Tag Archives: cubainformacion

Cubainformacion: laboratorio fotografico made in CIA

Laboratorio fotografico della protesta a Cuba

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Il blocco economico e la chiusura migratoria degli USA, insieme alla pandemia e all’assenza di turismo, hanno portato al popolo di Cuba penuria e difficoltà di approvvigionamento.

E una gigantesca operazione di reti sociali, organizzata dagli USA, è riuscita a portare un settore della popolazione cubana a protestare contro il proprio governo, in alcuni casi molto violentemente (1). È la stessa guerra ibrida, applicata prima in posti come il Venezuela o la Bolivia.

Continue reading “Cubainformacion: laboratorio fotografico made in CIA” »

Share Button

Cubainformacion: Cuba e Spagna, calcio e torture

Cuba e Spagna: calcio e torture

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

Vi immaginate che una squadra europea venga eliminata dalla prossima Coppa del Mondo in Qatar perché questo paese si rifiuta di dare un visto d’ingresso ai suoi giocatori, dovuto al fatto che, nel paese europeo, non si verifichino i cambi politici che esige il Qatar? (1)

Continue reading “Cubainformacion: Cuba e Spagna, calcio e torture” »

Share Button

Cubainformacion: il declino dell’Operazione Yotuel

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

Il lancio, a febbraio, da Miami, della canzone “Patria y Vida”, è stata parte di una strutturata operazione mediatica contro il governo cubano,  complementare di altre azioni di guerra culturale, come il cosiddetto Movimento San Isidro (1).

Grazie a una breve e intensa campagna di marketing, la canzone ha riportato, ai suoi partecipanti, la visibilità e gli introiti che avevano perso con la pandemia. Ma la gioia, a quanto pare, è stata di breve durata. Alcuni di loro sono, ora, in lite sulla distribuzione degli utili (2). E Yotuel Romero, autore della canzone, è stato denunciato dai suoi due ex colleghi del gruppo Orishas, ​​per uso non autorizzato del nome di detto gruppo (3).

Continue reading “Cubainformacion: il declino dell’Operazione Yotuel” »

Share Button

Cubainformacion: notizie e non notizie

I tre paesi con il minor numero di morti per Covid-19 in America Latina non fanno notizia

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Sapete quali sono i tre paesi con il minor numero relativo di morti per Covid-19 in America Latina? I dati sono forniti dall’Institute for Health Metrics and Evaluation degli USA e, curiosamente, non è titolo di stampa (1). Sapete perché? Perché sono Nicaragua, Cuba e Venezuela (2). Paesi soggetti a sanzioni o blocchi da parte USA e con politiche sanitarie a orientamento pubblico.

Continue reading “Cubainformacion: notizie e non notizie” »

Share Button

Cubainformacion: strategia balseros

Ritorna la “Strategia Balseros”

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Quando, nel gennaio 2017, Barack Obama ha annullato la politica “piedi asciutti, piedi bagnati”, che concedeva automaticamente asilo a chi, da Cuba, arrivava, con qualsiasi mezzo, legale o illegale, negli USA, il numero di balseros (migranti su zattera) è stato ridotto di oltre il 90% (1).

Continue reading “Cubainformacion: strategia balseros” »

Share Button

Cubainformacion: inferno Colombia

L’inferno cubano è … in Colombia?

 

La Colombia è l’inferno sognato per Venezuela e Cuba, dove si reprime selvaggiamente la cittadinanza che protesta: sono già circa 50 morti per repressione e 500 dispersi nelle ultime settimane.

L’inferno dove, l’anno scorso, sono stati assassinati 200 dirigenti sociali (sindacali, ambientalisti, indigeni e firmatari dell’accordo di pace).

Continue reading “Cubainformacion: inferno Colombia” »

Share Button

Cubainformacion: il giochetto sporco

La farsa dell’asilo: il vecchio giochetto sporco USA contro il baseball cubano

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Il giochetto si ripete, ancora una volta. Tre membri della selezione di baseball di Cuba rimangono negli USA dopo aver chiesto asilo politico.

Ma se a Cuba non soffrivano persecuzione ideologica di alcun genere, sarà che la loro federazione abbia impedito loro di firmare per squadre straniere? No: infatti, due di loro infatti giocavano già nei campionati del Messico (1) e Giappone (2), ed hanno deciso, senza preavviso, di rescindere il contratto con i propri club per un’offerta migliore negli USA.

Continue reading “Cubainformacion: il giochetto sporco” »

Share Button

Cubainformacion: libertà di stampa

Libertà di stampa a Cuba e in Colombia

 

In Colombia, in meno di un mese, si sono registrate 165 violazioni della libertà di stampa: 59 aggressioni, 31 minacce e 6 detenzioni illegali, oltre a decine di vessazioni e impedimenti all’attività giornalistica.

