Tag Archives: cia

Cubainformacion: quale opposizione?

Un’opposizione cubana “responsabile, attraente ed unificata”: il vecchio obiettivo della CIA

 

Nel suo libro ” Reflections of a Cold Warrior”, Richard Bissell, che era vicedirettore della CIA al trionfo della Rivoluzione cubana, afferma che uno dei suoi grandi compiti, allora, fu quello di “fabbricare” un’opposizione cubana responsabile, attraente ed unificata”.

Continue reading “Cubainformacion: quale opposizione?” »

Share Button

Biden denigra il Nicaragua per aver registrato le ONG USA

Ben Norton, Orinoco Tribune,

Il governo di sinistra del Nicaragua ha approvato una legge che impone alle ONG finanziate da governi esteri di registrarsi come agenti stranieri, quindi un agente della CIA trasformato in portavoce del dipartimento di Stato di Biden lo denigrava come “guidata verso la dittatura”, nonostante la somiglianza con la legislazione statunitense.

Continue reading “Biden denigra il Nicaragua per aver registrato le ONG USA” »

Share Button

L’intervento omicida della CIA nella notte oscura e tragica del Sud America

https://amicuba.altervista.org

Dopo aver trascorso due anni e mezzo, tra il 1964 e il 1966, alla stazione della CIA a Montevideo, Philip Agee fu assegnato alla più grande stazione dell’emisfero occidentale, Città del Messico. Ma questa volta Agee, che godeva di una reputazione eccezionale all’interno dell’Agenzia come funzionario delle operazioni in America Latina, è stato delegato dall’ambasciata USA in Messico come addetto speciale ai Giochi Olimpici del 1968, che si dovranno tenere nella capitale messicana in ottobre di quell’anno.

Continue reading “L’intervento omicida della CIA nella notte oscura e tragica del Sud America” »

Share Button

La formula di Praga e le rivoluzioni di colori per Cuba

Raúl Antonio Capote

Durante l’offensiva culturale sferrata dalla CIA contro il socialismo, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, l’agenzia d’intelligenza statunitense creata nel 1947 si era infiltrata in tutti gli spazi della cultura.

La CIA pubblicò autori conosciuti che seguivano la linea di Washington, realizzò molte azioni per contrastare l’arte con alcun contenuto sociale, sovvenzionò giornali e giornalisti e comprò artisti e intellettuali.

Continue reading “La formula di Praga e le rivoluzioni di colori per Cuba” »

Share Button

Storia, piani di attentati contro Fidel

Era l’inizio del 1975 e il Senato USA annunciò il 27 gennaio, 46 anni fa, la creazione della Select Committee to Study Government Operations guidata dal senatore Frank Forrester Church per indagare sulle attività illegali della Central Intelligence Agency (CIA) e del Federal Bureau of Investigation (FBI), popolarmente conosciuta come la Commissione Church.

Continue reading “Storia, piani di attentati contro Fidel” »

Share Button

USA ed il terrorismo di stato

Gilberto López y Rivas  www.cubadebate.cu

È significativo che tra le ultime azioni del governo di Donald Trump, formalmente accusato di istigare un violento attacco al Campidoglio da una folla inferocita di suoi seguaci, abbia reinserito Cuba nella lista degli stati patrocinatori del terrorismo.

Continue reading “USA ed il terrorismo di stato” »

Share Button

La CIA continua soppiantando, nei media, il giornalismo veritiero con propaganda?

Nel febbraio 1981, l’allora direttore della CIA William Casey, in una riunione con il presidente Ronald Reagan, disse qualcosa di agghiacciante sull’intervento della CIA in attività di propaganda: “Sapremo che il nostro programma di disinformazione è completo, quando sia falso tutto ciò che il pubblico statunitense crede di sapere”.

Ruben Luengas Redazione Entre Noticias (Messico) https://cubainformacion.tv

Continue reading “La CIA continua soppiantando, nei media, il giornalismo veritiero con propaganda?” »

Share Button

El periodismo y la CIA

Share Button

Conoscendo il nemico

profilo di William Burns, nuovo capo della CIA

https://misionverdad.com

Con un video promozionale all’inizio di questa settimana, il presidente eletto USA, Joe Biden, ha annunciato tramite il suo account twitter la nomina del diplomatico di carriera, William Burns, a direttore della Central Intelligence Agency (CIA).

