Tag Archives: Pedro Castillo

Perù rafforza i legami con la Cina

Paolo Menchi – www.notiziegeopolitiche.net

Peru and China flag together realtions textile cloth fabric texture

Circa un mese fa il presidente peruviano Pedro Castillo, durante il discorso di apertura della fiera di Canton in Cina, aveva dichiarato di voler rafforzare le già importanti relazioni diplomatiche e commerciali tra il suo paese e quello cinese.

Continue reading “Perù rafforza i legami con la Cina” »

Share Button

Attacco a tenaglia contro il neo governo del “socialista” Castillo

Rete Solidarietà Rivoluzione Bolivariana

Alle manovre della destra, che in Parlamento ha la maggioranza ed ha ottenuto, oltre alla sostituzione di vari ministri, l’approvazione di una legge che limita i poteri del presidente, si aggiunge la intercettazione di un dialogo che mostra vari impresari che preparavano un piano per portare il paese alla fame sullo stile di quanto avvenne in Cile contro il governo Allende prima del colpo di Stato del dittatore Augusto Pinochet.

Continue reading “Attacco a tenaglia contro il neo governo del “socialista” Castillo” »

Share Button

Castillo lotta per attuare il cambiamento promesso

Orinoco Tribune, 12 ottobre 2021

Un controverso rimpasto di governo dimostrava quanto sia difficile attuare un cambiamento radicale e ridistributivo. Il Presidente Pedro Castillo vinse le elezioni del 6 giugno in Perù al secondo turno. Le sue politiche di punta erano; nuova costituzione e nazionalizzazione delle risorse naturali. Anche l’espulsione delle forze statunitensi (basi militari, USAID, DEA) faceva parte del manifesto vincente.

Continue reading “Castillo lotta per attuare il cambiamento promesso” »

Share Button

Perù. Chi è nato come servo ora governa il paese

Ollantay Itzamná, Resumen latinoamericano, 27 agosto 2021.

Nella bicentenaria Repubblica creola del Perù, a meno di un mese dall’amministrazione del primo presidente contadino, si verificano eventi culturali e politici che sconvolgono le certezze della bicentenaria “identità nazionale”.

Continue reading “Perù. Chi è nato come servo ora governa il paese” »

Share Button

Perù: colossi minerari pagano tasse

Si cominciano a vedere i primi cambiamenti favorevoli al popolo peruviano dopo sole 3 settimane dall’insediamento del presidente “socialista” peruviano Pedro Castillo.

Due colossi minerari privati, uno di proprietà USA al 53%, che avevano debiti fiscali milionari non riscossi dai precedenti governi hanno finalmente pagato quanto dovuto.

Continue reading “Perù: colossi minerari pagano tasse” »

Share Button

Pedro Castillo ya ‘gobierna’ en Perú: ¿cómo ha sido su inicio y qué obstáculos enfrenta?

Share Button

Il Perù non scodinzola più nel cortile di casa degli Usa

Geraldina Colotti

In quella che si evidenzia come la seconda ondata progressista di questo secolo per l’America Latina, il Perù del maestro rurale Pedro Castillo, che ha assunto la presidenza nel bicentenario dell’indipendenza, promette di fare la sua parte. La lunga e complicata attesa della ratifica del risultato e l’aggressività delle forze conservatrici che sostengono il fujimorismo, mostrano però che il suo progetto non avrà vita facile.

Continue reading “Il Perù non scodinzola più nel cortile di casa degli Usa” »

Share Button

La nuova politica estera del Perù di Castillo

Fabrizio Verde www.lantidiplomatico.it

La vittoria – imprevista – del maestro rurale Pedro Castillo nella contesa elettorale in Perù porterà il paese a un’inevitabile svolta. In questi anni il paese, dopo l’occasione mancata di cambiamento con la presidenza di Hollanta Humala, è stato preda di una forte instabilità politica ma è costantemente rimasto ancorato alle politiche antibolivariane ispirate (leggi imposte) da Washington. Tanto che proprio a Lima nel 2017 sotto la presidenza del neoliberista Pedro Pablo Kuczynski fu creato il cosiddetto Gruppo di Lima con l’intento di unire tutte le nazioni del continente americano fedeli agli Stati Uniti che non avevano riconosciuto legittime le elezioni presidenziali in Venezuela e quindi riconosciuto come presidente il fantoccio golpista Juan Guaidò. A quanto pare Lima sarà anche la tomba di questo progetto filoimperialista volto alla distruzione del Venezuela e dei progetti bolivariani per la regione.

