Tag Archives: 15N

L’orecchio peloso della restaurazione coloniale

Pedro de la Hoz www.lajiribilla.cu

Ai fluidi e affettuosi vasi comunicanti tra i popoli spagnoli e quello cubano -ognuno dei popoli della Penisola ha lasciato in noi un’impronta che batte in tutti gli ambiti della vita insulare- c’è chi pretende, a questo punto, porre ostacoli, intorbidirli.

Continue reading “L’orecchio peloso della restaurazione coloniale” »

Share Button

I cubani: nè affamati, nè vinti, degni come sempre

Dopo la sconfitta del 11 luglio e i tentativi successivi per mantenere «viva» la scintilla della «insurrezione», come uno dei suoi portavoce ha chiamato il pirrico tentativo, la controrivoluzione, i suoi capi di Miami e i padroni di Washington si sono lanciati disperatamente a salvare quello che potevano dal naufragio

Raúl Antonio Capote

Continue reading “I cubani: nè affamati, nè vinti, degni come sempre” »

Share Button

Cubainformacion: la marcia virtuale

Yunior García, Yotuel Romero e una marcia per le strade di Facebook

 

I media continuano con la loro grossolana propaganda dell’ultima operazione di interventismo politico a Cuba, diretta dai centri di potere USA. Esaltando, per questo, gli “agenti di cambiamento” creati per questo scopo.

Continue reading “Cubainformacion: la marcia virtuale” »

Share Button

15N: Quali sono le nostre matrici di opinioni?

 Pedro Santander Molina www.cubadebate.cu

Chi a Cuba, Venezuela, Bolivia o Nicaragua non ha sentito parlare di “matrici di opinione”? Quelle che si montano attraverso i media e le reti sociali nei laboratori del nemico e attaccano i processi sociali trasformatori. Non è forse abbastanza comune nell’analisi della piazza, nelle colonne di opinione, nelle denunce pubbliche e nelle discussioni politiche commentare e denunciare “matrici di opinione” che si montano contro i governi e i popoli di questi paesi? Certamente è così.

Continue reading “15N: Quali sono le nostre matrici di opinioni?” »

Share Button

Cuba: L’altro 15 novembre

Angel Guerra Cabrera  www.cubadebate.cu

Gli efficaci vaccini cubani contro il COVID-19 rivoltano stomaci alla Casa Bianca, al Dipartimento di Stato, alla CIA, nella “comunità d’intelligence” e, naturalmente, nella roccaforte controrivoluzionaria di Miami. Sono oggi il simbolo archetipico della resistenza contro l’impero del nord, dell’indipendenza, della sovranità e del trionfo della vita sulla malattia e sulla morte.

Continue reading “Cuba: L’altro 15 novembre” »

Share Button

Cuba è poesia

Cuba ha iscritto per la storia questo lunedì 15 come il giorno del futuro e della speranza. Una piccola isola dei Caraibi lo ha fatto, non con il denaro delle grandi banche né con poderose multi nazionali, ma con l’opera del suo popolo.

Il suo nome è Rivoluzione.

Continue reading “Cuba è poesia” »

Share Button

“Desaparecido” a Cuba sbarca a Madrid

I media USA e spagnoli hanno fatto eco alle notizie della sedicente organizzazione Archipiélago sulla presunta scomparsa a Cuba di uno dei suoi membri, Yunior García, che, con sorpresa, è arrivato ieri a Madrid.

 

Continue reading ““Desaparecido” a Cuba sbarca a Madrid” »

Share Button

15N: La più bella marcia che gli occhi umani abbiano mai visto

Un’alba calma, con una temperatura che tutti i cubani hanno apprezzato, dopo una calda estate. Un piccolo gruppo, di quelli che odiano e distruggono, incitato a rompere la pace e la tranquillità di un popolo che da 2 anni è stato colpito in tutti i suoi ambiti dalla pandemia Covid-19.

Continue reading “15N: La più bella marcia che gli occhi umani abbiano mai visto” »

Share Button

Bambini a scuola, confini aperti, nessuna protesta

Il 15 novembre è arrivato e Cuba entra nella nuova normalità: i bimbi ed i ragazzi tornano a scuola, i confini dopo due anni riaprano ed i turisti arrivano sull’isola ma delle manifestazioni nulla.

