Category Archives: – america latina

Nicaragua: rivelato documento USA per esecuzione golpe

Un documento rivelato venerdì scorso nel programma “Senza Frontiere”, alla radio La Primerísima, ha mostrato un piano orchestrato e finanziato dagli USA per lanciare un nuovo tentativo di colpo di Stato in Nicaragua poiché le previsioni dicono che il sandinismo ed il presidente Daniel Ortega vinceranno le elezioni nel 2021.

Continue reading “Nicaragua: rivelato documento USA per esecuzione golpe” »

Share Button

Venezuela: ci risiamo

Un’indagine di una giornalista statunitense svela l’implicazione del “procuratore generale” di Guaidó in tangenti petrolifere contro il Venezuela

Un’indagine approfondita della giornalista statunitense Anya Parampil, per il sito web d’informazione The Grayzone, rivela la rete di corruzione e tangenti a danno dello Stato venezuelano in cui è coinvolto José Ignacio Hernández, che fino a luglio era il “procuratore generale” del presunto “governo” del deputato dell’opposizione Juan Guaidó.

Continue reading “Venezuela: ci risiamo” »

Share Button

Inabilitazione e procrastinazione elettorale

Il lawfare continua in America Latina

Benché il Tribunale per il Contenzioso Elettorale ecuadoriano abbia annullato, questa domenica, la sospensione del Movimento Impegno Sociale, secondo Prensa Latina, è chiara la parzializzazione politica nei confronti delle elezioni del 7 febbraio 2021

Enrique Moreno Gimeranez  www.granma.cu

Continue reading “Inabilitazione e procrastinazione elettorale” »

Share Button

Frode sui diritti umani

S. Sefton, Internationalist 360°, http://aurorasito.altervista.org

L’attuale pratica dell’industria dei diritti umani occidentali non ha nulla a che fare con la verità. Sempre più negli ultimi anni le élite USA ed alleate cercano di legittimare l’aggressione criminale sfruttando i diritti umani nei tentativi di ricolonizzare il mondo.

Continue reading “Frode sui diritti umani” »

Share Button

Bolivia, storia di un golpe

di Lorenzo Poli  www.ilperiodista.it

Tra rinvii e proteste, la Bolivia si avvia verso le elezioni. Ma dietro la rimozione di Evo Morales e l’insediamento del governo provvisorio c’è un golpe che viene da lontano. Dal socialismo indigeno e il boom economico agli appetiti delle multinazionali sui minerali boliviani. Fino alle violenze dell’estrema destra, che ha rovesciato senza legittimità il presidente eletto, con la complicità dei principali media. E ora?

Continue reading “Bolivia, storia di un golpe” »

Share Button

Il botta e risposta Maduro-Abrams

di Geraldina Colotti*

“Elliott Abrams… che stai in quarantena chiuso in casa. Il mio saluto a Elliott… Il tuo messaggio è arrivato, sono d’accordo, proseguiamo…”, ha dichiarato Maduro durante il “mercoledì produttivo”. Al contempo, ha confermato che l’arrivo a Caracas di una delegazione norvegese, accolta dal ministro della Comunicazione. “Jorge Rodríguez – ha detto il presidente – sta già riunendosi con i norvegesi, li ha ricevuti e ora sta coordinando quel che è rimasto in sospeso, già conoscete il nostro impegno con il dialogo, la democrazia e la libertà”.

Continue reading “Il botta e risposta Maduro-Abrams” »

Share Button

Venezuela: acutizzando il blocco

Washington cerca di tagliare la fornitura di diesel 

 

Alcuni giorni fa, l’agenzia Argus Media aveva indicato che l’amministrazione Trump aveva in mente di adottare misure di blocco contro le importazioni di diesel da parte del Venezuela.

Secondo il resoconto, di Patricia Garip, “Repsol di Spagna, ENI d’Italia e Reliance dell’India hanno partecipato a queste transazioni (di diesel) con PDVSA, di proprietà statale del Venezuela, con un’autorizzazione silenziosa dell’Ufficio di Controllo di Beni Stranieri (OFAC) del Tesoro USA”.

Continue reading “Venezuela: acutizzando il blocco” »

Share Button

Presidente Venezuela denuncia preparazione tentativo di assassinio

Le dichiarazioni sono state fatte durate la riunione con la Commissione Presidenziale per la Prevenzione, l’Attenzione e il Controllo della COVID-19 trasmessa dalla televisione statale.