Dagli ultimi risultati elettorali delle passate elezioni USA, Biden ha progressivamente annunciato i membri della squadra che lo accompagnerà prossimamente nel suo periodo di mandato, essendo alcuni di loro pezzi che si sono tenuti dietro le quinte nell’era di Barack Obama e che ora saranno a capo di posizioni amministrative di governo.

Continue reading “Conoscendo il nemico” »

Share Button

La NED persiste con Cuba, come una iena affamata

José A. Amesty R. www.cubadebate.cu

La televisione e vari mezzi di informazione di Cuba hanno appena denunciato e mostrato i collegamenti tra la Fondazione Nazionale per la Democrazia, NED, ed il finanziamento USA per campagne sovversive contro Cuba Eroica, stanziando milioni di dollari. La stessa NED, nel suo sito web, riconosce di essere fondamentalmente finanziata dal Congresso USA.

Continue reading “La NED persiste con Cuba, come una iena affamata” »

Share Button

Gli ideologi del golpe blando

Open Society a Cuba e l’articolazione controrivoluzionaria

Javier Gómez Sánchez  www.cubadebate.cu

La trasmissione speciale della televisione cubana, dello scorso 28 novembre, ha segnato un cambio in termini di esposizione pubblica, da parte del sistema mediatico dello Stato cubano, delle intenzioni USA di finanziare ed organizzare una nuova controrivoluzione per provocare un golpe blando a Cuba.

E’ stata seguita dalle trasmissioni della Mesa Redonda, segmenti nel NTV (notiziario TV), programmi di informazione, articoli su Granma e Cubadebate, nonché un seguito su vari media istituzionali. Mai prima il funzionamento di questa nuova controrivoluzione, l’uso intenzionale delle reti sociali e dei media digitali, così come gli atti di vandalismo terroristico ed i loro vincoli, articolati per la destabilizzazione della società cubana, sono stati esposti al popolo in questo modo.

Continue reading “Gli ideologi del golpe blando” »

Share Button

Le indicazioni di lavoro della CIA contro Cuba

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Dal 1959, la CIA ha rafforzato il suo lavoro contro Cuba, cosa che ha sempre fatto sin dalla sua fondazione nel 1947, ecco perché all’Avana avevano una potente stazione locale situata nell’ambasciata yankee e un’altra, con una facciata di mercanti, all’esterno di quell’edificio.

Continue reading “Le indicazioni di lavoro della CIA contro Cuba” »

Share Button

La CIA, una fabbrica di blogger e giornalisti indipendenti

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

La CIA ossessionata dal distruggere la Rivoluzione cubana, ha organizzato numerose organizzazioni controrivoluzionarie, reti di spionaggio, gruppi terroristici ed, in tempi recenti con le nuove tecnologie dell’informazione, persino blogger e giornalisti per realizzare i propri piani sovversivi.

Continue reading “La CIA, una fabbrica di blogger e giornalisti indipendenti” »

Share Button

Cubainformacion: Operazione Peter Pan

L’agenzia EFE esalta la prima grande fake new contro Cuba: l’Operazione Peter Pan

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

L’agenzia EFE ricordava, pochi giorni fa, la cosiddetta Operazione Peter Pan, sviluppata a Cuba 60 anni fa, “considerata -leggiamo nella sua nota- il maggior esodo infantile del XX secolo in Occidente” (1).

Il testo raccoglie un’unica versione, quella di Ileana Fuentes, una di quelle bimbe, che ci racconta che quella fu l’ “operazione di salvataggio di bimbe/i più grande che la storia registri”, e che  salvò 14mila minori “dall’ecatombe castrista”.

Continue reading “Cubainformacion: Operazione Peter Pan” »

Share Button

Base navale yankee a Guantánamo, centro di violazione dei diritti umani

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Perché il Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU non condanna gli USA per le crescenti violazioni che commette nella base navale di Guantanamo, con i detenuti illegalmente accusati di terrorismo senza prove né processi?

Il paese che si prende il diritto di accusare e punire gli altri per presunte detenzioni arbitrarie, repressioni ed altre “violazioni” dei diritti umani, è quello che commette più azioni violente, come fanno nella loro base navale illegalmente situata a Cuba.

Continue reading “Base navale yankee a Guantánamo, centro di violazione dei diritti umani” »

Share Button