Tag Archives: CLAP

Come ha operato il blocco alimentare in Venezuela nel 2020?

Clara Sanchez https://misionverdad.com

Per il terzo anno consecutivo abbiamo aggiornato su Alimentos y Poder quella che chiamiamo “operazione blocco alimentare in Venezuela”, evidenziando le azioni, che dal 2014, gli USA esercitano  contro il paese attraverso una serie di misure coercitive unilaterali economiche, finanziarie, commerciali  politiche, diplomatiche, militari e di propaganda mediatica, che hanno avuto inizio nel bel mezzo della crisi sistemica petrolifera di quell’anno, incidendo proporzionalmente sull’aumento dell’insicurezza alimentare nel paese.

Continue reading “Come ha operato il blocco alimentare in Venezuela nel 2020?” »

Share Button

Cubainformacion: prigionieri dell’impero

Alex Saab e Julian Assange, prigionieri politici di uno stesso regime

Nella Prima Guerra Mondiale, la Germania e il Regno Unito hanno utilizzato il blocco alimentare come strategia di guerra. Una resa per fame che, oggi, gli USA stanno perseguendo a Cuba e in Venezuela.

Nel 2016, Caracas ha risposto a questo blocco con un programma alimentare sovvenzionato: i Comitati Locali di Approvvigionamento e Produzione (CLAP).

Continue reading “Cubainformacion: prigionieri dell’impero” »

Share Button

Il blocco cerca di costruire una crisi alimentare in Venezuela

https://medium.com/@misionverdad2012

Come ampiamente affermato nel 2017 di fronte alla formalizzazione del blocco economico del Venezuela da parte degli USA, la sua portata reale è sempre più a lungo respiro e, nel 2020, la sua notorietà è sempre più indiscussa. Il suo impatto ricade concretamente sulla popolazione in uno spettro sempre più diversificato.

In allusione ad una frase, poiché si tratta della guerra con altri mezzi, un blocco “si sa come inizia, ma non come finisce”.

Continue reading “Il blocco cerca di costruire una crisi alimentare in Venezuela” »

Share Button

Il crimine in corso: la pandemia come arma

José Roberto Duque  https://medium.com/@misionverdad2012

Sebbene la risposta del governo venezuelano all’attuale situazione di pandemia e calamità planetaria sia stata una delle più opportune, lo scenario ed il clima emotivo del paese non sembra essere propizio al riposo o ad abbassare la guardia.

Continue reading “Il crimine in corso: la pandemia come arma” »

Share Button

Guardare a Sud. Possibile blocco navale contro il Venezuela

Angel Guerra  www.jornada.com.mx

Il ministro degli esteri venezuelano, Jorge Arreaza, ha avvertito questa settimana, in un incontro con il corpo diplomatico accreditato a Caracas, che una nuova fase di aggressioni contro il suo paese prevede un blocco navale.

Si comincia a parlare di un blocco navale, un’azione riconosciuta dall’ONU come uso della forza, e tuttavia, si discute nell’Ufficio Ovale, nei dipartimenti della Difesa e dello Stato.

Continue reading “Guardare a Sud. Possibile blocco navale contro il Venezuela” »

Share Button

Venezuela. Narcostato?

Il rapporto che lascia il Venezuela al margine della rotta della cocaina

Heathcliff Cedeño  https://medium.com/@misionverdad2012

Da alcuni anni si è andata costruendo la narrativa che lo Stato venezuelano costituisce una società criminale di traffico di stupefacenti, che opera in collaborazione con altri cartelli della regione.

Tuttavia, il recente studio realizzato da Geoff Ramsey e David Smilde intitolato “Oltre la narrativa del narcostato: cosa dicono i dati del monitoraggio del traffico di droga degli USA sul Venezuela”, espone dati concreti che smontano il discorso che situa il Venezuela come narcostato e principale rotta del traffico di cocaina verso il Nord America.

Continue reading “Venezuela. Narcostato?” »

Share Button

La silenziosa metamorfosi dell’economia venezuelana

Dollarizzazione informale per i settori alti e assistenza sociale per il resto della popolazione

di Marco Teruggi – Pagina|12

Il ritorno di Juan Guaidó ha acceso titoli che presto si sono spenti. Il suo arrivo non ha portato annunci ma promesse di azioni imminenti senza data o formato, le mobilitazioni che dovevano aver luogo non hanno avuto luogo, e si è tornati a un simile stato di cose sulla superficie del conflitto politico.