Continue reading “Presidente Venezuela denuncia preparazione tentativo di assassinio” »

Share Button

Il bivio finale di Juan Guaidó ed i suoi pericoli

Augusto Márquez  https://medium.com/@misionverdad2012

Nei giorni scorsi si è appreso che una delegazione diplomatica del Regno di Norvegia è giunta in Venezuela per esplorare la sua situazione politica e sanitaria.

L’informazione è stata confermata in prima persona dall’esperto diplomatico e mediatore del paese nordico, Dag Halvor Nylander, attraverso il suo account Twitter.

Continue reading “Il bivio finale di Juan Guaidó ed i suoi pericoli” »

Share Button

Elezioni in Bolivia, Ecuador e Venezuela. Nemico comune: il neoliberismo

di Geraldina Colotti

Giunto al suo 28° capitolo, il programma “En Línea con @BricsPsuv, Bitácora de la emergencia global” è già diventato un punto di riferimento internazionale per l’informazione e l’analisi, riconosciuto di recente anche con il premio Periodismo Necesario Anibal Nazoa. Ideato da Beverly Serrano e Antonio Paez, il programma è diretto dalla deputata venezuelana Tania Dia, vicepresidenta dell’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), e della Commissione Agitazione Propaganda Comunicazione (APC) del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV).

Continue reading “Elezioni in Bolivia, Ecuador e Venezuela. Nemico comune: il neoliberismo” »

Share Button

Non esiste impero che possa piegare la nostra sovranità e indipendenza

di Geraldina Colotti

In occasione del sessantaseiesimo compleanno del Comandante eterno, abbiamo intervistato il fratello maggiore, il professor Adán Chávez Frías, vicepresidente degli affari internazionali del Partito socialista unito del Venezuela (PSUV). Attualmente è ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela nella Repubblica di Cuba e dirige l’Istituto di studi superiori Hugo Chávez. Lo ringraziamo per aver accettato di rispondere alle nostre domande dall’Avana

Continue reading “Non esiste impero che possa piegare la nostra sovranità e indipendenza” »

Share Button

Origine ed attualità dell’Operazione Condor

Fabián Escalante Font  https://lapupilainsomne.wordpress.com

La Dottrina Nazionale di Sicurezza degli USA, sostenuta ed alimentata dalla dottrina Monroe e da altri concetti fascisti (Kissinger) furono i genitori dell’operazione Condor il cui nome, secondo il terrorista di origine cubana Antonio Veciana, si deve al complotto -così chiamato dalla CIA- per assassinare Fidel Castro in occasione del suo viaggio in Cile ed in seguito servì da copertura per il sabotaggio ed il rovesciamento del governo di Salvador Allende.

Continue reading “Origine ed attualità dell’Operazione Condor” »

Share Button

L’ora degli indomiti difensori della speranza

Come ogni predica che parte dall’esempio, Cuba ha alzato di nuovo la voce in maniera forte e diretta per l’integrazione latinoamericana e l’emancipazione dei popoli contro il  capitalismo neoliberale

Nuria Barbosa León

Continue reading “L’ora degli indomiti difensori della speranza” »

Share Button

Colombia: chiede aiuto a Cuba anzi no!

L’America Latina è diventata l’epicentro mondiale dell’epidemia causata dal nuovo coronavirus Covid-19. I più colpiti, manco a dirlo, sono i paesi a regime neoliberista. Dal Brasile alla Colombia, passando per Ecuador e la Bolivia del governo golpista, il virus è stato libero di infettare le popolazioni locali e colpire i più vulnerabili.

Continue reading “Colombia: chiede aiuto a Cuba anzi no!” »

Share Button

Colombia. Jesús Santrich: “L’Accordo di Pace è a pezzi”

Di Sasha Yumbila Paz. Resumen Latinoamericano, 27 luglio 2020.

Intervista a Jesús Santrich, comandante delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia, Esercito del Popolo (FARC-EP) Segunda Marquetalia ed ex congressista della Colombia. Di inizi, tensioni e dibattiti in questa primo articolo.

Suggerisco di mettersi comodi/e, accompagnare la lettura dell’intervista con un caffè caldo. Seuxis Paucias Hernández Solarte, meglio conosciuto dal suo nome di guerra Jesús Santrich, uno dei negoziatori del processo di pace a L’Avana, ex congressista e che ha trascorso 400 giorni in prigione senza alcuna prova contro di lui per una montatura giudiziaria da parte del governo USA attraverso la DEA.

Continue reading “Colombia. Jesús Santrich: “L’Accordo di Pace è a pezzi”” »

Share Button