Category Archives: – storia

Menzogne e “sanzioni” per far “urlare” l’economia venezuelana

Geraldina Colotti

L’11 settembre 1973, il colpo di stato contro Salvador Allende in Cile aprì la strada alla devastante politica economica dei “Chicago Boys”. I meccanismi con cui Washington ha deciso di “far urlare l’economia cilena” – attacco alla moneta, blocco finanziario, inflazione indotta – sono gli stessi che ha imposto al Venezuela bolivariano attraverso “sanzioni”, moltiplicate per via della diffusione globale del capitalismo. Non per niente, dopo il golpe cileno, il FMI ha aiutato il governo Pinochet con ingenti prestiti, mentre negava qualsiasi aiuto finanziario al presidente Allende. Lo stesso accade oggi nell’Ecuador del banchiere Guillermo Lasso,

Continue reading “Menzogne e “sanzioni” per far “urlare” l’economia venezuelana” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Fidel lo aveva promesso e Raúl lo ha compiuto

Quando si compiono 23 anni dall’arresto dei Cinque negli USA, è giusto ricordare la titanica prodezza di coloro che partirono un giorno per proteggere il sogno di Cuba e oggi nel nostro suolo realizzano nuove conquiste.

«È vero che vengono i Cinque? È vero che Raúl parlerà a mezzogiorno?».

Continue reading “Fidel lo aveva promesso e Raúl lo ha compiuto” »

Share Button

Allo scoperto le falsità sulla sindrome inventata da Washington

www.granma.cu

L’Accademia delle Scienze di Cuba ha presentato una relazione tecnica con una valutazione degli incidenti alla salute avvenuti durante i soggiorni all’Avana del personale di governi stranieri e delle loro famiglie.

Il dottore in Scienze, Michel Valdés Sosa, direttore generale del Centro per le Neuroscienze di Cuba, ha qualificato come una “narrazione scientificamente inaccettabile” il tema dei presunti incidenti alla salute avvenuti nel 2017, che hanno coinvolto personale delle ambasciate di USA e Canada, e diversi loro parenti, all’Avana.

Continue reading “Allo scoperto le falsità sulla sindrome inventata da Washington” »

Share Button

Cuba e Venezuela: a golpe continuo, resistenza continua

Le guarimbas (tumulti di strada ndt) di Caracas e i disordini a Cuba sono scaturiti dal Manuale di Guerra Non Convenzionale dell’esercito USA, sono armi di un maggiordomo che assume il fine come giustificazione dei mezzi

José Llamos Camejo www.granma.cu

Continue reading “Cuba e Venezuela: a golpe continuo, resistenza continua” »

Share Button

Nella Patria ci sarà sempre spazio per i «baschi rossi»

Il Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz ha presieduto sabato 11, la cerimonia politico militare per i 40 anni dalla fondazione delle Truppe di Prevenzione delle Forze Armate Rivoluzionarie (FAR), che si distinguono «per la disciplina e la professionalità nel compimiento delle missioni assegnate».

Continue reading “Nella Patria ci sarà sempre spazio per i «baschi rossi»” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Cinque cubani hanno combattuto contro il terrorismo negli USA

Il sole non era ancora sorto il 12 settembre, 23 anni fa oggi, quando un’operazione del Federal Bureau of Investigation (FBI) USA prese dalle loro case cinque uomini che agivano per conto di Cuba.

Continue reading “Cinque cubani hanno combattuto contro il terrorismo negli USA” »

Share Button

Gli USA ed i suoi 62 anni di sconfitte a Cuba

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Gli yankee non apprendono dai loro fallimenti, perché le loro guerre sono un affare economico di cui vivono molte società e persone, principalmente il complesso militare industriale, la CIA, la National Security Agency, politici che raggiungono posti al Congresso e persino importanti giornali USA che sono favoriti con i profitti, ma il vero perdente è il popolo che suffraga, con le sue tasse, le spese multimilionarie.

Continue reading “Gli USA ed i suoi 62 anni di sconfitte a Cuba” »

Share Button

MINSAP

Share Button

11.09.73: golpe in Cile

Share Button

MINSAP

Share Button

I diversi 11 settembre

José Ramón Cabañas Rodríguez  www.cubadebate.cu

Questo 11 settembre persone di tutto il mondo ricorderanno le vittime degli attacchi contro le Torri Gemelle di New York. Più di 3000 vite strappate, alcune delle quali di origine cubana. I loro parenti ancora oggi non si sono ripresi dalla perdita e in alcuni casi non hanno nemmeno potuto ricevere i resti fisici dei loro cari.

Grazie ai media e al nascente internet, un evento locale è diventato globale in un istante e si è creata un’immagine degli USA come unica vittima di attacchi, che non corrispondeva con gli antecedenti storici.

Continue reading “I diversi 11 settembre” »

Share Button

I paradossi dell’11 settembre

L’11 settembre ha le macchie di sangue causate dal terrorismo. Cuba è stata una vittima, e così anche gli USA. Il paradosso? L’isola delle Antille non l’ha mai promosso. Contro di lei, gli USA sì

Milagros Pichardo  www.granma.cu

Continue reading “I paradossi dell’11 settembre” »

Share Button

Cile 11.09.73: x non dimenticare

I Maestri del Socialismo

LE RAGIONI PER CUI L’IMPERIALISMO USA DISTRUSSE IL GOVERNO ALLENDE

“Non vedo alcuna ragione per cui ad un paese dovrebbe essere permesso di diventare marxista soltanto perché il suo popolo è irresponsabile. La questione è troppo importante perché gli elettori cileni possano essere lasciati a decidere da soli.”

“Di tutti i capi di governo dell’America Latina, noi ritenemmo Allende il più pernicioso per gli interessi del nostro paese. Egli era palesemente pro-Castro e si opponeva agli Stati Uniti. Le sue politiche interne erano una minaccia per la democrazia cilena e per i diritti umani.”

(Henry Kissinger)

Anche prima della sua vittoria elettorale (avvenuta nel 1970), Allende attirò rapidamente su di sé il veto dell’establishment politico statunitense. A causa delle sue idee socialiste, si cominciò a temere che ben presto il Cile sarebbe diventato una nazione comunista e sarebbe entrato nella sfera d’influenza dell’Unione Sovietica. Per di più gli USA avevano cospicui interessi economici in Cile, con società come ITT, Anaconda, Kennecott ed altre. L’amministrazione Nixon, in particolare, fu la più strenua oppositrice di Allende, per il quale nutriva un’ostilità che il Presidente ammetteva apertamente.

Continue reading “Cile 11.09.73: x non dimenticare” »

Share Button