Tag Archives: elezioni

Cubainformacion: Bolivia, fame o inganno?

Elezioni in Bolivia: fame o inganno?

In Bolivia, con Evo Morales, la povertà estrema è scesa dal 39% al 15%. La disoccupazione e la denutrizione si sono dimezzate.

L’aspettativa di vita è cresciuta di dieci anni. E, con il sostegno di Cuba, l’analfabetismo è stato sradicato.

Continue reading “Cubainformacion: Bolivia, fame o inganno?” »

Share Button

Il Tavolo di Dialogo in Venezuela è giunto a un accordo

nonostante le pressioni USA

Nonostante l’aumento delle pressioni USA, il Tavolo del Dialogo Nazionale del Venezuela ha accordato in forma unanime di realizzare le elezioni parlamentari il prossimo 6 dicembre, ha informato  Prensa Latina.

Mercoledì 16, le delegazioni dell’opposizione e del Governo, garanti di questo accordo di conciliazione installato nel settembre dell’anno scorso, si sono riunite per tracciare le strategie di lavoro  sulle elezioni, con le quali si spera di rinnovare l’Assemblea Nazionale nel 2020 così come stabilisce la Costituzione.

Continue reading “Il Tavolo di Dialogo in Venezuela è giunto a un accordo” »

Share Button

Jeanine Áñez renuncia como candidata

Share Button

In Bolivia, Washington replica gli orrori fascisti del passato

Rainer Shea, Internationalist 360°, http://aurorasito.altervista.org

Le campagne degli agenti della propaganda imperialista per bollare il regime golpista boliviano come una sorta di governo progressista, o come superiore al governo Morales sui diritti umani, sono puro fumo. Installatosi dopo una settimana di violenze razziste, il regime della fondamentalista cristiana Jeanine Anhez promosse fin dall’inizio la pulizia etnica in stile croato, compiendo massacri anti-indigeni cogli squadroni della morte.

Continue reading “In Bolivia, Washington replica gli orrori fascisti del passato” »

Share Button

Contro vento, asfissia e marea

Carola Chávez  https://medium.com/@misionverdad2012

Convocare elezioni sotto il feroce e criminale attacco che suppone il blocco che ci impone la Casa Bianca è un atto di coraggio e convinzione democratica.

Dagli USA hanno calcolato che se ci asfissiavano, disperati, noi venezuelani ci saremmo arresi, avremmo rinunciato al nostro impegno di essere liberi e sovrani, si sarebbe infranta la nostra ostinata volontà di voler vivere in piedi, di prendere le nostre decisioni, di inventare il modo che serva a noi; contrariamente a quello che vogliono imporci, quello che serve ad altro, a quello che ci saccheggia. Hanno stretto, stretto, stretto … e andiamo alle elezioni, perché la nostra Costituzione ce lo comanda.

Continue reading “Contro vento, asfissia e marea” »

Share Button

Orizzonte elettorale in America Latina:

unità con contraddizioni o la sconfitta del campo popolare?

Javier Tolcachier  www.pressenza.com

Nei prossimi mesi, nella regione si svolgeranno diversi eventi elettorali. In ottobre si terranno le elezioni in Bolivia e un plebiscito in Cile sulla possibilità di cambiare la Costituzione. A novembre, i centocinquanta milioni di elettori brasiliani saranno chiamati a designare le autorità municipali. A dicembre si terranno in Venezuela le elezioni per rinnovare la composizione dell’Assemblea Nazionale e per normalizzarne il funzionamento. Nel febbraio 2021 si terrà una votazione per eleggere una nuova camera esecutiva e legislativa in Ecuador.

Continue reading “Orizzonte elettorale in America Latina:” »

Share Button

Venezuela. Sanzioni e lawfare, armi subdole delle democrazie borghesi

di Geraldina Colotti

Democrazia “partecipata e protagonista”. Così la costituzione bolivariana definisce l’importanza del potere popolare in Venezuela. Questo significa che la politica, intesa come gestione della polis, non è delegata a un atto rituale da espletare con il voto a ogni tornata elettorale, ma è organizzazione quotidiana, diretta e responsabile che riguarda ogni persona, intesa come essere sociale. Prevede soggetti consapevoli delle cause e delle conseguenze del proprio agire nel mondo, che non si limitano a essere spettatori o spettatrici.

Continue reading “Venezuela. Sanzioni e lawfare, armi subdole delle democrazie borghesi” »

Share Button

Ecuador. Respinta la candidatura di Rafael Correa

di Geraldina Colotti

In Ecuador, il 7 febbraio 2021 si svolgeranno le elezioni per rinnovare il governo e il parlamento. Dalle primarie realizzate dalle varie formazioni politiche nel mese di agosto, sono emerse 20 formule, che si candidano come presidente e vicepresidente, 16 delle quali si sono iscritte nel registro elettorale entro il 3 di settembre. Avrebbe voluto farlo, attraverso una delega data alla sorella, anche l’ex presidente Rafael Correa, candidato alla vicepresidenza di Andrés Arauz per il partito Centro Democratico.

Share Button

Sabotaggio elettorale del G4 in Venezuela

Katu Arkonada  www.cubadebate.cu

Tra poco più di tre mesi, il 6 dicembre, si celebreranno le elezioni parlamentari in Venezuela. Le precedenti si celebrarono il ​​6 dicembre 2015 e l’opposizione ottenne la maggioranza grazie all’astensione di 2 milioni di voti chavisti che decisero di restare a casa e non votare.

Ma le circostanze oggi sono altre ed il chavismo è unito dopo aver eluso un’infinità di attacchi politici, economici e militari dell’imperialismo USA e dei suoi ascari locali, attacchi intensificati dall’autoproclamazione di Guaidó, il 23 gennaio 2019.

Continue reading “Sabotaggio elettorale del G4 in Venezuela” »

Share Button

Venezuela: il dilemma dell’opposizione

Perché c’è un settore dell’opposizione che chiede la revoca del blocco e la partecipazione politica?

https://medium.com/@misionverdad2012

Prodotto delle politiche dell’opposizione venezuelana, negli ultimi 20 anni, sorge una tendenza in settori accademici ideologicamente affini che cerca di plasmare l’opinione pubblicata criticando la strategia di Washington sul Venezuela in chiara separazione dai fallimenti del cosiddetto “piano Guaidó”, uno che promuove le misure coercitive unilaterali (MCU) ed, in modo sotterraneo, la minaccia militare.

Continue reading “Venezuela: il dilemma dell’opposizione” »

Share Button

Venezuela. Le trappole dei golpisti contro le elezioni del 6 dicembre

di Geraldina Colotti

Il PSUV, la cui struttura organizzativa è impegnata anche nel controllo e nella prevenzione del coronavirus, si prepara alle elezioni del 6 di dicembre. Elezioni legislative, per recuperare il parlamento dopo la vittoria della destra nel 2015. Fin da quel primo anno, la coalizione di opposizione ha trasformato uno dei cinque poteri di cui si compone l’istituito venezuelano in un centro di destabilizzazione, promettendo di far fuori il chavismo in sei mesi.

Continue reading “Venezuela. Le trappole dei golpisti contro le elezioni del 6 dicembre” »

Share Button

Il botta e risposta Maduro-Abrams

di Geraldina Colotti*

“Elliott Abrams… che stai in quarantena chiuso in casa. Il mio saluto a Elliott… Il tuo messaggio è arrivato, sono d’accordo, proseguiamo…”, ha dichiarato Maduro durante il “mercoledì produttivo”. Al contempo, ha confermato che l’arrivo a Caracas di una delegazione norvegese, accolta dal ministro della Comunicazione. “Jorge Rodríguez – ha detto il presidente – sta già riunendosi con i norvegesi, li ha ricevuti e ora sta coordinando quel che è rimasto in sospeso, già conoscete il nostro impegno con il dialogo, la democrazia e la libertà”.

Continue reading “Il botta e risposta Maduro-Abrams” »

Share Button

Elezioni in Bolivia, Ecuador e Venezuela. Nemico comune: il neoliberismo

di Geraldina Colotti

Giunto al suo 28° capitolo, il programma “En Línea con @BricsPsuv, Bitácora de la emergencia global” è già diventato un punto di riferimento internazionale per l’informazione e l’analisi, riconosciuto di recente anche con il premio Periodismo Necesario Anibal Nazoa. Ideato da Beverly Serrano e Antonio Paez, il programma è diretto dalla deputata venezuelana Tania Dia, vicepresidenta dell’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), e della Commissione Agitazione Propaganda Comunicazione (APC) del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV).

Continue reading “Elezioni in Bolivia, Ecuador e Venezuela. Nemico comune: il neoliberismo” »

Share Button

MAS: posticipazione delle elezioni in Bolivia è abusiva

L’annuncio questo giovedì del Tribunale Supremo Elettorale (TSE) di posticipare le elezioni fino al 18 ottobre è abusivo ed arbitrario, ha dichiarato oggi il Movimento al Socialismo-Strumento Politico per la Sovranità dei Popoli (MAS-IPSP).

Continue reading “MAS: posticipazione delle elezioni in Bolivia è abusiva” »

Share Button

Democracias que inhabilitan opositores (pero no es noticia)

Share Button