Continue reading “Cubainformacion: libertà di stampa” »

Share Button

Cubainformacion: la transizione

La transizione a Cuba

“Con la pala alzata, i becchini aspettano”, scriveva Eduardo Galeano nel 1992.

Con il crollo dell’Unione Sovietica, si scrivevano epitaffi: Cuba non resisterà senza “l’oro di Mosca”.

Continue reading “Cubainformacion: la transizione” »

Share Button

Cubainformacion: sbocca Cuba!

Siringhe d’amore per Cuba, pungiglioni contro il blocco

 

Unblock Cuba! Sblocca Cuba!, è il grido di milioni di persone nel mondo, nelle settimane che precedono il 23 giugno.

Quel giorno, un mercoledì, l’Assemblea Generale ONU terrà la sua votazione annuale sulla fine del blocco USA a Cuba. Sarà la numero 29. Nell’ultima, 187 paesi hanno chiesto a Washington di porre fine a questa politica, avallata solo da tre: USA, Israele ed il Brasile di Bolsonaro.

Continue reading “Cubainformacion: sbocca Cuba!” »

Share Button

Cubainformacion: Avana come Gaza?

Gaza e l’Avana: l’amore per i bombardamenti della “dissidenza” cubana

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

La cosiddetta “dissidenza” cubana non ha dubbi sui suoi paradigmi di democrazia e libertà: sono Israele e Colombia.

I bombardamenti israeliani su Gaza hanno causato, in meno di una settimana, circa 200 morti tra la popolazione palestinese (1). Un quarto erano bambini/e. Hanno distrutto centinaia di case, centri educativi e sanitari. Israele ha persino fatto saltare in aria la sede di diverse agenzie di stampa occidentali (2). Eliécer Ávila, capo del gruppo “dissidente” cubano Somos +, lo giustificava così: “Se il popolo palestinese continua a essere in complicità con coloro che attaccano Israele in modo terroristico e codardo, allora, dopo non mi tirino fuori gente guarda! Hanno ucciso mia zia! Sì, sì, è che tua zia vive nello stesso edificio e salutava gente che girava con un razzo. Possa il razzo arrivare, Allah! Lascia che sparino il razzetto e che il drone veda da dove viene e che Israele risponda, affinché tu veda”(3).

Continue reading “Cubainformacion: Avana come Gaza?” »

Share Button

Cubainformacion: esplosione sociale…in Colombia

Gli USA finanziano l’esplosione sociale a Cuba e si produce … in Colombia

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

Il governo USA soffoca l’economia cubana per generare un’esplosione sociale (1). Allo stesso tempo, finanzia attivisti e media “dissidenti” affinché convertano il malcontento in mobilitazione sociale. Che, a sua volta, provochi una risposta repressiva da parte dello Stato cubano (2). Ma, che strano, l’esplosione sociale la mobilitazione e la repressione più brutale,  non si verificano a Cuba, bensì nei paesi con governi alleati degli USA: Ecuador (3), Haiti (4), Cile (5) ed ora … Colombia .

Continue reading “Cubainformacion: esplosione sociale…in Colombia” »

Share Button

Cubainformacion: la scusa del blocco

La scusa del blocco

 

Ad eccezione di pochissime licenze, le società cubane non possono vendere nulla nel mercato più vicino e più potente del mondo, gli USA.

Né comprare lì, il che moltiplica i prezzi delle sue importazioni da mercati lontani.

Continue reading “Cubainformacion: la scusa del blocco” »

Share Button

Cubainformacion: mantra mediatico

Il mantra della stampa cubana “indipendente”

 

Secondo la giornalista Rosa Miriam Elizalde, il governo USA, nella sua guerra informativa contro Cuba, sostiene e promuove, attualmente, due strutture parallele di media digitali.

Una è stata creata durante il mandato di Barack Obama: sono siti digitali con una fattura più classica e professionale. Un’altra, uno sciame di almeno 150 media, è stata sviluppata dall’amministrazione di Donald Trump e ha un tratto panflettistico e da gossip.

Continue reading “Cubainformacion: mantra mediatico” »

Share Button

Cubainformacion: Raul Castro

Raúl Castro ha promesso … e  mantenuto

 

Fino alla grave malattia di Fidel Castro nel 2006, Raúl Castro ha svolto, a Cuba, un ruolo di organizzatore discreto. Eccezionale complemento alla leadership tellurica di uno stratega carismatico come Fidel.

Continue reading “Cubainformacion: Raul Castro” »

Share Button