Giorno del Contadino

«La prima Legge di Riforma Agraria fu un fatto trascendentale nel destino della Rivoluzione  Cubana», hanno coinciso i funzionari del Ministero dell’Agricoltura (MINAG) durante un mattutino speciale realizzato nella capitale, dedicato al Giorno del Contadino cubano, e che si celebrerà  oggi, 17 maggio.

La cerimonia che si è svolta nel teatro del Ministero dell’Agricoltura, ha ricordato che la prima Legge di Riforma Agraria, firmata il 17 maggio del 1959, diede alla Rivoluzione il suo carattere  democratico-popolare agrario e antimperialista, eliminando il latifondo, socializzando una parte dell’area coltivabile del paese, con le cooperative e le fattorie del popolo.

Con lei, «Il Comandante in Capo  compiva uno dei  postulati essenziali di La Storia mi Assolverà», ha assicurato  Ricardo Monzón Novoa, direttore allo Sviluppo  Cooperativo del Minag.

Nell’occasione si è reso omaggio alla memoria di Niceto Pérez, simbolo del mondo contadino cubano, a 71 anni dalla sua uccisione il 17 maggio del  1946.  L’assassinio fu perpetrato dalle guardie rurali.

Inoltre è stato ricordato il 56º anniversario della fondazione dell’Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori (ANAP).

Erano presenti alla cerimonia  Gustavo Rodríguez Rollero, ministro dell’ Agricoltura; Rafael Santiesteban Pozo, membro del Consiglio di Stato e presidente della ANAP con altri  dirigenti.

Gustavo Rodríguez Rollero, ministro dell’Agricoltura,  ha assicurato che la principale missione dei contadini cubani è quella di produrre alimenti per il popolo e in questa causa la  ANAP li ha accompagnati degnamente in tutti questi  56 anni.

«Questa organizzazione ha portato nei nostri campi la luce del sentimento patriottico. In questo nuovo anniversario, la ANAP e il Ministero dell’Agricoltura continuano a dimostrare che più uniti lavorano, maggiori risultati si ottengono», ha detto Ricardo Monzón Novoa, dirigente dello Sviluppo Cooperativo del MINAG.

I boschi coprono il 31.1% dell’arcipelago cubano

Cuba ha raggiunto nel  2016 un indice de boscosità del 31,1 %, (superiore dello 0,5 dell’anno precedente), una  cifra che ratifica la tendenza alla crescita progressiva della superficie coperta dai boschi registrata negli ultimi cinque anni.

I dirigenti del Ministero di Scienza, Tecnologia e Ambiente (CITMA), lo hanno comunicato durante un incontro con la stampa specializzata, nel quale hanno esposto i principali risultati  della gestione ambientale nazionale durante la tappa menzionata.

Si è saputo inoltre che il  69% dell’area forestale di Cuba  appare nella classificazione dei boschi di protezione e conservazione, soprattutto nelle conche idrografiche con priorità. Questo favorisce una maggiore attenzione a un patrimonio così prezioso.

Sono state realizzate le azioni previste per la riabilitazione delle spiagge, terminando quasi tutti i progetti tecnici con la qualità necessaria alla loro  esecuzione e sono circa 55000 gli ettari che ricevono il beneficio del Programma Nazionale di miglioramento e conservazione dei suoli.

L’esperienza dei poligoni dimostrativi  destinati alla preservazione delle risorse naturali ha continuato a generalizzarsi e sono già 158 quelli esistenti, includendo i più recenti creati nei municipi.

È anche stato informato che la cerimonia per il Giorno Mondiale dell’Ambiente, che sarà il 5 giugno, si realizzerà nella provincia di  Sancti Spirítus e che Villa Clara, Ciego de Ávila e Cienfuegos sono state elogiate come province meritevoli.

I contadini cubani onorano il legato di Fidel

18.05 Calimete, Matanzas – La celebrazione  del Giorno del Contadino, attesa con un forte entusiasmo in questo municipio, è diventata una testimonianza di gratitudine a Fidel e ha posto in evidenza ancora una volta l’impegno dei contadini cubani di rimanere uniti alla Rivoluzione.

Le espressioni di ringraziamento sono state espresse dagli oratori e con la voce poetica dei cantanti. Tutti hanno ricordato con appassionata ammirazione il leader che con la firma della Legge di Riforma Agraria, il 17 maggio del 1959, restituì la dignità agli uomini dei campi e segnalò un giorno trascendentale nel destino della Rivoluzione.

Migliaia di contadini e i loro familiari riuniti nel vicinanze della Cooperativa di Produzione  Agricola  (CPA) Dagoberto Rojas, nella località di Amarillas, hanno ricordato il 56º anniversario della fondazione dell’Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori – ANAP – ed hanno reso omaggio alla memoria di Niceto Pérez, simbolo dei contadini cubani, a 71 anni dal suo assassinio.

I giovani produttori  Yuniel Torres Pérez, della CCS Raúl González, e Hamilis Sánchez, della CCS José Martí, hanno mostrato la loro soddisfazione per i risultati nelle rispettive entità, anche se hanno ammesso che si può fare di più in termini d’efficienza, differenziazione e sfruttamento delle risorse e dell’applicazione della scienza e della tecnica.

Durante la manifestazione sono stati citati i territori che hanno lavorato meglio.

Santiago Pérez Castellanos, capo del dipartimento agroalimentare del  Comitato Centrale del Partito, ha assegnato  la condizione di  Avanguardia Nazionale al municipio di Calimete, e sono state elogiate anche le province meritevoli:   Cienfuegos, Artemisa y Santiago de Cuba.

È stato molto sentito il momento in cui Rafael Santiesteban Pozo, presidente della ANAP, ha consegnato alla provincia di Matanzas il riconoscimento  che l’aveva nominata vincitrice della sede per la cerimonia nazionale centrale del 17 maggio Giorno del Contadino.

Erano presenti  il Comandante Julio Camacho Aguilera, con  Teresa Rojas Monzón, prima segretaria del Partito a Matanzas; Tania León Silveira, presidente dell’Assemblea provinciale del Potere Popolare ed altri dirigenti delle Forze Armate Rivoluzionarie – FAR – dei ministeri degli Interni, l’Agricoltura e la CTC.

Rafael Santiesteban Pozo, nel suo discorso ha fatto un breve riassunto della situazione in cui vivevano i contadini cubani nel 1959, ha valutato lo storico impatto della Legge di Riforma Agraria ed ha elogiato lo spirito di Fidel che è una permanente motivazione per tutti gli uomini e le donne del settore, ha aggiunto.

«Tenendo come base il suo esempio e i suoi insegnamenti, ratifichiamo il nostro impegno di divenire più forti, fomentare la produzione e ottenere maggiori risultati, perchè esistono ancora potenzialità», ha specificato.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *