Tag Archives: cia

Le lezioni della storia che non si possono ignorare

Arthur González

Coloro che dimenticano la storia sono condannati a commettere errori già sofferti da altri, da qui l’importanza di studiare il passato e in particolare le azioni intraprese dal governo USA e dai suoi servizi di intelligence, per comprendere il terreno che oggi percorriamo.

Continue reading “Le lezioni della storia che non si possono ignorare” »

Share Button

Il Venezuela torna a denunciare la presenza militare USA nell’Essequibo

Il presidente Nicolás Maduro ha ribadito le sue denunce riguardo all’installazione di basi militari USA nel territorio della Guayana Esequiba, che il governo della Guyana amministra illegalmente a favore di interessi stranieri, indicando il paese vicino come una minaccia per la pace nella regione e per la sovranità del Venezuela.

Continue reading “Il Venezuela torna a denunciare la presenza militare USA nell’Essequibo” »

Share Button

Orlando Gutiérrez Boronat pretende cambiare la storia

Arthur González

Il 7 aprile 2024, il noto terrorista Orlando Gutiérrez Boronat, residente a Miami, la capitale dell’Odio, ha scritto un articolo per il Nuevo Herald intitolato “Perché c’è fame a Cuba? Manuel Artime aveva ragione”, nel quale dimostra di non sapere nulla della storia di Cuba.

Come è consueto a Miami, il comunismo è colpevole di tutti i mali che affliggono il popolo cubano dal 1959, ma occultano le vere cause, nonostante siano registrate nei documenti ufficiali del governo USA.

Continue reading “Orlando Gutiérrez Boronat pretende cambiare la storia” »

Share Button

I servizi d’intelligence USA operano contro le finanze cubane

Informazioni trapelate di recente rivelano le manovre effettuate per indurre l’inflazione nel mercato cubano

Granma

Distorcere le finanze cubane è parte della strategia attuale della comunità di intelligence USA, ha denunciato la piattaforma Razones de Cuba.

Informazioni trapelate recentemente rivelano le manovre effettuate per indurre l’inflazione nel mercato cubano, che sono suddivise in quattro fasi: penuria, inflazione indotta, boicottaggio delle forniture e blocco finanziario.

Continue reading “I servizi d’intelligence USA operano contro le finanze cubane” »

Share Button

Come lupi affamati sognano di divorare Cuba

Arthur Gonzalez

Gli yankee insistono nel finanziare e pianificare azioni sovversive per rovesciare la Rivoluzione cubana, perché non accettano di avere un vicino che li affronti con coraggio, unità e intelligenza, per mantenere con grande sacrificio il proprio processo socialista, nonostante i molteplici piani e atti terroristici. generati dal governo e dalla CIA.

Continue reading “Come lupi affamati sognano di divorare Cuba” »

Share Button

L’Avana: 4 marzo 1960 un’esplosione scuote la terra

Il 4 marzo 1960, i lavoratori portuali stavano scaricando la nave francese La Coubre, ancorata nel porto dell’Avana. Era arrivata nella capitale cubana carica di armi necessarie per la difesa del Paese. Nelle sue stive trasportava 31 tonnellate di granate e 44 tonnellate di munizioni. Intorno alle 15:10, un’esplosione ha scosso la terra. I pali della corrente elettrica hanno tremato e un fungo dai bordi neri si è alzato sopra la banchina.

Continue reading “L’Avana: 4 marzo 1960 un’esplosione scuote la terra” »

Share Button

La mancanza di prove sulla “sindrome dell’Avana” è “eloquente”

 ha informato il Congresso USA

Progreso Weekly

Un articolo pubblicato, questa settimana, sul New York Times riportava che “Il Comitato d’Intelligence della Camera dei Rappresentanti sta indagando su come le agenzie di spionaggio USA abbiano esaminato i casi della sindrome dell’Avana, una possibile sfida da parte del Congresso alle loro conclusioni sulle misteriose malattie.

Continue reading “La mancanza di prove sulla “sindrome dell’Avana” è “eloquente”” »

Share Button

Il Venezuela attiva il piano “Furia Bolivariana” contro le trame golpiste

Andrea Puccio

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha denunciato che gruppi di estrema destra finanziano azioni destabilizzanti provenienti dagli Stati Uniti sostenute dalla DEA, dalla CIA e dall’intelligence colombiana.

