Tag Archives: posada carriles

Gli USA ed il terrorismo contro Cuba

Cuba è nella lista degli Stati sponsor del terrorismo dal 1982, con una pausa tra il 2015 e il 2021, il che è ironico se si considera che dal 1960 è un Paese che ha sofferto molto per gli attacchi terroristici. Naturalmente, cosa ci si può aspettare da una lista stilata dallo stesso governo che ha sponsorizzato e protetto i terroristi che attaccano Cuba?

Continue reading “Gli USA ed il terrorismo contro Cuba” »

Share Button

Il “migliore amico” del più grande terrorista anticubano

Confidente e protettore di Posada Carriles, Santiago Álvarez Fernández-Magriñá è un terrorista con un grosso dossier contro Cuba

Raúl Antonio Capote

Chi lo vede oggi camminare per le strade di Miami, disposto a “collaborare” e fornire risorse e formazione, a Miami, all’”opposizione cubana”, a finanziare studi legali per “difendere” i “dissidenti” dell’Isola, e – più recentemente – persino da ‘accompagnare’ gli uomini d’affari dell’arcipelago potrebbero pensare che sia un buon anziano, un oppositore “pacifico” del sistema socialista.

Continue reading “Il “migliore amico” del più grande terrorista anticubano” »

Share Button

Le infami liste degli USA

José Luis Méndez Méndez*  Resumen Latinoamericano

 (I)

La lista degli Stati Patrocinatori del Terrorismo (SSOT) è un meccanismo di politica estera degli USA, che sanziona i paesi che, la sua Segreteria di Stato, considera abbiano fornito sostegno ad atti di terrorismo internazionale.

Cuba fu, nuovamente, designata come SSOT il 12 gennaio 2021, appena una settimana prima dell’insediamento del democratico Joseph Biden, in uno degli ultimi strascichi del repubblicano Donald Trump, al tramonto della sua amministrazione.

Continue reading “Le infami liste degli USA” »

Share Button

Ricordando Fabio di Celmo

“Ricordiamo Fabio Di Celmo, turista italiano morto in atto terroristico in hotel cubano nel 1997. Posada Carriles e altri organizzatori del fatto, vivevano liberi negli USA, il cui governo, cinicamente e ingannevolmente, ha messo Cuba nella lista degli sponsor del terrorismo“.
Share Button

Il Bin Laden d’America Latina…

Hernando Calvo Ospina

Cinque anni fa moriva, in Florida, il Bin Laden dell’America Latina, Luis Posada Carriles, un terrorista di origine cubana, benché la grande stampa mondiale lo abbia trattato, semplicemente, come un “notorio anticastrista”. Se n’è andato senza pagare per tutti i suoi crimini poiché un protetto dal governo USA, in particolare dalla CIA e dalla famiglia Bush.

Continue reading “Il Bin Laden d’America Latina…” »

Share Button

Posada Carriles, magister del terrore: le sue vittime reclamano ancora giustizia

Posada ha terminato i suoi giorni tranquillo, a Miami, senza fastidi da parte delle autorità nordamericane, senza essere processato o sanzionato per i suoi molteplici crimini, atrocità che ha sempre commesso con assoluta impunità, tra le quali l’esplosione di un aereo civile in volo.

Share Button

Degli USA nulla ci sorprende e sì c’è molto da temere

Arthur González

Ogni giorno si dimostra come gli USA non rispettino i diritti umani più elementari, compresa la vita delle persone, pur avendosi aggiudicato il ruolo di “giudici supremi”, per sanzionare e condannare chiunque non si inginocchi ai loro piedi.

Continue reading “Degli USA nulla ci sorprende e sì c’è molto da temere” »

Share Button

Gli USA: sei decenni di crimini contro Cuba

Ettore Bernardo, Internationalist 360° 29 luglio 2021

L’invasione di Playa Girón, l’esplosione dell’aereo di linea sulle Barbados, il brutale blocco intensificato nella pandemia, i tentativi di assassinio di Fidel Castro, gli attentati ad hotel, l’operazione Peter Pan, il piano ZunZuneo e la scomparsa dei diplomatici cubani in Argentina sono solo alcuni degli eventi che compongono la politica terroristica che Washington ha scatenato contro la popolazione dell’isola.