Continue reading “La nuova politica estera del Perù di Castillo” »

Share Button

Pedro Castillo e la sua storica vittoria

Angel Guerra Cabrera  www.jornada.com.mx

L’arrivo alla presidenza del Perù di Pedro Castillo è una grande vittoria politica delle forze di sinistra, popolari e progressiste raggruppate attorno alla sua candidatura. Chiamata indubbiamente ad avere una significativa ripercussione, non solo nell’importante paese andino, bensì nella geopolitica dell’America Latina e dei Caraibi.

Continue reading “Pedro Castillo e la sua storica vittoria” »

Share Button

Il popolo peruviano trionfa sullo sforzo di estrema destra di rubare le elezioni

https://amicuba.altervista.org

La giuria nazionale delle elezioni del Perù (JNE) ha dichiarato oggi che Pedro Castillo è il vincitore ufficiale delle elezioni presidenziali del mese scorso. Questo ha ufficialmente segnato la sconfitta dei tentativi del contendente di estrema destra Keiko Fujimori di rovesciare la volontà democratica del popolo peruviano con false accuse di frode. Una revisione completata dal JNE ha rilevato che Castillo aveva ricevuto 44.058 voti in più di Fujimori, aprendo la strada alla vittoria ufficiale di Castillo.

Continue reading “Il popolo peruviano trionfa sullo sforzo di estrema destra di rubare le elezioni” »

Share Button

Venezuela: comunicato (Perù)

Il Venezuela si congratula con il Perù per il successo della giornata elettorale e dell’elezione del Presidente Pedro Castillo

Il Governo bolivariano del Venezuela celebra il successo della storica giornata elettorale svoltasi nella Repubblica del Perù, domenica 6 giugno, che ha portato all’elezione indiscussa del professor Pedro Castillo Terrones come nuovo Presidente di quel paese.

Continue reading “Venezuela: comunicato (Perù)” »

Share Button

Perù. Parlare di Juan in modo che Pedro ascolti

Alberto M. Adrianzén, Resumen Latinoamericano, 12 luglio 2021

“Un popolo che non sa da dove viene non sa dove va”
José Antonio Maravall

Il giorno prima delle elezioni al secondo turno, pubblicai su facebook una foto del generale Juan Velasco Alvarado sorridente con didascalia che diceva: “Ci vediamo domani”.

Continue reading “Perù. Parlare di Juan in modo che Pedro ascolti” »

Share Button

L’America Latina è il campo di battaglia tra imperialismo e movimenti progressisti

Orinoco Tribune

Durante la conferenza Luis Garate, portavoce del Partito Comunista del Perù-Patria Roja, ritrasse gli attori politici di destra del Perù come divisi. “La situazione reale è che Pedro Castillo è stato eletto”, aveva detto Garate. “Quello che succede è che le forze di destra, Keiko Fujimori e i gruppi di ultradestra e fascisti, non vogliono riconoscere i risultati. In questo momento, in Perù, le forze di destra sono divise, perché Stati Uniti e OSA dicono “no, le elezioni peruviane non vanno annullate, sono state trasparenti’”.

Continue reading “L’America Latina è il campo di battaglia tra imperialismo e movimenti progressisti” »

Share Button

Perù: trucchi sporchi per negare la vittoria presidenziale della sinistra

José Carlos Llerena e Vijay Prashad, Internationalist 360°,

Mentre Keiko Fujimori lotta con le unghie e i denti per ribaltare i risultati delle elezioni in Perù, le prove suggeriscono la collusione del capo dell’intelligence di suo padre, Vladimir Montesinos.

Continue reading “Perù: trucchi sporchi per negare la vittoria presidenziale della sinistra” »

Share Button

Il mito della destra democratica

Attilio Borón  www.cubadebate.cu

La destra non è mai stata democratica, non lo è oggi e non lo sarà mai.

Nonostante che il verdetto della storia sia inconfutabile, la sapere convenzionale delle scienze sociali e l’opinione consolidata diffondono, costantemente, l’errata concezione che la destra latinoamericana si sia riconciliata con la democrazia; che abbia già tagliato i ponti con la sua genesi oligarchica, razzista, patriarcale e coloniale; che abbia posto fine alla sua storia di cospicua istigatrice e frequente esecutrice diretta di innumerevoli colpi di stato, attentati, sabotaggi, massacri e ogni genere di violazione dei diritti umani e delle libertà politiche. Nonostante questa perversa origine ormai, dicono alcuni accademici e “opinionologi” sprovveduti (o che giocano per la destra), questa si è “aggiornata” e accetta le regole del gioco democratico.

Continue reading “Il mito della destra democratica” »

Share Button