Continue reading “La silenziosa metamorfosi dell’economia venezuelana” »

Share Button

Maduro denuncia l’attentato «fu ordinato da Bolton dalla Casa Bianca»

Il presidente inoltre afferma che USA e Regno Unito hanno rubato l’oro della Banca Centrale del Venezuela

www.lantidiplomatico.it

Il multiforme attacco lanciato contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela prevedeva anche l’uccisione del legittimo presidente del paese, Nicolas Maduro, che nell’agosto dello scorso anno fu vittima di un fallito attentato con droni carichi di esplosivo.

Continue reading “Maduro denuncia l’attentato «fu ordinato da Bolton dalla Casa Bianca»” »

Share Button

Breve manuale per stranieri sul perché il Venezuela non è caduto

Franco Vielma – Mision Verdad

Nell’ambito del recente Foro di San Paolo, Caracas è stata visitata da colleghi rivoluzionari di varie parti del mondo. Tuttavia, ciò che è stato concordato come un incontro nella dichiarata solidarietà con il Venezuela, è venuto di pari passo con la necessità di molti di loro di assistere al divenire venezuelano in tempo reale, almeno per alcuni giorni.

Continue reading “Breve manuale per stranieri sul perché il Venezuela non è caduto” »

Share Button

Non sono fatti nuovi, ma sono esecrabili

Quelli che chiedono gridando un intervento straniero in Venezuela, hanno dimenticato – credo che l’hanno sempre fatto – la situazione dei loro rispettivi paesi.

Share Button

Vzla: Assemblea Nazionale sostiene sanzioni contro il popolo

di Fabrizio Verde www.lantidiplomatico.it

Può l’Assembla Nazionale di un paese, che in teoria avrebbe il compito di fare gli interessi di quel popolo che l’ha eletta e che dovrebbe rappresentare, avallare e addirittura esaltare sanzioni imposte da un paese esterno che agiscono a detrimento del popolo?

Continue reading “Vzla: Assemblea Nazionale sostiene sanzioni contro il popolo” »

Share Button

Venezuela, lestofanti e golpisti difesi dall’ONU

di Geraldina Colotti

Per guardare alla realtà del Venezuela potremmo partire anche da due fatti di cronaca politica che ruotano intorno a due nomi. Il primo è quello del commissario Iván Simonovis, il secondo è quello di Juan Planchart, cittadino italo-venezuelano e cugino dell’autoproclamato presidente Juan Guaidó.

Continue reading “Venezuela, lestofanti e golpisti difesi dall’ONU” »

Share Button

Cubainformacion: USA vs CLAP


Gli USA colpiscono le CLAP il miglior strumento contro la fame in Venezuela

Il governo USA continua la sua guerra economica contro il Venezuela. Non solo rubando miliardi di dollari dai suoi attivi in banche internazionali.

Anche attraverso l’attacco diretto alla fornitura di cibo al paese. Ha imposto sanzioni a dieci società di trasporto marittimo per il trasporto di cibo con destinazione il programma statale CLAP, che garantisce un paniere di base sovvenzionato a 6 milioni di famiglie in Venezuela.

Continue reading “Cubainformacion: USA vs CLAP” »

Share Button

Venezuela, gli USA prendono di mira gli aiuti alimentari

Moon of Alabamahttp://aurorasito.altervista.org

I palloni gonfiati che gli Stati Uniti usavano per gli sforzi di cambio di regime in Venezuela non funzionavano. Il New York Times dichiarava che il loro movimento si è “sgonfiato”. Undici ore dopo che l’articolo andava on line (la Casa Bianca aveva chiamato?) il titolo cambiava. Mentre ripete ancora la propaganda, l’articolo chiariva che Guaidó non aveva sostegno pubblico:

Continue reading “Venezuela, gli USA prendono di mira gli aiuti alimentari” »

Share Button

Venezuela: quasi blocco navale

“Il governo degli Stati Uniti ha sanzionato 10 delle 12 compagnie di navigazione che portano il cibo in Venezuela, causando ritardi nell’arrivo dei beni nel paese, in altri termini, ciò che prima arrivava in un mese, ora ci mette tre mesi o non arriva proprio”, ha informato il capo nazionale dei Comitati Locali di Approvvigionamento e Produzione (CLAP), Freddy Bernal.

Continue reading “Venezuela: quasi blocco navale” »

Share Button