Continue reading “Gli USA: sei decenni di crimini contro Cuba” »

Share Button

Giustino di Celmo

Alessandra Riccio – https://nostramerica.wordpress.com

Siamo alla fine del 2010. Napoli affoga sotto un diluvio di pioggia e di immondizia, il suo selciato di pesanti lastre di lava vesuviana restituisce il riflesso delle luci della città offuscato dal grigio cupo della pietra. Ma quando si alza lo sguardo, è la bella facciata neoclassica del teatro San Carlo a riempire gli occhi di luce e di armonia. Sotto il porticato si aprono le porte del nostro Massimo nell’abbagliante tripudio di stucchi e di oro che un restauro recente ha esaltato e riportato all’opulenza originaria. Nel Palco Reale, immerso nell’oscurità, due spettatori fuori dell’ordinario seguono i passi vivaci che esaltano la gioventù dei danzatori del Balletto Nazionale di Cuba impegnati nell’esecuzione di Elegia per un giovane, una coreografia in memoria di Fabio Di Celmo, l’uomo d’affari italiano vittima di un attentato terroristico a Cuba nel 1997.

Continue reading “Giustino di Celmo” »

Share Button

Cubainformacion: terroristi e CNN

Miami e terroristi alla CNN

 

Alcuni giorni fa moriva, a Miami, Antonio Veciana, fondatore del gruppo paramilitare Alpha-66. Tentò quattro volte di assassinare Fidel Castro.

Gli USA sono stati – e continuano ad essere – il rifugio sicuro per decine di terroristi dell’estrema destra “anti-castrista”.

Continue reading “Cubainformacion: terroristi e CNN” »

Share Button

Il terrorismo come politica di Stato contro Cuba

La varietà di azioni militari, economiche, biologiche, diplomatiche, psicologiche, propagandistiche, di spionaggio, l’esecuzione di atti di sabotaggio ed i tentativi di liquidare fisicamente i dirigenti del processo rivoluzionario, fanno parte di una strategia ufficiale creata ed eseguita dalla Casa Bianca per sconfiggere la Rivoluzione e fermare la costruzione del socialismo sull’isola

Raúl Antonio Capote  www.granma.cu

Continue reading “Il terrorismo come politica di Stato contro Cuba” »

Share Button

Cuba ed USA: condotte differenti nella battaglia contro il terrorismo

Orestes Hernández   www.cubadebate.cu

Nel memorandum della Corte del Distretto di Columbia (Washington DC), che fa parte dell’indagine della polizia USA contro il cittadino di origine cubana Alexander Alazo, autore dell‘attacco terroristico con un fucile automatico alla sede diplomatica di Cuba, lo scorso 30 aprile, si riconosce esplicitamente che questi ha visitato diverse agenzie federali, (supponiamo associate all’applicazione della legge, ossia di sicurezza nazionale), per esporre la presunta persecuzione di cui si credeva vittima da parte del governo cubano e, sicuramente, ha dato indizi sulla sua decisione di agire, come Alazo stesso ha dichiarato agli ufficiali dei Servizi Segreti che lo hanno interrogato in base al menzionato documento.

Continue reading “Cuba ed USA: condotte differenti nella battaglia contro il terrorismo” »

Share Button

La sfortuna di Gary Webb

I suoi articoli descrivevano il ruolo dei gestori del traffico di cocaina e dei terroristi come Posada Carriles

Jorge Wejebe Cobo www.granma.cu

Il giornalista USA Gary Webb fu probabilmente il primo ad usare Internet per denunciare le operazioni della CIA, ma non ebbe la “fortuna” di Edward Snowden o Julian Assange. Fu trovato morto con la faccia distrutta da due colpi di calibro 38, il 17 dicembre 2004, nella sua casa in California. La polizia sostenne l’insolita teoria secondo cui si auto inflisse, in successione, le due ferite mortali.

Continue reading “La sfortuna di Gary Webb” »

Share Button

Collegamento Posada-Gladio

J. W.  Cobo, Internationalist 360° –  http://aurorasito.altervista.org

[…] Ben presto divenne chiaro che il vero obiettivo delle reti di Gladio era mantenere la tensione nel Vecchio Continente, contro i movimenti di sinistra e giustificando l’istituzione di governi di destra filo-statunitensi.

Continue reading “Collegamento Posada-Gladio” »

Share Button

La CIA in Venezuela: 7 regole per il cambio di regime

Donald Trump, Mike Pompeo e John Bolton stanno portando i loro frustrati impulsi interventisti verso il sud.

Jefferson Morley/Independent Media Institute

Mentre il presidente Trump ritira le truppe USA dalla Siria ed Afghanistan, il suo segretario di stato, Mike Pompeo, e il suo consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, stanno portando i loro frustrati impulsi interventisti nel sud dell’America Latina.

Continue reading “La CIA in Venezuela: 7 regole per il cambio di regime” »

Share Button