Finalmente il fatidico giorno è arrivato e la vita a Cuba tenta di tornare alla normalità. Oltre 700 mila bambini e ragazzi tornano dopo due anni a frequentare in presenza le scuole, i confini riaprano ed i turisti iniziano a percorrere le strade dell’isola. Oggi doveva anche essere il giorno in cui i pochi controrivoluzionari, finanziati e sponsorizzati dalle innumerevoli agenzie e organizzazioni che ricevono soldi dall’amministrazione statunitense,  dovevano scendere in strada per dare un colpo mortale al governo rivoluzionario.

Continue reading “Bambini a scuola, confini aperti, nessuna protesta” »

Share Button

Nessuno ci porterà via la pace

La chiamano marcia antigovernativa e sostengono che è un’iniziativa di pace, quando è chiaro che buona parte dei settori che la sostengono, dentro e fuori Cuba, cercano da decenni un cambiamento del sistema politico e sociale… e per ottenerlo sono disposti a tutto.

Continue reading “Nessuno ci porterà via la pace” »

Share Button

¡No pasarán!

Contro gli attacchi dei Contras: migliaia di persone sono solidali con la repubblica socialista e chiedono “giù le mani da Cuba”. All’Avana e in più di 80 città del mondo, migliaia di persone hanno dimostrato la loro solidarietà con la Cuba socialista durante il fine settimana. Da venerdì, un gruppo di giovani che si fa chiamare “Los Pañuelos Rojos” (I fazzoletti rossi) invita alla resistenza contro i tentativi di destabilizzare il paese con un “sit-in antimperialista” nel Parco Centrale della capitale cubana.

Continue reading “¡No pasarán!” »

Share Button

Cubainformacion: 15 N

Cuba 15N: blocco e milioni per il frutto atteso

 

Cosa c’è dietro la presunta “marcia civica” del 15N a Cuba? Un sacco di soldi del governo USA.

La sua Agenzia per lo Sviluppo (USAID) ha appena approvato ulteriori 6,6 milioni di $ per progetti di “cambio di regime” a Cuba.

Continue reading “Cubainformacion: 15 N” »

Share Button

L’oppositore Yunior García diserta le manifestazioni del 15N

Roberto Cursi  www.lantidiplomatico.it

Ormai arrivati dalla tanto annunciata “Marcia pacifica” del 15 novembre, Yunior García, promotore dell’iniziativa, con un lungo post sul suo profilo Facebook, dal titolo “DICHIARAZIONE”, annuncia che non parteciperà più alla marcia del 15N, ma, il giorno prima, metterà in atto una sua solitaria iniziativa.

Continue reading “L’oppositore Yunior García diserta le manifestazioni del 15N” »

Share Button

Nessuno rovinerà la nostra festa!

In franca contraddizione con le recenti dichiarazioni del presidente Biden nell Assemblea Generale delle Nazioni Unite, di favorire ilmultilateralismo e cooperare nella lotta contro  la pandemia a livello globale, per Cuba è stato indurito il blocco, sono state dettate nuove sanzioni ed è stato posto in marcia un nuovo programma di destabilizzazione che segue pienamente il manuale del “colpo blando”. (…)

Continue reading “Nessuno rovinerà la nostra festa!” »

Share Button

Leader della “marcia pacifica” smascherato dall’agente ‘Fernando’

Roberto Cursi  www.lantidiplomatico.it

Si sta avvicinando il 15 novembre, ed è un giorno importante per Cuba, non solo perché l’Isola riaprirà al turismo e più di un milione e seicentomila studenti rientreranno a scuola dopo le obbligate chiusure per la pandemia, ma perché, dalla piattaforma di opposizione ‘Archipiélago’, proprio per il 15, è stata richiesta una “Marcia pacifica per il cambiamento”, da svolgersi in varie città dell’Isola.

Continue reading “Leader della “marcia pacifica” smascherato dall’agente ‘Fernando’” »

Share Button