata del Governo USA per progettare colpi di stato morbidi contro l’isola ed altri paesi

Lisset Chávez www.granma.cu

Continue reading “Un’altra facciata degli USA per il golpe morbido contro Cuba” »

Share Button

Come creare un leader dell’opposizione a Cuba

Capote: “Forse Raul non può, ma Daniel deve poterlo fare”.

 

In un paese possono succedere molte cose allo stesso tempo. Quel 14 maggio 2004, mentre Fidel parlava a una massa compatta e clamorosa di cubani nella Tribuna Anti-Imperialista, Capote partecipava a una riunione con agenti della CIA.

Era a casa di un funzionario statunitense dell’ex Sezione d’Interesse USA all’Avana (SINA). Gli hanno fatto molte domande. Hanno valutato le sue espressioni facciali, il contenuto delle sue risposte. Volevano sapere se era quello giusto.

Continue reading “Come creare un leader dell’opposizione a Cuba” »

Share Button

La “spontaneità” indotta

Se l’attacco mediatico che sta vivendo Cuba in questi giorni è senza precedenti per le sue dimensioni, a partire dal potenziale tecnologico degli avversari e la loro crescente concertazione di azioni da vari punti geografici, non è strano che accada, perché il paese è sempre stato nella trincea di una guerra psicologica

 

German Veloz  www.granma.cu Continue reading “La “spontaneità” indotta” »

Share Button

Cuba è il ground zero delle operazioni criminali USA per il cambio di regime.

La politica USA di cambio di regime non è solo distruttiva per il resto del mondo, ma viola anche i diritti fondamentali degli stessi cittadini statunitensi.

Non c’è dubbio che i disordini civili che hanno attanagliato Cuba questa settimana sono stati istigati dagli USA attraverso la tattica della “rivoluzione colorata” del cambio di regime.

Continue reading “Cuba è il ground zero delle operazioni criminali USA per il cambio di regime.” »

Share Button

Nicaragua: troppo vicino agli USA per non rischiare il golpe

La CIA tenta colpi di stato in Nicaragua con i dollari delle tasse attraverso agenzie statunitensi e fondazioni aziendali: USAID non fornisce aiuti, esegue colpi di stato

Continue reading “Nicaragua: troppo vicino agli USA per non rischiare il golpe” »

Share Button

USAID, la banca dei golpe

Fabrizio Casari www.altrenotizie.org

Come prevedibile, l’iniziativa della giustizia nicaraguense nei confronti di Cristiana Chamorro ha destato la reazione scomposta di Stati Uniti e alleati, che denunciano l’inchiesta della magistratura come “operazione politica destinata ad eliminare la candidatura della signora dalle elezioni del prossimo novembre”.

Continue reading “USAID, la banca dei golpe” »

Share Button

Didattica della comunicazione: testa e croce della guerra contro Cuba

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Cuba è un paese in guerra, oggi come 60 anni fa. L’ambiente del potere nemico continua a cercare di affondare la nave della Rivoluzione, aprendo due grandi vie d’acqua: quella della guerra economica e quella della guerra psicologica. Blocca il commercio e le finanze mentre, davanti all’opinione pubblica -cubana e planetaria- addossa le carenze generate alla natura dell’attuale sistema sull’Isola. Sono le due facce della stessa moneta: la guerra alla sovranità cubana.

Continue reading “Didattica della comunicazione: testa e croce della guerra contro Cuba” »

Share Button

Moneta x una sconfitta?

Share Button

Coloro che accusano Cuba di terrorismo…

cercarono di bruciare vivi bambini in un cinema

Il 28 maggio 1961, i criminali al servizio della CIA appiccarono fuoco al cinema Riesgo, nel bel mezzo di una matinée infantile. Rolando Pacheco Rodríguez, uno dei piccoli che avrebbe subito, per anni, il trauma di quel giorno, lo ricorda come se fosse appena successo

Ronald Suarez Rivas www.granma.cu

Continue reading “Coloro che accusano Cuba di terrorismo…” »

Share Button

Le università bersaglio della sovversione contro Cuba

Raul Antonio Capote

Il governo degli USA e i servizi speciali di questo paese, in particolare la CIA, considerano di somma importanza il lavoro con gli studenti cubani. Con questo fine hanno dedicato vari milioni di dollari del bilancio per la sovversione per influire in forma decisiva sulla maniera di pensare dei giovani dell’Isola.

Continue reading “Le università bersaglio della sovversione contro Cuba” »

Share Button

La CIA e le reti illegali di comunicazione per la sovversione a Cuba

A partire dal 2007, la CIA ha ritenuto affare di primaria importanza garantire l’accesso ad Internet a Cuba, senza il controllo del Governo né delle società cubane di telecomunicazioni

Raúl Antonio Capote www.granma.cu

Continue reading “La CIA e le reti illegali di comunicazione per la sovversione a Cuba” »

Share Button