Continue reading “Il Venezuela attiva il piano “Furia Bolivariana” contro le trame golpiste” »

Share Button

Cuba, dove la CIA deportò bambini

Lorenzo Poli

Subito dopo la Rivoluzione Cubana settori della gerarchia ecclesiastica e laica della Chiesa Cattolica a Cuba si incontrarono con i leader di diverse organizzazioni controrivoluzionarie per pianificare e realizzare scioperi nelle scuole cattoliche e private. A Cuba la Chiesa controllava 132 scuole elementari, 48 scuole superiori, 33 scuole professionali, 22 scuole di segreteria, 4 scuole superiori e 3 scuole professionali, oltre alle Università cattoliche di Villanueva e Social de La Salle.

Continue reading “Cuba, dove la CIA deportò bambini” »

Share Button

Libello di Miami si è tolto la maschera

Arthur Gonzalez

Recentemente il Consiglio Editoriale (CE) dei libelli El Nuevo Herald e El Miami Herald, noti strumenti sovversivi al servizio della mafia terrorista anticubana per condurre la guerra mediatica contro la Rivoluzione cubana, hanno pubblicato un articolo in cui, spudoratamente e cinicamente, spalleggiano i terroristi inclusi nella lista che Cuba ha appena pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, che entrambi gli opuscoli di Miami qualificano come “attivisti cubani, personalità dei media e persone influenti che criticano il regime”, omettendo le vere azioni di taglio terroristico che realizzano.

Continue reading “Libello di Miami si è tolto la maschera” »

Share Button

6 ottobre 1976: l’immenso dolore mai messo a tacere

Il dolore causato dal barbaro crimine che il 6 ottobre 1976 tolse la vita ai 73 passeggeri del volo 455 della Cubana de Aviación, al largo delle coste di Barbados, tra cui i giovani e vittoriosi membri della Squadra Nazionale di Scherma, che tornavano in patria dopo aver conquistato i massimi onori in un campionato regionale, fa ancora rabbrividire nella sua immensità.

Continue reading “6 ottobre 1976: l’immenso dolore mai messo a tacere” »

Share Button

Cile: i segreti che il governo USA continua ad occultare

Peter Kornbluh

Cinquant’anni dopo il golpe militare che rovesciò Salvador Allende e instaurò la dittatura di Pinochet, esistono ancora documenti top secret sul ruolo degli USA che devono essere declassificati.

Il 25 agosto, la CIA ha pubblicato, discretamente, sul suo sito web due documenti sul golpe militare in Cile, tenuti segreti per mezzo secolo: il President’s Daily Brief (PDB – rapporto quotidiano del presidente) della mattina dell’11 settembre 1973 (il giorno del golpe) e dell’8 settembre 1973, quando l’esercito cileno stava finalizzando i suoi piani per rovesciare il governo democraticamente eletto di Salvador Allende.

Continue reading “Cile: i segreti che il governo USA continua ad occultare” »

Share Button

Un partito unico negli USA, J. Biden ed Elliott Abrams, esempi eloquenti

José R. Oro

I presidenti democratici, come sta facendo ora J. Biden, hanno sviluppato l’abilità di avvicinarsi alle personalità repubblicane più reazionarie, che non lo meritano in alcun modo possibile, con l’intenzione di proteggere il loro fianco destro che, ogni volta, considerano più importante e politicamente decisivo, all’interno dello spettro elettorale USA.

Continue reading “Un partito unico negli USA, J. Biden ed Elliott Abrams, esempi eloquenti” »

Share Button

La CIA, quando di guerra culturale si tratta

Oggi la CIA continua a interferire e a finanziare alcuni dei programmi TV più popolari

Raúl Antonio Capote

Una delle prime serie televisive, create negli anni ’70, con un obiettivo diretto di guerra culturale in Europa è stata Music in the Twenties, che secondo la CIA avrebbe dovuto essere promotrice ed epitome del sogno ‘americano’ nel Vecchio Continente.

Continue reading “La CIA, quando di guerra culturale si tratta” »

Share Button

Cuba. Giugno nelle aggressioni contro l’isola

José Luis Mendez Mendez Resumen Latinoamericano

La storia delle aggressioni contro Cuba conferma, con abbondanza di esempi, che ogni giorno di ogni settimana, per mesi ed anni, per più di sei decenni, si è ordito, fabbricato o eseguito un atto ostile. Il mese di giugno non ha fatto eccezione.

Il 5 giugno 1959, il console cubano a Miami, Alonso Hidalgo Barrios, è aggredito da diversi controrivoluzionari, che gli causano gravi ferite.

Continue reading “Cuba. Giugno nelle aggressioni contro l’isola” »

Share Button